CLEAN ACCCENT
Ricci Bus
Ricci Bus
Main Sponsor
  • (+39) 0577 236677
  • fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

NEWS

IL SONDAGGIO

Vota il gol più bello della stagione 2015-2016

Tutto ancora rimandato: uscirà lunedì la rivisitazione dei conteggi contabili tanto attesi da Anna Durio. Passo fondamentale nel passaggio di proprietà dall'attuale presidente bianconero Antonio Ponte all'imprenditrice ligure. Dopo giorni di slittamento sembra essere arrivato davvero il momento: una volta acquisiti i dati il numero uno del Rapallo Bogliasco dovrà fare il suo passo: o, come ha detto, "dare ciò che è dovuto, che l'assegno è pronto" o "andare avanti con una contestazione" soluzione che allungherebbe ancora di più le tempistiche. Se dovesse essere trovato l'accordo partiranno le raccomandate ai soci di minoranza con la valutazione effettiva della società. Loro - la maggior parte ha dichiarato pubblicamente di non voler creare ostacoli - avranno trenta giorni di tempo per esercitare il diritto di prelazione.

Fonte: Fedelissimo on line

Pronto Pizza
 
Tosoni Auto

Domani si giocheranno le gare di ritorno dei play out di Lega Pro che decideranno le altre sei retrocesse in serie D

ore 15
Mantova-Cuneo  (andata 0-0)
Prato-Lupa Roma  (andata 0-2)

ore 16
Rimini-L'Aquila  (andata 1-1)
Monopoli-Ischia Isolaverde  (andata 0-3)
Melfi-Martina Franca  (andata 0-1)

ore 17.30
Pro Piacenza-Albinoleffe  (andata 1-0)

Fonte: Fol

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Gli azzurri si alleneranno martedì 31 maggio e mercoledì 1°giugno a Pontedera per la preparazione del Trofeo “Angelo Dossena”.
Alla competizione internazionale parteciperanno le seguenti squadre suddivise in due gironi:

Girone A: Nazionale Lega Pro, Inter, Juventus, Atalanta
Girone B: Valencia, Milan, Torino, Cremonese

Gli azzurrini di Arrigoni fanno il loro esordio martedì 7 giugno alle ore 21 a Crema con l’Inter. Giocheranno, poi, mercoledì 8 giugno alle 21, a Fiorenzuola (PC) con la Juventus e domenica 9 giugno, sempre alle ore 21, a Caravaggio (CR) contro l’Atalanta.

Le semifinali sono in programma sabato 11 giugno alle ore 20 e alle ore 22 e la finale, il giorno seguente, alle ore 21 allo stadio “Voltini” di Crema.

Fonte: Fol
Foto: Robur Siena

Pronto Pizza
 
Tosoni Auto

Il Siena Club Fedelissimi consegnerà martedì 31 maggio il Premio Robur 2015 a Niccolò Giannetti nel corso di una cena organizzata presso la propria sede.

Per le prenotazioni:
- Mail: fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it
- Sms: 3664053060


