Ricci Bus
CLEAN ACCCENT
CLEAN ACCCENT
Main Sponsor
  • (+39) 0577 236677
  • fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

NEWS

IL SONDAGGIO

Vota il miglior bianconero in Carrarese-Siena

Mages
 
Tosoni Auto

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Protagonista indiscusso della partita è stato Roberto Floriano, autore di gol, assist e svariate giocate nell’arco dei novanta minuti. “Soprattutto nel primo tempo abbiamo spinto tanto” – ha detto Floriano. “ll Siena ha fatto poco ma siamo stati bravi noi, c’è tanto merito nostro. A livello di giocatori la Robur è una squadra che dovrebbe salvarsi, poi il calcio è strano, finchè non c’è la matematica…”. Stupisce semmai vedere un giocatore del genere ancora in Lega Pro. “Sono scelte. Ho rifiutato la B per vari motivi, vedremo l’anno prossimo, sono del Foggia”. Gia, il Foggia. “Lì mi vogliono bene, hanno deciso di mandarmi via ma il problema era con De Zerbi. Giocare per vincere il campionato è bellissimo, so cosa vuol dire il pubblico di Foggia. E’ lo stadio che al Sud ti rende più giocatore. Qui ci sono meno spettatori”. Proprio nel Foggia, lo scorso anno, Floriano mise a segno il 5-2 nella semifinale di andata. “Vero. Lì per lì sembrava inutile, invece si è dimostrato importante”. Chiusura sul campionato di Lega Pro. “E’ una competizione strana. L’Alessandria ha faticato con l’ultima, il Tuttocuoio ha vinto 5-0, la Cremonese ha pareggiato”. (G.I.)

Fonte: Fol

 

Mages
 
Tosoni Auto

Prima conferenza post-partita per Davide Vaira. Queste le sue dichiarazioni:

La gara – “E’ una partita dove abbiamo fatto male. C’è poco da commentare. Dobbiamo prendere coscienza della nostra situazione. Ci dobbiamo salvare, è difficile commentare la prestazione in sé, si passa da partite come Livorno e Alessandria a partite come quella di oggi. Ci vorrebbe uno psicologo”.

I tifosi – “E’ inutile stare qui a fare processi, li farà chi di dovere alla fine della stagione. Ora pensiamo a salvarci. Bisogna stare zitti, accettare le critiche e lavorare tutti insieme. E’ la prima volta che vengo in conferenza stampa, è giusto prendersi responsabilità ma fare processi non serve a nulla. I ragazzi danno tutto, non c’è nessuno che è superficiale. Con chi ci è superiore a noi sula carta, facciamo prestazioni buone. Con chi è come noi, alla portata, facciamo più fatica. Onore alla Carrarese che ha meritato di vincere”. (G.I.)

Fonte: Fol

 

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Queste le dichiarazioni del mister Scazzola:

Il match – “Loro sono partiti forte nel primo tempo per poi calare nel secondo, eravamo riusciti a non prendere gol e abbiamo commesso un’ingenuità che non deve capitare perché diventa difficile recuperare. Con Alessandria e Livorno siamo andati in vantaggio ed era più facile”.

Floriano – “Sapevamo delle sue caratteristiche, potevamo far meglio anche se lui è forte, ha un passo diverso dagli altri e ci ha messo in grossa difficoltà”.

I cambi - “Sugli esterni non riuscivamo a saltare l’uomo come in precedenza, provato più per vie centrali. Pensiamo alla Cremonese, ripartiamo a prescindere dall’avversario, conta poco quello". (G.I.)

Fonte: Fol

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Aldo Firicano, mister della Carrarese, ha parlato nel post-partita di Carrarese-Siena.

La gara – “Una sola squadra in campo? Non lo so, di certo noi c’eravamo. La squadra si è dimostrata solida, ordinata, propositiva. Siamo andati meritatamente in vantaggio, nella ripresa abbiamo sbagliato tante occasioni e sofferto fino in fondo. E’ una crescita continua dalla prima gara. Mi dà una fiducia enorme questa squadra. Oggi festeggiamo ma l’obiettivo rimane primario e c’è molto da pedalare per arrivarci”.

