Ricci Bus
CLEAN ACCCENT
CTS Sedie
Aleeste
Immobiliare Brogi
Immobiliare Brogi
Main Sponsor
  • (+39) 0577 236677
  • fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

NEWS

Prende il via oggi la campagna abbonamenti della Robur Siena per la stagione sportiva 2015/2016
Dopo il successo della scorsa stagione, quando circa 4.000 tifosi hanno accompagnato la rinascita del calcio a Siena, Robur Siena è lieta di presentare la nuova campagna abbonamenti dal titolo "Sei Nell'Anima", che partirà oggi 3 agosto.

LA CAMPAGNA
Il messaggio della campagna abbonamenti è di enfatizzare il forte senso di appartenenza che da oltre un secolo lega visceralmente i senesi alla squadra della propria città, chiamandoli a raccolta per una nuova esaltante sfida sulla strada della rinascita. Lo slogan "Sei Nell'Anima", celebre titolo della bellissima canzone di una senese doc come Gianna Nannini figlia di un indimenticato Presidente della Robur, intende cristallizzare il rapporto dI questa squadra con tifosi e città, perché la Robur e la sua storia lunga 111 anni sono appunto radicati nell'anima dei tifosi e di questa città. L'obiettivo della campagna è quello di consolidare e accrescere il grande connubio col tifo senese, ricreando quel mix unico e travolgente che è stato alla base dei trionfi sportivi colti dalla Robur Siena nella passata stagione.

LA POLITICA
La politica di tariffe scelta dalla società è andata incontro a un fisiologico adeguamento dei prezzi alla nuova categoria e al professionismo. Le tariffe sono consultabili sul sito www.seinellanima.it e spaziano dai 110 euro per la Curva ai 500 euro per un abbonamento in Tribuna d'Onore. E' stata scelta la strada dell'adeguamento, mantenendo l'offerta economica ai livelli medi e standard della Lega Pro e si è così costruita un'offerta variegata, che prevede agevolazioni economiche per donne e famiglie così come per la fascia giovani e over 65. Prevista inoltre la possibilità di sottoscrivere un abbonamento con trattamento executive e accesso all'area hospitality.

LE DATE
Per rinsaldare il rapporto con quella splendida parte di tifoseria che l'anno scorso ha sostenuto la rinascita della Robur, la Società ha deciso di stabilire una finestra di 23 giorni dedicata esclusivamente ai vecchi abbonati, che pertanto potranno esercitare l'opzione di rinnovo mantenendo il proprio posto o cambiandolo in modalità prioritaria.
Da lunedì 27 agosto la vendita sarà invece libera e aperta a tutti i sostenitori.

Di seguito il riepilogo delle date ufficiali della campagna:
Dal 3 agosto al 20 agosto: finestra dedicata esclusivamente ai vecchi abbonati per la conferma del vecchio abbonamento e del vecchio posto.
Dal 22 al 25 agosto: finestra dedicata esclusivamente ai vecchi abbonati e al cambio del posto con un altro disponibile anche in settori diversi da quelli occupati nella scorsa stagione.
Dal 27 agosto: vendita libera in tutti i settori anche per i nuovi abbonati.

INFORMAZIONI
Per meglio veicolare le informazioni legate alla campagna abbonamenti e radunare il tifo senese intorno al concetto di forte appartenenza a questa maglia, è stato creato un sito ufficiale in continuo aggiornamento www.seinellanima.it (che raccoglierà anche tutte le informazioni pratiche e logistiche) e sono stati suggeriti 2 hashtag ufficiali #seinellanima e #lastoriacontinua. Inoltre la pagina ufficiale della società su Facebook sarà un hub in continua evoluzione con storie e testimonianze legate all'amore per questa maglia.

LO STADIO
Parallelamente e autonomamente dalla campagna abbonamenti, la proprietà della Robur ha deciso di investire capitali propri per iniziare quel percorso di modernizzazione dell'Artemio Franchi che nessuna precedente gestione aveva mai intrapreso. Il restyling inizialmente coinvolgerà la tribuna coperta e l'offerta "executive" con importanti novità che saranno presto presentate ai media, ai tifosi e alla città. I PUNTI VENDITA
Robur Point in via dei Gazzani. 12
Tabaccheria Chiasso Largo in via Rinaldini, 9;
- Tabaccheria Narghilè in via Aretina, 6 (Porta Pispini)
Tabaccheria Scacciapensieri in via Nazareno Orlandi 65 (Scacciapensieri)
MCM in via Marzi (zona industriale di viale Toselli)
Siena Club Fedelissimi in via Mencattelli 11 (San Prospero) con orario di apertura dalle ore 21.30-24, sabato e domenica chiusi.

