Immobiliare Brogi
Grassi
Ricci Bus
Nuovo Centro tecnico Rossi
Auto Europa Siena
CLEAN ACCCENT
Ricci Bus
Main Sponsor
  • (+39) 0577 236677
  • fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

NEWS

Minincleri: "Ho voluto fortemente Siena"
Simone Minincleri, autore del gol del 3-0 ha parlato dopo la gara. Ecco le sue parole:   Le impressioni sono molto belle e dico che sta nascendo un bel gruppo. Il mister già lo conoscevo e forse sono avvantaggiato perché so cosa vuole e cosa pretende dagli attaccanti, che devono essere i primi difensori nella fase di non possesso. Sono contento di essere arrivato a Siena e vedo che sta nascendo qualcosa ad importante: adesso dobbiamo amalgamarci prima possibile essendo partiti dopo E  portare in campo quanto ci chiede il mister, rimanendo compatti nei momenti difficili quando arriveranno. Il mister è stato fondamentale e nella mia scelta. Ho parlato anche col direttore e ho capito che c'è un bel progetto. Poi Siena non è al di meno di Padova: negli ultimi anni è stata nel calcio che conta ed è una piazza importante. Sono super contento di essere venuto: il mister ha avuto un ruolo importante, ma la scelta l'ho fatta io e spero questa sia stata quella giusta. Col Padova? Avevo trovato un accordo prima che il Siena ripartisse. Se le cose fossero state in ballo avrei scelto Siena anche perché, come detto, conoscevo il mister. Col passare dei giorni mi sentivo con lui, col suo staff e alcuni compagni dell'anno scorso e dentro di me nasceva la voglia di venire a Siena. Ero carico e pieno di entusiasmo e alla fine è prevalsa la mia volontà. Non era facile venire via da Padova, ma l'ho voluto fortemente e sono felice di esser qui. Il ruolo? Esterno d'attacco, ma posso giocare anche nel nel mezzo al campo. Ma dove il mister mi dice di giocare io dò il 100%. I rigori? C'è da migliorare, così come tutti dobbiamo crescere sotto l'aspetto del gioco, impegnandoci durante gli allenamenti e facendo ciò che ci chiede il mister.     Fonte: Fedelissimo Online  
Tabaccheria la radica
 
Vergassola: "Dobbiamo ancora lavorare molto, ma domenica vogliamo far bene"
Siamo in una nuova realtà, con squadra e mister nuovo. Ma quando ho accettato sapevo che sarei andato in un ambiente e in un campionato diverso. Ma c'era la voglia di esser a disposizione e di portare esperienza oltre che quel legame che ho con la città. Oggi è stata la prima gara dopo pochi allenamenti insieme e mi sembra che abbiamo fatto buone cose. Poi c'è ancora da lavorare, ma siamo qui per questo, per migliorarci e far meglio provando a diventare una squadra. Domenica cominciano le partite che contano, cercheremo di farci trovar pronti e di far bene nella prima gara davanti ai tifosi. Per questo ci ancor sarà più voglia per il primo impatto con il pubblico e la prima gara in competizioni ufficiali. noi stiamo lavorando, ci vorrà pazienza, ma i presupposti per far bene ci sono. Noi siamo a disposizione del mister che ha le idee chiare ed è un uomo di calcio che sa cosa fare.   Fonte: Fedelissimo Online

 
Tabaccheria la radica
 
Morgia: "Visto cose buone, ma ci che conta il campionato"
Ecco le parole del tecnico bianconero dopo l'amichevole di questo pomeriggio:   "Siamo in netto ritardo e nei giorni di allenamento ho fatto più il selezionatore che l'allenatore, dovendo provare e vedere calciatori, e tenendo conto che qualcuno  aveva già fatto la preparazione e altri no. Oggi volevo veder il giusto spirito e  il giusto approccio mentale: sotto questi aspetti tutti quello che ho schierato hanno risposto bene, si sono sacrificati e questa è la cosa fondamentale. Parlando del gioco qualche giocata l'abbiamo fatta, ma ancora non abbiamo nè gambe nè tempi per poterlo fare con continuità.  Il modulo? È il mio modo di veder calcio: abbiamo fatto bene, un buon palleggio, senza tirare pallonate in avanti. Abbiamo ogni tanto forzato le giocate, quando invece preferirei rallentare e aspettar il momento giusto. Avevo chiesto di far bene in fase di non possesso, pressando alti e anche se giocavamo con una squadra di categoria inferiore volevo tenerli lì in maniera costante. Dobbiamo imparare a farlo bene, consapevoli che attaccare le squadre nella propria metà campo è un'arma a doppio taglio, anche se di solito le mie squadre ci riescono e spero sia così anche quest'anno. Questa squadra mi sembra abbia valori tecnici e morali importanti, giusti per interpretare il calcio che io voglio. Domenica si comincia a fare sul serio, anche se il traguardo che conta è il campionato. Affronteremo la coppa con 45 minuti nelle gambe a differenza di altre che hanno già fatto il loro percorso. Cederemo sotto il piano fisico, ma non cerco attenuanti e nè il Siena le deve cercare: dobbiamo provare a far noi sempre la partita, imporre il gioco e dimostrare che vogliamo essere protagonisti. Metteremo in campo il nostro cuore e il nostro coraggio, cose che chiedo sempre alle mie s squadre. E sotto questo aspetto mi sento di dire che non tradiremo mai".   Fonte: Fedelissimo Online