Gli episodi – “Non giudico gli episodi, devo rivederli. Mi piace sottolineare che questo gruppo ha forza contro le avversità, che possono essere di varia natura”.

Siena – “Me le aspettavo tante di difficoltà, ma noi siamo stati molto attenti, limitando Marotta e i loro inserimenti. L’idea di servire gli attaccanti sul filo del fuorigioco c’era. Alcune volte è andata bene, come sul primo gol, altre sono stati più attenti”. (G.I.)

Fonte: Fol

 

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Queste le dichiarazioni di Walter Devoti, direttore generale della Carrarese:

“Loro arrivavano dalla vittoria con la capolista. Era una partita chiave per noi, entravamo con una pressione forte, sai che devi per forza vincere e non è facile. E’ una vittoria che dedico ai dirigenti, che non si meritano le offese. Con o senza Devoti, ci sarà un progetto importante il prossimo anno. Errori li abbiamo commessi, ma l’anno prossimo con più esperienza può accadere qualcosa di importante. Però non si può annullare un gol come quello di Miracoli o non dare il rigore nel primo tempo. Se non sbaglio il Siena non ha fatto un tiro in porta”. (G.I.)

Fonte: Fol

 

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Carrarese-Siena 2-0 (45' Rosaia, 89' Floriano Rig )

Giana Erminio-Renate 3-1 (9' Okyere GE, 13' Aut. Di Gennaro R, 34' aut. Montesano GE, 89' Bruno GE)

Mages
 
Tosoni Auto

Carrarese (4-3-1-2): Lagomarsini; Rampi, Massoni, Gentili, Foglio; Rosaia, Galloppa, Bastoni (91' Torelli); Cristini (68' Dell'Amico); Miracoli (86' Cais), Floriano. A disposizione: Saloni, Battistini, Petermann, Tutino, Benedini, Migliavacca, Amico, Marabese, Cais. Allenatore: Aldo Firicano. 

Siena (4-3-3): Moschin; Rondanini, D’Ambrosio, Terigi, Iapichino; Castiglia (79' Jawo), Guerri, Saric; Ciurria (63' Gentile), Marotta, Vassallo (46' Bunino). A disposizione: Di Stasio, Panariello, Ghinassi, Steffè, Bordi, Stankevicius, Grillo, Ivanov, Secondo. Allenatore: Cristiano Scazzola. 

Arbitro: Lorenzin di Castelfranco Veneto (assistenti Zanetti-Moro).

Ammoniti: Ciurria, Terigi, Marotta, Dell'Amico, Floriano, Foglio

 

Niente da fare, dopo la superlativa prestazione con l’Alessandria, la Robur non riesce a dare continuità al suo percorso e cade anche a Carrara, subendo due reti, ma quello che è più grave, senza mai tirare in porta.

Una prestazione sottotono non troppo diversa da quelle viste già troppe volte. Tranne un breve periodo, i bianconeri non hanno mai avuto in mano le redini del gioco ed è stata sufficiente un’ordinata Carrarese per ritornare nel grigiore. Mancano sette partite alla fine…….meno male!

Fonte: FOL _ Foto: Quotidiano.net

Mages
 
Tosoni Auto

Prato-Livorno 1-3 (34′ Gasbarro, 41′ Galli, 47′ Tavano, 59′ Luci)

Tuttocuoio-Olbia 5-0 (20′ Provenzano, 52′ Ferrari, 79′ Shekiladze, 81′ Provenzano, 91′ Pinzauti)

Fonte: FOL

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Missione compiuta. Con tre giornate di anticipo la Berretti accede alla fase finale, grazie al pari interno col Tuttocuoio e soprattutto al mezzo passo falso della Lucchese, frenata in casa dall’Arezzo. Adesso la griglia dei playoff è già costituita, resta solo da capire la posizione delle quattro squadre: Livorno, Prato, Siena e Tuttocuoio.