Siena Club Fedelissimi

Mages
 
Tosoni Auto

Un'altra giornata è passata: ultimo aggiornamento alla tarda serata di ieri, i conteggi contabili attesi da Anna Durio non sono usciti. Potrebbero essere arrivati nella notte, per la gioia dell’imprenditrice, potrebbero arrivare oggi, potrebbero arrivare domani, potrebbero arrivare chissà quando. Lei è ferma nella sua posizione, messa nero su bianco nella conferenza indetta mercoledì: «Non sono io che tiro sul prezzo, non posso far altro che aspettare». Ponte, alla convocazione di stampa e tifosi, ha risposto mediaticamente: «Domattina (stamani ndr) arriveranno i numeri – ha detto tra le altre cose -, che sono frutto del lavoro di consulenti e non dipendono da me. Non ho cambiato idea da febbraio, il passaggio di proprietà è la soluzione migliore per tutti». La controreplica di Anna Durio è stata ancora una volta essenziale. «Potrei ribattere parola per parola a quello che è stato detto, ma non lo faccio. Basta con le parole, ora contano i fatti; aspetto le carte poi faccio le mie valutazioni». E i fatti dicono che sono passate altre ventiquattro ore nell’oblio più totale di una situazione ormai paradossale. E sì che l’imprenditore svizzero ha rilasciato una nuova intervista, nel pomeriggio di ieri, a Tmw, ribadendo che i suoi commercialisti erano pronti, o quasi. «I dati elaborati in scadenza al 31 marzo erano troppo favorevoli a me – le sue parole -, ho condiviso l’opportunità di concedere un ulteriore mese per fare nuovi conteggi che saranno pronti per oggi (ieri ndr) e che riguardano la società fino a fine aprile. Tra oggi e domani ci incontreremo per arrivare alla cifra finale per il passaggio di mano del club«. Il suo oggi, cioè ieri per chi legge, sicuramente no, magari oggi per chi legge. «Sono ottimista per il buon esito della trattativa – ha aggiunto -, ma finché non ci sono le firme tutto è possibile. Di certo dopo quanto accaduto nelle ultime settimane preferisco uscire dalla società. Per essere soci occorrere avere una condivisione di idee. Mi dispiace molto lasciare Siena, anche perché avevo altre intenzioni per il club. Purtroppo in città c’è stata poca disponibilità ad aiutare il club dopo quanto avvenuto due anni fa«. Ecco, almeno su una cosa i due sono d’accordo: un cammino insieme è fuori discussione, con Anna Durio presidente della Robur si consumerà sicuramente l’addio di Ponte alla Robur. E la storia continua. (Angela Gorellini)


Fonte: La Nazione

Elettronorge
 
Tosoni Auto

"I conteggi arriveranno questa mattina (ieri, ndr)": questo l'annuncio di Antonio Ponte in risposta alla conferenza della Durio. Nessun conteggio invece, è stata trasmesso dallo stesso presidente del Siena allo staff dell'imprenditrice. Altra giornata, dunque di "stallo", in attesa che qualcosa accada oggi.

Slittamento La speranza di Anna Durio è che oggi arrivi la comunicazione attesa per ieri, ma di fatto c'è stato un altro slittamento rispetto a quanto annunciato. "Potrei rispondere parola per parola a Ponte - ha detto Anna Durio durante la cena ai Fedelissimi in onore di Manninger - ma la mia priorità è chiudere la questione e non fare polemica. Preferisco fare che parlare, di parole ce ne sono state anche troppe". In effetti il tempo passa ed anche un'altra settimana si avvia alla conclusione, senza grandi novità.

Commercialisti Secondo quanto sostenuto da Antonio Ponte i conteggi non dipendono direttamente da lui, bensì da consulenti "terzi", che fino a due giorni fa non avevano ancora prodotto tale documentazione. L'attesa, dunque, non era secondo l'attuale presidente del Siena solo del possibile acquirente, ma anche dello stesso Ponte. Un'attesa che pare si protrarrà ancora.

Pre accordo Esiste un pre-accordo, firmato a febbraio e che ha permesso di fatto il salvataggio del Siena con i due milioni di euro versati dalla Durio, nel quale è specificata la cessione del Siena al 30 giugno. Anna Durio vorrebbe accorciare i tempi, cosa che ha dichiarato lo stesso Ponte. Il problema è che al momento non è possibile mettersi attorno ad un tavolino a ratificare il passaggio o comunque a trattare: non esiste la base, cioè la sopracitata cifra che riguarderebbe il valore della società, e, di fatto, la gestione corrente. Numeri che da una parte comprenderebbero quella sorta di "acconto" di febbraio e, dall'altra, un eventuale conguaglio per il resto. Anna Durio ha detto di avere pronto il blocchetto degli assegni, nel caso Ponte chiedesse un ulteriore esborso, ma, ad oggi, non ci sono comunicazioni. E la trattativa è in freezer. (Alessandro Lorenzini)

Fonte: Corriere di Siena

Pronto Pizza
 
Tosoni Auto

L’ennesimo ciclo di partite di Lega Pro in odore di frode sportiva è in realtà più smilzo del pacchetto denunciato qualche tempo fa da Federbet: delle 11 gare con flusso anomalo di scommesse, infatti, «solo» sette sono finite in Procura federale, probabilmente le stesse su cui ha lavorato Sportradar, inviando le opportune segnalazioni alla Lega e all’Uiss del Viminale, e su cui ora ha acceso un faro anche la Procura di Catania, ma non per tutte Palazzi ha ritenuto di dover aprire un’indagine.