I PREZZI
ABBONAMENTI TRIBUNA GRADINATA CURVA
2015-2016 EXECUTIVE ONORE CENTRALE LATERALE DE LUCA ROBUR
INTERO 1.500 500 380 260 190 110
RID. + 65 ANNI   375 285 195 142 82
RID. DONNA   375 285 195 142 82
RID. UND. 18   375 285 195 142 82
RID. UND. 14   250 190 130 95 55
RID. FAMIGLIA   310 235 162 118 68
NONNO + NIP.     190 130 95 55

Fonte: Fedelissimo online
 
Banca Cras
 
Vassoi di Nello
 
Mages
 
Promesse del calcio: Con....Giulio Pelati. Allenatore Robur Siena Beretti

Sono cambiati direttori, presidenti e dirigenti, ma io sono sempre qui. Tutti conoscono me e tutti conoscono il mio modo di lavorare. Lavoro sempre per il Siena e mai per me stesso."
Sono parole che colpiscono per la loro schiettezza e allo stesso tempo per la loro autorevolezza. Certo, perché a pronuciarle è stato Giulio Pelati, allenatore della Berretti e colonna portante del settore giovanile della Robur Siena, società neo promossa in Lega Pro e nata dopo il fallimento del Siena Calcio nell'estate 2014. Nell'intervista esclusiva di Promesse del calcio, un viaggio tra passato, presente e futuro in una delle società toscane storicamente più importanti, pronta a risorgere nonostante le difficoltà. 

PdC: Benvenuto su Promesse del calcio. Più di 25 anni a Siena e tante categorie allenate dal 1989 ad oggi. Qual è la fascia d'età con la quale ha avuto più difficoltà?
GP: Dipende. Credo che le maggiori difficoltà si hanno con i più piccini, perché si lavora sulle basi e i fondamentali, oltre ad un discorso tecnico e un principio di tattica. Quando sono arrivato a Siena allenavo gli Allievi Nazionali, due anni fa la Primavera, poi gli Esordienti e tutte le altre categorie. Devo dire però che con i più piccoli è più difficile lavorare, perché ci vuole più pazienza, mentre con i più grandi può risultare più complicata la gestione. Ma fortunatamente non ho avuto mai questi problemi.

PdC: Nell'arco della sua carriera a Siena ha vissuto tante situazioni societarie difficili, passando dalla Serie A al campionato dilettanti. Quanto ne ha risentito il settore giovanile?
GP: Io ho vissuto tutto. In questi anni il nostro settore giovanile è stato distrutto e quello che avevamo costruito è stato letteralmente demolito. Col fallimento, i giocatori si sono svincolati e ovviamente sono andati tutti via. Lo scorso anno, giocando in Serie D, non avevamo quasi niente. Siamo riusciti a metter su una squadra di Juniores sotto età con i classe '98. Abbiamo fatto benissimo e vinto il campionato nonostante tutte le difficoltà che abbiamo avuto nel costruire la squadra. La priorità è stata quella, perché era obbligatorio iscrivere una Prima squadra e una formazione Juniores. Poi con gli altri allenatori abbiamo costruito altre 2 squadre di Allievi provinciali, ma di bassa qualità. 

PdC: E quest'anno come si riparte?
GP: Dobbiamo iscrivere obbligatoriamente una squadra Berretti, una di Allievi e una di Giovanissimi. Stiamo ricostruendo da quello che rimane della vecchia squadra. Quindi la vera ripartenza sarà quest'anno.  

PdC: La società ha messo a segno 2 importanti colpi di mercato anche in prospettiva: Lorenzo Paramatti ('95) e Simone Bastioni ('96). Ci sarà spazio in Prima squadra anche per qualche ragazzo che allenato lo scorso anno?
GP: Sinceramente seguo poco la Prima squadra. Dei miei ragazzi, onestamente, non ci sono elementi pronti a questo salto perché lo scorso campionato abbiamo giocato sotto età con i classe '98 e gli unici 4-5 ragazzi classe '97 che avevamo sono stati mandati a giocare nel campionato Berretti. In questo momento mi sembra un po' prematuro far giocare dei '98 in Lega Pro.


PdC: Alla luce della ricostruzione che sta avvenendo in società, cosa si aspetta dalla prossima stagione?
GP: Quest'anno avrò la Berretti. Cercheremo di ripartire da una base di 8 giocatori. Ne dobbiamo prendere altri 13-14, poi durante l'anno lavoreremo coi ragazzi per la ricostruzione in modo da arrivare a marzo/aprile con le idee ben chiare. Al momento stiamo ancora osservando giocatori ed è chiaro che siamo nettamente indietro rispetto alle altre società. 

PdC: Ritornando alla sua carriera, quali giocatore sono stati valorizzati maggiormente?
GP: Di giocatori ne ho visti davvero tanti e ho sempre cercato di valorizzare tutti i giovani che ho allenato. Nel 1991, nel mio secondo anno a Siena, presi Fabrizio Stringardi dal Grosseto, venduto poi al Torino per 180 mln di Lire. Lui ha fatto tutto il percorso nelle giovanili del Torino arrivando in Nazionale U15 e U16. Negli anni a seguire ricordo Walter Lapini che venne ceduto per 400 mln alla Roma,Emiliano Biliotti per 280 mln alla Spal, Stefani per 200 mln all'Udinese,Bianchi per 280 mln al Venezia. Nel 1995 vendemmo 2 ragazzi degli Allievi al Milan per 300 mln. Negli ultimi anni abbiamo valorizzato Pierluigi Cappelluzzo dal Verona, poi l'anno scorso anche Brian Vassallo, un portiere del '98 venduto all'Inter e girato in prestito al Parma dove ha fatto tutto il campionato da titolare. E poi tanti altri, come Andrea Gallo e Jacopo Strano ceduti all'Empoli. Purtroppo si sono persi in tanti, ma le considero comunque tutte delle vittorie, perché a livello giovanile sono stati valorizzati, al di là dei loro risultati personali lontani da Siena.

