Immobiliare Brogi
Nuovo Centro tecnico Rossi
Auto Europa Siena
Ricci Bus
CLEAN ACCCENT
Grassi
Grassi
Main Sponsor
  • (+39) 0577 236677
  • fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

NEWS

Risultati e classifica del campionato Juniores Nazionali

Questi sono i risultati della sesta giornata del girone F del campionato Juniores Nazionali:

Foligno-Villabiagio 1-4
Gavorrano-Vivi Altotevere Sansepolcro 1-3
Gualdo Casacastalda-Sporting Trestina 2-3
Olimpia Colligiana-Robur Siena 2-6
Poggibonsi-Voluntas Spoleto 3-0
San Giovanni Valdarno- Bastia 1-1
Riposa:Pianese

La classifica:
Robur Siena 16
Vivi Altotevere Sansepolcro 12 **
Poggibonsi 12
Voluntas Spoleto 9
San Giovanni Valdarno 9
Sporting Trestina 8
Villabiagio 7 **
Gualdo Casacastalada 7 *
Foligno 7
Bastia 5 *
Pianese 4 *
Gavorrano 1
Olimpia Colligiana 0 *

** Due partite in meno
* Una partita in meno
 

Prossimo turno:
Bastia-Foligno
Robur Siena-Pianese
Sporting Trestina-Olimpia Colligiana
Villabiagio-Poggibonsi
Vivi Altotevere Sansepolcro- San Giovanni Valdarno
Voluntas Spoleto-Gualdo Casacastalda
Riposa: gGavorrano

Fonte: Fedelissimo online


 

Osteria del Buon Governo
 
Morgia ne convoca 22 per la partita con il Ponsacco

Dopo l'allenamento di rifinitura, tenutosi questa mattina allo stadio Franchi, l'allenatore Massimo Morgia ha diramato la lista dei 22 convocati per la partita di domani con il Ponsacco.

Portieri: Biagiotti (98), Fontanelli (96), Viola (96).
Difensori: Cason (95), Collacchioni (80), Giovannelli (93), Mileto (95), Nocentini (78).
Centrocampisti: Diomande (94), Rasacaroli (95), Silvestri (95), Varricchio (95), Varrutti (90), Vianello (95), Zane (90), Riva (85)
Attaccanti: Crocetti (83), Minincleri (89), Mucci (95), Santoni (89), Titone (88), Russo(91)
Allenatore: Massimo Morgia

Fonte: Fedelissimo online

Osteria del Buon Governo
 
Juniores Nazionali: Olimpia Colligiana-Robur Siena 2-6

Olimpia Colligiana: Pini, Di Tella, Castaldo (55' Savastano), Pellegrino (65' Di Martino), Panti, Nigi, El Kiram (46' Nguirane), Toracca, Sulta, Vodo, Petrini.
Adisposizione: Radi, Boldrini, De Luca, Di Pietro, Meniconi. Allenatore: Simone Baldo
Robur Siena: Biagiotti, Ceccuzzi, Rizzo, Bonechi, Rustici, Varricchio (62' Casini), Dinelli (80' Rossi), Fineschi, Venuto, Silvestri (62' Caramanico), Mucci.
A disposizione: Tassi, Cusin. Allenatore: Giulio Pelati
Arbitro: Nigro di Prato (Pacini-Alfieri)
Reti: 5' Mucci(S), 10' Sulta (OC), 24' Silvestri (S), 48' Silvestri(S), 65' Dinelli (S), 75' Toracca (OC),78' Venuto (S), 88' Mucci(S).
Ammoniti: Nigi e Pretrini (OC).
Spettatori: 50 circa.

A breve le foto della partita

Fonte: Fedelissimo online

CorsiFotografiaSiena
 
Sani scrive a Ponte: Grazie per la bella domenica regalata a Piancastagnaio

Il presidente della Pianese Maurizio Sani, pochi giorni dopo la gara Pianese-Robur, ha scritto al 'collega' Antonio Ponte. Di seguito la lettera integrale.

“Egregio Presidente,

ho voluto scrivere queste poche ma sincere righe per ringraziare Lei e la Robur Siena per la bellissima domenica di campionato che abbiamo vissuto nel nostro stadio di Piancastagnaio. Una giornata che è stata un grande evento per la realtà della nostra cittadina grazie alla presenza di una grande squadra ospite in campo, un nutrito pubblico sugli spalti e un gran bel gioco, per il divertimento di tutti.

