CLEAN ACCCENT
Aleeste
Ricci Bus
CTS Sedie
Immobiliare Brogi
Immobiliare Brogi
Main Sponsor
  • (+39) 0577 236677
  • fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

NEWS

Caiata cerca di prendere il Grosseto

Lo scorso anno aveva cercato di prendere il Siena, adesso salvatore Caiata è pronto a rilevare il Grosserto dopo che Camilli non lo ha iscritto al campionato.
L'imprenditore nativo di Potenza, ma senese di adozione, questa mattina incontrerà il sindaco.
Se la rinascita del Grosseto sarà affidata a Caiata, Stefano Osti sarà il direttore generale.

Fonte: Fedelissimo online


 

Vassoi di Nello
 
Gazzetta: Il mercato della serie B e Lega Pro

SERIE B Il Perugia ha il nuovo bomber: triennale per Di Carmine (Juve Stabia). A Bari in arrivo dall’Atalanta De Luca e Ardemagni. Molto attivo il Cesena che stringe per Ujkani (Palermo) e Ciano (Crotone). Il Trapani ufficializza il brasiliano Mariotti (Velo Club). Il Teramo ingaggia Mogos (Lumezzane) e punta D’Orazio (Ancona). Strakosha, Pollace e Filippini (Lazio) verso la Salernitana. Il Brescia segue Kusipz (Chievo, era a Cittadella). Lo Spezia tratta il ritorno di Nenè (Verona) e sprinta per Terzi (Palermo). La Pro Vercelli prende Gatto (Chievo, era a Carpi). Il Pescara in pressing per Galano (Bari) e Gomis (Torino, era a Avellino). A Cagliari presentato Mario Beretta: triennale per guidare e ristrutturare il settore giovanile.

LEGA PRO Capitolo panchine: alla Paganese si va verso il ritorno di Grassadonia. L’Andria punta su D’Angelo, biennale per Dionigi a Matera e la Casertana è pronta per Romaniello. Pro Piacenza scatenata: presi Cristofoli e Bignotti (Castiglione), Maietti (AlbinoLeffe), Rantier (Alessandria) e Alessandro (Casertana). L’Ancona pensa al ritorno di Mastronunzio. Alessandria: quadriennale per Fischnaller (Sudtirol), si avvicina Sales (Venezia). Cremonese forte su Miglietta (Novara). Il Siena cerca Montipò (Novara). Il Mantova vuole Ekuban (Lumezzane). Asse L’Aquila Pescara: ai rossoblù Savelloni, Sanni, Iannascoli, Mancini e Bensaja. A Catanzaro Foresta e Barillari (Rende). Il Pontedera tessera i due fratelli Gemignani: Daniel (Barletta) e Andrea (Empoli). Ischia: Rapullino nuovo presidente, Femiano d.s..

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Mages
 
Osteria del Buon Governo
 
Mages
 
Ripescaggi in Lega Pro: la graduatoria della D

Ecco la graduatoria di merito per eventuali ripescaggi al Campionato di Divisione Unica della Lega Pro stagione sportiva 2015/2016.

1° posto Sestri Levante (vincente finale)

2° posto Monopoli (perdente finale)

3° posto Fano (migliore semifinalista - quoziente punti 2,176)

4° posto Taranto (altra semifinalista - quoziente punti 2,029)

5° posto Viterbese (prima squadra eliminata V fase – quoziente punti 2,088)

6° posto Delta P. Tolle Rovigo (seconda squadra eliminata V fase –- quoziente punti 1,947

7° posto Correggese (terza squadra eliminata V fase – quoziente punti 1,894

8° posto Altovicentino (prima squadra eliminata IV fase – quoziente punti 2,058)

9° posto Poggibonsi (seconda squadra eliminata IV fase - quoziente punti 2,00)

10° posto Rende (terza squadra eliminata IV fase - quoziente punti 1,882)

11° posto Seregno (quarta squadra eliminata IV fase – quoziente punti 1,805)

12° posto Scandicci (quinta eliminata IV fase – quoziente punti 1,263)

13° posto Potenza (prima squadra eliminata III fase – quoziente punti 1,970)

14° posto Borgosesia (seconda squadra eliminata III fase – quoziente punti 1,921)

15° posto Piacenza (terza squadra eliminata III fase – quoziente punti 1,894)

16° posto Lecco (quarta eliminata III fase – quoziente punti 1,833)

