CLEAN ACCCENT
Grassi
Auto Europa Siena
Nuovo Centro tecnico Rossi
Ricci Bus
Immobiliare Brogi
CLEAN ACCCENT
Main Sponsor
  • (+39) 0577 236677
  • fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

NEWS

Santino Nuccio:" Siena non meritava questa umiliazione"

Non ha dimenticato la Robur e non riesce a nascondere il proprio dispiacere per quanto è successo. Santino Nuccio ha scritto pagine importanti di storia bianconera e ha vissuto con apprensione le ultime vicende, fino al triste epilogo che ha portato all'esclusione del Siena dai campionati professionistici.
"Quello che è successo mi ha ferito, mi fa stare male, perché a Siena ho passato anni importanti e amo la città che mi ha accolto e coccolato per tante stagioni. Ho sperato fino in fondo che ce la potesse fare, la Robur non meritava questa umiliazione. Purtroppo ho rivissuto con lo stesso dolore quanto successe quando vestivo la maglia bianconera e sparì il Palermo, la squadra della mia città, l'altra metà del mio cuore. Mi auguro che anche il Siena ce la faccia a risorgere prontamente, una tifoseria come quella senese ha tutte le potenzialità per riportare in alto quei colori che quando li hai indossati ti rimangono attaccati alla pelle. La Robur deve ripartire subito, con la convinzione e l'impegno necessari per ritornare al più presto nel calcio professionistico e in quelle categoria che ha sempre onorato negli ultimi anni. In bocca al Robur, con tutto il cuore."
 

Fonte: Fedelissimo online
 

Vuoto
 
Milan-Juventus su Rosseti. Duello per l'ex Siena

Milan e Juventus pensano (anche) al mercato baby. Ed entrambe le squadre trattano Valerio Rosseti, attaccante del ‘94 svincolato dopo il fallimento del Siena. Rosseti, aretino, ha segnato 6 gol nell’ultima stagione di Serie B e, in caso di acquisto, sarebbe poi prestato a una squadra di A.

Fonte: gazzetta.it

Tabaccheria la radica
 
Comunicato Ac Siena spa in liquidazione

L’assemblea dei soci di Ac Siena spa in data 23 luglio 2014 ha deliberato la messa in liquidazione della Società, nominando alla carica di liquidatore unico il dottor Paolo Vergani. Oggi Ac Siena spa in liquidazione ha depositato al Tribunale di Siena domanda di concordato ex art. 161, VI comma, legge fallimentare.

 

CorsiFotografiaSiena
 
Valentini: “Ancora poche ore per una decisione sul nuovo proprietario della Robur”

Tramite le frequenze di Antenna Radio Esse il sindaco Bruno Valentini ha voluto fare il punto sulla situazione della Robur a poche ore dalla decisione definitiva su chi affidare la nuova società.

“Per quanto riguarda la Robur preferisco prendermi ancora poche ore di tempo per riflettere ed arrivare a una decisione definitiva. Anche nella giornata odierna avremo degli incontri molto importanti, ma ciò che siamo riusciti a creare in questi giorni è stato un percorso di contatti importanti che potrebbero portare ad una notevole compagine sociale, anche dopo la concessione della deroga per l’iscrizione dalla Lega di serie D. Sto cercando il meglio per la città e per la squadra, non mi basteranno solamente discorsi, ma esigo che le persone, addette a questa operazione, vogliano soprattutto il bene di Siena, oltre a un progetto imprenditoriale serio”.

“A differenza degli ultimi anni, c’è bisogno di una società che paghi gli stipendi e la gestione del campo e che abbia inoltre un progetto affidabile per riportare nel minor tempo possibile la Robur ai palcoscenici professionistici che gli competono. Da un’altra parte il nuovo proprietario dovrà garantire di fare quello che non è mai stato fatto fino ad ora, dotando il Siena di impianti sportivi attrezzati per  la patrimonializzazione della squadra e dei giovani. Inoltre, perché no, creare le condizioni per dare alla città di Siena uno stadio moderno, in linea con gli standard del calcio che ci sono in Europa e in Italia per adesso purtroppo no. La giornata di oggi me la sarei data per prendere la decisione definitiva, anche perché la settimana prossima i nuovi proprietari del Siena potrebbero dedicarla per comporre il nuovo assetto societario con la scelta dei dirigenti, giocatori e allenatore. Per adesso preferisco non sbilanciarmi perché oggi potrebbe essere una giornata decisiva per le garanzie che gli aspiranti proprietari ci potrebbero fornire”.

