Ricci Bus
CLEAN ACCCENT
Audio Life
Banca Cras
Audio Life

Rassegna Stampa

10/08/18 12:15 | Garavina: “ Credo nella riforma dei campionati e nel rispetto delle regole, combatto l'arroganza e le forme di egoismo”.

Completo caos nel calcio italiano, con i campionati ora a serio rischio slittamento, visti i dilazionati tempi della giustizia che sta curando vari contenziosi per fallimenti e ripescaggi. Ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com, è intervenuto il presidente della Lega Pro Gabriele Gravina.

B a 19 squadre si o no, tutto è in forse. Come incide questo nel campionato di C?
“Io credo principalmente una cosa: che ci dovrebbe sedere tutti insieme a un tavolo, siamo leghe che fanno però parte dello stesso sistema, e questo atto di distruzione del calcio italiano qualcuno lo porterà sulla coscienza. Credo nella riforma dei campionati e nel rispetto delle regole, combatto l'arroganza e le forme di egoismo, e quando sento dire che si vuol ridurre la B in modo da dividere diversamente le risorse, trovo tutto vergognoso. Noi rimaniamo in attesa, ma di cosa alla fine? Le regole sono talmente chiare...”.

La C si trova sempre a subire le altrui decisioni, come l'introduzione coatta della Squadre B.
“Bastava rinviare di un anno, come richiesto, questa riforma, ma qui non c'è mai possibilità di dialogo. Ed è questa la tristezza del calcio italiano”.

Il campionato di C partirà il 2 settembre o c'è la possibilità di uno sciopero a oltranza?
“Date voi una risposta, vi pare normale tutto ciò che sta succedendo? I ripescaggi sono un diritto di tanti club in regola che hanno fatto sacrifici per rispettare tutti i parametri richiesti, perché bloccare i ripescaggi? E secondo voi io dovrei far partire i campionati con il rischio che tra un mese tutto venga stravolto dalla giustizia?”.

Fonte. TMW

 

Tosoni Auto