17° posto Sacilese (quinta squadra eliminata III fase – quoziente punti 1,823 – 3° classificata in campionato – 15° posizione coppa disciplina)

18° posto Agropoli (sesta eliminata III fase – quoziente punti 1,823 – 3° classificata in campionato – 145° posizione coppa disciplina) 

19° posto Ponsacco (settima squadra eliminata III fase – quoziente punti 1,794) 

20° posto Olbia (ottava eliminata III fase – quoziente punti 1,705)

21° posto S. Nicolò (nona squadra eliminata III fase – quoziente punti 1,529)

Le società inserite nella suddetta graduatoria, acquisiranno di diritto la priorità per la presentazione di domanda di ammissione al Campionato Unico di Lega Pro 2015/2016 secondo quanto sarà disposto con successivo Comunicato Ufficiale della F.I.G.C..

Le altre squadre, a partire da quelle eliminate alla II° e I° fase dei Play-off, potranno presentare domanda secondo le modalità e termini di cui al medesimo Comunicato Ufficiale della F.I.G.C. e inserite in un’altra graduatoria che sarà utilizzata solo dopo l’esaurimento di quella già pubblicata nel presente C. U. ed a seguito di eventuale ulteriore disponibilità di posti nell’organico del Campionato Unico di Lega Pro.

Le società, per ottenere il ripescaggio nel Campionato di Lega Pro, dovranno versare un contributo straordinario alla F.I.G.C., che non potrà essere inferiore ad euro 500.000,00 (cinquecentomila/00). Le società, per essere ripescate, dovranno ottenere la Licenza Nazionale relativa al campionato per il quale chiedono il ripescaggio. Ai fini del ripescaggio nel Campionato di Lega Pro-Divisione Unica, non saranno ammesse deroghe sui Criteri Infrastrutturali fissati dalle Licenze Nazionali. Con successivo Comunicato Ufficiale saranno stabiliti i termini e le procedure per richiedere il ripescaggi

Fonte: Fedelissimo Online

Vassoi di Nello
 
Lega Pro: i criteri per i ripescaggi

Il comunicato ufficiale N. 327/A della FIGC ha determinato i criteri per il ripescaggio al Campionato di Lega Pro 2015/2016

Saranno ammesse in ordine alternato una società che abbia disputato il Campionato di Interregionale nella stagione sportiva 2014/2015, seguendo la graduatoria predisposta dalla L.N.D., secondo apposito regolamento approvato dal Consiglio Federale e una società retrocessa dalla Lega Pro - Divisione Unica. Per le società retrocesse dalla Lega Pro - Divisione Unica, ai fini del ripescaggio, sarà formata una graduatoria così formulata:

La classifica finale delle società retrocesse dalla Lega Pro - Divisione Unica, si otterrà dai valori del punteggio classifica finale (50%), del punteggio della tradizione sportiva (25%) e dal punteggio del numero medio spettatori (25%). Nel dettaglio:

Punteggio Classifica finale (valore 50%)

La graduatoria delle società ricomprese in detta griglia (retrocesse Lega Pro) sarà così formulata:

> società perdente il play-out del Campionato di Lega Pro - Divisione Unica, che ha conseguito il miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato di Lega Pro - Divisione Unica (2014/2015)
9 punti

> società perdente il play-out del Campionato di Lega Pro - Divisione Unica, che ha conseguito il secondo miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato di Lega Pro - Divisione Unica (2014/2015)
8 punti

> società perdente il play-out del Campionato di Lega Pro - Divisione Unica, che ha conseguito il terzo miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato di Lega Pro - Divisione Unica (2014/2015)
7 punti

> società perdente il play-out del Campionato di Lega Pro - Divisione Unica, che ha conseguito il quarto miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato di Lega Pro - Divisione Unica (2014/2015)
6 punti

> società perdente il play-out del Campionato di Lega Pro - Divisione Unica, che ha conseguito il quinto miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato di Lega Pro - Divisione Unica (2014/2015)
5 punti 

> società perdente il play-out del Campionato di Lega Pro - Divisione Unica, che ha conseguito il minor punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato di Lega Pro - Divisione Unica (2014/2015)
4 punti

In caso di parità di punti in classifica, al termine della regular season, tra le società partecipanti al play-out del Campionato di Lega Pro - Divisione Unica (2014/2015), prevarrà la società con il maggior numero di vittorie; in caso di ulteriore parità, la società con il maggior numero di reti segnate; (TuttoLegaPro.com) in caso di ulteriore parità, la società con il minor numero di reti subite; in caso di ulteriore parità, si procederà a sorteggio.