“Purtroppo ho sentito e visto sui giornali fin troppe polemiche e non mi piace molto che i possibili proprietari facciano il dibattito tra di loro, invitando i fans dell’uno o dell’altro gruppo, anziché parlare tra di loro o con me, questo non è proprio il massimo! Doveva essere il momento del ragionamento e della riservatezza, io ho tenuto un rapporto di trasparenza con i tifosi attraverso tre loro delegati, mettendoli a conoscenza di tutto nei limiti di quello che i miei interlocutori mi consentivano di dire, e questo credo che sia stato apprezzato. Entro oggi pomeriggio sarò ancora più chiaro, ho bisogno ancora di alcune ore per fare delle verifiche su chi si è proposto o chi si sta proponendo in queste ore, perché dobbiamo cercare di partire col piede giusto per avere al nostro fianco dei veri imprenditori e degli amanti dello sport”.

Fonte: Oksiena.it

Solar Calor
 
Anche un ex giocatore cerca di prendere il Siena

Tra i vari incontri che ieri il sindaco ha avuto è arrivato in comune anche Uber Manfredini ex giocatore del Siena degli anni '70 che attualmente fa l'allenatore. Ad accompagnarlo Gigi Rossetti suo compagno di squadra. Non è dato a sapere se Manfredini fosse interessato a titolo personale o in rappresentanza di altri.

Fonte: Fedelissimo online 

Tabaccheria la radica
 
Mezzaroma cerca di non fallire

Ieri si sono tenuti il CDA e l'assemblea dei soci dell'AC Siena che ha nominato un liquidatore per la vecchia società. Pare chiara l'intenzione di Mezzaroma di cercare di evitare il fallimento cercando un concordato con i creditori. Per la trasparenza, ma soprattutto per capire come la vecchia Robur sia arrivata a questo punto sarebbe auspicabile che la magistratura facesse il suo percorso.

Fonte: Fedelissimo online

CorsiFotografiaSiena
 
La Nazione – Ponte gradito ai tifosi. Altri avrebbero già mollato

Ad attendere Antonio Ponte davanti a Palazzo Pubblico, un gruppo di tifosi bianconeri tra i cui i tre membri della ‘commissione’ che affianca il sindaco, Lorenzo Mulinacci, Cristiano Bottoni e Mirko Righini. Si sono intrattenuti con l’imprenditore per qualche minuto. Per capire cosa fosse cambiato nelle ultime ore. «Ponte è una persona molto gradita alla piazza, lo diciamo con certezza e convinzione — ha dichiarato Bottoni —. Ha le idee chiare e a noi piacciono le sue idee. Ci convince il fatto che abbia la forza economica di prendere il Siena al 100 per cento e speriamo che nella notte non succeda niente...». «Mi ha colpito la determinazione con cui vuole acquistare la Robur — ha proseguito Righini —: altri, al suo posto avrebbero già abbandonato l’impresa, lui è rimasto. Non dimentichiamo che il Siena sarà il Real Madrid della serie D e serve gente, il riferimento è anche a noi tifosi, che con l’entusiasmo ricostruisca sopra le macerie dei centodieci anni di storia bianconera distrutta».

«Le soluzioni alla fine sono due — ha aggiunto Mulinacci —: o Ponte prende il 100 per cento di ‘Siena 2019’ o costituisce una nuova società che potrà iscrivere il Siena in serie D ma solo se il sindaco darà l’ok. Per quelli che sono stati i suoi trascorsi ce lo ha detto subito: o sono in maggioranza o non se ne parla nemmeno». 
Del Siena che verrà potrebbero far parte anche i tifosi, con un azionariato popolare. «Tramite norme legali e regole ben precise — ha spiegato Bottoni — ogni tifoso potrà dare il contributo che vuole ed entrerà a far parte dell’organigramma del Siena. I rappresentanti che verranno scelti parteciperanno ai cda piuttosto che nella compagine societaria. La tifoseria avrà voce in capitolo in ogni decisione e porterà in società la voce del popolo. I tifosi sono patrimoni dei club, giusto partecipino».  (Angela Gorellini)

Fonte: La Nazione

Tabaccheria la radica
 
Riparte anche il Padova

Con il nome di SSDrl Biancoscudati Padova è rinato ieri, nello studio notarile Doria e con la benedizione del sindaco, il calcio Padova, dopo che la mancata iscrizione in Lega Pro aveva determinato la scomparsa dell’Ac Padova 1910. Soci fondatori i due imprenditori padovani Giuseppe Bergamin (nuovo presidente) e Roberto Bonetto (sarà a.d.). La società chiederà l’affiliazione alla Figc e l’iscrizione alla Serie D. Il d.s. sarà Fabrizio De Poli, 
ex capitano del Padova. 