 

PdC: Migliorerebbe qualcosa nella gestione dei settori giovanili italiani?
GP: Il vero problema sono le strutture. Io sono qui da 26 e ancora non abbiamo strutture e campi di proprietà dove poterci allenare, crescere e migliorare. Siena purtroppo è una città particolare: c'è solo il Palio e la Banca Monte dei Paschi, che attualmente è anche in difficoltà. Da qui sono transitati moltissimi soldi, ma non è stato mai fatto un investimento serio. I presidenti che ha avuto il Siena, sono arrivati qui solo grazie alla Monte dei Paschi e sono sempre durati 1 o 2 anni, senza dare mai continuità al progetto. L'Empoli, ad esempio, ha un gran settore giovanile perché ha una sua struttura e un presidente in carica da quasi 30 anni. Stesso discorso vale per il Chievo che con Campedelli ha dato continuità al progetto. Il problema serio, per me, rimane l'inadeguatezza delle strutture. Ovviamente non possiamo fare paragoni con Milan, Inter o Juventus. Il Milan ha Milanello, l'Inter Appiano Gentile e la Juve uno Stadio di proprietà che gli permette di fare investimenti. La realtà è che la maggior parte delle società italiane sono ancora in serie difficoltà.

Marco Fanuli

Fonte: http://promessedelcalcio.blogspot.it 

Mages
 
Risultati e gol della Tim Cup. Eliminato il Poggibonsi. Il Cittadella vince 15-0

Ore 17:00
Viterbese-ANCONA 0-2 (Livorno)
Reti: 53′ e 80′ Bussi

CASERTANA-Lecco 1-0 dts (Palermo)
Rete: 110' Diakitè 

Ore 18:00
ALESSANDRIA-
Altovicentino 2-0 (Pro Vercelli)
Reti: 3' Fischnaller, 7' rig. Loviso

PAVIA-Poggibonsi 3-0 (Latina)
Reti: 16' Malomo, 40' Cesarini, 60' La Camera

PISA-Sestri Levante 4-0 (Salernitana)
Reti: 7' Montella, 36' Polverini, 39' e 71' Starita

REGGIANA-Delta Porto Tolle 3-0 (Perugia)
Reti: 3' Angiulli, 27' Siega, 88' Sinigaglia

Ore 19:00
FERALPISALO'-
Fano 5-1 (Crotone)
Reti: 20' e 22' Guerra, 40' Maracchi, 62' Guerra, 64' Borrelli (Fano), 94' Romero

Ore 20:30
L'AQUILA-
Arezzo 2-0 (Novara)
Reti: 16' Sousa, 39' Sanni

CITTADELLA-Potenza 15-0 (Teramo)
Reti: 19' Coralli, 26' Iori, 32' e 41' Bizzotto, 43' Minesso, 55' Bizzotto, 58' Coralli, 62' Paolucci, 67' e 70' Pascali, 76' Paolucci, 80' e 81' Bobb, 83' Bizzotto, 89' Minesso

Matera-SUDTIROL 0-1 (Pescara)
Rete: 2' Kirilov

SPAL-Rende 1-0 (Catania)
Rete: 5' Mora

Benevento-TUTTOCUOIO 0-1 (Modena)
Rete: 89' Tempesti

BRESCIA Cremonese 0-0 (4-3 dcr) (Spezia)

BASSANO VIRTUS-Pontedera 2-1 (Ternana)
Reti: 38' Polvani (P), 46' e 61' Pietribiasi (B)

Ore 20:45
JUVE STABIA-Melfi  2-0 (Virtus Lanciano)
Reti: 40' Nicastro, 61' Gatto
Ore 21:00
LECCE-
Catanzaro 0-0 (3-2 dcr) (Cesena)

FOGGIA-Lucchese  2-1 dts (1-1 dopo 90') (Bari)
Reti: 4' Espeche (L), 24' e 102' Floriano (F)

Ascoli-COSENZA 1-2 (Vicenza)
Reti: 60' Tripoli (A), 83' La Mantia (C), 93' Arrighini (C)

Fonte: Fedelissimo online

Vassoi di Nello
 
Da domani, con la prelazione, inizia la campagna abbonamenti. Tutte le date

Da domani ore 15, con la fase della prelazione riservata ai vecchi abbonati, inizia la vendita delle tessere nei punti vendita autorizzati.

