Ricci Bus
CLEAN ACCCENT
CLEAN ACCCENT
Main Sponsor
  • (+39) 0577 236677
  • fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

NEWS

Con un comunicato ufficiale apparso sul sito ufficiale, la Pianese ASD, militante in serie D, ha annunciato di aver acquisito in prestito, il cartellino del giovane Gian Marco Ravanelli, centrocampista centrale classe 1999 che nell’ultima stagione ha giocato nella Berretti bianconera.  Il giovane è nipote dell’ex juventino Fabrizio.

Fonte: FOL

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Ieri è ufficilmente saltata la trattativa per la cessione dell'Arezzo, rimarrà quindi Ferretti alla guida del club amaranto. Questa mattina il presidente ha confermato in conferenza stampa il suo impegno per la prossima stagione, ma ha comunicato che arriverà sicuramente un punto di penalizzazione. Il tempo perso per portare avanti la trattativa non permetterà alla società di rispettare le scadenze del 26 giugno.

Fonte: Fol

Mages
 
Tosoni Auto

Tutto nero su bianco: è uscita la delibera del consiglio comunale, in merito al Bertoni dell’Acquacalda, che andrà in votazione nella seduta di martedì mattina. Come anticipato nei giorni scorsi, perché la Robur possa iniziare a lavorare sul terreno in cui ha deciso di far allenare la prima squadra e successivamente le giovanili, il prossimo consiglio comunale dovrà approvare delle modifiche alla classificazione dell’impianto sportivo situato a Siena Nord. Il regolamento, si legge nelle carte, prevede la suddivisione degli impianti di proprietà comunale come di interesse cittadino, di interesse circoscrizionale e strutture ludico-sportive destinate alla libera attività. Considerato che «il Franchi rientra nella prima tipologia, che la sua gestione è riservata alla società che disputa il campionato nazionale di livello maggiore, che fino a oggi gli allenamenti sono stati svolti fuori dal territorio comunale, in quanto tutti i campi comunali sono di interesse circoscrizionale e non perfettamente idonei… e che è interesse dell’amministrazione garantire lo svolgimento degli allenamenti della prima squadra e delle giovanili nel territorio, al fine di favorire una maggiore partecipazione dei tifosi e delle famiglie dei giovani atleti, avvicinando i giovani alla pratica sportiva»; valutato opportuno «non distogliere completamente l’impianto individuato dalla sua funzione, per attività strutturalmente legate al quartiere o alla zona in cui insiste»… delibera «di assegnare al campo dell’Acquacalda ferma restando la sua vocazione territoriale la qualifica di impianto accessorio allo stadio comunale principale, il Franchi, di cambiare quindi la denominazione ‘Impianti di interesse circoscrizionale’ in ‘impianti di interesse zonale’, aggiungendo ‘ad eccezione degli impianti anche accessori allo stadio comunale principale’». In pratica il Bertoni avrà la doppia valenza di campo accessorio al Franchi e di campo di interesse zonale che tutela il territorio, per permettere sia alla Robur che al Siena Nord di utilizzarlo, previo accordo tra le due parti. La deliberazione, con votazione separata, dovrà essere immediatamente eseguibile. Dopo l’approvazione la Robur dovrà presentare all’ufficio tecnico del Comune il progetto dei lavori che vorrà fare sul terreno. Progetto che, anche quello, dovrà essere approvato. La presidente Anna Durio ha dichiarato di avere tutto già pronto da tempo.

Fonte: La Nazione

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Manca solo la firma ma Cristian Stellini sarà il nuovo tecnico dell’Alessandria nella prossima stagione. 
Stellini è ancora legato da un altro anno di contratto con il Genoa ma con la proprietà dei liguri non ci saranno problemi a rescindere l’accordo. L’ex collaboratore di Antonio Conte al Siena e alla Juventus vivrà quindi ad Alessandria la sua prima esperienza di tecnico di una squadra professionistica. Per lui sarà una grande occasione di riscatto dopo la vicenda Calcioscommesse che lo coinvolse nell’estate del 2012, a fronte della quale rassegnò le dimissioni dallo staff tecnico della Juventus.

