Audio Life
CLEAN ACCCENT
Ricci Bus
Banca Cras
Banca Cras

Rassegna Stampa

09/08/18 09:29 | GDS – Serie C: I calendari il 22 a Roma ma con quante società? Tante questioni aperte.

In principio fu il Mestre, che fece coming out, nonostante un mese prima avesse fatto i playoff. «È una Serie C insostenibile: diamo troppo e riceviamo poco. Noi ce ne andiamo». Era un campanello d’allarme. L’organico incompleto, nonostante i ripescaggi e il varo delle seconde squadre, certifica un’amara verità: la Serie C fatica terribilmente a reggere questo format. Il momento è durissimo e il presidente Gravina ha deciso di cavalcarlo, prima tuonando contro le regole di ammissione, poi rinviando la presentazione dei calendari al 22 (Open Colonna a Roma), ora mettendo in discussione il regolare avvio dei campionati.

CHE FATICA Cinquantanove società iscritte che scenderanno a 56 quando saliranno in B le tre ripescate. Se le avance del Bari – che Gravina respinge pubblicamente, ma un po’ meno privatamente – e i ricorsi di Prato e Como – domani al Collegio di Garanzia – saranno respinti, la prossima Serie C sarà composta da due gironi da 18 e uno da 20. Con due ulteriori incognite, però. La prima legata al ricorso del Santarcangelo, sempre domani al Coni, che chiede la riscrittura della classifica 2017-18 e, di fatto, la riammissione in C. La seconda alla posizione della Juventus B, sub judice finché non si discuterà il ricorso della Lega B che chiede l’annullamento della delibera che ha istituito le seconde squadre.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Tosoni Auto