Queste le date.
- 03-20 agosto prelazione per la conferma del vecchio posto
- 21 agosto stop per aggiornamento delle mappe
- 22-23-24 agosto fase riservata ai cambio posto
- 25 agosto stop per aggiornamento delle mappe
- dal 26 agosto fino alla prima partita casalinga vendita libera

I prezzi:

ABBONAMENTI TRIBUNA GRADINATA CURVA
2015-2016 EXECUTIVE ONORE CENTRALE LATERALE DE LUCA ROBUR
INTERO 1.500 500 380 260 190 110
RID. + 65 ANNI   375 285 195 142 82
RID. DONNA   375 285 195 142 82
RID. UND. 18   375 285 195 142 82
RID. UND. 14   250 190 130 95 55
RID. FAMIGLIA   310 235 162 118 68
NONNO + NIP.     190 130 95 55

I punti vendita:
Robur Point in via dei Gazzani. 12
Tabaccheria Chiasso Largo in via Rinaldini, 9;
- Tabaccheria Narghilè in via Aretina, 6 (Porta Pispini)
Tabaccheria Scacciapensieri in via Nazareno Orlandi 65 (Scacciapensieri)
MCM in via Marzi (zona industriale di viale Toselli)
Siena Club Fedelissimi in via Mencattelli 11 (San Prospero) con orario di apertura dalle ore 21.30-24, sabato e domenica chiusi.

Tutte le info sul sito che la società ha attivato per la campagna abbonamenti 2015-2016.
www.seinellanima.it
 

Fonte: Fedelissimo online

Osteria del Buon Governo
 
Pellegrini in ritiro con la Robur Siena

Dopo la rescissione del suo contratto con il Pisa, il difensore esterno Eros Pellegrini da domani si aggregherà alla rosa bianconera nel ritiro di Castel del Piano in attesa che venga perfezionato il suo tesseramento.
 

STAGIONE SQUADRA SERIE PRESENZE GOAL
2010-2011 PAVIA C1 11  
2011-2012 PALERMO A 0  
2011-2012 VIAREGGIO C1 9  
2012-2013 VIAREGGIO C1 28 1
2013-2014 PISA C1 28  
2014-2015 PISA C 27  
2015-2016 ROBUR SIENA C  


Fonte: Fedelissimo online

Mages
 
Stasera riprende il ritiro della Robur Siena

Dopo due giorni di riposo, concessi da mister Atzori, la squadra si radunerà questa sera a Castel del Piano.
Da domani mattina riprenderanno i doppi allenamenti giornalieri fino a sabato 8 agosto, ultimo giorno di ritiro sull'Amiata.

Fonte: Fedelissimo online
Foto: Lina Cannoni

Banca Cras
 
Montipò: “Sta andando tutto bene, con il gruppo mi sono trovato alla grande"

La Robur ha deciso di puntare su di lui per difendere la porta bianconera. Giovane e di belle speranze: Lorenzo Montipò. Le sue dichiarazioni.

“Sta andando tutto bene, con il gruppo mi sono trovato alla grande: siamo tutti giovani e abbiamo un grande capitano che ci dà una mano per crescere. Per quello che è il mio ruolo la sua presenza è fondamentale. Sono arrivato a Siena per fare un'esperienza in Lega Pro da titolare, sono in prestito, spero che vada tutto per il meglio. Ho esordito in serie B a 17 anni, all'ultima di campionato con il Novara; ho collezionato altre tre presenze, per il resto ho giocato in Primavera; passato in prima squadra l'anno scorso ho fatto il secondo in Lega Pro, abbiamo vinto la Supercoppa e poi mi hanno mandato alla Berretti, per le finali. In cosa dovrei migliorare? Si può sempre migliorare in tutto, nessuno finisce di imparare, lo stesso Buffon. L’importante è lavorare sodo, io lo sto facendo seguendo i suggerimenti del mister. Buffon il mio modello? Lui è sempre un modello, ma ha la sua età, si invecchia tutti. Al momento mi piacciono tantissimo Neuer e Courtois. So che mi aspetta una stagione difficile, ma un campionato senza difficoltà non è un vero campionato. L'importante è uscirne. Se avverto troppe responsabilità? Ognuno deve prendersele, e se inizi a farlo quando sei giovane non puoi che farti più forte”. (Angela Gorellini)


Fonte: Fedelissimo on line
Foto: cittadinonline.it

Osteria del Buon Governo
 
Libertazzi: "Con Bonazzoli possiamo giocare anche insieme"

Un anno per tornare a far parlare di sé, tanta fatica per farsi trovare pronto alla chiamata. Le dichiarazioni di Alberto Libertazzi.

“Mi sono ambientato bene. Con Bonazzoli possiamo giocare uno alla volta oppure insieme. Sono a completa disposizione dell’allenatore. Da Emiliano posso solo imparare e cercherò di essere fiducioso e al massimo della condizione per l’inizio del campionato. Per adesso sono circa al 60 per cento: abbiamo 11 giorni di importanti carichi di lavoro nelle gambe. A convincermi a scegliere Siena la piazza, piena di storia, e la presenza di Atzori in panchina, un grande professionista. Dopo aver fatto bene con la Primavera della Juve sono andato a Novara dove ho subito un brutto infortunio che mi ha tenuto fuori dal campo per nove mesi. Sono dovuto ripartire. Il modulo mi si addice, ho sempre giocato così quindi nessun problema. Se mi aspetto di giocare? Io penso solo a lavorare sodo giorno per giorno in allenamento, poi la domenica mi darà ragione nei novanta minuti”. (Angela Gorellini)