Per me che ho il piacere e l'onore di essere il presidente di una piccola realtà sportiva – anche se molto combattiva – è stato bellissimo vedere in campo la Sua grande squadra che ha dimostrato tutto il proprio valore sportivo, ben oltre il blasone; un valore che – è un augurio sincero – deve farla subito salire ai più alti livelli, quelli che giustamente merita.

Ma voglio anche ringraziare perché abbiamo potuto godere della correttezza, della simpatia e della sportività dei tifosi del Siena, nello stadio e per le strade; una cosa che altre squadre nostre ospiti che si dicono 'blasonate', in passato, non avevano certo saputo dimostrare. Caro Presidente, questo è lo Sport del Calcio, questo è ciò che amiamo”.
Cordialmente, il Presidente della Pianese Maurizio Sani. (a.go.)


Fonte: Fedelissimo on line

Vassoi di Nello
 
Morgia: Ponsacco squadra tosta, ma noi siamo il Siena

Massimo Morgia guarda al Ponsacco, insieme alla sua squadra, allestita velocemente la scorsa estate, chiamata fin da subito a fare un campionato da protagonista. “Desidero precisare, ancora una volta, che sono soddisfattissimo dei ragazzi che ho a disposizione – dice in conferenza il mister bianconero -. Siamo partiti senza neanche un giocatore il 12 d'agosto, il 24 avevamo già la prima sfida ufficiale. Fortuna che sei-sette giocatori mi hanno seguito e che qualcun altro già lo conoscevo. Il ripescaggio dell'Arezzo e il grande numero di abbonati ci hanno responsabilizzato fin da subito e i ragazzi fin da subito hanno dato tutto. Andiamo bene così: non elemosiniamo o chiediamo nessuno; chi viene in prova lo fa perché ce lo chiede e trova da parte nostra grande disponibilità. Io non faccio il direttore sportivo, sono un allenatore e al massimo posso vedere chi si allena. Io vado avanti con il mio gruppo. Con la società sappiamo bene dove dover operare, cosa ci manca, ma né io né miei collaboratori andiamo alla ricerca di qualcuno. Diamo solo la possibilità a chi ce lo chiede, perché siamo il Siena, di essere visionato. E in due giorni, tra l'altro, è impossibile dare una valutazione. I due giovani in prova, comunque, sono già andati via. Con i miei ragazzi ho un rapporto franco e sincero, so che stanno dando il massimo e meritano la mia stima. Stanno facendo bene e se i risultati non sono arrivati è anche per un po' di sfortuna”. Un'altra precisazione. “Quando ho risposto al diesse del Foligno Damaschi su Facebook – ha spiegato Morgia -, l'ho fatto di mia spontanea volontà e in tono scherzoso. La società sa che ho una pagina personale in cui porto avanti le mie battaglie di una vita, all'insegna dell'etica, contro la violenza. Parlo dei problemi del calcio in generale. Una lotta che mi sono messo in testa per dare un contributo al calcio. Ma tutto ciò che scrivo è sempre e solo a titolo personale”. Il mister bianconero presenta allora la gara di domani. “Il Ponsacco, nell'organico, non è inferiore a noi – ha sottolineato -, otto-nove giocatori hanno militato in categorie superiori. La società ha compiuto importanti investimenti, in quattro anni la squadra ha perso una partita sola, allestita com'è per la vittoria del campionato. Sono forti fisicamente, vanno affrontati con le molle. Ma noi siamo il Siena, e abbiamo l'obbligo, di fronte ai nostri 4000-5000 tifosi di puntare lo stesso alla promozione. L'essere partiti in ritardo ci ha fatto bruciare qualche tappa, abbiamo saltato la fase della prima conoscenza, eppure sentendo l'importanza della maglia e della piazza. Ecco perché dico che non siamo ancora consapevoli della nostra forza. Ma sappiamo che arriverà. Il calcio ha bisogno dei suoi tempi. In Italia siamo portati a credere che siano i risultati a fare i progetti. Io la penso esattamente al contrario. Tutto qua ruota intorno al risultato, io penso invece che occorrano basi solide”. Facce nuove domani in campo. “Cason è stato influenzato – ha chiuso Morgia -: si è allenato solo una volta in settimana e anche stamani non c'era. I medici mi dicono che domani dovrebbe esserci ma non credo sia in grado di giocare. L'alternativa è Mileto. Inserire Giovanelli mi costringerebbe a giocare con due ragazzi in mediana. Ecco spiegata l'importanza delle quote...”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line