Fonte: Fol

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Alessandro Marotta, bomber della Robur Siena finito nel mirino di mercato del Catania. Interesse molto concreto, quello manifestato dalla società rossoazzurra che, dopo un primo sondaggio, ha formulato una proposta al club toscano. La risposta? No, grazie. Per Marotta, secondo informazioni raccolte dalla redazione di TuttoCalcioCatania.com, non ci sarebbe alcuna possibilità di ripensamento da parte della dirigenza bianconera, fermamente intenzionata a ripartire da lui come prezioso punto di riferimento in avanti nella prossima stagione.


Fonte: tuttocalciocatania.com

Mages
 
Tosoni Auto

Sono 59 club al momento ammessi al campionato 2017/2018 (Latina fallito). Questa la suddivisione per regione. E' la Toscana, con dieci, quella che ha più squadre in terza serie. Valle d'Aosta, Liguria, Molise non sono rappresentate in serie C.

Toscana (10 club): Arezzo, Carrarese, Gavorrano, Livorno, Lucchese, Pisa, Pistoiese, Pontedera, Prato, Robur Siena
Lombardia (7 club): AlbinoLeffe, Como, Feralpisalò, Giana Erminio, Mantova, Monza, Renate
Sicilia (6 club): Akragas, Catania, Messina, Sicula Leonzio, Siracusa, Trapani
Emilia-Romagna (6 club): Modena, Piacenza, Pro Piacenza, Ravenna, Reggiana, Santarcangelo
Puglia (5 club): Bisceglie, Fidelis Andria, Lecce, Monopoli, Virtus Francavilla
Marche (4 club): Fano, Fermana, Maceratese, Sambenedettese
Veneto (4 club): Bassano Virtus, Mestre, Padova, Vicenza
Campania (3 club): Casertana, Juve Stabia, Paganese
Calabria (3 club): Catanzaro, Cosenza, Reggina
Lazio (2 club): Fondi, Viterbese
Trentino-Alto Adige (1 club): SudTirol
Friuli-Venezia Giulia (1 club): Pordenone
Umbria (1 club): Gubbio
Abruzzo (1 club): Teramo
Basilicata (1 club): Matera

Difficile fare previsioni sui gironi, in attesa di sapere le squadre che riusciranno ad isciversi e chi sarà ripescato al posto del Latina.

Fonte: Fol

Mages
 
Tosoni Auto

Sarà la solita estate rovente con esclusioni e ripescaggi? In Serie B tutto sembra sereno, in Lega Pro qualche problema è inevitabile. Perché la categoria ha meno ricavi e le proprietà incontrano più difficoltà. Ne parliamo col presidente Gabriele Gravina.

Come stanno le sue società?
«Le fibrillazioni sono fisiologiche e questo è il momento in cui si evidenziano le criticità. Qualcuno le affronta, altri non ce la fanno. I casi emersi durante il campionato adesso vanno risolti, senza storie».

Quali sono quelli più gravi?
«Credo che siano 3-4, niente nomi. Salvo sorprese, perché ci sono situazioni a noi ancora ignote e che potremo valutare insieme alla Figc soltanto al momento delle iscrizioni».

I criteri di ammissione sono più severi rispetto al passato?
«In linea di massima sono gli stessi, ma alcuni indici richiedono un po’ più di attenzione».

Ancora una volta si trovano in difficoltà i club che scendono dalla B, vedi Latina e Vicenza. Ma è una cosa normale?
«E’ un problema di sistema: le neopromosse in Serie B riescono spesso a salire dirette in A, mentre le retrocesse in Lega Pro fanno fatica a iscriversi. Qualcosa non va. Il Latina è fallito e ripartirà dai dilettanti. Sul Vicenza invece non sappiamo nulla ufficialmente».

Come stanno le neopromosse?
«Direi bene, a parte i problemi legati agli stadi: 2-3 dovranno giocare fuori sede».

Le tempistiche per le iscrizioni quali sono?
«Entro lunedì vanno pagati stipendi di maggio, entro il 30 i contributi di maggio e in più va versata la nuova fideiussione, entro il 7 luglio servono i versamenti per sistemare il rapporto P/A (patrimonio netto/attivo patrimoniale, ndr). Seguiranno i ricorsi delle escluse e la decisione finale sarà 16».