Fonte: Fedelissimo on line
Foto: Lina Cannoni

Vassoi di Nello
 
Com’è allegro tifare anche in serie D il record del Parma e il bello del calcio

Se ti cancellano, non ti lascio. Se la squadra sparisce, ecco che cresce la fede dei tifosi nella reincarnazione sportiva. L’ultimo caso arriva dal Parma: oltre 4mila abbonamenti in quattro giorni, nuovo record per la Serie D. Un anno disgraziato e senza soldi, dalle promesse di Ghirardi ai fantascientifici bonifici di Manenti, non ha generato rigetto in una piazza abituata a lauti banchetti pure al di sopra delle reali possibilità. Il nuovo Parma 1913, della cordata locale in cui spicca il nome di Barilla, un po’ attinge a quel passato di grandeur : Nevio Scala presidente, Gigi Apolloni allenatore, ma una squadra tutta da fare che si raduna domani, e l’orizzonte non è Wembley ma le trasferte con Correggese e Fiorenzuola. Eppure,il pubblico risponde in massa, può essere una stagione da sold-out. Il boom ha tante spiegazioni: gli abbonamenti costano poco (25 euro in Curva Nord l’offerta migliore, già esaurita on-line) e qui non ci sono lacciuoli (biglietti nominativi, tessera del tifoso), che però scatteranno, paradossalmente, a complicare tutto, se il numero di tessere staccate dovesse superare 7000. «Faremo un calcio biologico», ha promesso Scala, e Apolloni non esclude neppure il ripescaggio in Lega Pro: «Se ci sarà l’opportunità, ben venga». I tifosi intanto possono comprare quote di una newco, Parma Partecipazioni Calcistiche Srl, che affiancherà la cordata di azionisti. Un progetto simile nel dicembre 2010 salvò il Bologna dal fallimento: lì il popolo raccolse un milioncino.

Un anno fa era sparito il Siena: la nuova Robur, col presidente italo-svizzero Antonio Ponte, è ripartita dalla D, ha fatto 3893 abbonati (record allora, ora battuto), contro i 5058 della stagione precedente in B, ha vinto il campionato e lo scudetto dilettanti, ha riconquistato i tifosi in una dimensione più piccola ma più autentica. Racconta Lorenzo Mulinacci, presidente del Siena Club Fedelissimi: «È stato come cliccare il tasto reset sul computer: dopo tanti anni sotto la cappella del Monte dei Paschi, la città ha dovuto fare un atto di amor proprio. Abbiamo riscoperto il piacere di andare in trasferta senza vincoli e senza scorte, di comprare il biglietto al botteghino all’ultimo momento, di giocare sempre la domenica alle tre. È un segnale forte, chi governa il calcio dovrebbe trarne spunti di riflessione. Adesso, in Lega Pro, con tanti vincoli e il calendario spezzatino, forse faremo meno abbonati». Siena ha riavviato il sistema anche nel basket, in B ha fatto oltre duemila tessere e vinto il campionato, dopo aver perso nei play-off contro la Fortitudo Bologna, altra nobile ritornata adesso in A2 con la spinta di tremila abbonati.

Era sparito ed è rinato in D anche il Padova: ha conquistato la promozione con 3511 abbonati, ne ha staccati fin qui 244 per il prossimo campionato. Con proporzioni diverse, un fenomeno simile si verificò con Fiorentina e Napoli: precipitarono all’inferno ma riallacciarono il legame con i tifosi. La Fiorentina sparì nel 2002, nell’ultimo anno di A aveva 23mila abbonati. Rinacque in C2 come Florentia Viola, staccò 17mila tessere e toccò 40mila spettatori col Savona, s’innamorò di Riganò dopo Batistuta, e il ricordo di quella stagione resta dolcissimo. Il Napoli di De Laurentiis, nel 2004, al primo anno di C1, contò 19.065 abbonati, il doppio degli ultimi anni di B prima del fallimento. E i Glasgow Rangers, precipitati in quarta serie nel 2012 con una bacheca da 115 trofei (ora sono in Championship), hanno portato comodamente 49mila persone allo stadio. Bisogna tornare indietro, per prendere la rincorsa.

Fonte: La Repubblica


 

Vassoi di Nello
 
Salvatore Burrai: "So di essere venuto in una piazza storica e importante"

Mister Atzori ha fatto il suo nome, il presidente Ponte lo h portato a Siena. Salvatore Burrai è felice per la scelta fatta. Le dichiarazioni del centrocampista bianconero.  