Osteria del Buon Governo
 
Ponsacco, Lazzini: "Temiamo la forza del Siena"

C'è attesa ed entusiasmo a Ponsacco per la gara di domani. Tra i tifosi, ma anche all’interno della squadra di Giacomo Lazzini. «La preparazione alla partita sta procedendo bene – ha spiegato il tecnico a C3T - Sia sotto l’aspetto del campo che dal punto di vista mentale. Alla fine, certe partite, non hanno bisogno di essere caricate più di tanto da un allenatore, gli stimoli vengono da soli. Solo due anni fa non avrei mai pensato che il Ponsacco, allora in seconda categoria, potesse un giorno affrontare il Siena, che militava in serie A. Fa strano, ma è andata così; per noi è comunque un onore poter giocare in uno stadio come il Franchi, un palcoscenico così importante, con tantissima gente seduta sugli spalti». Morgia spera in una bella gara giocata a viso aperto da entrambi... «La nostra mentalità rimarrà sempre la stessa - ha ribattuto Lazzini - contro qualunque avversario, poi è chiaro che ci sono delle partite in cui la forza dell’avversario ti schiaccia nella tua metà campo. E conosciamo bene la forza del Siena. Sappiamo che in certi frangenti i bianconeri ci metteranno sotto: dovremo uscire dal campo dopo aver dato tutto e prendere la gara come una festa per il calcio». Non prende l’impegno sotto gamba, Lazzini. «Del Siena alla fine temo tutto – ha chiuso l’allenatore del Ponsacco - l’ambiente, mister Morgia e la squadra, con giocatori di grande qualità come Titone, Crocetti o Minincleri. Il Ponsacco farà la sua partita all’inseguimento della quarta-quinta posizione in classifica». (A.G.)

Fonte: La Nazione

CorsiFotografiaSiena
 
Domani raccolta fondi per una coreografia

Domani verrà organizzata una raccolta di fondi agli ingressi di tutti i settori dello stadio per organizzare una coreografia a tutto stadio in una delle prossime partite.

Fonte: Fedelissimo online

 

Banca Cras
 
Domani pranzo prima della partita

Domani in sede panzo prima della partita con il Ponsacco. Si inizia alle ore 12.30. Per le prenotazioni inviare un sms al numero 3664053060.

Vassoi di Nello
 
Banca Cras
 
Vassoi di Nello
 
Lorenzo Crocetti:” E' bellissimo giocare sempre in casa”

Ripartiamo da domenica scorsa e dal pari con la Pianese.
È stata una gara strana, dove abbiamo tenuto il pallino del gioco per 90 minuti e nell’unico errore che abbiamo commesso è arrivato il gol. Loro sono stati bravi a impostare un certo tipo di gara, ma credo che il pari era il minimo che potevamo portar via dal campo. Noi dobbiamo continuare a lavorare, cercando di crescere e fare quanto ci chiede il mister, cercando fin da subito di indirizzare le gare in un certo modo e rompere l’equilibrio prima possibile.

Un campionato che dopo le prime giornate si dimostra all’insegna dell’equilibrio. Quali le squadre da temere?
Credo che in primis dobbiamo guardare a noi stessi, cercando sempre di migliorare e crescere. Parlando delle altre, vedo tante buone squadre, anche perché quando affrontano noi, tutti danno il massimo. È un campionato strano, se pensiamo al Flaminia adesso in testa e che noi abbiamo battuto 6-1, dove dovremo sempre stare sul pezzo e avere la massima attenzione. Ci sono squadre come il Foligno o il Sansepolcro che vorranno far bene, così come credo che Gavorrano, Massese e Poggibonsi vorranno giocarsela.
Ma al di là di questo, per tutti siamo la favorita: siamo consapevoli di questo e dobbiamo esser bravi a gestire la situazione, perché poi, sul campo, non tutto è scontato e in ogni categoria vincere non è mai banale.