Per i ripescaggi il Consiglio Federale ha fissato una tassa di 300mila euro più 200mila con fideiussione, escludendo le società ripescate nelle 5 stagioni precedenti. Però i criteri definitivi ancora non si conoscono...
«A parte le cifre, il resto dovrebbe essere come l’anno scorso: aspettiamo soltanto il comunicato ufficiale (il Consiglio federale lo ha annunciato il 26 maggio..., ndr)».

E’ utopia pensare a 60 società sane, che riescono a fare il campionato pagando regolarmente stipendi e contributi?

«Non lo è. Bisogna solo abbassare i costi e incrementare i ricavi. Con i nostri indicatori di rating potremo aiutare le società a individuare modalità più corrette nella gestione. Ma se non incrementiamo i ricavi l’utopia in futuro sarà restare ancora con 60 società».

Il prossimo campionato avrà la stessa formula di questo?
«Si chiamerà Serie C, ma il format sarà lo stesso. Cercheremo di avere tre gironi equilibrati come in questa stagione».

I maxiplayoff sono stati una buona idea, ma qualcosa va rivisto nella formula, non crede?

«Sì. Credo che vada salvaguardato di più il piazzamento in classifica. Dobbiamo ragionare su varie cose. In campo neutro forse potremo fare soltanto la finale. E non so se la faremo ancora a Firenze...».

 

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Mages
 
Tosoni Auto

SERIE B L’Avellino trova partner importanti. Ufficializzato l’accordo triennale con il nuovo sponsor Sidigas, proprietario anche della squadra di basket, il club avvia una collaborazione con il Genoa e con il presidente Preziosi, di origini irpine: «Mi ha detto che era giunta l’ora di dare una mano alla squadra della sua città» ha spiegato il collega Taccone. Dal Genoa arriverà l’attaccante Asencio e un portiere tra Ujkani (era a Pisa) o Zima (titolare dell’U21 ceca che ha battuto l’Italia).
Dopo Ingegneri, il Palermo può prendere dal Pordenone un altro fedelissimo di Tedino (ufficiale con il d.s. Lupo) come il centrocampista Burrai. Il Frosinone in difesa punta su Gagliolo (Carpi) e, per sostituire Dionisi (andrà a Benevento), ha sondato Caputo, che però lascerà l’Entella solo per andare al Parma. Lo stesso Parma sfida il Pisa per il centrocampista Armellino (Matera). Milinkovic (Genoa, era a Messina) e Calderini (Fondi: beffata la Ternana) hanno firmato con il Foggia, che ora punta Luppi del Verona e Perticone del Cesena. Il Carpi ha chiesto rinforzi all’Inter: dopo il portiere Radu è in arrivo la punta Manaj (era a Pisa). A proposito di portieri: Nobile (Lucchese) va alla Pro Vercelli, Rosati (Perugia) piace allo Spezia (vicino anche a Soleri della Roma) e il Bari prende De Lucia (Catanzaro); lo stesso Bari riaccoglie Scalera (Fiorentina), rimanda Capradossi alla Roma e punta Mokulu (Avellino, era a Frosinone) e Kragl (Frosinone). L’Ascoli piazza un tris di acquisti: presi Polvani e Santini dal Pontedera (in cambio di Paolini) e De Feo dalla Lucchese, il prossimo colpo può essere Lores Varela (Pisa). Zucchetti (Milan) verso L’Entella che stringe per Cesarini (Reggiana). Pezzi (Benevento) firma con il Cittadella. Franchini (Sassuolo) si avvicina alla Ternana, che non vuole stranieri e così cederà Valjent. Il Perugia ha chiesto Candellone (ex Gubbio) al Torino.

LEGA PRO Novità a Matera: il nuovo direttore generale è Gianluca Paparesta, mentre come direttore sportivo la scelta è caduta su Gianluca Torma (ex Andria e Ternana). E’ saltata la cessione dell’Arezzo alla cordata di Franco Zavaglia: va avanti il presidente Mauro Ferretti, oggi deciderà se restare il d.s. Gemmi e se si sceglierà un tecnico giovane piace Pavanel (Primavera Verona), altrimenti come esperto piace Braglia (Alessandria). Domani infine è attesa la firma di Armenia (Livorno) come nuovo d.g. della Pro Piacenza.
Il Pordenone corteggia Facchin (Venezia) per la porta. Di Gennaro (Inter) è vicino al Renate. Il Mestre ci prova per Rea (Messina) e Sodinha (Mantova). Poker Fondi in arrivo dal Racing Club: ecco Vastola, Ricciardi, De Sousa e Caldore. Il Cosenza ha chiesto Idda (Francavilla) e Schiavi (Salernitana). Virdis (AlbinoLeffe) è nel mirino dell’Olbia. Cucchietti (Torino) va alla Reggina.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Mages
 