> società classificatasi 20°, che ha conseguito il miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato di Lega Pro - Divisione Unica (2014/2015)
3 punti

> società classificatasi 20°, che ha conseguito il secondo miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato di Lega Pro - Divisione Unica (2014/2015)
2 punti

> società classificatasi 20°, che ha conseguito il minor punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato di Lega Pro - Divisione Unica (2014/2015)
1 punto

In caso di parità di punteggio in classifica, al termine della regular season, tra le società sopra citate, prevarrà la società che ha vinto più gare; in caso di ulteriore parità, la società che ha segnato più reti; (TuttoLegaPro.com) in caso di ulteriore parità, la società che ha subito meno reti; in caso di ulteriore parità, si procederà a sorteggio.  

Punteggio tradizione sportiva (valore 25%)

La tradizione sportiva della città verrà valutata con l’attribuzione dei seguenti punti:

> 10 punti per la partecipazione ad ogni Campionato di Serie A dalla stagione sportiva 1929/30 alla stagione sportiva 2014/2015;

> 7 punti per la partecipazione ad ogni Campionato di Serie B dalla stagione sportiva 1929/30 alla stagione sportiva 2014/2015; 

> 4 punti per la partecipazione ad ogni Campionato di Serie C dalla stagione sportiva 1935/36 alla stagione sportiva 1977/78; 4 punti per la partecipazione ad ogni Campionato di I Divisione, già Serie C1 dalla stagione sportiva 1978/79 alla stagione sportiva 2013/2014;

> 4 punti per la partecipazione al Campionato di Lega Pro Divisione Unica stagione sportiva 2014/2015;

> 2 punti per la partecipazione ad ogni II Divisione, già Serie C2 dalla stagione sportiva 1978/79 alla stagione sportiva 2013/2014;

> 4 punti per ogni Scudetto vinto e riconosciuto dalla F.I.G.C. dal 1898;

> 2 punti per ogni Coppa Italia vinta;

> 1 punto per ogni Supercoppa di LNP vinta; 5 punti per ogni Champions League/Coppa dei Campioni vinta;

> 3 punti per ogni Coppa delle Coppe vinta;

> 2 punti per ogni Coppa delle Fiere o UEFA/Europa League vinta.

Non verranno computati ai fini della tradizione sportiva le stagioni sportive del 1943/1944, 1944/1945 e 1945/1946.

Alle società appartenenti alle singole griglie verrà attribuito un punteggio crescente di una unità per società, con valore più basso (1) assegnato alla società che, dalla sommatoria dei punteggi sopra indicati avrà totalizzato il valore più basso, fino ad attribuire il maggior punteggio alla società che, dalla sommatoria dei punteggi sopra indicati, avrà totalizzato il valore più alto.
In caso di parità di punti, tra due o più società, prevarrà la società che avrà disputato il maggior numero di campionati di Serie A dalla stagione sportiva 1929/30 alla stagione sportiva 2014/2015; in caso di ulteriore parità, prevarrà la società con il maggior numero di campionati disputati in Serie B; in caso di ulteriore parità, prevarrà la società con il maggior numero di campionati disputati in Lega Pro - Divisione Unica, già Serie C e C1; in caso di ulteriore parità, prevarrà la società con il maggior numero di campionati disputati in Lega Pro - Divisione Unica, già Serie C2; in caso di ulteriore parità si procederà a sorteggio.
Per le città sedi di più società, si terrà conto della tradizione sportiva del singolo club, cumulando, per il singolo club, i meriti sportivi conseguiti negli anni anche attraverso soggetti giuridici diversi. 

Punteggio spettatori (valore 25%)

Il numero medio degli spettatori allo stadio, va riferito alle gare interne di regular season disputate dalla stagione sportiva 2009/2010 alla stagione sportiva 2013/2014 ed è ottenuto dividendo il totale degli spettatori (paganti e abbonati) risultante dai dati forniti dalla SIAE per il numero totale di incontri di regular season disputati dalla società nel periodo suddetto. 