Lo stato dell’arte è questo:
Quattro fascicoli aperti
Messina-Paganese del 14/2/2016
Messina-Benevento del 16/1/2016
Casertana-Messina del 21/12/2015
Akragas-Catania del 20/3/2016
Due non luoghi a procedere
Akragas-Catania di Coppa
Foggia-F. Andria)
un’archiviazione
Prato-Carrarese.
Come si vede, il Messina allora allenato da Di Napoli (poi squalificato 3 anni e 6 mesi in altro processo) è ampiamente coinvolto (in due casi il club presentò denuncia contro ignoti). Non c’è traccia in procura, invece, delle altre 4 gare attenzionate (MessinaMartina, Juve Stabia-Messina, Foggia-Catania, Catania-Casertana).

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Elettronorge
 
Tosoni Auto

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Pronto Pizza
 
Tosoni Auto

Antonio Ponte nei due anni alla guida della Robur, ci ha abituato ad annunci che non si sono mai concretizzati, ma adesso sta davvero esagerando.
Anna Durio sta aspettando da dieci giorni i suoi conteggi per capire quali saranno le richieste per la chiusura della trattativa, dopo “l'acconto” versato dall'imprenditrice ligure ad inizio di febbraio.
Ieri, dopo la conferenza stampa della Durio, il presidente è intervenuto a Siena tv dichiarandosi sorpreso, ammettendo un ritardo, ma affermando che il giorno dopo (oggi!!!) sarebbero arrivati i conteggi, il tutto confermato ai microfoni di TMW.
Tutto questo non è successo e la trattativa vera e propria è ancora lontana dal compiere i primi passi.

Fonte: Fol

Pronto Pizza
 
Tosoni Auto

Dopo il successo dello scorso anno abbiamo voluto riproporre anche per il 2015-2016, sempre in collaborazione con Canale 3, il sondaggio in cui i lettori potranno votare il gol più bello della stagione da poco conclusa.
Dopo avere visto la clip montata da Leonardo Vigni su Fedelissimi tv sarà possibile esprimere la propria preferenza nella sezione SONDAGGIO del sito.

Fonte: Fol

Pronto Pizza
 
Tosoni Auto

Seduto accanto a un ‘collega’ che ha fatto parte della storia più gloriosa della Robur, nella speranza di poter anche lui scrivere esaltanti pagine di storia bianconera – l’incipit l’anno scorso a Sansepolcro – Tommaso Biagiotti ha partecipato alla cena dei Fedelissimi dedicata al ritorno a Siena di Manninger. “Sentir parlare Alex del derby vinto con la Fiorentina e di tutte le altre sue prodezze, mi ha fatto venire i brividi – ha commentato -: ero in curva a tifare con i miei amici, in quegli anni, ritrovarlo come quasi ‘collega’ è stata una bella emozione. Un portiere straordinario, una bella persona che mi ha fatto molto piacere conoscere”. Nella stagione appena conclusa, è stato protagonista nella Berretti di Pelati, ma sempre a un passo dalla prima squadra; tanto che nell’ultima gara ha sfiorato anche l’esordio in Lega Pro, che ahimè non è arrivato. “Personalmente è stata un’annata molto positiva – ha affermato Biagiotti -, a livello tecnico mi sento molto cresciuto, grazie al preparatore Vecchini, che saluto. Nella Berretti ho giocato sotto età e anche questo mi è servito. Con l’Ancona speravo di poter scendere in campo almeno per uno spezzone di partita, ma era un momento particolare e mettendomi nei panni dell’allenatore ho accettato la sua scelta con tranquillità. In generale per la prima squadra è stata una stagione travagliata, soprattutto il periodo tra la fine gennaio e i primi di febbraio. Da qualche partita siamo usciti bene, da qualche altra meno, ma alla fine, per una neopromossa un sesto posto è un buon traguardo. Probabilmente si sono create aspettative sbagliate, ma tutto sommato, non è stata una stagione così negativa”. Sul suo cammino Bacci e, soprattutto, Montipò. “Ancor prima che un gran professionista, Lorenzo è un ragazzo molto intelligente – ha spiegato -: ha doti tecniche fuori dal normale, ha tutto per sfondare: gli auguro di fare il titolare in serie B con il Novara il prossimo anno. A me cosa serve per sfondare? Eh, qualche centimetro in più non guasterebbe… Ma sono ancora giovane, ho 17 anni e ce la metterò tutta”. Guarda allora al futuro Biagiotti. “Appena arriverà il nuovo staff ci parlerò – ha chiuso il portiere bianconero -, sono due le strade più ovvie: o andare in prestito in serie D o rimanere a Siena e vedere cosa fare”. (Angela Gorellini)