La gara contro il Siena è per molti la gara dell’anno dove dare tutto.
È vero, ogni partita è stata e sarà così: dobbiamo però tener conto che giochiamo con squadre attrezzate, con tanti giocatori che, dopo la scomparsa della C2, sono scesi in D, che ci affrontano tendendo sempre a chiudersi e difendersi con 7-8 uomini. Inoltre, quando giocano con noi, per tutti è una vetrina importante e chiunque raddoppia le forze.
Noi però, come detto, dobbiamo continuare ad allenarci bene e cercare di soddisfare a pieno le richieste del mister. Lui, come del resto tutti noi, è convinto che questa sia la strada giusta e che possiamo crescere e migliorare ancora tanto, cercando di esser più fluidi nel gioco. Poi, dalla nostra parte abbiamo la forza di una rosa ampia, con alcuni elementi che possono entrare a gara in corsa e dire la loro. Questa può essere davvero un’arma importante, fondamentale per una squadra che vuol puntare a vincere.

Cosa significa invece giocare in questo Siena?
È una cosa bellissima e che tutti vorrebbero fare. E sono felicissimo di essere qui. Da parte nostra vorremmo vincere tutte le gare, anche solo per andare a festeggiare i tre punti a fine gara con i tifosi e dar loro una soddisfazione.
Ho fatto tanti anni di professionismo, ma un pubblico e un tifo così non l’ho davvero mai avuto. Sentiamo costantemente la vicinanza della piazza, dalle amichevole agli allenamenti ed è bellissimo giocare praticamente sempre in casa tutte le gare. Tutto ciò è un grande stimolo per noi, che ci spinge ancor di più a far bene e a regalare gioie a tutti questi tifosi che sono davvero l’uomo in più in campo.

Infine, la voce comune dice che al Siena manca il gol…
Anche io sento e percepisco questa richiesta della gente e spero davvero di trovare il gol, che per un’attaccante è linfa vitale. Il mio compito è quello di finalizzare e fare impegnandomi sempre al massimo e cercando di sfruttare le occasioni. Se poi chi di dovere riterrà che manca qualcosa a questa squadra, non avrò problemi ad accogliere l'arrivo di altri giocatori importanti: con la massima tranquillità accetterò anche di giocare qualche spezzone di gara e dare tutto anche se solo per pochi minuti. Non vedo in ciò nessun lato negativo, anzi: siamo a Siena, siamo qui per vincere e se arrivano grandi nomi è perché c'è grande voglia da parte di tutti di far bene. Anche se dovessi giocare meno, l'importante sarà raggiungere l’obiettivo.

Fonte: Il Fedelissimo

Banca Cras
 
Massimo Maccarone:” Spero che la robur torni presto in alto”

Cinque stagioni in bianconero, fatte di tanti gol, molti dei quali decisivi. Poi le strade che si dividono, ma i ricordi restano indelebili.

A partire da quel gol alla Fiorentina che valse la vittoria nel derby. Massimo Maccarone, oggi a Empoli, non ha smesso di seguire la Robur e i suoi tifosi, anche quest’anno, nell a stagione della rinascita.

Che effetto fa vedere la Robur giocare in D e pensare a tutto quello che è successo questa estate?

Dispiace sicuramente tantissimo vedere tutto quello che è successo. Ma allo stesso tempo, tra tante difficoltà e problemi, nell’ambiente si è creato un grande entusiasmo, come testimoniano gli abbonamenti e le presenze della gente allo stadio e in trasferta.

Da parte mia, mi auguro che il Siena possa tornare al più presto protagonista, prima con un veloce ritorno tra i professionisti e poi nelle categorie superiori dove ha militato negli ultimi anni e dimostrato di poterci stare.

L’ultimo aggregato in casa bianconera è Daniele Portanova, uno che con te ha fatto le fortune della Robur negli anni passati.

Daniele è innanzitutto per me un amico e so quanto lui sia legato a Siena: lì vive con la sua famiglia e per me non è una cosa nuova questa sua scelta.

Viene da un momento di difficoltà, dove ha avuto qualche problema con il Genoa e si è trovato senza squadra, ma con ancora tanta voglia di giocare.

È un po’ “anzianotto” come me, ma ha voglia di dare una mano al Siena, squadra di cui è sempre stato tifoso in questi anni.

E Maccarone sarebbe potuto tornare a Siena?