La gara – Rispetto a sette giorni prima Signorini deve fare a meno di Bordi, rientrato in prima squadra, ma ritrova Mirko Romagnoli, che si posiziona in difesa assieme ad Aprile e il senese Nassi. L’altra novità è De Carolis, finalmente dal 1’ dopo un’annata assai complicata, a fianco di Crisci. Che la partita sia sentita si capisce già dall’inizio. Il Tuttocuoio due giornate fa era a -1 dalla vetta, adesso si ritrova a -7 e deve vincere per riprendersi il terzo posto, occupato proprio dai bianconeri.

Primo tempo – I neroverdi partono forte e già dopo dieci minuti Sanfilippo viene chiamato al miracolo salvando su un sinistro ravvicinato di Chiti. La Robur si vede con un paio d’iniziative di De Carolis, ma è ancora il Tuttocuoio ad andare vicino al gol con Loda. Nel finale di tempo la gara si riequilibra e proprio allo scadere arriva la più grande occasione: Crisci supera Vitale e si invola verso la porta ma si allunga troppo il pallone, Grossi esce tempestivo e ha la meglio nel contrasto in area piccola.

Secondo tempo – L’inizio di ripresa è un copia e incolla dei primi minuti, col Tuttocuoio che attacca e il Siena che si difende come può. Romagnoli si rivela preziosissimo, mentre Nassi coordina perfettamente il reparto e si renderà protagonista con un meraviglioso coast to coast che meritava più fortuna. Poi, ancora una volta, la Robur prende le misure, e l’unica netta palla gol degli ospiti capita a Galitieri, che calcia fuori di testa da pochi metri. Nell’ultimo quarto d’ora il Tuttocuoio crolla, mentre il Siena va al tiro con Bongini, Pasquinuzzi (entrato proprio per Bongini) e Gianneschi. Nessun pericolo però per il portiere Grossi, uno dei tre classe ’98 degli ospiti. Il fischio finale sancisce un meritato 0-0.

Spogliatoi – “E’ stata una partita aperta tra due belle squadre” – il commento di Signorini a bordo campo. “Loro sono più fisici ed esperti, però abbiamo retto bene in campo e provato a fare il nostro gioco”. Bongini è uscito coi crampi, Bracciali non ce la faceva più. “Un po’ ha influito il primo caldo, un po’ la tensione, visto che era una partita a cui i ragazzi emotivamente non sono ancora abituati. Però anche loro facevano fatica”. Playoff raggiunti, col Tuttocuoio che resta dietro ma si allunga il gap con le prime due. “Il nostro obiettivo era di raggiungere il Livorno, l’unico con lo scontro diretto a favore, ma ha vinto col Prato. Peccato perchè arrivare secondi dà dei vantaggi nella fase finale. Siamo comunque contenti per il traguardo raggiunto”. (Giuseppe Ingrosso)

Robur Siena (3-5-2): Sanfilippo; Aprile, Nassi, Romagnoli; Bracciali (75’ Bizzarri), Bongini (69’ Pasquinuzzi), Miccoli, Ravanelli, Gianneschi; Crisci, De Carolis (84’ Pelliccia). A disposizione: Florindi, Cecchini, Sabatini, Bussone, Sheshi, Airinei. Allenatore: Alessandro Signorini.

Tuttocuoio (3-4-3): Grossi; Rossi, Vitale, Gremigni, Becagli; Galitieri, Favilli, Conti (69’ Colombo); Loda (75’ Salvini); Chiti (87’ Fermi), Imbremba. A disposizione: Cristofaro, Fiaschi, Papini, Campinoti. Allenatore: Enrico Cristiani.

Arbitro: Bishli di Pistoia (assistenti: Pacifici di Arezzo, Marconi di Arezzo).

Note: ammoniti Crisci e Romagnoli (SI), Favilli (TU). Recupero: 0’, 4’

Fonte: Fol

 

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Alessandria - Racing Roma 2-1
Reti: 20' Bocalon (A), 30' D'Attilio (P), 49' Clijak (A).