 
Solar Calor
 
Badia Agnano-Siena: 0-3

Finisce 3-0 per la Robur il test di Badia Agnano. I gol portano la firma di Titojne al 25', Crocetti al 33' e Minincleri al 62'. Buone indicazioni dal reparto avanzato, sia nella prima che nella seconda frazione, con tutti gli uomini schierati da Morgia che si sono mossi bene.

Calcio di rigore per la Robur per fallo di mano: dal dischetto Minicleri si fa parare la conclusione dal portiere avversario. Ancora 3-0.

Robur che cerca di tenere alti i ritmi della gara. Buona occasione per Minncleri che calcia a lato. In avanti buone le combinazioni tra Mucci, Minincleri e Santon.

Terzo gol della Robur: a metterlo a segno è Minicleri, che porta così il risultato sul 3-0.

Nuova formazione per la Robur nella ripresa, sempre con 3-4-3: Biagiotti; Cason, Mileto, Varutti; Varricchio, Diomande, Riva, Galasso; Santoni, Mucci, Minincleri. 

Si è concluso 2-0 per la Robur il primo tempo dell'amichevole di Badia Agnano. Gol al 25' di Titone, raddoppio di Crocetti al 33'.

Due a zero per la Robur: assist di Titone che trova sul secondo palo Crocetti il quale mette dentro da due passi.

Il primo gol della Robur Siena è firmato da Mario Titone: l'attaccante bianconero controlla bene un lancio da dietro e con il sinistro mette alle spalle del portiere avversario.

Prima grande occasione per la Robur, con Redi che dopo aver saltato il portiere si vede repsingere la botta a colpo sicuro. Ancora 0-0.

Le quote scelte da Morgia sono il portiere Viola, i due esterni di centrocampo Silvestri e Rascaroli e Redi. In questi ruoli, probabilmente anche durante l'anno giocheranno i 4 giovani.

Si parte a Badia Agnano: Robur in maglia nera, la tenuta da allenamento. I locali in tenuta giallorossa.

 

Fonte: Fedelissimo Online

 

Banca Cras
 
Badia Agnano-Siena, le formazioni

È tutto pronto per la prima uscita stagionale della Robur, queste le formazioni:

Robur Siena 1 tempo : Viola, Nocentini, Giovannelli, Collacchioni; Rascaroli, Vergassola, Zane, Silvestri; Redi, Crocetti, Titone.
Robur Siena 2 tempo : Biagiotti; Cason, Mileto, Varutti; Varricchio, Diamondè, Riva, Galasso; Santoni, Mucci, Minincleri.
Badia Agnano: Noferi,Tanganelli,Boncompagni,SerrapicaPeruzzi,Marziali,Rossi (22° st Migliorini)Aguzzi,Rinaldi,Erpici,Tassini.
Arbitro: Guazzini di Bucine. Assistenti: Giannini,Sbardellati
Reti: Titone al 25', Creocetti al 33', ininckeri 62'
Spettatori: 200 quasi tutti di Siena
Fonte: Fedelissimo online

Banca Cras
 
Questa sera esordio per Robur Siena. Info sul sito e foto della partita

La squadra si è allenata regolarmente questa mattina a Rosia e nel pomeriggio partirà per Badia Agnano dove alle ore 17 incontrerà la locale formazione che milita in prima categoria.
Per i tifosi che vorranno assistere alla prima uscita dei bianconeri ricordiamo che Badia Agnano si trova dopo Ambra.
Sul sito si potranno seguire aggiornamenti in tempo reale ed in serata tutte le foto della partita

Fonte: Fedelissimo online

Vuoto
 
Con il Poggibonsi il Lega Pro, lo Scandicci nel girone della Robur

È caos ripescaggi: tante le squadre che lo hanno presentato per essere ammesse alla B, altrettante coloro che sperano di far parte della Lega Pro 2014-15. Per tale ragione, una nuova squadra sarà ripescata in D. Considerato che in Lega Pro dovrebbe esser ripescato il Poggibonsi (Arzanese, Delta Porto Tolle, Correggese e Akragas hanno chiesto la deroga, che la Figc non può concedere, mentre i giallorossi sembrano aver provveduto  alla mancanza dell'impianto di videosorveglianza) una nuova squadra sarà inserita nel girone della Robur. In serie D, guardando le graduatorie, risalirà il Sondrio, che finirà in un girone del nord Italia. Nel gruppo E dovrebbe tornare lo Scandicci, attualmente nel girone D. 