C’era stata la possibilità qualche anno fa, ma la vecchia società, quella che è poi stata artefice dei danni che tutti conosciamo, non mi ha voluto. Dispiace che ciò non sia accaduto, ma adesso sto bene a Empoli. Quel che rimane di Siena sono i ricordi di anni fantastici e che spero si possono ripetere per la Robur.

Tra tutti i ricordi quale scegli?

Come detto, ricordi belli ne ho tanti, ma, se devo sceglierne uno, quello che mi rimarrà sempre nel cuore – credo sia altrettanto per i tifosi – è il gol dell’1-0 su punizione alla Fiorentina, che valse la vittoria.

Infine, un saluto ai tifosi bianconeri

Lo faccio volentieri, salutando tutti i tifosi, con alcuni dei quali ho modo di sentirmi ancora. Dico loro di continuare così, perché quello che stanno facendo adesso è l’ennesima dimostrazione che sono tifosi veri per come tengono alla maglia e ai colori.

Fonte: Il Fedelissimo

Banca Cras
 
Titone ancora in testa al Fedelissimo d'oro

Dopo otto giornate è ancora Mario Titone in testa alla classifica generale del 36' Fedelissimo d'oro. Seguono Minincleri e Varutti. La classifica completa sul Il Fedelissimo in distribuzione domenica allo stadio.

Fonte: Fedelissimo online

Banca Cras
 
Con il Ponsacco un solo precedente

Tra Siena e Ponsacco un solo precedente nel girone di ritorno del campionato di serie C2 del 1989-1990. I bianconeri, guidati in panchina da Attilio Perotti, si impongono per 2-1 in rimonta con i gol di Mucciarelli e De Falco. Alla fine il Siena verrà promosso in C1 con 51 punti ed il Mobilieri Ponsacco si piazzerà al settimo posto con 34 punti.
Questo il tabellino della partita che si giocò 14 aprile del 1990.

Siena: Marchisio, Brotini, Pepi (79' Sgrò), Zanandrea (61' Zocchi), Arrigoni, Marin, Marino, Pisasale, De Falco, Torracchi, Mucciarelli.
Mobilieri Ponsacco: Balli, Fargione, Romeo, Mirabelli, Sarritzu, Mattolini, Tarcigliani, Casanova, Lotti, (77'Nucci), Favilli, Matticari (66' Cecchetti):
Arbitro: Destro di Novi Ligure
Reti: 13' Torcigliani (P), 33' rig. Mucciarelli (S), 85' De Falco.


Fonte: Fedelissimo online
 

Vassoi di Nello
 
Prosegue la preparazione in vista del Ponsacco, domani rifinitura al Franchi

Ultimo allenamento a Rosia oggi pomeriggio, domani mattina alle 10.30 la rifinitura verrà effettuata allo stadio Franchi. Alle 12 la consueta conferenza stampa dell'allenatore Massimo Morgia.

Fonte: Fedelissimo online

CorsiFotografiaSiena
 
Gli Juniores Nazionali in trasferta a Colle

Domani a capolista Robur Siena affronterà in trasferta l'ultima in classifica Olimpia Colligiana. La partita si disputerà al G. Manni di Colle Val D'Elsa con inizio alle ore 15.30-

Queste le gare sesta giornata:

Foligno-Villabiagio
Gavorrano-Vivi Altotevere Sansepolcro
Gualdo Casacastalda-Sporting Trestina
Olimpia Colligiana-Robur Siena
Poggibonsi-Voluntas Spoleto
San Giovanni Valdarno- Bastia
Riposa:Pianese
 

Fonte: Fedelissimo online

Mages
 
Robur Siena-Ponsacco arbitra Gualtieri

La partita Robur Siena-Ponsacco in programma domenica 26 ottobre alle ore 14.30 sarà diretta dal sig. Claudio Gualtieri della sezione di Asti. Gli assistenti saranno Elpidio Capasso della sezione di Piacenza e Vittorio Pappalardo della sezione di Parma.