Cremonese  - Pontedera 1-1
Reti: 5' Brighenti (C), 17' Corsinelli (P).

Pro Piacenza - Lupa Roma 0-0

Viterbese - Lucchese 2-0

Reti: 27' Cuffa (V), 68 Neglia (V)

Fonte: Fol

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Carrarese (4-3-1-2): Lagomarsini; Rampi, Massoni, Gentili, Foglio; Rosaia, Galloppa, Bastoni; Cristini; Miracoli, Floriano. Allenatore Aldo Firicano. 
Siena (4-3-3): Moschin; Rondanini, D’Ambrosio, Terigi, Iapichino; Castiglia, Guerri, Saric; Ciurria, Marotta, Vassallo. Allenatore Cristiano Scazzola. 
Arbitro: Lorenzin di Castelfranco Veneto (Zanetti-Moro).
Stadio: Dei Marmi ore 20.30

Fonte: Fol

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Ore 14.30
Alessandria - Racing Roma
Cremonese  - Pontedera
Pro Piacenza - Lupa Roma
Viterbese - Lucchese

Ore 18.30
Prato – Livorno
Tuttocuoio - Olbia

Ore 20.30
Carrarese – Siena
Giana Erminio - Renate

Domenica ore 18.30
Como - Piacenza

Lunedì ore 20.45
Arezzo - Pistoiese

Fonte: Fol

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Se Firicano non batte il Siena e non fa risultato a Como torna Danesi. Lo ha lasciato intendere uno dei dirigenti di spicco della Carrarese e che ha investito molti soldi sulla società a differenza di altri che si sono limitati solo ad una sponsorizzazione. Una indiscrezione che fa capire quanta sofferenza regna nel club che tutti vogliono salvare dalla retrocessione.

Ora pesa il mancato arrivo di un ds e i risultati sono sotto gli occhi di tutti con 31 giocatori in organico e un monte stipendi da squadra da primato. Decisivo il derby col Siena in arrivo domani sera alle 20,30. La Carrarese, secondo il trainer, nelle sue tre settimane al timone, ha conquistato meno punti di quanto meritasse, ma la voglia di risalire che vede negli occhi e nell’impegno dei ragazzi, lo rassicura. I valori della rosa bianconera sono di medio alto livello - dice il trainer - tra le fila vantano calciatori come Marotta che è il terminale offensivo senza dimenticare sugli esterni Ciurria, con in mezzo al campo la capacità di inserimento di Vassallo ed in difesa il buon terzino sinistro Iapichino». Detto della squadra avversaria, il capitolo azzurro: «La Carrarese delle ultime partite ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato sul campo determinando purtroppo ancora una posizione di classifica abbastanza complicata - ammette il nocchiero apuano - sono dell’avviso che potremo disputare la partita giusta per tornare alla vittoria che ci consentirebbe di uscire parzialmente dalle sabbie mobili, causando probabilmente un innalzamento della quota salvezza cosi da rendere ancora più agguerrito il finale di campionato un po’ per tutti».

La forma generale della squadra è buona, ma ci sono alcuni calciatori che devono recuperare la migliore condizione come De Micheli, Tutino e Cais. Molto probabile quindi una formazione in linea con le ultime due, con Cristini al posto di Finocchio, con la speranza di un avvio di gara cinico e spietato come col Racing Club Roma. Ne ha bisogno l’ambiente, ma soprattutto la classifica. La Carrarese sta precipitando in classifica e si pagabo gli errori di una società che non ha sostituito il direttore sportivo dopo la partenza di Anzalone e ha imbottito la rosa di ben 31 giocatori col sesto budget stipendi della Lega pro.