Fonte: Fedelissimo Online

Tabaccheria la radica
 
Ciaoticket la nuova biglietteria di Robur Siena. Punti vendita e online

Sarà Ciaoticket (www.ciaotickets.com) la nuova società che gestirà per conto di Robur Siena la biglietteria e gli abbonamenti compreso il settore ospiti.
Per ora a Siena sono attivi questi punti vendita autorizzati:

TABACCHERIA NARGHILÈ
Via Aretina, 6
53100 Siena (SI)
0577 285307

TABACCHERIA IL CHIASSO LARGO
Via Rinaldini, 7/9
53100 Siena (SI)
0577 40136

A breve sarà attivo anche:
SIENA CLUB FEDELISSIMI
Via Mencatttelli, 11
53100 Siena (SI)
0577 236677

E' attiva anche la vendita online collegandosi al sito:
http://ciaotickets.artacom.it/biglietteria/cercaPostiPub.do?idEvento=19069

Fonte: Fedelissimo online

Solar Calor
 
Prevendita Robur-Siena-San Donato Tavarnelle. Punti vendita e prezzi

La Ssd Robur Siena comunica che sono in vendita i biglietti per la gara di Coppa Italia Robur Siena-San Donato Tavarnelle in programma domenica 24 agosto 2014 alle ore 16. Come si legge dai prezzi sono attivi i settori di Tribuna, Curva Robur e settore ospiti

Al momento i tagliandi sono in vendita presso: 
- Tabaccheria Chiasso Largo via Rinaldini 7/9 Siena tel 0577 282162
- Tabaccheria Narghilè Via Aretina 6 Siena tel 0577 285307

I prezzi:

Tribuna Nannini non numerata
Intero € 25
Over 65  € 15
Donna  € 15
Ragazzi fino a 18 anni  € 5

Curva Robur
Intero € 10
Over 65 € 5
Donna € 5
Ragazzi fino a 18  € 1

Settore ospiti
Intero € 15
Over 65 € 10
Donna € 10
Ragazzi fino a 18 anni  € 5

E' attiva anche la vendita online collegandosi al sito:
http://ciaotickets.artacom.it/biglietteria/cercaPostiPub.do?idEvento=19069

Fonte: Fedelissimo Online

Banca Cras
 
Gazzetta: Il mercato della serie B e Lega Pro

Tutto fatto per Minala al Bari: il centrocampista camerunese arriva in prestito dalla Lazio. Il Modena ha preso il centrocampista Memushaj (ex Carpi) in prestito dal Lecce, che ha prolungato sino al 2016 il contratto dell’albanese. Il Lanciano ufficializza Monachello e Pinato. La Juventus è orientata a mandare Buchel un altro anno da Baroni, anche in prestito gratuito, ma il Pescara dovrà accollarsi l’ingaggio e sperare di anticipare il Cesena e Perugia. Saltato Fornasier, il Pescara potrebbe puntare su Papp (Chievo). Da Verona potrebbe arrivare anche Finazzi, ex Brescia. Il Bologna marca stretto Nico Lopez (Udinese), tiene monitorato il giovane Donis (Juve) e rimane in stand by per Manfredini (Sassuolo). L’Entella ufficializza Lewandoski, terzino del Pogon Stettino. 

Lega Pro Dopo aver preso Crescenzi dalla Lazio, altro colpo della Reggina, che chiude per Roberto Insigne dal Napoli (era a Perugia). Doppietta per il Grosseto: Gambino (ex Trapani) e Massimo (Avellino). Miglietta risolve con la Spal e va a Novara. Bocchetti dal Pescara alla Paganese, che sta per chiudere anche con Altinier (Como) e Cancelloni (Parma). La Casertana è a un passo da Plasmati, svincolato dal Siena. Ufficiale Degeri dalla Cremonese alla Lucchese. L’Ascoli cede a titolo definitivo Rosania al Pordenone, mentre il Perugia dà in prestito Zanchi (ex Reggina) al Tuttocuoio. Il Savoia prende il portiere Gragnaniello, il difensore Checcucci (Nova Gorica) e sta per chiudere con il centrocampista Gallo. Il Foggia sta cercando di avere Potenza (ex Modena). L’Aversa Normanna su Massimo (Torres) e vicina a Perna (Arzanese). Il Frosinone cede in prestito la punta centrale Regolanti al Gubbio. Gammone verso la Juve Stabia. Il Cosenza chiude per Sperotto (Carpi). L’ imprenditore Ugo Mastropietro è il nuovo d.g. dell’ Aquila. 

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Vuoto
 
Vuoto
 
Solar Calor
 
Alla scoperta della serie D. Massese

La prima partita giocata a Massa risale al 15 febbraio 1914, quando in Piazza d’ Armi la “Società Sportiva Forza e Coraggio F.B.C.” incontrò lo “Sporting Club di Querceta”.

Il 29 Marzo 1915 la “S.S. Forza e Coraggio” cambiò nome in Massa Football Club” e poco tempo dopo la sua nascita ci fù una crisi a livello gestionale, i giocatori erano in sovrannumero tanto da portare ad una scissione della società: nacquero cosi la “S.S. Pro Massa” e la “U.S. Massese”.