Fonte: Fedelissimo online

Vassoi di Nello
 
L'editoriale di Antonio Gigli

Manca una punta, manca un regista, o va bene così? Il dilemma non si è sciolto nemmeno dopo il pari di Piancastagnaio.  Se la Robur ha finito all’attacco, rischiando addirittura di vincere, è anche vero che il primo tempo ha messo in campo un atteggiamento abbastanza timido, con pochi affondi da ricordare. Una volta subita la rete, invece, è venuta fuori la rabbia ma anche la qualità dei bianconeri. Dove sta il problema, per ora, non si può sapere, positivo è senz’altro il fatto che la società non sta a guardare e ha in prova dei giocatori interessanti tra i quali un attaccante brasiliano di valore. La nostra passione e la nostra storia degli ultimi dieci anni impongono scelte che in altre situazioni non sarebbero state necessarie. La volontà di risalire è di tutti, per primi i tifosi e quindi è logico che ad ogni, seppur piccolo, passo falso, si lasci da parte la pazienza e si voglia quel qualcosa in più.

Detto questo, però, l’ambiente e la situazione sono calmi e così devono rimanere. Il momento è cruciale e ragionare è importante, il tempo per risalire c’è tutto, chiediamo miglioramenti ma al tempo stesso cerchiamo di stare tranquilli. Abbiamo davanti tre partite per poter lanciarsi nei piani altissimi, dobbiamo sfruttarle senza perdere la testa, in campo e fuori.

La trasferta amiatina, qualora ce ne fosse stato bisogno, ha confermato la grandezza, sotto tutti i punti di vista, della nostra tifoseria.  Mille persone hanno riempito l’impianto pianese, senza nessun incidente, neppure nei momenti difficili di una gara arbitrata in maniera a dir poco discutibile. Abbiamo rivisto allo stadio famiglie intere, uomini e donne di tutte le età, bambini, gruppi di contrada, accomunati solo dalla passione per la nostra squadra e dalla voglia di stare insieme. Come sono lontani i tempi delle vetrine, dell’esserci per forza, magari per tifare Inter o Milan, della necessità di farsi vedere, dell’importanza di far parte dei super vip! Torneremo grandi, ne siamo certi, e ci torneremo anche ripuliti da tanto fango e falso amore.

Forza Robur!!!

Antonio Gigli

Fonte: Fedelissimo Online

  

CorsiFotografiaSiena
 
Banca Cras
 
CorsiFotografiaSiena
 
Online IL FEDELISSIMO di Robur Siena-Ponsacco

Domenica in occasione di Robur Siena-Ponsacco sarà in distribuzione a tutti gli ingressi dello stadio il numero 663 de Il Fedelissimo. In questo numero oltre all'editoriale del direttore Nicola Natili, articoli di Antonio Gigli, Damiano Naldi, Filippo Tozzi, Francesco Zanibelli e Jacopo Rossi. Interviste esclusive all'attaccante di Robur Siena Lorenzo Crocetti ed all'ex bomber bianconero Massimo Maccarone.

Fonte: Fedelissimo online

Mages
 
Morgia: Stiamo crescendo grazie al lavoro e alla convinzione

Il lavoro e la serenità: Massimo Morgia batte lì. Per il mister è con l'impegno e con la convinzione che arriveranno i risultati. Perché la sua Robur sta crescendo, gioca bene e ha qualità. Ciò che le manca è qualche punto in più in classifica...
Come procede la preparazione a Siena-Ponsacco?
“Nel test di oggi ho voluto mettere minuti sulle gambe a chi non gioca con continuità come Giovanelli e Russo. Ho voluto testare i ragazzi che vedo meno. E anche i quattro arrivati in settimana. Non li definirei nuovi perché, come ho già detto più volte sono soddisfattissimo del gruppo che ho attualmente a disposizione. E sarebbe comunque ingiusto esprimere un'opinione su dei giovani, due proprio ragazzini, che ho visto all'opera solo qualche ora. Se da qui a dicembre arriverà qualcuno che può darci una mano è il benvenuto. Ma al momento è possibile tesserare solo svincolati e noi abbiamo bisogno di gente che conosca la categoria e sia in condizione. Senza dimenticare che siamo in attesa del recupero di Vergassola e di Redi”.
Come sta la squadra mentalmente, dopo tante buone prestazioni senza il risultato pieno?
“Conosco bene il calcio e so che se una squadra ha qualità e gioca bene, alla fine arrivano anche le vittorie. Chiunque affrontiamo ci definisce la squadra candidata alla promozione, ci fanno tutti i complimenti. Creiamo tanto e se non basta dovremo imparare a creare ancora di più. Non conosco altra soluzione che il lavoro. E noi lavoriamo tanto. Stiamo crescendo e se ci manca qualcosa è qualche punto in più in classifica. Anche se ne abbiamo fatti di più rispetto alle aspettative iniziali. Non riesco a trovare un lato negativo a questo nostro percorso che è appena iniziato: il campionato è ancora lungo”.
Il Ponsacco?
“Avversario forte, attrezzato, che già da diverse stagioni punta alla promozione. Mi auguro che vengano a Siena per affrontarci a viso aperto, visto che ancora non lo ha fatto nessuno. Ne dubito, ma spero che sia una bella partita. Noi dovremo affrontare la sfida senza ansia, paura o pressioni. Io personalmente non le avverto, perché con un pubblico come il nostro è proprio difficile parlare di pressioni. In ogni caso dovremo scendere in campo consapevoli della nostra forza”.