Formazione della classifica

Si terrà conto del quoziente ottenuto con arrotondamento aritmetico alla prima cifra decimale.
Alle società appartenenti alle singole griglie precedenti verrà attribuito un punteggio crescente di una unità per società, con valore più basso (1) assegnato alla società il cui numero medio degli spettatori risulti essere più basso, fino ad attribuire il maggior punteggio alla società il cui numero medio degli spettatori risulti più elevato.
In caso di parità, tra due o più società, per numero medio degli spettatori, prevarrà la società che nell’ultima stagione sportiva abbia il numero medio degli spettatori più elevato; in caso di ulteriore parità, si procederà a sorteggio.

Al criterio di cui alla lettera A) verrà attribuito un valore pari al 50%;
Al criterio di cui alla lettera B) verrà attribuito un valore pari al 25%;
Al criterio di cui alla lettera C) verrà attribuito un valore pari al 25%.

Pertanto la classifica finale si otterrà utilizzando la seguente formula:

punteggio classifica finale x 0,5 + punteggio tradizione sportiva x 0,25 + punteggio numero medio spettatori x 0,25.

In caso di parità di punteggio nella classifica finale, prevarrà la società che ha ottenuto la concessione della Licenza Nazionale nel termine del 10 luglio 2015.
Qualora anche tale criterio non consentisse la individuazione della società da ripescare, tra le due o più aspiranti società sarà prescelta quella che non è stata sanzionata con punti di penalizzazione in classifica da scontarsi nella stagione 2014/2015 o 2015/2016.
Qualora permanga ancora una situazione di parità, prevarrà la società meglio classificata secondo il criterio di cui alla lettera A)

Esclusioni

D1 > Le società non ammesse ai Campionati 2015/2016 saranno computate esclusivamente ai fini della redazione della classifica finale, essendo precluso alle stesse il ripescaggio e la partecipazione al campionato. 

D2 > Le società ripescate una sola volta nelle ultime cinque stagioni sportive in qualsiasi Campionato saranno computate ai fini della redazione della classifica finale ma, fatto salvo quanto si dirà in appresso per la eventuale seconda fase di ripescaggio, saranno escluse dalla prima fase di ripescaggio, ove lo stesso comporti la partecipazione al Campionato della medesima categoria, in cui sono state ripescate nelle ultime cinque stagioni.
Tale preclusione opererà per il ripescaggio nel Campionato Lega Pro - Divisione Unica, indipendentemente dalla circostanza che la società abbia beneficiato del ripescaggio nelle ultime cinque stagioni in I o Lega Pro - Divisione Unica (C1 o C2).

D3 > Le società che abbiano usufruito di due ripescaggi nelle ultime cinque stagioni sportive, saranno computate ai fini della redazione della classifica finale ma, fatto salvo quanto si dirà in appresso per la eventuale terza fase di ripescaggio, non potranno essere ripescate in alcun campionato, nella prima e nella seconda fase di ripescaggio.

D4 > Le società che hanno subito sanzioni per illecito sportivo e/o per violazione del divieto di scommesse, scontate nelle stagioni 2013/2014 e 2014/2015, nonché le società che, al momento della decisione sui ripescaggi, abbiano subito sanzione per illecito sportivo e/o per violazione del divieto di scommesse da scontarsi nella stagione 2015/2016, saranno computate ai soli fini della redazione della classifica finale, ma saranno in ogni caso escluse dal ripescaggio. 

D5 > Le società a cui è stato attribuito nelle stagioni 2012/2013, 2013/2014, 2014/2015 il titolo sportivo ai sensi dell’art. 52, comma 3, delle NOIF, nonché le società a cui venisse attribuito il titolo sportivo nella stagione 2015/2016 in virtù della medesima disposizione, saranno computate ai soli fini della redazione della classifica finale, ma saranno in ogni caso escluse dal ripescaggio.

Nelle eventuali seconda e terza fase di ripescaggio, sia per le domande delle società di cui alla lett. D2, sia per quelle di cui alla lett. D3, permarranno le condizioni assolutamente preclusive previste dalla lett. D1 o D4 o D5.