Il primo derby ci fu il 5 Aprile 1915 quando la S.S. Pro Massa incontrò la Polisportiva Carrarese. La storia delle due società continua senza esiti positivi fino al riposo forzato al quale la Prima Guerra Mondiale costringerà fino al 1919.

Nasce, alla fine della guerra, la “S.S. Juventus Massa” che, con i colori bianco e verde, inizia la sua attività ufficiale disputando sei campionati fino a quando nel 1926 viene radiata dai ranghi federali per incidenti verificatosi nella partita con il Pietrasanta.

Arrivando ad un compromesso, con l’ acquisizione di una percentuale sugli incassi da parte dell’ amministrazione fascista, la città trovò nuovamente il suo stadio. Ma di li a poco, un’ altra sospensione forzata a causa dell Seconda Guerra Mondiale vedrà l’ ennesima fine di una squadra cittadina, per poi assistere alla nascita di una nuova società calcistica nel 1945.

Si tratta dell’ “Unione Sportiva Massese Juventus 1919” in omaggio alla precedente S.S. Juventus Massa fondata nel 1919, che indossava la maglia bianco nera.

Gli anni passano e la giovane società calcistica cresce e dà ottimi risultati, in serie C nella stagione 1946/47 sfiora la promozione nella serie superiore e quella formazione fù definita da tutti la più forte di sempre, tanto da far cantare cosi la tifoseria: “Olio, olio minerale, per vincere la Massese ci vuol la Nazionale”.

I migliori elementi vengono ceduti alle toscane di A e questa fuga di talenti determina un passo all’ indietro di categoria agli inizi degli anni ’50.

E' con la stagione 1964/65 che i massesi si riaffacciano in serie C dove rimangono fino alla storica promozione in B del 1969.
La permanenza in B durò poco per una serie di errori dovuti soprattutto all'inesperienza dell'ambiente. L'anno seguente alla retrocessione, la società tentò invano di ritornare nella cadetteria, ma le ambizioni di pronta risalita svanirono quasi subito. Di nuovo nella serie inferiore, la formazione si avvicenderà più volte tra alti e bassi fino ad arrivare alla Serie C1.

Il 12 agosto 2008 il T.A.R. sancisce l'esclusione della Massese dal campionato di Serie C1, spingendo di nuovo il sodalizio bianconero nei dilettanti della Serie D.

La nuova stagione inizia tra grandi difficoltà tecniche e di preparazione e così la formazione bianco-nera riesce a totalizzare appena 3 punti nell'intero girone d'andata rendendo praticamente impossibile la permanenza in categoria, retrocedendo così con diversi turni d'anticipo in Eccellenza realizzando soli 3 punti dovuti a 4 punti di penalità.

La FIGC ha assegnato nel 2009 alla S.S.D. Massese il titolo sportivo della fallita.
Nella stagione 2009-10 la Massese si qualifica per i play-off per tornare in Serie D ma perde con il camaiore

La Massese nella stagione 2010-11 in Eccellenza Toscana arriva seconda in classifica alle spalle della capolista Pistoiese, nei play off affronta i versiliesi del Pietrasanta Marina ma non riesce ad essere promossa

Nell'Eccellenza Toscana 2011-2012 giunge terza in classifica (a causa di una penalità, dopo aver chiuso al secondo posto come punti conquistati sul campo). Riesce poi a vincere i play-off del girone A; la Massese torna in Serie D dopo tre anni.

Nella Serie D 2013-2014 la Massese arriva terza nel girone D dietro a Lucchese e Correggese

Organigramma:
Presidente: Giorgio Turba
Vice presidente: Roberto Mussi (direttore tecnico)
Vice presidente: Andrea Barotti (logistica)
Coordinatore generale: Andrea Radicchi
Amministratore delegato: Franco Pierucci
Addetto stampa: Francesco Battistini
Segretario generale: Lorenzo Ballero
Marketing: Gianfranco Garavaglia
Sito internet: www.ssdmassese.it

Stadio degli Oliveti
Lo stadio degli "Oliveti" di Massa  è di proprietà della locale amministrazione comunale. Costruito nel 1965 è situato nella omonima strada ad un altezza di 65 mt. s.l.m. ed era originariamente in grado di ospitare 11.500 spettatori. Il terreno di gioco, in erba naturale, misura 105x68 mt. Recentemente è stato oggetto di una parziale ristrutturazione che ha contemplato il rifacimento della parte superiore della tribuna, con il posizionamento di seggiolini in plastica, e l'innalzamento delle due curve, mediante il montaggio di strutture metalliche che hanno consentito un miglioramento della visibilità. Restano non agibili la parte coperta della tribuna e la gradinata.