La squalifica?
“Sono sereno: ho una squadra, anzi una squadriglia di grandi collaboratori”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line

Banca Cras
 
Riva: Vogliamo regalare una gioia ai nostri tifosi

“Vogliamo regalare una gioia ai nostri tifosi”: Riccardo Riva, al termine del test con l'Asta Taverne, non fa troppi giri di parole. “Non vinciamo da un mese e contro il Ponsacco vogliamo i tre punti – afferma il centrocampista -. Non sarà facile, contro un avversario ben attrezzato, ma stiamo preparando la partita da martedì, con l'intensità di sempre: nelle ultime uscite la prestazione non è mai venuta meno, anche se dobbiamo imparare a essere più cinici sotto porta. Tutti, non soltanto gli attaccanti. Loro stanno bene e sono certo che una volta sbloccati non si fermeranno più”. “La squadra è comunque tranquilla – ha aggiunto il bianconero -, ciò che ci manca sono tre o quattro punti in più in classifica: contro il Poggibonsi e la Pianese meritavamo di vincere per quello che ha fatto vedere il campo. Io con Zane? Sappiamo che in serie D ci sono delle regole da rispettare ed è il mister che deve compiere la scelta più opportuna”. (Angela Gorellini)

Fonte. Fedelissimo on line

Vassoi di Nello
 
Robur Siena-Asta taverne 4-2

Dopo l'allenamento della mattina oggi pomeriggio si è svolta la programmata partita di allenamento con l'Asta Taverne. Hanno riposato Varutti, Titone, Nocentini, Minincleri e Collacchioni. Assente cason colpito da sindrome influenzale. Vergassola e Redi proseguono le terapie di recupero.
Queste formazioni
Robur Siena : Fontanelli, Mileto, Pasaric, Giovanelli, Silvestri, Rascaroli, Russo, Zane, Crocetti, Riva, Santoni.
Ne secondo tempo sono entrati: Viola, Presicci, Ciffarelli, Olle Olle, Machado, Ceccuzzi, Diomande, Vianello, Mucci.
Allenatore Massimo morgia
Asta Taverne: Bindi,Del Prato,DelBuono; Cosimi, Principi, Dangelo; Fusco, Cerretani, Acerra, Sprugnoli, Ballerini.
Nel secondo tempo sono entrati: Anselmi, Baccani, Imparato, Lazzeretti, Campisi, Mazza, Mensini, Casini. Allenatore Santini Gabriele
Arbitro : Guazzini (Siena)
Marcatori: 15' Crocetti (S), 17 Cosimi (T), 23 Santoni (S), 38 Crocetti (S), 42' Santoni (SI), 78' Campisi (T)

Fonte: Fedelissimo online

Mages
 
Siena Club Fedelissimi partner di Win Toto

Il Siena Club Fedelissimi ha stretto un rapporto di collaborazione con Win Toto il sito di scommesse con le migliori quote. La sede del club è anche un punto di ricarica dove, in orario di apertura, ci si potrà rivolgere per registrarsi al sito e ricaricare il conto per poter scommettere online sul sito www.wintoto.it

Siena Club Fedelissimi

Osteria del Buon Governo
 
Media Partners
Radio Siena
Siena TV
Il Cittadino Online
Sport Siena
Vuoto
Simone Vergassola
Siena News
ARE
Ok Siena
Canale 3 Toscana
SienaFree
Vuoto