Contributo straordinario

Le società, per ottenere il ripescaggio nel Campionato di Lega Pro, dovranno versare un contributo straordinario alla F.I.G.C., che non potrà essere inferiore ad euro 500.000,00 (cinquecentomila/00). Le società, per essere ripescate, dovranno ottenere la Licenza Nazionale relativa al campionato per il quale chiedono il ripescaggio. Ai fini del ripescaggio nel Campionato di Lega Pro-Divisione Unica, non saranno ammesse deroghe sui Criteri Infrastrutturali fissati dalle Licenze Nazionali. Con successivo Comunicato Ufficiale saranno stabiliti i termini e le procedure per richiedere il ripescaggi

Fonte: Fedelissimo Online

 

Osteria del Buon Governo
 
Macalli si dimette da presidente della Lega Pro

Mario Macalli verso le dimissioni? Un primo lancio d’agenzia spiegava come Mario Macalli avesse rassegnato le dimissioni da presidente della Lega Pro. Con lui si è dimesso tutto il consiglio direttivo. "Sono amareggiato ma ora ho altri problemi che non riguardano il calcio", ha detto Macalli all'Adnkronos. Il vice presidente della Figc era stato inibito dalla Federcalcio fino al 31 agosto per il caso legato ai marchi del Pergocrema, sentenza confermata anche dal Collegio di garanzia del Coni. "La sentenza la rispetto anche se non mi trovo d'accordo e ricordo che la Cassazione per quella vicenda mi ha assolto", ha concluso Macalli.

L’Ansa, poco fa, racconta invece di un Macalli che non ha voluto rilasciare dichiarazioni a riguardo: Non ho intenzione di dire niente, chiedete a chi dà certe informazioni". Ma sembrano ormai certe le dimissioni

Entro martedì prossimo verrà nominato un commissario che gestirà l'ordinaria amministrazione fissando altresì la data in cui si terrà l'assemblea elettiva, presumibilmente entro metà agosto

Fonte: Fedelissimo Online

Banca Cras
 
La Robur alla ricerca di un portiere

La Robur Siena sarebbe interessata al portiere Lorenzo Montipò (96) del Novara, campione d'Italia con la formazione Beretti.
La trattativa è confermata dal suo stesso agente sul sito forzanovara.net. Il giovane estremo difensore arriverebbe solo in prestito perché, sempre come si legge sul sito che segue i piemontesi, il Novara crede molto in questo ragazzo.

Ma oltre a Montipò, Tuttomercatoweb.com, scrive come alla società bianconera piace Alessandro Berardi, classe '91 ex Messina di proprietà della Lazio.

Fonte: Fedelissimo online

Vassoi di Nello
 
Prato il nuovo allenatore è De Petrillo

Il Prato ha comunicato di aver affidato la panchina ad Alessio De Petrillo. In ha guidato nel passato, Gubbio, Monza e Alessandria.  


Fonte: Fedelissimo online

Vassoi di Nello
 
A Bari Ippedico sostituise Antonelli

Termina dopo un anno l'esperienza barese dell'ex Ds bianconero Stefano Antonelli. Al suo posto Antonello Ippedico un altro ex senese. A Siena, Ippedico aveva ricoperto il ruolo di responsabile del settore giovanile portato da Giorgio Perinetti.

Fonte: Fedelissimo online

Banca Cras
 
Acerbi:”Atzori è un uomo vero e un allenatore molto preparato, merita grandi soddisfazioni“.

Durante l’incontro di ieri sera a Reggio Calabria organizzato da CalcioWeb per presentare il suo libro “Tutto Bene – La mia doppia vittoria sul tumore”,Francesco Acerbi ha voluto dare un grande in bocca al lupo a Gianluca Atzori, nuovo allenatore del Siena in Lega Pro:

“per me in quell’anno alla Reggina è stato fondamentale, è stato lui ad insegnarmi a non mollare mai. E’ stato più di un allenatore. Ha tirato fuori il meglio di me. Adesso so che ha appena firmato con il Siena, gli auguro le cose migliori, può e deve dimostrare quanto vale. Anche se nelle ultime esperienze i risultati non sono arrivati, tutti i calciatori che lo hanno avuto come mister ne parlano bene, benissimo. A Siena ci sono tutte le condizioni per fare bene e riprendersi ciò che negli ultimi anni gli è mancato. E’ un uomo vero e un allenatore molto preparato, merita grandi soddisfazioni“.


Fonte: Fedelissimo online

Vassoi di Nello
 
Cambia il designatore alla Can della Lega Pro

Il designatore della Can della Lega Pro Roberto Rosetti si è dimesso dall'incarico per motivi personali. Prende il suo posto Danilo Giannoccaro.