Tosoni Auto

Mages
 
Tosoni Auto

Mages
 
Tosoni Auto

Marius Stankevicius non farà più parte dell’organico della Robur e, dopo l’annuncio della società, sul lituano si sé subito buttato il Crema militante nella serie D. Il contratto non è stato ancora firmato ma le due parti sono vicine.

Fonte : FOL

Mages
 
Tosoni Auto

In riferimento a quanto discusso ieri in seno all'Assemblea di Robur Siena il giorno 22/6 u.s., con riguardo alla sua validità e in sostegno alle mie dichiarazioni, ho avuto conferma quest'oggi che l'Avv. Gianluca Taglioni del Foro di Roma ha avviato notifica dell’atto di citazione indirizzato a  Bianchi Massimiliano, Bracco Manolo, Commisso Luca, Canessa Eleonora Lorenza, Dalmonte Roberto, Fior Claudio, Macchiavello Daniela, Magagnini Saverio, Matteucci Paola, Pescaglini Marinella, Pozzi Patrizia, Immobiliare Federico s.r.l. tutti soci della stessa Robur Siena srl  (anch’essa destinataria dell’atto giudiziario) nell’interesse e su incarico dei soci di minoranza di quest’ultima società, signori:  Duccio Panti, Renato Romei, Luciano Ghezzi, Laura Bicchi   Mauro Berrettini n.q. di legale rappresentante p.t. della Civitas Pietra s.r.l. Stefano Bisciarri n.q. di legale rappresentante p.t. della BS Autotrasporti s.p.a. Clodio Caselli  Lorenzo Turillazzi  Cesare Lazzeroni Jacopo Norelli e Luigi Fumi Cambi Gado Alberto.

Con il predetto atto di citazione gli istanti sopra elencati hanno impugnato, nella loro qualità di soci della Robur Siena s.r.l.,  ex art. 2479-ter c.c. avanti al Tribunale di Firenze sezione imprese, la delibera dell’assemblea straordinaria del 29/03/2017 con la quale la Robur Siena s.r.l. ha approvato il nuovo statuto sociale, nonchè il prodromico e collegato atto di cessione delle quote del 10/03/2017-13/03/2017, con il quale la Immobiliare Federico srl cedeva lo 0,28% complessivo della propria partecipazione della Robur Siena s.r.l. pari allo 0,02% ciascuno, ai nuovi soci sopra indicati, che in virtù di tale atto di cessione, partecipavano alla menzionata assemblea del 29.03.17 approvando il nuovo statuto.

Ing. Pietro Mele

Mages
 
Tosoni Auto

Non ci vuole certo un'analista contabile per capire che Anna Durio, tra l'acquisizione della società e la gestione per la stagione passata, ha investito 5 milioni nella Robur.
Si potrà dire che per un simile investimento si potevano ottenere risultati sportivi migliori, ma si deve anche prendere atto che nella ultracentenaria storia della Robur i presidenti che hanno messo “di tasca” queste cifre nella società bianconera si contano sulle dita di una mano......e forse avanza anche qualche dito.
Questa non è una presa di posizione a favore della presidente, non ne ha bisogno, ma una semplice costatazione artimetica che non può certo essere messa in discussione dalle tante chiacchere che circolano intorno al Siena. (Lorenzo Mulinacci)

Fonte: Fol

 