“Spero di poter ripagare dal campo la fiducia che è stata riposta in me. So di essere venuto in una piazza storica e importante. La trattativa è iniziata un paio di settimane fa, il mister mi voleva e insieme alla società abbiamo trovato l’accordo. Arrivo da una stagione difficile, ho rescisso con la Juve Stabia perché non ho ritenuto il progetto della società adatto a me, mentre vedo nel Siena la squadra giusta per ripartire.  Nelle ultime settimane mi sono allenato da solo, devo ritrovare la condizione: sono in bianconero da quattro giorni, dovrò accelerare per colmare il divario con gli altri compagni. Il gruppo è giovane ma composto da gente di valore. Io, Daniele, Emiliano, che abbiamo più esperienza, dovremo cercare di instradarli allo spirito di sacrificio e alla sofferenza: la Lega Pro è un campionato difficilissimo e dovremo avere la forza di affrontare ogni ostacolo se vogliamo raggiungere i traguardi prefissati. Il mister poi, ci darà le giuste indicazioni”. (Angela Gorellini)


Fonte: Fedelissimo on line
Foto: Lina Cannoni

Mages
 
Oggi. con la Tim Cup, prende ufficialmente il via la stagione 2015-2016

Prende ufficialmente il via la stagione calcistica 2015-2016 con le gare della Tim Cup. In programma oggi, nel primo turno, ci sono 18 partite con 27 squadre di Lega pro e serie D. Le vincenti tra una settimana affronteranno in trasferta le squadre di serie B (che indichiamo tra parentesi) nel secondo turno.

Ecco le partite in programma oggi:

Ore 17
Casertana-Lecco Avellino)
Viterbese-Ancona (Livorno)

ore 18
Alessandria-Altovicentino (Pro Vercelli)
Pavia-Poggibonsi (Bologna)
Pisa-Sestri Levante (Salernitana)
Reggiana-Rovigo (Perugia)

Ore 19
Feralpisalò-Alma Juventus Fano (Crotone)

Ore 20.30
Bassano–Pontedera (Ternana)
Benevento-Tuttocuoio (Modena)
Brescia-Cremonese (Spezia)
Cittadella -Potenza (Teramo)
L’Aquila –Arezzo (Novara)
Matera-Sud Tirol (Pescara)
Rende-Spal (Catania)

20.45
Juve Stabia-Melfi (Lanciano)

21.00
Ascoli-Cosenza (Vicenza)
Foggia-Lucchese (Bari)
Lecce-Catanzaro (Cesena)


Fonte: Fedelissimo online

 

Banca Cras
 
Il Pisa vicino al cambio di proprietà

A Pisa è in corso da qualche settimana una trattativa con Alessandro Ruggeri (già presidente dell’Atalanta), che con un socio vorrebbe rilevare il club dal presidente Battini, ma la situazione è ancora in alto mare: una decisione definitiva sarà presa comunque a inizio settimana.

Fonte: Fedelissimo online


 

Osteria del Buon Governo
 
Gazzetta: il mercato della Lega Pro

Nomi importanti per il Lecce, che nell’ambito della cessione di Falco al Frosinone potrebbe avere Altobelli (era ad Ascoli) e Lupoli. L’Alessandria completa il suo ottimo mercato con Nicco (Perugia). La Cremonese è in pressing su Sacilotto (Lecce), il Cittadella su D’Appolonia (Savoia). Capitolo giovani: Rommey (Inter) passa al Savona, Posocco (Belluno) alla Spal, Eric Lanini (Juve, era all’Entella) alla Pistoiese, Masala (Genoa) alla Torres. Celiento (Napoli) firma col Siena. Il Tuttocuoio tessera Palumbo (Reggiana). Due difensori per la Lupa Roma: Locci (Sangiovannese) e Sfanò (Colleferro). Il Martina piazza il colpo Bogliacino (Lecce), mentre al Foggia arriva Di Chiara (ex Lecce) dal Catanzaro e all’Andria va Vittiglio (Entella). Il Matera insiste per Rossi (Perugia), il Catanzaro per Mancino (Casertana). Infine, ufficiali al Melfi il difensore Cozzolino dalla Sarnese e gli attaccanti Veratti dal Bologna (era alla Spal), Lorusso dal Brindisi e Longo dal Bari. Dopo la riammissione in Lega Pro è volata a tre per la panchina della Paganese: sono in lizza Sesia (ex Barletta), Ugolotti (ex Savoia) e Grassadonia (sarebbe un ritorno). La decisione è attesa a inizio settimana.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Vassoi di Nello
 
Gazzetta: il mercato della serie B

Lo Spezia è protagonista del weekend con diverse trattative. Il d.s. Budan insiste per Tamas (Milan, era allo Slavia Praga) e anche per Di Gaudio (Carpi), mentre domani è previsto l’incontro per la firma con Calaiò, che dopo aver rescisso il contratto con il Catania è pronto a firmare un triennale. ALTRE DI B Il Cesena ha chiesto il prestito di Ariaudo (era al Genoa) al Sassuolo. Calvano (Verona, era alla Pistoiese) approda in prestito al Teramo, che riabbraccia l’ex difensore Morris Molinari: farà parte dello staff di Vivarini. Il Pescara sorpassa il Crotone nella corsa a Forte (Varese) e per la fascia punta sul ritorno di Pucino (Chievo): l’alternativa è Fiamozzi (Varese); lo stesso Crotone potrebbe avere Belloni (ex Pro Vercelli) dall’Inter. Ufficiali il ritorno di Del Prete (Catania) e l’arrivo di Alhassan (Udinese, era a Latina) al Perugia, il passaggio di Jidayi dalla Juve Stabia all’Avellino e anche quello di Antonio Bocchetti dalla Paganese alla Salernitana. Il Bari, che aspetta il ritorno di Schiattarella (Spezia) a titolo definitivo, punta Pulzetti (Bologna, era a Cesena) mentre molla la trattativa per Rolando Bianchi, che non vorrebbe scendere in B.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Mages
 
Banca Cras
 
Vassoi di Nello
 
Marco Piredda: "ho detto subito di sì. Siena è una bellissima piazza"

Vuole salire sul treno che ha perso l’anno scorso. Marco Piredda vuole dare il suo contributo alla Robur. Le dichiarazioni del centrocampista.