Fonte: Fedelissimo online

Osteria del Buon Governo
 
La Lega Pro nel caos Tavecchio è furioso Macalli via dalla Figc

Ventiquattrore dopo, i componenti del Consiglio direttivo di Lega Pro ancora non schiodano. Giurano di aver firmato la lettera di dimissioni, tutti. Ma la tengono nel cassetto finché la Figc non gli autorizza quella strana operazione contabile con cui volevano garantire parte della quota di iscrizione (200mila euro) di tutte e 60 le società: un «gruzzoletto» di 12 milioni finanziato dal Credito Sportivo e utilizzato dalla governance della Lega per agevolare l’iscrizione dei club alla stessa... Lega. Incredibile, no? Operazione elettorale (inutile) o finanza creativa, comunque «irricevibile» per la Figc, che reclama normalissime fideiussioni bancarie anche per quei 200mila euro.

DECADENZA Tavecchio non ne vuole sapere. È furibondo, prima i suoi appelli a Macalli e compagni per un «sussulto di dignità» sono caduti nel vuoto (a parte i passi indietro di Lombardi e Ferretti), ora il Consiglio direttivo della Lega Pro, di fatto esautorato dalla bocciatura del bilancio, si permette perfino di ricattarlo, lui che lo ha tenuto in vita per mesi, ricordandogli in una lettera inviata in Figc di «aver condiviso questo sistema di garanzie con alcune componenti federali», mentre qualche altro membro del Consiglio starebbe valutando addirittura di citare la Figc per danni. Troppo poco per spaventarlo. Tavecchio va dritto verso il Consiglio federale di martedì, che a questo punto, oltre a risolvere la questione fideiussioni, voterà la decadenza del governo della Lega Pro (e, contestualmente, la decadenza di Mario Macalli da vice presidente e consigliere federale) e nominerà un commissario (e due vice) fino a nuove elezioni, da celebrarsi a griglie completate (non prima di fine agosto).
Un autorevole magistrato al di sopra delle parti: è il commissario che sta cercando Tavecchio.
Non sarà quel Salvatore Lombardo, per anni vice di Macalli, dato tra i papabili: troppo legato al vecchio sistema anche per occupare una delle due poltrone di vice, cosa invece assai probabile.
Le elezioni avranno un candidato favorito: Gabriele Gravina front man dell'opposizione a Macalli ispirata da Francesco Ghirelli. A meno che non si scelga un volto nuovissimo.

Fonte: La Gazzetta dello Sport


 

Banca Cras
 
Gazzetta: Il mercato della serie B e Lega Pro

SERIE B Un altro fedelissimo di Nicola potrebbe approdare al Bari: nel mirino il centrocampista Belingheri (Livorno). Il Cagliari è vicino al colpo Krajnc (Genoa, era a Cesena). La Salernitana blinda Tuia (triennale) e sfida il Perugia per Ardemagni (Atalanta). Molto attivo il Novara che ha l’intesa con la Samp per i ritorni di Tozzo e Corazza e prende Roberto Rodriguez (San Gallo). Il Trapani ingaggia Fazio (Ternana) e segue Castellana (Pro Piacenza). Cesena e Latina su Ujkani (Palermo). La Pro Vercelli punta Luperini (Juve, era a Pontedera) e conta di tenere Emmanuello. Il Brescia vuole Martinelli (Samp, era a Modena), Schiavone (Modena) e Pellegrini (Sassuolo). A Vicenza resta Samprisi (Genoa). Il Crotone vicino a Vestenicky (Roma). A Como rinnovo triennale per il d.s. Dolci che vuole Petagna (Milan).

LEGA PRO A Monza, dopo il fallimento, il nuovo presidente: Nicola Colombo. Panchine: il Lecce ha fatto un sondaggio per Cosmi (ma legato al Trapani fino al 2016), pensa a Gautieri e Asta ma non abbandona la pista Toscano, sempre più vicino al ritorno alla Ternana. Il Prato annuncia De Petrillo, il Savona conferma Riolfo, Bitetto verso Ischia. A L’Aquila arriva il centrocampista Iannascoli (Pescara). La Giana tessera Cogliati (Pavia). La Reggiana vuole Sensi (Cesena, era a San Marino). La Cremonese, dopo aver preso Guglielmotti (Pro Patria), si butta su Arcari (Brescia). Sudtirol su Annoni (Melfi). Il Benevento chiude con Gori (Salernitana) e Cisse e stringe per Mattera (entrambi Casertana), nel mirino anche Negro (Latina, era a Salerno). Il Cosenza ha chiesto Arrighini all’Avellino (era a Pisa) e ha offerto il rinnovo biennale a Tedeschi. Il Renate prende Valotti (Brescia). Siniscalchi lascia il Mantova e va Pavia. La Casertana ingaggia Canalini (Pontisola). Ascoli su Corapi (L’Aquila) e Pecorini (Cittadella). Ancona vicino a Adamo e Frascatore (Roma). Infine Apolloni, che non ha ancora firmato per il Lentigione, si offre per la panchina del nuovo Parma.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Banca Cras
 