Staff Tenico
allenatore: Andrea Danesi
Vice allenatore: Giorgio Cricca
Preparatore atletico: Fernando Cipollini
Preparatore dei portieri: Giampaolo Pinna
Massaggiatore: Guido Zeni
Medico sociale: Stefano Gianni
Team Manager: Umberto Balloni

Rosa prima squadra

Portieri:
Marco Barsottini 1997
Mattia Mussi 1997
Duccio Torre 1997
Gianluigi Cima 1997

Difensori:
Dario Milianti 1983
Tiberio Parenti 1990
Andrea Perinelli 1995
Fabrizio Anedda 1995
Gianmatteo Zambarda 1993
Giacomo Bugliani 1992
Andrea Giovanni Pagliasso 1996

Centrocampisti:
Alessio Cargiolli 1989
Federico Tamberi 1987
Matteo Remorini 1994
Giacomo Rosaia 1993
Giacomo Cinquini 1995
Nicola Campinoti 1992
Marco Ferrante 1995
Leonardo Crafa 1991

Attaccanti:
Simone Del Nero 1981
Paolo Fusco 1984
Elia Angeli 1995
Marco Ceccarelli 1997

Fonte: Fedelissimo online

Banca Cras
 
Alla scoperta della serie D. Gavorrano

L'Unione Sportiva Gavorrano, nasce nel 1930 per volontà della Società Montecatini, la quale gestiva a Gavorrano, la più importante miniera di pirite d'Europa.

Anche il campo sportivo venne costruito dalla Soc. Montecatini in località Filare di Gavorrano e dopo alcuni anni fu trasferito a Bagno di Gavorrano dove risiede tutt'ora.

La Società Montecatini si impegnò subito per formare una squadra competitiva a livello provinciale e successivamente in quello regionale.

Subito dopo la II guerra mondiale, l'U.S.Gavorrano partecipava al campionato di 1ª divisione e successivamente per alcuni anni in «promozione», è da ricordare che in quegli anni, dopo la serie 'C' vi erano solamente queste categorie.

Si giunge tra alti e bassi e conoscendo anche la terza categoria alla fine degli anni 90, dove un gruppo di sportivi eletti dall'assemblea dei soci decide di impegnarsi nella rinascita della Società.

Viene cercato uno sponsor nella persona dell'Ing. Luigi Mansi Presidente della Società Nuova Solmine con sede in Scarlino.

Immediatamente, con il binomio volontariato + sponsor viene formulato un programma triennale e dall'anno 99/00 inizia la scalata della squadra ai vertici importanti del calcio dilettantistico.

Nel 99/00 la Società vince lo spareggio delle seconde contro l'Alba Carraia (PO) e sale in prima categoria nel 2001/2002 vince la coppa Toscana di 1ª Categoria (prima squadra grossetana a vincere la prestigiosa coppa) ed acquisisce il diritto a partecipare l'anno successivo al campionato di Promozione.

Nel 2004/2005 vince il campionato di Promozione e passa a quello di Eccellenza e storia recente, nell'anno 2006/07 vince il campionato di eccellenza e per la prima volta nella sua lunga storia passa in serie D.
Nella stagione 2008-2009 la squadra maremmana conclude la stagione al terzo posto e partecipa per la prima volta ai play-off

Nella stagione 2009-2010, la squadra allenata da Lamberto Magrini si impone così al primo posto, e conclude il campionato a quota 62 punti, distaccando la seconda classificata, il Guidonia, di cinque punti. Il Gavorrano, con la promozione in Lega Pro Seconda Divisione, per la prima volta in ottanta anni, abbandona i dilettanti per approdare nei professionisti.

Dopo qualche problematica che fa rischiare al Gavorrano di non iscriversi al primo campionato professionistico della sua storia, per problemi inerenti soprattutto la questione stadio, in quanto l'impianto di Bagno non risultava a norma. La questione stadio si è risolta giocando le partite casalinghe allo stadio di Venturina (LI), fino alla fine dei lavori di adeguamento del Malservisi, in quanto l'unico stadio a norma in provincia, quello di Grosseto, non è stato possibile da utilizzare per il dissenso del presidente della squadra grossetana Piero Camilli. Nonostante le difficoltà la squadra raggiunge una tranquilla salvezza classificandosi al 10 posto. Dopo la riforma della Lega Pro Seconda Divisione e la riduzione a soli due gironi, il Gavorrano viene inserito nel girone meridionale: è l'unica toscana del campionato. La stagione 2011-2012 per i rossoblù inizia comunque bene e dopo dodici giornate la squadra si trova al sesto posto con 20 punti. Da lì in poi arrivano però quattro sconfitte consecutive che inducono la società, il 17 novembre, a esonerare Pagliuca e a ingaggiare l'ex-calciatore Renato Buso. Nel girone di ritorno il Gavorrano lotta costantemente per i play-off, ma viene scavalcato nelle ultime giornate dalla Paganese. La squadra grossetana termina il campionato al settimo posto con 62 punti, il migliore attacco dell'intero campionato (69 gol fatti) e con il bomber Giordano Fioretti capocannoniere di tutta la Lega Pro, con 33 reti in 39 partite disputate.

