Banca Cras
Audio Life
CLEAN ACCCENT
Ricci Bus
Audio Life

Rassegna Stampa

11/07/18 14:22 | Bari a un passo dal fallimento: i soldi non ci sono, rottura tra Giancaspro e il cda

Un'intera città con il fiato sospeso. Bari è in fibrillazione per le sorti della Fc Bari 1908, in queste ore oggetto di una spaccatura tra il presidente Cosmo Giancaspro, il consiglio di amministrazione e il collegio sindacale. Sul tavolo c'è la ricapitalizzazione per 4,6 milioni di euro che la società di calcio deve effettuare per poter prendere parte al prossimo campionato di serie B e cancellare l'ombra del fallimento.


Una cifra depositata in parte - pari a circa 1,5 milioni - dal presidente alla data del 26 giugno, limite temporale per il pagamento degli stipendi di calciatori e componenti dello staff tecnico, ma che attende di essere integrata per poter superare l'esame di Covisoc e Consiglio Federale. Nella notte tra martedì 10 e mercoledì 11 luglio il dialogo è proseguito con una conference call tra due studi legali di Bari e Roma con evidenti frizioni filtrate tra il numero uno del club, nella Capitale da due giorni, e gli altri componenti del cda.

Alla base dei problemi, le modalità con cui Giancaspro intende portare avanti la ricapitalizzazione, individuate nella cessione di alcuni crediti aziendali vantati dalla sua Kreare Impresa nei confronti di altre due società controllate dalla stessa. Un'operazione che non ha superato le valutazioni dell'assise.

Intanto, il socio di minoranza Gianluca Paparesta, attraverso un comunicato ufficiale, si è tirato ufficialmente fuori dalla corsa per la ricapitalizzazione. Nella corsa contro il tempo è intanto emersa un'altra ipotesi: la possibilità che Cosmo Giancaspro mantenga il 30 per cento del pacchetto societario, dando il via libera all'apertura alla cessione del restante 70% a terzi, da individuare anche con la regia del sindaco di Bari Antonio Decaro. Al momento, all'appello del primo cittadino, ha risposto Mimmo Di Paola che si è detto pronto a investire nella società.

Un'azione che andrebbe completata entro venerdì 13 luglio. Domani, intanto, toccherà alla Covisoc emettere i primi responsi riguardanti la documentazione dei club ammessi al prossimo campionato di B.

Fonte: http://bari.repubblica.it

 

Tosoni Auto