Banca Cras
 
Vassoi di Nello
 
Bozza: "Atzori era una carta coperta, aveva tante offerte"

Gianluca Atzori è il nuovo allenatore del Siena, un tecnico di nome per un progetto ambizioso come quello della Robur. Per commentare la scelta del tecnico, TuttoMercatoWeb ha contattato in esclusiva il direttore generale del club toscano Andrea Bozza: "Ogni società, nel momento della scelta del tecnico, si presenta al tavolo con alcune carte coperte e altre scoperte. Atzori era una di quelle coperte, ma fin dall'inizio abbiamo pensato al suo profilo. Aveva tante richieste anche da categorie superori, ma lavorando nell'ombra siamo riusciti nel nostro intento".

Perché la scelta è ricaduta su di lui?
"Abbiamo visto fin dal primo giorno una forte motivazione, requisito per noi fondamentale. Il mister è carico e determinato, come tutti noi del resto. Lo abbiamo convinto presentandoci da lui per quello che siamo, gli abbiamo esposto il nostro progetto e le persone che gestiscono la società e a quel punto trovare l'accordo non è stato difficile".
Quali gli obiettivi della Robur in questa prima stagione di Lega Pro?
"Vogliamo fare la miglior stagione possibile. La Lega Pro, e soprattutto il nostro girone, è per certi versi ancora indecifrabile, quindi parlare di obiettivi o programmi diventa complicato. Sicuramente ci vogliamo consolidare in una categoria nuova per noi prendendo le misure".
La macchina del mercato è già partita?
"Siamo in piena programmazione. Per prima cosa il mister dovrà valutare la rosa e capire quali sono le eccellenze, a quel punto capiremo meglio come muoverci e soprattutto valuteremo quali saranno le offerte che ci potrà riservare il mercato".

Fonte TMW

Mages
 
Caselli: "La Robur mi sta a cuore"

Fabio Caselli entra nella Robur Siena? Potrebbe essere così, almeno sentendo le sue parole rilasciate ieri sera in Piazza del Campo ad Antenna Radio Esse.

"Un mio ritorno in società? - ha dichiarato - Diciamo che "mi ci sto confondendo", poi vedremo. A breve sarà reso noto l'organigramma e ci sarà modo di vedere tutto senza segreti, di sicuro il Siena a me sta a cuore".  Caselli ha poi parlato della scelta nel neo allenatore, spiegando come " il nome di Atzori è uscito dopo il diniego di Asta, anche per richieste economiche fuori portata per il Siena. Ha ha voglia di rifarsi una carriera importante e si è rimesso in discussione. Credo sia un allenatore che possa dare certe garanzie per costruire una squadra che possa essere un connubio tra vecchi e molti giovani per raggiungere la salvezza prima possibile. Queste sono le aspettative e se vien qualcosa di più meglio". "La squadra è stata tra le prime ad iscriversi al campionato - ha concluso - Adesso sarà il direttore sportivo ad avere il compito di costruire una squadra ad hoc per l'allenatore". Fonte: Fedelissimo Online    
Osteria del Buon Governo
 
Atzori sarà al Palio

Il nuovo allenatore della Robur Siena, ieri dopo la firma è tornato a Ravenna, ma oggi sarà di nuovo a Siena per assistere al Palio in compagnia del presidente Antonio Ponte.

Fonte: Fedelissimo online

Osteria del Buon Governo
 
Ponte e Bozza a cena nella contrada della Tartuca

Ieri sera il presidente della Robur Siena e il DG Andrea Bozza hanno partecipato alla cena della prova generale nella contrada della Tartuca.