“Il mister mi ha provato fin da subito come seconda punta, poi da mediano, il mio ruolo. Sono a sua disposizione. Con Bastoni stiamo trovando la giusta intesa: Simone è un grandissimo giocatore, sa fare le due fasi, è giovane e può migliorare ancora tanto. Il contatto con il Siena c’è stato grazie al mio procuratore che si è sentito con il direttore Materazzi. Io ho detto subito di sì. Siena è una bellissima piazza. Per me questo sarà un anno decisivo: fino a questo momento sono stato molto sfortunato, due anni fa a Como ho fatto pochissime presenze a causa di un infortunio e a Terni la passata stagione, ancora di più: alla prima ho avuto un infortunio che mi ha lasciato ai box per tanto tempo. Ho perso il treno, insomma. Ora sto benissimo, poi ho la fortuna di lavorare con degli ottimi preparatori atletici, che ci aiutano molto sia a livello fisico che mentale. Siamo un gruppo giovanissimo, dobbiamo imparare dai più grandi. Portanova? E' un'ottima guida, ma anche un compagno che sa sdrammatizzare e mette allegria”. (Angela Gorellini)


Fonte: Fedelissimo on line
Foto: Lina Cannoni 


 

Osteria del Buon Governo
 
Gianluca Atzori: "Dal mercato mi aspetto qualcuno che possa farci fare il salto di qualità"

Al termine dell’amichevole di ieri ha parlato il mister bianconero Gianluca Atzori. Le sue dichiarazioni.

“Abbiamo innanzitutto messo minuti sulle gambe: è stato un test più impegnativo rispetto alla prima partita contro la Neania e sono contento che alcuni ragazzi siano stati in campo per tutto il tempo. Stiamo lavorando su carichi di lavoro abbastanza pesanti. Silvestri? Ha avuto un problema al polpaccio, ho preferito non rischiarlo, come gli altri infortunati. Cericola ha fatto tanto perché non abbiamo troppe alternative su quella fascia. Eravamo in emergenza e mi dispiace per Dinelli, che non avrebbe dovuto giocare. Ma alla fine mi è venuto a mancare Boron per cui ho dovuto metterlo e si è fatto male. Spero non sia niente di grave. I tre centrali difensivi hanno tenuto molto bene il campo, la linea difensiva mi è piaciuta molto; abbiamo provato entrambe le fasi. In quella di possesso abbiamo sbagliato qualcosa in più nel primo tempo, nella ripresa siamo andati meglio. In ogni caso dobbiamo migliorare sotto rete e quando abbiamo la palla. Ci arriveremo. Burrai? E’ arrivato da pochi giorni, sapeva che avrebbe giocato solo un tempo. Devo recuperarlo velocemente perché è indietro di preparazione ma ha grandi mezzi per quello che riguarda il palleggio e la conduzione della squadra. De Feo? Anche lui è in ritardo di preparazione, è un secondo attaccante, un trequartista, ha ottime qualità tecniche, anche se è presto per dare un giudizio. Stiamo lavorando sul 3-4-2-1, una base da cui partire: quando i ragazzi lo avranno assimilato bene, cosa impossibile in due settimane, passeremo al piano B per avere maggiori possibilità. Al momento abbiamo una rosa giovane e i ragazzi vanno aspettati. E’ normale facciano errori, a livello di palleggio stiamo pagando qualcosa. Ma hanno entusiasmo, ci mettono impegno e attenzione. Piredda mi ha detto di aver ricoperto sia il ruolo di regista che di trequartista. Abbiamo preso Burrai per la mediana, Marco potrà esserci utile dietro a Bonazzoli. Torelli è un centrocampista con tantissima corsa, deve migliorare il palleggio come tutti gli altri giovani che per frenesia non riescono a gestire la palla come vorrebbero. Dal mercato mi aspetto qualcuno che possa farci fare il salto di qualità, abbiamo bisogno a destra, sinistra, in mezzo e avanti. Continueremo a lavorare aspettando che si completi la rosa”. (Angela Gorellini)


Fonte: Fedelissimo on line

Banca Cras
 
SEI NELL’ANIMA la campagna abbonamenti della Robur Siena 2015-2016

E’ stata ispirata da una canzone di Gianna Nannini la campagna abbonamenti della Robur Siena 2015-2016.
La novità è che nella tribuna coperta ci saranno quattro settori con prezzi che vanno da 260 nel laterale fino a 1.500 nel nuovo settore executive. 