Fonte: La Gazzetta Dello Sport

Tabaccheria la radica
 
Gazzetta: Il mercato della serie B e Lega Pro

Si muove la Ternana: preso Eramo (Empoli, proprietà Sampdoria), a inizio settimana si tornerà a parlare con i doriani di Gavazzi in cambio di Brignoli. Acosty (Carpi, proprietà Fiorentina) e Cionek (svincolato per il fallimento del Padova) al Modena. Affare fatto per il Cittadella: ecco Schenetti (Como). Un portiere giovane per lo Spezia: Nocchi (Padova, proprietà Juventus). Il Perugia ha sondato Cacia (Verona) e Belmonte (Siena, appena prelevato dall’Udinese a costo zero). Il Livorno prova a stringere per Fischnaller (Reggina, proprietà Alto Adige). Nuova idea per il Bologna: Roberto Insigne (Perugia, è del Napoli). Capitolo Bari: c’è l’intesa per Rozzi (un anno nel Real Madrid B, è della Lazio) ma arriverà più avanti; per Douglas Santos si parla con l’Udinese, trattative sempre vive per Ligi (Crotone) e Bianchetti (Spezia) con Parma e Verona, e con Garofalo svincolato dopo il fallimento del Siena. Varese: imminente il sì di Dos Santos, centrale che si è svincolato dal Chievo e si punta a Pecorini del Cittadella Aloia (Olbia) all’Avellino. 

Lega Pro La Cremonese si fa sentire: presi Mattia Marchi (Entella) e Bassoli (Alto Adige, proprietà Chievo). Grazie all’asse con l’Inter, il Prato prende Tassi. La Juve Stabia chiude per Cancellotti (Pro Vercelli). Lecce: rinnovato il contratto (annuale) a Sacilotto e tesserato Lepore, svincolato dalla Nocerina e fermo per squalifica sino al 30 settembre; nelle prossime ore poi si tornerà a parlare dello scambio di prestiti con la Sampdoria: Benassi a Genova, De Vitis e Juan Antonio al Lecce, un affare che dipende dalla riuscita o meno di Brignoli di cui abbiamo parlato poco sopra. Tait (Marano) all’Alto Adige. A Novara aspettano Tozzo (Samp). L’Aquila chiude per Perna (Como). Imminente il ritorno di Grassi (proprietà Salernitana) al Pontedera. Il Mantova vicino a Raggio Garibaldi (Entella) e prova Tomicic (Hajduk Spalato). Pistoiese: preso Celiento (Viareggio, proprietà Napoli). Bencivenga (Como, proprietà Parma) al Foggia. Salernitana: fatta per il portiere Russo (Parma) e il difensore Trevisan (ex Padova). Murolo (Vicenza) verso la Casertana. Federico Rodriguez (Bologna) va a Lugano. 

Fonte La Gazzetta dello Sport

Tabaccheria la radica
 
Gazzetta: Il mercato della serie A

Ancora una giornata intensa di contatti e trattative negli hotel milanesi. Si muove con forza il Genoa che nelle ultime ore ha raggiunto un accordo di massima con l’Atalanta per il terzino sinistro Brivio e sta tentando un doppio colpo, tutto a tinte argentine. E Preziosi è davvero scatenato: avviati contatti con gli agenti del difensore Campagnaro (Inter, ma i nerazzurri prendono tempo) e dell’attaccante Bergessio (Catania), mosse che potrebbero avere accelerazioni nelle prossime ore. I liguri lavorano anche col Parma per uno scambio tra Palladino e Santan a , una pista che nelle ultime ore ha avuto una frenata. E il Parma tiene viva anche la pista Bellomo (Chievo). 