Fonte: Fedelissimo on line

Pronto Pizza
 
Tosoni Auto

Oramai da mesi si parla e si tratta per il passaggio del Siena da Antonio Pontealla dottoressa Anna Durio. Ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com è lo stesso presidente della Robur a fare il punto della situazione. "Abbiamo fatto un accordo preliminari, con un anticipo pagato e i conteggi fatti a fine giusto. Abbiamo poi condiviso l'idea che fosse meglio anticipare i conteggi per fare il passaggio di proprietà prima del 30 giugno".

C'è stato qualche intoppo?
"I dati elaborati in scadenza 31 marzo erano troppo favorevoli a me e ho condiviso l'opportunità di concedere un ulteriore mese per fare nuovi conteggi che saranno pronti per oggi e che riguardano la società fino a fine aprile. Tra oggi e domani ci incontreremo per arrivare alla cifra finale per il passaggio di mano del club".

Ottimista per il buon esito della trattativa?
"Finché non ci sono le firme tutto è possibile, ma credo che la dottoressa Durio voglia perdere questa occasione".

Possibile che diventiate soci?
"Dopo quanto accaduto nelle ultime settimane preferisco uscine. Per essere soci occorrere avere una condivisione di idee. Mi dispiace molto lasciare Siena, anche perché avevo altre intenzioni per il club. Purtroppo in città c'è stata poca disponibilità ad aiutare il club dopo quanto avvenuto due anni fa".

Fonte: TMW

Mages
 
Tosoni Auto

Domenica gli Allievi Nazionali si giocheranno l'accesso alle Final Eight di Cesena nella partita di ritorno con la Lupa Roma.
Nella gara di andata, giocata in casa dei romani, i ragazzi di Stefano Argilli hanno pareggiato per 1-1 al termine di una combattuta partita.
Domenica 29 maggio alle ore 16 sul terreno del Franchi la partita di ritorno. Ingresso gratuito in tribuna coperta

Fonte: Fol

 

Mages
 
Tosoni Auto

Un tuffo nel passato. Possibilmente verso sinistra, come quel balzo che l’11 maggio 2008 ammutolì 80mila persone e negò all’Inter una festa scudetto già apparecchiata. Alex Manningerè tornato a Siena, immergendosi nei ricordi di un triennio (più di 80 presenze in bianconero tra il 2004 e il 2008, intervallate da una parentesi nel suo Salisburgo) intenso e sofferto, ma memorabile. Tre salvezze paragonabili a tre scudetti per i tifosi della Robur. Due terribilmente tormentate, ma forse proprio per questo ancora più belle, arrivate a pochi minuti dalla fine del campionato grazie alla zampata di un difensore (Stefano Argilli nel 2005 contro l’Atalanta e Paolo Negro nel 2007 contro la Lazio). E un anno da record, quel 2007/08 che ancora oggi rappresenta la migliore stagione del Siena in Serie A, con i 44 punti in classifica che saranno eguagliati quattro anni più tardi dai bianconeri di Sannino.

Manninger, oltre ad essere uno dei migliori numero uno nella storia della Robur, è rimasto nel cuore dei tifosi. Che ieri sera lo hanno accolto nella sede del Siena Club Fedelissimi per una cena amarcord. In 100 hanno risposto presente per salutare il ritorno nella città del Palio di “The Cat”, come lo chiamavano ai tempi dell’Arsenal: “Tornare qui è un’emozione fantastica - ha commentato Manninger - tre anni sono relativamente pochi, eppure qui ho vissuto un’atmosfera speciale. Dei miei ex compagni sento ancora Mario Frick, appassionato di golf come me (i due si incontreranno nei prossimi giorni, ndr), e il mio capitano Simone Vergassola, un vero leader”.