ABBONAMENTI TRIBUNA GRADINATA CURVA
2015-2016 EXECUTIVE ONORE CENTRALE LATERALE DE LUCA ROBUR
INTERO 1.500 500 380 260 190 110
RID. + 65 ANNI   375 285 195 142 82
RID. DONNA   375 285 195 142 82
RID. UND. 18   375 285 195 142 82
RID. UND. 14   250 190 130 95 55
RID. FAMIGLIA   310 235 162 118 68
NONNO + NIP.     190 130 95 55

Tutte le info sul sito che la società ha attivato per la campagna abbonamenti 2015-2016.
www.seinellanima.it
#lastoriacontinua
#seinellanima

Per sottoscrivere l'abbonamento è necessario recarsi  in uno dei seguenti punti vendita:
- Robur Point in via dei Gazzani. 12
- Tabaccheria Chiasso Largo in via Rinaldini, 9;
- Tabaccheria Narghilè in via Aretina, 6 (Porta Pispini)
- Tabaccheria Scacciapensieri in via Nazareno Orlandi 65 (Scacciapensieri)
- MCM in via Marzi (zona industriale di viale Toselli)
- Siena Club Fedelissimi in via Mencattelli 11 (San Prospero) con orario di apertura dalle ore 21.30-24, sabato e domenica chiusi.

 

Fonte: Fedelissimo online


 

 

Mages
 
Osteria del Buon Governo
 
Reggina, per la panchina idea Morgia

La nuova A.S. Reggina è appena nata ma già sta lavorando in vista del progetto tecnico. Bisogna lavorare per non partire con un handicap eccessivo dovuto al ritardo di programmazione. In caso di Serie D, secondo quanto risulta alla redazione di NotiziarioCalcio.com, la società starebbe pensando di affidare la panchina amaranto al tecnico Massimo Morgia, che nelle ultime due stagioni ha vinto il campionato con Pistoiese e Siena. Un primo contatto tra le parti ci sarebbe già stato e prossimamente ci dovrebbero essere sviluppi 


Fonte: notiziariocalcio.com

Mages
 
Ufficiale, Daniele Celiento alla Robur Siena

Robur Siena ufficializza il tesseramento di Daniele Celiento. Il calciatore, classe 1994, di proprietà del Napoli, arriva a Siena a titolo temporaneo.

STAGIONE SQUADRA SERIE PRESENZE GOAL
2011-2012 NAPOLI SG 25 1
2012-2013 NAPOLI SG 23 -
2013-2014 VIAREGGIO C1 22 -
2014-2015 PISTOIESE C 16 -
2015-2016 ROBUR SIENA C  


Fonte: Fedelissimo online


 

Vassoi di Nello
 
Gazzetta: il mercato della serie B e Lega Pro

SERIE B Lo Spezia ingaggia Filipovic (Rijeka) e aspetta per lunedì Calaiò, che ha risolto col Catania: pronto un triennale. Il Novara ingaggia il centrale Troest (Lanciano) e continua il pressing per Galabinov (Livorno). Beretta (Milan) torna alla Pro Vercelli. Il Como prende in prestito Scuffet dall’Udinese. Rinaudo (Entella, era a Bari) si riavvicina al Livorno, dove era già stato due anni fa. Il Lanciano è pronto a chiudere Zè Eduardo (Cesena). Salernitana attivissima: nella dirigenza può entrare Preiti (ex d.s. del Parma), intanto c’è l’accordo con Troianiello (Palermo, era a Bologna) e Pesoli (Pescara), si avvicina Maniero (Catania). Accordo fra l’Avellino e Jidayi (Juve Stabia). Il Bari, dopo Camara, ha trovato l’intesa con l’Inter per Puscas. Previsto per l’inizio della prossima settimana un incontro fra gli avvocati di Donsah e quelli del Cagliari per cercare di trovare un accordo: il giocatore è nel mirino di Juve, Bologna e Samp e vorrebbe un adeguamento del contratto.

LEGA PRO L’Alessandria ingaggia Marras (Südtirol). La Cremonese vuole Corapi (L’Aquila). Sereni (Pavia) firma col Mantova. Il Padova su Matute (Pro Vercelli). Scatenato il Pordenone, in attesa del ripescaggio ecco De Cenco (Pavia), Mandorlini (Pisa) e Pederzoli (Pavia). Biagianti (Livorno) verso l’Entella. Il Rimini prende Bifulco (Napoli). Legati (Venezia) vicino all’Arezzo. Il Pisa chiude Pacciardi (Pistoiese) e libera Pellegrini per il Siena. Al Tuttocuoio arriva Corvesi (Pavia). Gyasi (Torino) si accasa alla Carrarese. L’Ancona segue Ferretti (Lucchese). Scarpa (Savoia) all’Ischia. Il Lecce stringe per Suciu (Torino) e Garofalo (Novara). Poker Martina: Cristofari (Como), Di Gennaro, Puntar (Udinese), Gabrielloni (Taranto). Scalini (Bologna) va alla Torres. Bis Akragas con Rizzo (Torino) e Zibert (Reggina).

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Mages
 
Media Partners
Radio Siena
Radio Cinque
Siena TV
Canale 3
ARE
ok siena