Fonte: La Nazione/Carrara

Mages
 
Tosoni Auto

Mister Aldo Firicano alza la concentrazione in vista della sfida di domani sera contro il Siena, la prima delle otto "finali" per evitare i play-out. «Il Siena sarà avversario agguerrito che, nonostante un rendimento altalenante, può ancora giocarsi velleità di playoff e sicuramente, attualmente viaggia sulle ali dell'entusiasmo dopo la vittoria prestigiosa riportati ai danni della capolista Alessandria.

I valori della rosa bianconera sono di medio alto livello e, a dimostrazione di ciò, tra le loro fila vantano calciatori come Marotta che è il terminale offensivo senza dimenticare sugli esterni Ciurria, con in mezzo al campo la capacità di inserimento di Vassallo ed in difesa il buon terzino sinistro Iapichino». Firicano poi parla dello stato di forma della sua squadra: «Dal canto suo la Carrarese delle ultime partite ha raccolto meno di quanto, forse, avrebbe meritato sul campo determinando purtroppo ancora una posizione di classifica abbastanza complicata. Sono dell'avviso che potremo disputare la partita giusta per tornare alla vittoria che ci consentirebbe di uscire parzialmente dalle "sabbie mobili" e causando probabilmente un'innalzamento della quota salvezza così da rendere ancora più agguerrito il finale di campionato un po’ per tutte le squadre in gioco per i diversi obiettivi». Infine il punto sull'infermeria: «Come noto, della partita non farà parte Francesco Finocchio che ne avrà per un po’; sicuramente sarà una perdita importante vista le nostre ultime impostazioni tattiche però sono fiducioso del fatto che chi entrerà in campo riuscirà a dare il suo prezioso contributo. Ad oggi, la condizione generale della squadra è buona però ci sono alcuni calciatori tra cui De Micheli, Tutino e Cais che devono recuperare la migliore condizione». Allenamento. Ieri pomeriggio, agli ordini di Mister Aldo Firicano e Staff Tecnico, i calciatori della rosa azzurra hanno effettuato attività volta a sollecitare la velocità e successivamente esercitazioni essenzialmente di natura tecnico tattica. Questa mattina alle 10 nel quartier generale azzurro nuovo allenamento. Nell’ambiente c’è grande consapevolezza che la sfida di domani sera alle 20,30 contro il Siena rappresenta uno snodo fondamentale nella stagione degli azzurri. E l’obiettivo è non fallire assolutamente.

Fonte: Il Tirreno

Mages
 
Tosoni Auto

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Su Siena Tv è intervenuto Marco Ghizzani, doppio ex che segnò nell’ultima vittoria del Siena a Carrara (nel 1999-00) ed era presente sei giorni fa al Franchi.

Alessandria – “Quando vedo vincere la Robur sono sempre contento. E’ una vittoria inaspettata perché ci aspettavamo una corazzata, e invece i bianconeri si sono dimostrati una squadra accorta che ha saputo ripartire nei momenti giusti. Ho sentito mugugni e critiche un po’ eccessivi, il Siena ha fatto vedere il proprio valore e si prenderà quel che si merita”.

Il mister – “Ero presente anche col Pontedera e mi era piaciuta meno nonostante la vittoria. Scazzola è un amico e lo rispetto. E’ attento a tutto, guarda il pelo nell’uovo”.

Carrarese – “E’ un derby, lo ricordo sempre con piacere perché è sempre andato a nostro favore quando giocavo io. Loro non vivono un momento facile, prendiamola con le molle. Ma vista l’euforia e l’entusiasmo, sono fiducioso e positivo”.

Il lavoro – “Ho ricominciato a parlare con qualcuno. Chiacchierate da quasi bar. C’è qualche contatto, delle mezze trattative, ma è una fase di attesa, di stand-by”. (G.I.)

Fonte: Fol

 

Mages
 
Tosoni Auto

Domani la nostra sede sarà aperta dalle ore 20.00 per assistere alla diretta su grande schermo della partita Carrarese-Siena.
L'ingresso è riservato ai soli soci del club.