Fonte: Fedelissimo online

Vassoi di Nello
 
La fideiussione potrebbe tornare a 600mila euro

La Figc ha invalidato la direttiva con cui Macalli aveva voluto agevolare l’iscrizione delle società, garantendogli la riduzione dal 600 a 400 della fideiussione da presentare all’iscrizione con un fondo del Credito Sportivo riconducibile alla stessa Lega Pro. Chi potrà garantire adesso per quei 200mila euro mancanti con le società che hanno già l’acqua alla gola? Una cifra che potrebbe mandare definitivamente in tilt la Lega Pro. E, a quel punto, con quali effetti sull’intero sistema?


Fonte: Fedelissimo online


 

Vassoi di Nello
 
Si verso i gironi di Lega pro a 18 squadre.....o anche meno

Già all’esito delle domande di ammissione, comunicato ieri, sono sparite quattro società (Barletta, Grosseto, Monza e Castiglione: non iscritte), e altre 12 rischiano la stessa fine (Benevento, Ischia, Lupa Castelli Romani, Martina Franca, Paganese, Pisa, Vicenza, Reggina, Savona, Venezia, Vigor Lamezia, Varese: non hanno presentato la fideiussione, hanno tempo fino al 14 per riparare). Un elenco di moribonde che la Covisoc nelle prossime ore potrebbe allungare, riducendo di fatto le partecipanti alla Lega Pro già da questa stagione con i ripescaggi resi praticamente impossibili dalla tassa di 500mila euro. A tutto ciò va poi ad aggiungersi il fatto che, attualmente, la Serie B conta 21 squadre dopo il fallimento del Parma e novità sono attese dai casi Catania e Teramo che potrebbero portare a nuovi ripescaggi o riammissioni e di fatto diminuire ulteriormente le squadre di Lega Pro.

Probabile quindi una riduzione delle squadre alla griglia di partenza, con i gironi tutti da ridisegnare e con un numero di squadre inferire alle 56, potenziali, attuali.


Fonte: Fedelissimo online

Osteria del Buon Governo
 
Barletta fuori dalla Lega Pro, Varese quasi

Il club pugliese viene escluso dalla prossima Lega Pro perché nella documentazione mancava l’originale di un assegno, di cui è stato consegnata solo la fotocopia.

Il Varese non ha perfezionato l’iscrizione e per non essere escluso deve versare entro il 14 luglio i 400 mula euro della fideiussione oltre agli stipendi di marzo e aprile e alla parte dei contributi Enpals rateizzati. Ieri il neo presidente e a.d. Alì Zeaiter si è dimesso. Il Varese, ora davvero appeso a un filo.

Fonte: Fedelissimo online

Banca Cras
 
Gazzetta: Il mercato della serie B e Lega Pro

SERIE B Cagliari scatenato: rinnovano Cossu e Pisano, per Storari sorpassata la Fiorentina e accordo biennale. Vicino anche Di Cesare (Brescia). Molto attivo il Modena: preso Djokovic (Bologna), nel mirino Rozzi (Lazio) e Bakic (Fiorentina). Alla Ternana può tornare Miglietta (Novara). Il Livorno vicino a Schiavone (Juventus, era a Modena) e prende Palazzi (Inter). Il Vicenza su Marchionni (Sampdoria). Il Latina annuncia Scaglia (Brescia). Il Novara ufficializza Morganti d.g. e può cedere al Brescia Martinelli. A Bari è addio col d.s. Antonelli. La Pro Vercelli chiude per Redolfi (Atalanta).
LEGA PRO Clamoroso a Matera: il tecnico Auteri lascia e firma per il Benevento. Al suo posto spunta Dionigi. Il Siena affida la panchina ad Atzori. Cremonese scatenata: in arrivo Marconi (Real Vicenza), Guglielmotti (Pro Patria), Bianchi (Novara), Budel (Brescia), Ravaglia (Cosenza). Il Pavia prende Piccinni (Real Vicenza). Diakitè rinnova con la Casertana (2018). A Cittadella firma Pascali (Kilmarnock). L’Alessandria chiude per Fischnaller (Sudtirol) e punta Di Tacchio (Entella). La Lupa Roma prende Quadri (Catanzaro). Lezzerini (Fiorentina) verso Arezzo. Andria: Doronzo è il nuovo d.g. Al Pontedera torna Della Latta (Grosseto). Il Santarcangelo vicino a Zamagni e Venturini del Cesena. Il Cosenza ingaggia Montella (Vigor Lamezia).

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Mages
 
Banca Cras
 
Media Partners
ARE
Radio Cinque
Canale 3
Siena TV
Radio Siena
ok siena