Mages
 
Tosoni Auto

A margine dell’assemblea la presidente Anna Durio ha parlato anche dei contatti intercorsi con Filippo e Massimo Macchi, in procinto di investire nella Mens Sana («Ci sono passaggi tecnici da sistemare, ma si farà» le parole di Pietro Mele), ma al contempo interessati alla Robur. La numero uno bianconera ha spiegato di essere aperta nei loro confronti, come in quelli di qualsiasi altro investitore, ma a patto che si tratti di soggetti «che vogliono il bene della società e che si presentino con i soldi in mano: basta chiacchiere». «Quando ho incontrato Filippo Macchi, contattata da lui – ha spiegato la presidente -, gli ho detto che il Siena non è in vendita ma di non avere alcun tipo di chiusura verso nessuno. Concetti che poi ho ripetuto all’ingegnere Mele quando è venuto in sede a propormi un altro incontro: ho dato l’ok, a patto che mettessero i soldi sul tavolo, per parlare di cose concrete. Ho sentito telefonicamente Massimo Macchi, che non ho potuto vedere di persona perché ogni volta stavo partendo. Quando mi ha chiesto di fare una cena gli ho risposto di no: vederci sì, ma in sede, per un incontro ufficiale, ribadendo quanto detto in precedenza. Da lì non ho sentito più nessuno». «A me non interessa se entreranno o meno nella Mens Sana, facciano loro – ha chiuso Anna Durio -: rimango però stupita di una cosa: quando, appena arrivata a Siena, ho acquisito il diritto di concessione dei terreni della Polisportiva, per la Robur, intendiamoci, la cosa ha fatto rumore. Oggi, che un soggetto vuole fare un presunto duplice investimento nel calcio e nel basket per mettere le due società in rete, non avverto prese di posizione». E mentre la presidente rilasciava queste dichiarazioni, i soci di minoranza sono usciti con un comunicato, dove hanno annunciato che domani, alle 17, all’azienda Agricola Castel di Pugna, ‘presenteranno’ Massimo Macchi alla stampa. «Lo stesso comunicherà le sue intenzioni nel come proseguire il suo percorso di avvicinamento a Siena – si legge -, quale interessato allo sviluppo sportivo della città e non solo. Sarà l’occasione per approfondire ulteriormente le volontà già espresse dal dottor Macchi circa l’eventuale acquisizione di quote della Robur Siena, qualora si presentasse la concreta opportunità. All’incontro saranno presenti anche il dottor Filippo Macchi, il dottor Francesco Bartoletti e l’ingegnere Pietro Mele per i progetti futuri di Siena Sport Network».


Fonte: La Nazione

Mages
 
Tosoni Auto

Lo ha annunciato il presidente Gravina nell'ambito delle manifestazioni correlate alle finali play off.

''Ogni squadra potrà inserire in rosa un massimo di 14 over, ossia giocatori nati dal 1994 in su. Due in meno rispetto alla passata stagione e non lo vedo come un problema, visto che alcune società ne hanno avuti solo 3-4 e che la media complessiva nell'ultimo campionato è stata di 7-8. Per under, ovviamente, intendiamo quei calciatori classe '95 o più giovani''.

Dei giocatori ad oggi sotto contratto con il Siena, occupano il posto di over dodici (ma tre, Gentile, Castiglia e Stankevicius sono in uscita):
D'Ambrosio, Panariello, Terigi, Stankevicius, Castiglia, Campagnacci, Gentile, Guerri, Iapichino, Vassallo, Doninelli, Marotta.


Fonte: Fol

 

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Il giovane difensore bianconero Mirko Romagnoli è impegnato in questi giorni negli esami di maturità. Mirko, aggregato alla prima squadra fin dall'estate scorsa, ha dovuto fare l'ultimo anno delle superiori frequentando i corsi serali per potersi allenare la mattina.

Fonte: Fol
Foto: La Nazione

Mages
 
Tosoni Auto

SERIE B Trattative importanti per gli attaccanti. Potrebbe essere Bocalon (Alessandria) il nuovo centravanti della Salernitana al posto di Coda, ceduto al Benevento. Il Perugia bussa al Cagliari per avere Giannetti (era allo Spezia), oltre che il regista Colombatto (Trapani). Il Parma attende che Caputo chiarisca la sua posizione con l’Entella, ha bloccato La Mantia (Pro Vercelli) e punta l’esterno Piccolo (Spezia). E il Novara, in stretti rapporti col Chievo, potrebbe ottenere Floro Flores, rientrato a Verona dal Bari. Lo Spezia cerca di avere Forte dal Perugia. L’Ascoli ha chiesto Lores Varela al Pisa e de Feo alla Lucchese, mentre il Venezia ha riscattato Moreo dall’Entella.