Siena Club Fedelissimi

Mages
 
Tosoni Auto

Si è svolta oggi alle 14.00 all’Artemio Franchi la seduta di rifinitura della Robur, che è già partita in direzione Carrara, dove domani incrocerà la Carrarese nella 31° giornata di campionato. L’allenamento, con riscaldamento, esercizi con la palla e partitella a campo ridotto è durato circa un’ora e mezza. Il mister, in conferenza stampa, ha detto che ripartirà al 90-95% dallo stesso undici che ha battuto l’Alessandria. Quei punti percentuali rimanenti sono rappresentati da Terigi, ormai completamente recuperato, il quale dovrebbe sostituire Panariello al centro della difesa; per il resto il pacchetto difensivo sarà quello visto sette giorni fa: D’Ambrosio farà l’altro centrale, Rondanini e Iapichino gli esterni bassi. In mediana ancora fiducia in Guerri, Castiglia e Saric, con Gentile pronto ad entrare a gara in corso. In avanti Marotta sarà supportato da Vassallo e Ciurria, apparsi in ottima forma in allenamento. Nella trasferta di Carrara rientra Francesco Bordi, che aveva giocato sabato con la Berretti per recuperare al meglio il problema all’adduttore sinistro. Bordi farà una staffetta con Romagnoli, che sarà a disposizione di Signorini nel match ad alta quota di domani contro il Tuttocuoio, superato in classifica sette giorni fa. La gara della Berretti – al Bertoni dell’Acquacalda, fischio d’inizio alle 14.30 – potrebbe dare il matematico accesso alla fase finale, oltre che accorciare ulteriormente il gap con le prime, visto che Prato e Livorno si affrontano tra di loro. (G.I.)

Fonte: Fol

 

Banca Cras
 
Tosoni Auto

La Carrarese può battere il Siena e il tecnico Firicano è già sulla graticola con due sconfitte su tre gare e una difesa imperniata su Massoni che imbarca acqua. Il mantra se lo ripetono tutti nello staff azzurro che prepara la sfida di sabato sera (ore 20,30) allo Stadio dei Marmi. Un derby che si incrocia con un’esigenza di punti necessari alle casse apuane per risalire dalle sabbie mobili dei play-out, trascinando contemporaneamente i bianconeri nella stessa zona delle «pericolanti».

A otto giornate dalla fine nessuna sentenza è scritta, ma la Carrarese deve tornare alla vittoria dopo i rammarichi di Piacenza. E proprio al «Garilli», solo due settimane fa il Siena versione-Scazzola aveva mostrato limiti e deficit, rimediando un sonoro tre a zero. La vittoria sull’Alessandria, invece, è stata figlia di un avvio di gara brillante, nel quale i rappresentanti della città del Palio hanno messo le basi al due a zero finale. Alti e bassi sui quali si sta concentrando l’analisi dell’avversario da parte di Firicano che sa per primo l’importanza del match in arrivo. Ma è soprattutto la squadra azzurra che è chiamata a dare una risposta al tecnico ed ai tifosi: non è in discussione la volontà, ma la capacità di calarsi una realtà difficoltosa come quella della lotta per la salvezza. Il trainer sembra indirizzato a puntare ancora una volta sul blocco che ha proposto in queste tre settimane, con la difesa a quattro e un gustatore offensivo che, con l’assenza forzata di Finocchio, sarà incarnato da Cristini.

L’allenatore del Siena Scazzola ha fermato ogni eccesso relativo alla vittoria sulla capolista. Dice di avere a disposizione un gruppo giovane, di qualità, ma allo stesso tempo acerbo. Uscire indenni dai «Marmi», per gli ospiti, rappresneta una mezza salvezza: mancheranno il derby Freddi e Campagnacci, ma torna a disposizione, oltre a Terigi, il centrocampista Gentile. Ma vista la prestazione offerta coi grigi, la formazione titolare potrebbe essere quella che ha battuto l’Alessandria. All’andata il Siena, allenato al tempo da Colella, si impose per due a zero, con le reti di Marotta e Mendicino a cavallo dei due tempi e superò gli azzurri in classifica.