L’apice della parentesi in bianconero di Manninger (oggi all’Augsburg, in Bundesliga) è proprio quel rigore respinto a Materazzi, al cospetto un San Siro pieno in ogni ordine di posto:  “È un ricordo bellissimo, riuscimmo a ritardare la festa dell’Inter. E in quello stadio, sempre contro i nerazzurri, ho fatto anche il debutto in Europa in una gara di Coppa Uefa del ’96 con indosso la maglia del Grazer”. Dopo Siena, l’austriaco ha parato per la Juventus ritrovandosi spesso a sostituire Buffon, alle prese con alcuni problemi fisici in quella fase della carriera: “Gigi è un grande, un’eccezione, un professionista unico. Oltre al talento, ha una grande forza sia fisica che mentale: può giocare senza problemi ancora per almeno due anni”.

Alla cena era presente anche la futura proprietaria della Robur, l’imprenditrice ligure Anna Durio, in città per dare un’accelerata alla trattativa per il passaggio delle quote, che nelle ultime settimane ha subito alcuni intoppi. A Manninger, oltre a una sciarpa bianconera, è stata donata una riproduzione del bellissimo scatto catturato dal fotografo senese Nicola Natili in quel torrido pomeriggio di maggio: nella foto l’austriaco ha appena respinto il tiro di Materazzi e la palla è ancora sospesa in aria. Un po’ come l’evento di ieri sera, in bilico tra un passato glorioso e un futuro per il quale i tifosi bianconeri si augurano di rivivere certi fasti.

Giovanni Marrucci (@gmarrucci)

Fonte: gianlucadimarzio.com

Mages
 
Tosoni Auto

La partita dei playoff Bari-Novara, giocata ieri sera e vinta dal Novara per 2-3, è stata all'insegna dei gol di ex bianconeri. Per il Novara tre sono stati realizzati da Gonzales mentre per il Bari un doppietta Rosina. Altri ex in campo Valiani e Sansone per i pugliesi e l'allenatore Baroni per gli azzurri.

Fonte: Fol

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Lamberto Zauli è il nuovo allenatore del Teramo dopo l'ottima stagione al Santarcangelo.


Fonte: Fol

Pronto Pizza
 
Tosoni Auto

Pronto Pizza
 
Tosoni Auto

Il caso Lanciano sta accumulando ricorsi su ricorsi e non si chiuderà con il playout (si gioca 4 e 8 giugno dopo lo slittamento deciso dalla Lega B). Dopo l’udienza programmata per mercoledì al Collegio di garanzia, che deciderà se accogliere il ricorso della Procura del Coni e togliere i 2 punti (3 se sarà accolto anche quello della Procura Figc, mandando al playout il Livorno), giovedì 9 si riaprirà per lo stesso motivo il procedimento di primo grado al Tribunale federale dopo il nuovo deferimento al d.s. Luca Leone e al club. Un sovrapporsi di casi che ha creato molta confusione, anche se la pronuncia del Coni sarà molto indicativa sulla legittimità di tutte le impugnazioni. Ma non è tutto. Perché il Lanciano ha anche fatto ricorso alla Corte d’Appello contro l’inconsueta e discutibile squalifica di due giornate arrivata lunedì a Ferrari, che avrebbe simulato in occasione del famoso rigore di Livorno: il club, attraverso i suoi legali Di Cintio e Chiacchio, ha richiesto per questa vicenda la procedura ordinaria e non quella abbreviata.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Pronto Pizza
 
Tosoni Auto

Elettronorge
 
Tosoni Auto

Elettronorge
 
Tosoni Auto

Erano diversi gli invitati alla serata organizzata dai Fedelissimi. Da Argilli a Biagiotti, fino ad Alessandra Amato e Anna Durio. Ma al centro della scena c’era lui, Alex Manninger, il portierone austriaco delle tre salvezze (due al fotofinish con Atalanta e Lazio), del rigore di Materazzi, delle parate nel derby che conservarono l’1-0 storico di Tore Andre Flo. Arrivato in Toscana per una rimpatriata con tre amici d’infanzia, Alex si è intrattenuto una giornata coi tifosi. Foto, chiacchierate, battute, poi domani sarà già in viaggio per incontrare un altro ex, Mario Frick. Intanto, tra un bicchiere di vino e un secondo, ci ha concesso un’intervista che non può non far rivivere i bei tempi che furono.