Mosse viola Basanta è ufficialmente un giocatore della Fiorentina : il club viola aveva già da tempo raggiunto l’intesa con il difensore argentino (era anche nel gruppo mondiale di Sabella): trent’anni, da sei è titolare della difesa del Monterrey, club messicano che ieri ha annunciato l’accordo per la cessione. Costo dell’operazione: tre milioni e mezzo di euro (il valore della clausola rescissoria del giocatore). La Fiorentina però ora pensa a un rinforzo importante a centrocampo: il brasiliano Fernando dello Shakhtar già inseguito dal Napoli lo scorso ai tempi del Gremio, ma c’è sempre l’idea Kurtic (Sassuolo). E i viola hanno quasi chiuso un’altra operazione: dalla Reggina arriva il difensore Coppolaro (‘97), superata la concorrenza della Roma. 

Altri affari Il Cesena ieri ha ufficializzato il difensore islandese Magnusson e ha risolto il contratto con Malonga; il d.s. Foschi ora cerca un attaccante e l’obiettivo resta Babacar (Fiorentina) ma è dura perché Montella al momento fa muro. Il Palermo in difesa segue Rispoli (Parma), tiene in piedi il dialogo con la Samp per lo scambio Mantovani-Costa e ci prova per Eder ; per il centrocampo passi avanti con Rigoni (Chievo). Il Chievo ha ufficializzato il difensore Gamberini (dal Napoli, biennale). Il Verona ha ufficializzato l’accordo con Nenè , svincolato dopo l’ultima stagione al Cagliari: contratto biennale, oggi le visite mediche; per la difesa in ballo i centrali Rodriguez (Torino) e Compper (Fiorentina) e l’esterno sinistro Luna (Aston Villa) e il d.s. Sogliano non molla il sogno Rafa Marquez. Il Sassuolo tratta sempre Cigarini (Atalanta), per la difesa sondaggio col difensore uruguaiano Carrera . Capitolo Pavoletti : piace a Palermo e Genoa ma è calda l’opzione Hoffenheim . L’Empoli sonda la pista Gallego . Il Cagliari , ceduto Astori, blinda Rossettini con un triennale, ha in pugno Camporese (Fiorentina), ma segue anche Ceppitelli (il Parma fa resistenze) e Ceccherini (Livorno). Zeman spinge sempre per Farias (Chievo), ma vorrebbe tenere Dessena fuori da questa trattativa. Intanto Stefano Filucchi è diventato vicepresidente del club. L’Atalanta sprinta per Spi nazzola (Juventus), ma c’è anche il Sassuolo. Infine l’Udinese stringe per Melker Hallberg (Kalmar). 

Fonte: La Gazzetta dello sport

Vuoto
 
Vuoto
 
Rosseti: «Siena, non meritavi questo. Sogno la Serie A»

Il primo amore non si scorda mai, così come la prima squadra. È la storia diValerio Rosseti, attaccante diciannovenne, che in seguito al fallimento del Siena è costretto a trovare una nuova sistemazione. Eppure, il giovane di Arezzo, non si aspettava un addio così dal club bianconero. Valerio ha iniziato a vestire la casacca della Robur sin da quando aveva 14 anni, ben figurando tra gli Allievi Nazionali e, poi, la Primavera. Il Siena ha puntato su di lui nell’ultima stagione. In Serie B ha fatto bene, mettendo a segno ben sei reti. Non male per un debuttante. Il prossimo campionato lo giocherà altrove, la società bianconera non si è iscritta in cadetteria, dichiarando il fallimento. Le performance di Rosseti hanno attirato l’attenzione di club di Serie A e Serie B, ma ad oggi il suo futuro è ancora un nodo da sciogliere. C’è la fila per il giovane di Arezzo che sceglierà la destinazione più consona.

Intanto, la redazione di CalcioNews24.com ha contattato in esclusiva Rosseti che ha parlato del Siena:  «Mi dispiace perché è una società che da tanti anni fa la Serie A e la B, non meritava questa fine. Adesso ripartirà dalla Serie D e mi auguro che possa tornare al più presto in massima serie».

Dal settore giovanile della Robur fino alla prima squadra e all’esordio in Serie B«Arrivai al Siena che avevo 14 anni, sono cresciuto li ed è stata la squadra che mi ha lanciato. Proprio per questo motivo mi dispiace ancora di più che la società sia fallita».