Nel campionato 2012-13 il Gavorrano, dopo un inizio esaltante che vide la squadra mineraria piazzarsi anche in zona play-off, subisce diverse sconfitte consecutive che rendono il girone di ritorno particolarmente ostico, tanto da arrivare ad esonerare l'allenatore Buso dopo il pesante rovescio interno contro il Borgo a Buggiano. Gli subentra l'esperto Corrado Orrico che riesce a portare il Gavorrano ai play-out soltanto all'ultima giornata. Al primo round i grossetani sfidano l'HinterReggio e grazie ad una vittoria casalinga per 2-1 e un pareggio per 2-2 in Calabria i grossetani accedono alla finale play-out contro il Rimini. Il pesante 0-3 interno della sfida d'andata e l'1-2 subito al ritorno in terra romagnola condannano il club alla retrocessione, ma in estate la FIGC premia la solidità finanziaria della società accordandole il ripescaggio.

Organigramma:
Presidente: Paolo Balloni
Vice Presidenti: Luigi Mansi
Amministratore delegato: Enio Biagetti
Direttore generale: Filippo Vetrini
Segretario: Paolo Macii
Cassiere: Marcello Cavicchioli
Addetto stampa: Annalisa Grazioli
Responsabile settore giovanile: Stefano Borgianni
Segretario settore giovanile: Marcello Cavicchioli
Stadio: Romeo Malservisi (2.000 posti) a Bagno di Gavorrano
Sito internet: www.usgavorrano.it
Sponsor: Gruppo Solmine

Staff Tecnico
Allenatore: Cacitti Marco
Allenatore in seconda: Biagetti Giulio
Preparatore dei portieri: Callai Federico
Preparatore atletico: Magnani Antonio
Massaggiatore: Rossi Massimo
Medico sociale: dott. Balestracci Tommaso
Team manager: Sartori Mauro

La squadra è stata presentata nella piazza di Gavorrano martedì 18 agosto dal patron Luigi Mansi, padre di Antonella ex presidente della Fondazione MPS

Rosa prima squadra:

Abibi Alessio (portiere)
Aiazzi Gianni (difensore)
Arcamone Angelo (attaccante)
Cagneschi Simone (centrocampista)
Capone Alessandro (difensore)
Carminucci Andrea (difensore)
Colorno Lorenzo (difensore)
Cretella Riccardo (centrocampista)
Esmaeilikahriz Mohammad (difensore)
Fasano Gianluca (difensore)
Gentili Simon (centrocampista)
Giordano Carmine (centrocampista)
Lombardi Angelo (attaccante)
Mattia Flavio (centrocampista)
Periccioli Alessio (centrocampista)
Petri Giacomo (attaccante)
Guitto Roberto (centrocampista)
Ferreira Augusto (difensore)
Scozzafava Jacopo (difensore)
Tarantino Nazzareno (attaccante)
Tosoni Andrea (difensore)
Zaccaria Simone (centrocampista)
Zaccariello Antonio (centrocampista)
Zizzari Francesco (cap.) (attaccante)

Fonte: Fedelissimo online

CorsiFotografiaSiena
 
Garofalo al Novara

Agostino Garofalo svincolatosi dall'AC Siena si è accordato con il Novara. Il giocatore ha firmato un biennale con la squadra piemontese.

Fonte: Fedelissimo online

Vuoto
 
Uno sguardo alla rosa bianconera...

Domani la nuova Robur Siena scenderà per la prima volta in campo, con Morgia che presumibilmente proverà la squadra che domenica esordirà in competizioni ufficiali, affrontando il San Donato Tavarnelle. Ma chi scenderà in campo?

Andando per reparti partiamo da portieri, dove Morgia ha chiaramente espresso la volontà di far giocare una delle 4 quote: fin dal primo giorno lavora con la squadra Tommaso Biagiotti, classe ’98, fino all’anno scorso negli Allievi Nazionali dell’Ac Siena. Assieme a lui, da qualche giorno, si allenano Andrea Fontanelli classe 1996, cresciuto nell’Empoli e lo scorso anno all’Esperia Viareggio e Iacopo Viola, classe 1996 portiere proveniente dal settore giovanile del Milan. Ha invece lasciato Siena Donateo, che nei primi giorni si allenava con la squadra.

Passando alla difesa, Morgia si è avvalso fin da subito del gruppo degli ex Pistoiese. Tra questi Gianluca Nocentini, difensore centrale nato nel 1978, Fabio Varricchio, classe 1995 che, oltre che difensore, può anche giocare nei 4 di centrocampo come esterno destro, Lorenzo Giovannelli, nato nel 1993, lo scorso campionato a Pistoia dopo avere percorso tutta la trafili delle giovanili dell'Atalanta e Lorenzo Collacchioni, classe 1980 che in precedenza aveva firmato per il Porta Romana (Eccellenza) prima di aggregarsi al ritiro di Robur Siena e ritrovare Morgia. Da ieri, si allena a Rosia anche l'ex difensore della primavera del Varese classe '95 Stefano Cason. Oltre a loro, nei primi giorni iniziarono ad allenarsi con i bianconeri Gabriele Ragusa (classe '96) e Mattia Ceccuzzi (classe ‘97).