ALa Salernitana cambierà molto e in porta vuole Vigorito (Vicenza), mentre a centrocampo piace Acampora (Perugia). Il Frosinone per il centrocampo pensa ad Arini della Spal (tentato anche dall’Entella) e cerca di riavere Maiello dal Napoli, che però potrebbe decidere di girarlo al Bari. Cremonese in pressing sul Pisa per l’esterno sinistro Longhi e con l’Atalanta per il giovane Ranieri. Ufficiale il passaggio di Nizzetto dal Trapani all’Entella, che cerca un trequartista tra Cesarini della Reggiana e Cattaneo del Pordenone. Da Chiavari parte invece Pecorini per l’Avellino (accordo triennale), dove potrebbero arrivare anche Volta (Perugia) e Marchizza (Roma). Il Pescara è vicino all’accordo con Meccariello (Ternana); piace anche il giovane Pompetti (Inter). Ancora il Novara che a centrocampo, oltre a Ronaldo (Lazio, era alla Salernitana), pensa a Belloni (Inter, era all’Avellino). Idea Perisan (Udinese) per la Pro Vercelli. Il Brescia ci prova per Mastalli (Juve Stabia). Radu (Inter) verso il prestito al Carpi.
A Palermo dopo l’allenatore è stato scelto anche il d.s.: sarà Fabio Lupo, che ha superato Salvatori nelle preferenze di Zamparini il quale, in attesa del closing del 30, sta tracciando le linee guida condivise da Baccaglini; lo stesso Lupo ieri ha definito la rescissione di Tedino dal Pordenone, da dove scende in Sicilia anche il difensore centrale Ingegneri.

LEGA PRO In Lega Pro invece si registra il ritorno di Doriano Tosi (ex Modena, Samp e Torino), che è il nuovo direttore sportivo della Reggiana.
Assegnate altre cinque panchine: Pierpaolo Bisoli (ex Vicenza) è il nuovo allenatore del Padova con un biennale, l’Alessandria a breve annuncia Cristian Stellini, il Pordenone ha scelto Leo Colucci, al Santarcangelo torna Beppe Angelini e alla matricola Sicula Leonzio arriva con un biennale Pino Rigoli. Riguardo i giocatori, è scatenata la Samb che chiude tre acquisti: sono Valente (Siracusa), Soumarè e Solerio (Avellino). Il Pisa è pronto a piazzare due grandi colpi: in arrivo Caturano (Lecce, che l’ha appena riscattato dal Bari) e Armellino (Matera). Neglia (Viterbese) è nel mirino del Piacenza mentre Ricci (Ancona) va verso la Reggina.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Mages
 
Tosoni Auto

Banca Cras
 
Tosoni Auto

In merito alle dichiarazioni rilasciate al termine dell’assemblea dei soci da parte di del socio Pietro Mele, la presidente Anna Durio ha rilascito un precisazione sul sito della Robur Siena: “Il bilancio chiuso al 30 giugno 2016 relativo alla gestione operativa Ponte-Mele della stagione 2015-2016 riporta una perdita di esercizio pari a 2.317.510,00 euro, nonostante che al gennaio del 2016, alla riapertura della campagna trasferimenti, siano stati rescissi alcuni tra i contratti più onerosi con i tesserati, con l’obiettivo di ridurre il costo, privandosi anche di figure importanti all’interno dell’organigramma societario. In sede di assemblea odierna sono state approvate perdite per la stagione in corso, quindi relative al periodo dal primo luglio 2016 al 30 aprile 2017, per un importo di 2.248.133,00 euro, in gran parte già ricoperte con versamenti effettuati dal socio di maggioranza Immobiliare Federico, per un importo di 1.980.000,00 euro. Pertanto si evidenzia che, l’aumento di capitale con sovrapprezzo oggi deliberato, è finalizzato a coprire integralmente perdite della stagione in corso e ricostituire il capitale sociale per un importo necessario alle esigenze della società per la prossima stagione sportiva. Vorrei infine evidenziare che questa proprietà ha potere di gestione solamente dal settembre 2016, e che le perdite della precedente stagione sportiva sono state coperte con apporti finanziari del socio Immobiliare Federico”.

Fonte: Fol

Mages
 
Tosoni Auto

Mesesport si congeda dall’ultima stagione con un bilancio a tutto campo delle nostre maggiori realtà, ma soprattutto lanciando un ponte verso quella che si aprirà dopo il secondo Palio del 2017.