Fonte: La Nazione/Carrara


 

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Si pensa alla sfida contro il Siena in casa Carrarese dopo aver archiviato la sconfitta di sabato scorso contro il Piacenza e sopratutto si guarda alla classifica. Perché se uscire dalla partita di Piacenza con 0 punti poteva, sulla carta, essere plausibile, la sfida contro il Siena inizia ad essere una di quelle "finali" a cui gli azzurri dovranno rispondere con la grinta e la determinazione per strappare punti.

I 29 punti in classifica a tre punti dalla zona immediatamente fuori dai play-out occupata ora dall'Olbia ma anche a quattro punti dall'ultima posizione, sono sicuramente un campanello d'allarme. D'ora in poi saranno tutte partite importanti come una finale perché scatta l'intreccio delle combinazioni sugli altri campi. Sabato per esempio la Carrarese affronterà il Siena ma ci sarà lo scontro diretto tra Tuttocuio e Olbia e poi il Prato sarà contro il Livorno (gara proibitiva per i lanieri) e la Lupa Roma contro il Pro Piacenza. D'altronde con sabato mancheranno otto partite alla fine del campionato e ogni punto diventa fondamentale per tentare di uscire dalla zona play-out, un obiettivo che resta assolutamente alla portata della squadra allenata da mister Firicano. Allenamento. Ieri seduta unica di allenamento per la rosa dei calciatori a disposizione dello staff tecnico che ha fatto svolgere alla squadra, esercitazioni tecnico tattiche. Nuovo appuntamento per i calciatori azzurri previsto oggi pomeriggio alle ore 15. Qui Siena. Il difensore Dario D'Ambrosio ha rilasciato un intervista sul sito ufficiale della società bianconera parlando anche della sfida di sabato sera contro la Carrarese: «Sabato sera avremo una partita molto difficile da affrontare, loro giocheranno alla morte per salvarsi; anche noi però siamo alla ricerca dei punti per raggiungere il prima possibile la salvezza. Ogni partita rappresenta delle difficoltà, basti pensare al match con l'Alessandria e a quello con la Lupa Roma. Dobbiamo andare a Carrara con la giusta concentrazione. Non so neanche quanto sono distanti i playoff, so solo che siamo a +9 dai playout ed è la cosa più importante. Il mio ruolo? Sono le mie prime tre partite da difensore centrale in questa stagione, ho già fatto questo ruolo altre volte in carriera ed è giusto farsi trovare pronti per ogni necessità». In effetti, rispetto alle altre, il Siena è sicuramente in una posizione di privilegio, la vittoria contro la capolista ha permesso di fare un bel balzo in avanti alla squadra di Scazzola e nella quale vi sono in ruoli chiavi due carrarini doc come Davide Vaira e Giovanni Dolci. In detaglio, la graduatoria è: Siena 38, Pistoiese 36, Pontedera 33, Olbia 32, poi le squadre al momento nei playout: Carrarese, Prato e Tuttocuoio 29, Lupa Roma 28; ultima, attualmente retrocessa direttamente, la Racing a 25. La squadra di Firicano ha finalmente trovato una solidità difensiva (due gol in tre partite, di cui uno su rigore), ma deve trovare più continuità offensiva (in casa del Renate e a Piacenza è rimasta a secco, in mezzo la scorpacciata con la Racing). L’organico ora è completo, nonostante le numerose assenze: contro il Siena, sabato sera, sarà fondamentale tagliare i rifornimenti a Marotta, un attaccante che sa sfruttare al meglio ogni minima occasione.

Fonte: Il Tirreno

 

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Dopo l’allenamento di rifinitura, svoltosi nel primo pomeriggio allo stadio, l’allenatore Cristiano Scazzola ha reso nota la lista dei 23 convocato per la trasferta di domani a Carrara.