Alex, che effetto fa tornare a Siena?

Ho visto vecchi amici, sono stato invitato ad una festa fantastica. I ricordi rimangono, rivedo persone otto anni dopo. Ho ricevuto un benvenuto super.

Mesi fa il Fedelissimo ha lanciato un sondaggio sul Dream Team bianconero. In porta ha vinto Pegolo (43%) ma al secondo posto, a soli cinque centesimi, c’eri tu.

Ho passato tre anni spettacolari. La mia carriera è durata ventuno anni e tre anni sono pochi, ma quando hai vissuto queste partite, queste sensazioni, è come se fossero durati di più.

Tre stagioni, tre salvezze. Se dico che a Siena si è visto il miglior Manninger sei d’accordo?

Penso di sì. Tra tutti gli anni nei professionisti, questi sono quelli che tengo più nel cuore.

Ti senti sempre con qualche compagno?

Sento spesso Mario Frick, siamo rimasti amici. Anche con Vergassola, il mio capitano, è un leader, ti crea il gruppo. Sono contento di giocare con tanti professionisti.

Se ti dico San Siro cosa ti viene in mente?

Tante partite, tante battaglie. E forse un rigore parato a Materazzi (ride, ndr).

E hai anche esordito in Europa col Grazer.

Giusto, è vero. Avevo 18 anni, e giocai anche quella volta contro l’Inter.

Hai mai pensato di rimanere a Siena?

Era difficile, non ero proprietario del Siena, ero sempre in prestito. Se ci penso ora, è l’unica cosa che mi manca: essere uno di voi. In quel momento non potevo decidere io, non dipendeva da me.

Hai chiuso la stagione con l’Augusta, che cinque anni fa centrò la prima storica promozione in Bundesliga. E’ possibile tracciare un paragone col Siena?

In un certo senso sì. Siamo stati piccoli come il Siena il primo anno in A. In entrambi i casi si inizia con l’obiettivo di sopravvivere, e invece è il sogno è durato diversi anni.

Su Internet ci sono due video su di te: uno è dell’Augusta e si conclude con “Danke Alex”, l’altro è juventino e si chiude con “Grazie Alex”. Perché nella lunga carriera hai fatto pure quattro anni da vice Buffon. Pazzesco pensare che dopo tante stagioni lui è sempre in campo.

Lui è un grande, un eccezione, è un professionista. E’ l’unico, è Gigi Buffon. Ha una grande forza, per me giocherà ancora due anni. Ha tutto quello che serve per fare il portiere.

All’Arsenal hai fatto il secondo di Seaman raccogliendo però grosse soddisfazioni. Giocatore del mese, un rigore parato a Owen, e il ritiro del premio di campione nonostante non avessi raggiunto il limite di presenze.

Sono soddisfazioni, sono tutti risultati di un lavoro che vedi dopo anni e anni. Sono davvero contento. Ma ora portiamo il siena al top!

Quindi ti potremo vedere a Siena il prossimo anno?

Vediamo. Ho il contratto che finisce a giugno. Vediamo che succede.

Giuseppe Ingrosso

Fonte: Fol

 

Pronto Pizza
 
Tosoni Auto

A Piazza Robur, su Siena Tv, è intervenuto Antonio Ponte. Queste le sue dichiarazioni:

“Sono sopreso, non sapevo nulla della conferenza. I conti al 31 marzo erano molto favorevoli a me. Abbiamo condiviso di fare di nuovo il conteggio, Il ritardo non è dovuto da me o lei ma dalle valutazioni dei professionisti. Adesso se non sbaglio sarà pronto per domattina. Dico finalmente. Aspettavamo tutti e due, non solo la Durio. C’è stato il tentativo della signora di non aspettare i numeri e io non sono stato d’accordo perché era inferiore alle mie aspettative. Non si possono improvvisare i numeri. Erano fatti al 31 marzo, abbiamo aggiunto un altro mese. 2+2? Non è così semplice. C’è una formula ben chiara, l’unica cosa che può succedere è la contestazione dei dati. Qui entra in gioco la terza parte, quella dei soci minori che hanno un qualcosa da dire. Non tutti, ma uno in particolare, cioè Pietro Mele”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol

Banca Cras
 
Tosoni Auto

I Soci della ROBUR SIENA s.r.l.,  CASELLI Fabio, BICCHI Laura, TURILLAZZI Lorenzo, LAZZERONI Cesare, ROMEI Renato, FUMI Luigi. GHEZZI Luciano, NORELLI Jacopo, PANTI Duccio, Civitas Pietra  e BS Autotrasporti (che non partecipano all'amministrazione della società),

preoccupati della situazione di stallo in cui sembrano arenate le trattative tra il Presidente Antonio PONTE e la sig.ra Anna DURIO per il trasferimento della proprietà delle quote della società ROBUR SIENA srl (confermate anche oggi dalla stessa sig.ra Anna DURIO agli Organi di informazione,

NON essendo stati interpellati da nessuna delle due parti, ma auspicando una celere soluzione positiva delle trattative, dopo esserci riuniti confermiamo che, nell’esclusivo interesse della società ROBUR SIENA srl NON opporremo alcun ostacolo.

Infatti, noi soci

-         NON conosciamo il contenuto del contratto preliminare e/o altri aspetti delle trattative intercorsi tra Antonio PONTE e Anna DURIO,

-         NON conosciamo la situazione amministrativa, finanziaria e contabile della società ROBUR SIENA 

-         NON siamo stati tenuti al corrente della gestione ed amministrazione della società

-         NON siamo stati coinvolti in alcun modo nelle trattative, né siamo stati messi a conoscenza di esse

Proprio per questo, preoccupati del trascorrere del tempo e del fatto che la società ROBUR SIENA srl deve programmare la prossima stagione agonistica, anche con l'iscrizione al Campionato di Lega Pro di calcio,  abbiamo chiesto, ai sensi dell’art. 2476 2°comma cod.civ.,  (tramite PEC inviata all’indirizzo della società) di poter visionare e consultare, i libri sociali ed i documenti relativi all'amministrazione, per acquisire elementi esaustivi sulla situazione finanziaria.

Inoltre, ci preme ricordare che per affrontare la prossima stagione agonistica, devono essere messe a punto sia la documentazione relativa all’agibilità dello stadio, sia gli altri adempimenti amministrativi (compresi l’iscrizione al Campionato di Lega Pro, l’allestimento della squadra di calcio e dello staff tecnico e amministrativo, il settore giovanile – che tra l’altro, seppure con scarse risorse economiche, ha ottenuto anche quest’ano importanti risultati sportivi - , ecc…)

Inoltre, richiediamo all’Amministratore Unico Antonio PONTE di fornirci elementi esaustivi sulla situazione finanziaria ed i conti della società che, ci risulterebbero, essere la questione sulla quale si sarebbero arenate le trattative tra PONTE e DURIO, anche per poter apportare un nostro contributo fattivo nell’interesse esclusivo della ROBUR SIENA

Ribadiamo, come espresso più volte anche verbalmente anche al socio PONTE ed alla sig.ra DURIO, che siamo disponibili a dare il nostro aiuto e contributo propositivo nell’interesse della ROBUR SIENA.

Mages
 
Tosoni Auto

“Mi sembra che Ponte stia tirando un po’ troppo la corda, mettendo a rischio il prossimo campionato”: questo il pensiero del presidente del Siena Club Fedelissimi Lorenzo Mulinacci, presente alla conferenza stampa di Anna Durio. “Le prossime scadenze per l’iscrizione non sono poi così lontane – ha commentato -, e c’è da buttar giù anche la stagione sportiva: sappiamo bene quanto sia deleterio partire in ritardo rispetto alle altre squadre”. “Credo che anche noi tifosi dovremmo fare più pressione su Ponte – ha proseguito -, perché in ballo c’è il futuro della Robur. Ora la palla è passata in mano a lui e, senza più il Monte dei Paschi alle spalle, non può pretendere di uscire dalla società con un bel gruzzoletto come è successo quindici anni fa”. (Angela Gorellini)


Fonte: Fedelissimo on line

Pronto Pizza
 
Tosoni Auto

Media Partners
Siena TV
Canale 3
Radio Cinque
Risultati.it
ARE
ok siena