Venendo al centrocampo, impossibile non partire da Simone Vergassola, che non merita certo ulteriori presentazioni. Oltre a lui, Morgia ha portato da Pistoia Maickal Varutti, centrocampista di sinistra (che può agire anche in difesa) del ’90 e i due ’95 Gianluca Vianello e Niccolò Galasso. Oltre a loro fa parte del gruppo Andrea Rascaroli, centrocampista esterno sinistro può giocare anche come terzino sempre a sinistra, cresciuto nelle giovanili dell'Atalanta prima di passare all’Arezzo a gennaio 2014. Fin dal primo giorno lavora agli ordini di Morgia anche Riccardo Riva, classe 1985, che negli ultimi due anni ha militato nel Chiasso nella Serie B svizzera e in precedenza aveva giocato con Cuneo, Valenzana, Como e Cremonese. Negli ultimi giorni sono arrivati Renato Abazaj centrocampista del 1995 lo scorso anno nel Bassano, Mario Titone, classe 1988, che ha giocato la prima parte dello scorso campionato a Bisceglie per poi concludere l’annata a Matera e Bernardo Masini, centrocampista classe 1992, che in precedenza ha giocato con Gavorrano, Giacomense e Poggibonsi. Inoltre è stato aggregato Nicolas Zane centrocampista classe ’90 Nicolas Zane, ex Tuttocuoio, cresciuto nella Primavera del Padova e che poi ha vestito le maglie di Sangiovannese, Poggibonsi e Gavorrano. Infine troviamo anche l’ex Siena Gabriele Cacchiarelli (classe '96) e, in prova, Roberto Silvestri, classe 1995 e Kader Diomandè, classe '94, entrambi ex Primavera dell’Empoli.

Concludiamo con gli attaccanti, dove probabilmente si lavora per far arrivare una nuova punta centrale. Partiamo da Simone Minincleri attaccante classe 1989 al centro del caso che lo ha portato prima al Padova e poi, da qualche giorno alla Robur Siena. Il calciatore, lo scorso anno con Morgia a Pistoia ha segnato 13 gol in 33 partite. Assieme a lui troviamo Alessandro Viscontini un esterno o seconda punta classe ’93. Nell’ultima stagione ha giocato prima nel Chieti, in C2 e da gennaio nel Nuova Santa Maria della Mole. Inoltre c’è Nicolas Redi, classe ’94, l’anno scorso al Castel Rigone ed ex Primavera bianconera, così come Giovanni Mucci (classe '95). Presenti anche i due giovani del ’97 Francesco Venuto e Eugenio Dinelli. Infine sono con la squadra anche Lorenzo Crocetti classe 1982, (con un passato nelle giovanili viola e in molte squadre di C, oltre che un’esperienza a Lugano), l’anno scorso al San Marino e Stefano Santoni, attaccante classe 1989 ex Bra e Real Vicenza.

Questi i nomi emersi per una certo non facile ricostruzione dell’ipotetica rosa bianconera con alcuni che sicuramente avremo tralasciato. In attesa di nuovi arrivi e nuovi movimenti di mercato.

Fonte. Fedelissimo Online

Banca Cras
 
Agnolin incontra Pubblica Assistenza e Misericordia

Nella giornata odierna il Direttore generale Luigi Agnolin ha incontrato il presidente della pubblica assistenza Vareno Cucini e per la Misericordia il presidente Francesco Rosi, per la Misericordia e il coordinatore Vincenzo Albero. I temi della riunione sono stati quelli del pronto intervento sanitario.

Fonte: Fedelissimo online

CorsiFotografiaSiena
 
Morgia ha concesso mezza giornata di riposo

Questa mattina l'allenatore Maggimo Morgia ha concesso una mattinata di riposo a tutti i giocatorii. Il lavoro sul campo è stato sostituito da una seduta al video dove il tecnico ha fatto vedere un filmato basato su varie situazioni di gioco. Al termine del filmato un gruppo ha lavorato in palestra mentre un altro ha effettuato esercizi di scarico nella piscina di Villa Cennina. Nel pomeriggio è ripresa la normale attività di lavoro e dopo un breve riscaldamento il tecnico ha fatto disputare la consueta partita 11 contro undici dove sono stato prediletto il gioco di sponda.

Fonte: Fedelissimo online

Banca Cras
 
La Colligiana cambia DS

Giacomo Biagi non è più il DS della Colligiana. Prenderà il suo posto Egidio Bicchierai. Biagi lascia per motivi personali che non ha voluto approfondire.

Fonte: Fedelissimo online

Vuoto
 
Niente Siena per Toledo

Sembrava ad un passo dalla Robur Siena l'attaccante, classe '81, Toledo Robson Machado: dopo la recente rescissione con l'Arezzo invece il brasiliano si è aggregato ieri pomeriggio con l'Altovicentino, sempre in serie D.