Portieri:
22 IVANOV Mihail 1989
12 DI STASIO Angelo 1991
 1 MOSCHIN Simone 1996

Difensori:
16 BORDI Francesco 1996
14 D'AMBROSIO Dario 1988
  5 GHINASSI Tommaso 1987
15 IAPICHINO Dennis 1990
  2 PANARIELLO Aniello 1988
  4 RONDANINI Ivan 1995
17 STANKEVICIUS Marius 1981
27 TERIGI Leonardo 1991
 

Centrocampisti:
  7 CASTIGLIA Ivan 1988
26 CIURRIA Patrick 1995
  6 GENTILE Federico 1985
20 GRILLO Paolo 1997
  8 GUERRI Simone 1982
28 SECONDO Riccardo 1995
21 SARIC Dario 1997
9 STEFFE’ Demetrio 1996
25 VASSALLO Francesco 1993

Attaccanti:
13 BUNINO Cristian 1996
10 MAROTTA Alessandro 1986
24 JAWO Lamin 1995


Fonte: Fol
 

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Manco a dirlo, la parola d’ordine è “continuità”: l’allenatore della Robur Cristiano Scazzola, alla vigilia della trasferta di Carrara, ha ripercorso il cammino di avvicinamento al derby, tracciando le linee da seguire e indicando gli errori da evitare. L'obiettivo, la salvezza.


LE ULTIME TAPPE. “Abbiamo conquistato sei punti in tre partite sulla carta complicate, due successi figli di ottime prestazioni: le partite si possono vincere in tanti modi e noi le abbiamo vinte bene, con discrete giocate. A Piacenza a condizionarci è stato l’atteggiamento, non siamo andati bene in fase di possesso, al contrario di quanto accaduto contro Livorno e Alessandria. Fondamentale anche l’approccio: passare in vantaggio ci è stato di grande aiuto. Il nostro dovere è compiere meno errori possibile, evitare rischi inutili”.

OBIETTIVO SALVEZZA. “Con altre otto partite da giocare, pur avendo un buon margine di vantaggio sulla quint’ultima, grazie alle ultime due vittorie, non possiamo stare tranquilli. La classifica è corta: c’è da pedalare. A partire da domani: serve una prestazione di livello, perché è dalle prestazioni che passano i risultati e la crescita di una squadra e in particolare dei giovani”.

LA CARRARESE. “Per quello che è il valore dei giocatori, da Floriano a Gentili, a Galloppa, gli azzurri meriterebbero qualcosa di più in classifica. In casa poi sono pericolosi, lo dimostra il 6-0 rifilato alla Racing Roma; ma come dico sempre il Siena deve guardare soltanto a se stesso. Dovremo fare molta attenzione”.

LE CONDIZIONI DEGLI INFORTUNATI. “Gentile ha ripreso a lavorare regolarmente questa settimana, ma arriva da un periodo di inattività: la ricaduta che ha avuto è stata più lieve rispetto a quella di gennaio, ma è comunque rimasto fuori venti giorni. Campagnacci ha ancora un percorso abbastanza lungo davanti, mentre per quanto riguarda Freddi, alle prese con un’infiammazione, è difficile stabilire i tempi di recupero. Ogni giorno potrebbe essere quello buono. C'è chi dice che nel mercato di gennaio ci siamo indeboliti... Beh... considerando queste defezioni...”.

LA FORMAZIONE. “Potrebbe scendere in campo l’undici visto nelle ultime partite, ma non è sicuro al 100 per cento. Di sicuro, il fatto di poter schierare per diverse settimane consecutive la stessa squadra, ci ha fatto compiere passi avanti”.

L’INTERESSE DI VARI CLUB PER IAPICHINO. “Nel ruolo in cui gioca adesso, tra lo scetticismo di molti, sta facendo molto bene. Per quelle che sono le sue caratteristiche e la penuria di terzini sinistri, è normale che sia ricercato. Deve continuare a lavorare, per se stesso e per la squadra. Ha ancora ampi margini di miglioramento, deve continuare così”. (Angela Gorellini)


Fonte: Fedelissimo on line   

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Media Partners
FISSC
ARE
Siena TV
Canale 3
ok siena