Un numero che analizza quindi le prospettive alla portata delle squadre senesi di vertice (e non) alla luce della primaria esigenza di chiudere la brutta parentesi dell’anno scorso e di riaprirne subito un’altra migliore.

Questi alcuni titoli relativamente al Siena: “Mignani accontenta tutti, peccato che non basti”; “Attenzione ai primi passi, sono quelli che tracciano il cammino…”; “Il fascino di una scelta coraggiosa”; “Consigli per gli acquisti”; “Se l’esempio è Nicola, non Totti” .

Seguono quelli sulla squadra biancoverde: “Mens Sana, se ci sei batti un colpo”; “Per quanto tempo la serie A sarà disposta ad  aspettarci?”; “E se le ‘chiavi della salvezza’ ce l’avesse Pietro?”; “La rivincita della provincia sui soliti illusi”.

A questi fanno da corollario le rubriche: “Basta non dimenticare”; “La lunga estate calda del tifoso”; “L’ultima campanella e poi è già autunno”; “Tom e il fantasma di Gaul” ed approfondimenti assortiti su calcio giovanile, tiro con l’arco, attività Uisp, volley, Virtus e Costone. Tutto questo mentre scherma e  pattinaggio corsa entrano nella leggenda e tre atleti senesi vivranno un’estate davvero eccezionale, anzi… Mondiale.

Fonte: Mesesport

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Al termine dell’assemblea di questa mattina ha parlato anche il socio di minoranza Pietro Mele.

LA MANCATA APPROVAZIONE DEL BILANCIO. “L’ordine del giorno lo sapevate tutti – ha esordito l’ingegnere -: l’approvazione del bilancio e il successivo aumento di capitale. Io purtroppo non mi sento di approvare il bilancio che è spaventoso con perdite di un milione al 31 dicembre 2016, un altro milione e 200mila euro al 30 aprile, con aspettative di altre 500-600 mila euro di passività. Un bilancio così fatto, peraltro in parte coperto da immissioni del socio di maggioranza, non credo sia approvabile. La società ha bisogno di una programmazione diversa in termini di ricavi e di mantenimento dei costi. Mi pare ci sia stata una assoluta mancanza di programmazione e credo che il futuro della società che gestisce la squadra di calcio della città non possa andare avanti con queste passività che sono assolutamente superiori a quelle dell’annata precedente”.

L’AUMENTO DI CAPITALE. “Non è giustificabile un aumento di ulteriori 2 milioni e 650 mila euro facendo la parte totalmente inscindibile, quindi a totale danno dei soci. Non è stato possibile avere nessun chiarimento sulle poste passive e sul bilancio e infatti, vista la difficoltà nel dare risposte, le stesse risposte verranno fornite per iscritto. Tutto va verso I’impugnazione dell’assemblea ed eventuali azioni di tutela. Per quanto so c’è un’azione legale che riguarda l’impugnazione della precedente assemblea (quella del 29 marzo scorso ndr) che se fosse giudicata come da istanza dei soci di minoranza, non avrebbe valenza legale, nulla sarebbe più valido e la vita societaria si troverebbe totalmente bloccata. Quindi riguardo a un mio ulteriore investimento, la mia sorte è subordinata alla sorte della società. Se Anna Durio ha spiegato perché tante passività? Qualcuno, in qualità di socio, ha letto per lei la relazione. Punto”. 