Fonte: Fedelissimo online

Vuoto
 
Creata la pagina Facebook di Robur Siena

Robur Siena ha creato un pagina Facebook che in attesa del nuovo sito servirà per informare i tifosi bianconeri.

https://www.facebook.com/ssdrobursiena

Fonte: Fedelissimo online

CorsiFotografiaSiena
 
La G. Diamonds vuole il Bologna

La società austriaca G Diamonds di Vienna, che commercia in preziosi e immobili, aveva manifestato interesse a rilevare il Siena.
Adesso si è fatta avanti per comprare il Bologna da Guaraldi ma la trattativa si è subito arenata quando il presidente rosso-blu ha chiesto 10 milioni per venere la società:
La Diamonds in questo caso è rappresentata dal commercialista Stefano Bruni, ex sindaco di Como.

Fonte: Fedelissimo online

CorsiFotografiaSiena
 
L'appello dei Vecchi Ultras per domenica

In occasione del primo impegno ufficiale della nuova Robur Siena i Vecchi Ultras lanciano l'appello a riempire la curva e sostenere la squadra.

“Domenica dimostriamo da subito quanto amiamo la Vecchia Robur e quanto non ce ne frega niente della categoria o dell’orario. Riempiamo la Curva, coloriamola e rombiamo forte! Tornerà una curva vecchia maniera, con tamburi e striscioni, facciamola ruggire! Tutti allo stadio con la sciarpa e bandiere e fuori la voce!”.

Fonte: Fedelissimo online

Banca Cras
 
Serie B: Caos ripescaggi. La graduatoria

La graduatoria Intanto si continuano a fare i conti tra le squadre che sarebbero avvantaggiate utilizzando il comunicato 171/A. La volata si sarebbe stretta a Pisa e Vicenza. Il vantaggio della Juve Stabia (calcolato sulla stagione 2013-14) sarebbe stato annullato dagli altri parametri. Ma la differenza tra i due sarebbe di decimi di punto. Intanto si iniziano a prendere in considerazione altre necessità: la capienza minima dello stadio (10 mila persone, no deroghe) e l’illuminazione di 800 lux. Infine un appunto: il termine ultimo scade alle 13 di lunedì 25, poi a Covisoc e Lega di B servirà un minimo di tempo per valutare le domande. Arrivando in prossimità dell’avvio del campionato. 

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Banca Cras
 
Gazzetta: Il mercato della serie B e Lega Pro

La Pro Vercelli ha ufficializzato l’ingaggio del centrocampista camerunese Matute, svincolato, ex Crotone. La Ternana ha chiuso con l’attaccante senegalese Diop (ex Crotone, ma del Torino), mentre l’Entella ha bloccato il terzino polacco Lewandowski (Pogon Szczecin). 

Trattative Oggi avrebbe dovuto essere il giorno di Fornasier al Pescara: la Sampdoria, però, ha bloccato il trasferimento del giovane difensore. Modesto, svincolato dopo la mancata iscrizione del Padova, si sta allenando con la squadra della sua città: il Crotone. Verrà valutato. Anche il Brescia ha un giocatore in prova: Popovits, ex Paok Salonicco. Il Varese deve vendere prima di acquistare, ma la società continua a pensare a rinforzi per l’attacco: piace Cani (dopo la stagione a Bari è tornato al Catania ed è uno degli obiettivi della Ternana), ma se Forte dovesse approdare al Pescara è pronto lo scambio con Sforzini. Manca l’ufficialità per il passaggio di Pinato al Lanciano (dal Milan). 
Lega Pro Dopo quella di Somma alla Salernitana, salta un’altra panchina in Lega Pro: Cosco ha deciso di lasciare la guida della Torres per «motivi personali» e il suo posto sarà preso da Costantino, ex Vigor Lamezia, che ieri sera era già a Sassari. Oggi è attesa la firma di Garofalo, svincolato dopo il fallimento del Siena, con il Novara: biennale. Colpo del Foggia, che ottiene il sì di Iemmello (ex Pro Vercelli, ma di proprietà dello Spezia). Il Gubbio ha preso in prestito Loviso (ex Cremonese, è del Parma) e sta per tesserare D’Anna (Sorrento). Giornata di arrivi al Martina: Caso dall’Arzanese e Samnick dal Bari; Bleve, Kalombo e Guadalupi dal Lecce; Geria dal Trapani. La Reggiana ha preso dal Latina il centrocampista Maltese, mentre la Cremonese sta per cedere Degeri alla Lucchese (entrambi prestiti). Il Matera, dopo Mercadante, ha ingaggiato dal Bari anche l’esterno di centrocampo Longo (ex Ischia). Oggi firmano per il Pordenone il portiere Maniero e il terzino sinistro Possenti (prestito dalla Reggiana). La Spal ha chiesto Damonte al Novara, Roberto Insigne (Napoli) ha rifiutato il Mantova. 

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Banca Cras
 
Media Partners
Siena News
Radio Siena
Il Cittadino Online
Vuoto
Canale 3 Toscana
Siena TV
Vuoto
Sport Siena
Ok Siena
ARE
SienaFree
Simone Vergassola