Fonte: Fol

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Si è tenuta questa mattina l’assemblea dei soci della Robur Siena. E’ stato approvato il bilancio al 31 dicembre 2016 e deliberato un aumento di capitale, al quale i soci avranno 30 giorni di tempo per aderire o meno. Al termine dell’assemblea, che si è svolta in un clima non proprio amichevole, alla presenza dei due soci di minoranza Pietro Mele e Lorenzo Turillazzi, la presidente Anna Durio ha commentato così: “Abbiamo approvato il bilancio e la ricapitalizzazione, i soci adesso hanno 30 giorni di tempo per decidere se aderire o meno all’aumento di capitale. Purtroppo nei giorni scorsi sono state date indicazioni fuorvianti riguardo al bilancio, ne abbiamo discusso oggi dimostrando che erano indicazioni inesatte. Il pignoramento? Lo abbiamo spiegato bene oggi in assemblea, il creditore ha ottenuto in fase monitoria una provvisoria esecutorietà del decreto ingiuntivo. Ci siamo opposti fermamente chiedendone la sospensione, non ritenendo di dover pagare quella richiesta economica perché la riteniamo indebita. La Robur è in salute perché Anna Durio ci ha messo tutti i soldi, è chiaro che ci sono le passività. Abbiamo fatto anche un convegno all’Università sul tema, soprattutto in serie C le entrate non corrisponderanno mai alle uscite, una società deve essere brava ad ottimizzare i costi e a risparmiare, fermo restando che se c’è un presidente che ha soldi da buttare via può anche scegliere di metterceli sempre. E’ vero che ci sarebbe la passività, però i soldi ce li ho messi e tutti e la Robur è sana, siamo in regola con tutto. L’aumento di capitale sarà di oltre un milione di euro”. Anna Durio ha parlato anche della famiglia Macchi e dei contatti che ci sono stati fino a questo momento. “Ho incontrato per la prima volta il figlio Filippo – ha commentato la presidente bianconera-, che mi aveva cercato. Gli ho spiegato che la società non era in vendita ma che ero comunque aperta a persone serie, che volessero il bene del Siena. E il cui interesse fosse reale. Cosa che ho ripetuto anche a Pietro Mele, quando è venuto in sede per chiedermi se fossi disposta a un incontro. Ho quindi sentito telefonicamente Massimo, che avrebbe voluto vedermi a cena. Gli ho risposto che a cena no, non sarei andata, ma che potevamo trovarci in sede.  Un luogo più ufficiale per parlare di certe cose. Ho ribadito che ero aperta, purché non fossero soltanto chiacchiere e che si presentasse con i soldi in mano, sinceramente stanca delle chiacchiere. Da lì non ho sentito più nessuno”. “Dell’ingresso dei Macchi nella Mens Sana non mi interessa – ha poi aggiunto Anna Durio -, non mi riguarda. Mi stupisce però che mentre l’operazione che ho fatto appena arrivata, con la Polisportiva e per il bene del Siena, abbia fatto tanto scalpore, la possibilità di un duplice investimento Robur Mens Sana, per mettere in rete le due società, quindi con un interesse diretto, non stia facendo lo stesso rumore”.   

Fonte: Fol


 

Mages
 
Tosoni Auto

I soci Senesi di Minoranza di Robur Siena indicono un incontro con la stampa locale il giorno 23 Giugno alle ore 17:00 presso la sede dell’azienda Agricola Castel di Pugna.

L’oggetto dell’incontro si svilupperà nella presentazione da parte dei soci senesi Robur del Dottor Massimo Macchi. Lo stesso comunicherà le sue intenzioni nel come proseguire il suo percorso di avvicinamento a Siena, quale interessato allo sviluppo sportivo della città e non solo.

Sarà l’occasione per stampa e televisione per approfondire ulteriormente le volontà già espresse dal Dott. Macchi circa l’eventuale acquisizione di quote della Robur Siena, qualora si presentasse la concreta opportunità. All’incontro saranno presenti anche il Dott. Filippo Macchi, il Dott. Francesco Bartoletti e l’ing. Pietro Mele per i progetti futuri di Siena Sport Network.

Soci senesi Robur Siena

Mages
 
Tosoni Auto

Mancano soltanto gli ultimi dettagli da sistemare, ma come riporta ascolinews.it,  Gianmarco De Feo può considerarsi un nuovo giocatore dell’Ascoli. Attaccante classe ’94, cresciuto nel settore giovanile del Milan, firmerà con la società marchigiana un contratto triennale con opzione per il quarto.

Nell’ultima stagione ha militato con la Lucchese, collezionando 34 presenze e 9 gol. Due stagioni fa ha vestito la maglia del Siena, sempre in Lega Pro: 17 presenze e 3 gol. Ha giocato anche con Savona (19 presenze e 5 gol), Grosseto (6 presenze e 1 gol). De Feo è una seconda punta che può giocare anche da esterno. Partirà in ritiro con l’Ascoli dopodiché il duo Maresca-Fiorin valuterà se mandarlo in prestito in Lega Pro oppure farlo restare.

Fonte: Fol


 

Banca Cras
 
Tosoni Auto

Media Partners
Siena TV
ARE
FISSC
ok siena
Canale 3