Il Siena è stata la squadra che lo ha lanciato in Serie B, facendogli disputare un ottima stagione: «Ad inizio stagione partii con la squadra per il ritiro, venivo dalla Primavera. La società ha deciso di integrarmi con i più grandi e in campionato iniziavo a fare minutaggio. Al mio debutto da titolare ho fatto gol, mi sono ripetuto alla seconda e da lì ho trovato continuità. Non mi aspettavo di esplodere, ma ci ho sempre creduto e sono contento di quello che ho fatto».

In seguito al fallimento del Siena, Rosseti è ufficialmente sul mercato. Considerato tra i giovani più promettenti è impossibile non avere l’attenzione di club importanti:  «Attualmente sto valutando con il mio procuratore la soluzione migliore. Non so nulla di Torino o Palermo, il mio agente non me lo ha comunicato. Se sono uscite queste voci mi fa piacere. Giocare in Serie A è il sogno di ogni calciatore, spero di poterci andare e rendere al meglio». 

Fonte: calcionews24.com

Solar Calor
 
Le dichiarazioni di Cataldo Staffieri. Domani incontreremo il gruppo di Galli

Se Antonio Ponte ha spiegato quale sia la sua posizione, lo ha fatto anche Siena 2019, con le parole di Cataldo Staffieri del gruppo di ristorazione La Cascina. “La posizione della nostra società è la stessa di qualche giorno fa. Non ci opponiamo all'arrivo di imprenditori o di sportivi che si presentino con un progetto credibile. Siamo disposti a cedere la maggioranza della società, anche la totalità, ma a fronte di un qualcosa di serio, con l'avallo del sindaco e davanti alla disponibilità di mettere le risorse necessarie: a oggi Siena 2019 ha già versato i soldi che servono all'iscrizione ed è l'unico dato sicuro e oggettivo. Ci siamo incontrati con Ponte, parlando di un progetto comune voluto anche da Bruno Valentini, per avere dentro la società soggetti del territorio. Probabilmente lo rivedremo. Di sicuro domani incontreremo la cordata di Giovanni Galli”. (Angela Gorellini)


Fonte: Fedelissimo on line

 

Solar Calor
 
Ponte: "Sono disponibile a prendere la società al 100%"

 Il nome di Antonio Ponte è quello che circola con maggior insistenza come possible nuovo proprietario del Siena. Queste le sue parole rilasciate ad Antenna Radio Esse:

“Sto ancora lottando per la conclusione della questione. Purtroppo c'è stato un passo indietro perché non ci sono i presupposti per lavorare assieme e alla società creata la settimana scorsa, per tanti motivi. In virtù di ciò ho però confermato, sia alle due persone che al sindaco , la mia disponibilità ad entrare nella nuova società al 100%, salvo poi in seguito trovare chi mi avrà voglia di sostenermi ed appoggiarmi durante il cammino. Adesso si deve dire basta alle chiacchiere, ci vogliono i fatti. È il momento di rimboccarsi le maniche, in modo che si possa presentare tutto il necessario entro il 4 agosto, una scadenza ben definita dalla federazione entro cui dovrà esser fatto un pagamento, inoltrato importanti documenti e presentato un programma che abbia il consenso della federazione.

Ora è tutto in mano al sindaco e lui è l'unica persona che può prendere la decisione ed è lui che ha il compito di dare in mano le chiavi della nuova società. Io ho dato la mia disponibilità al 100%, senza sé o ma: se poi domani, per vari motivi, il sindaco deciderà di fare in altro modo ha la facoltà di farlo.

La città mi ha accolto bene, i tifosi mi stanno dando una gran mano, dicendomi di non mollare e di continuare. Sento una grande fiducia nella mia persona e nella mie capacità di creare entusiasmo e creare una società che ambisca a tornare prima possibile nei professionisti, per non dire altro. I tempi sono stretti ed entro domani il sindaco deve decidere a chi dare la nuova società, tra tutti coloro che sono in corsa. Si è preso del tempo e domani sarà decisivo.

Soci? Di tutto ciò se ne può parlare e può essere fattibile anche dopo l'iscrizione. Adesso c'è la necessità di un amministratore unico, che prenda in mano il tutto, decida e faccia. Se poi in seguito ci sarà chi vorrà unirsi potrà farlo. E credo che alla fine ci sarà un 20-30% di senesi nella società che non mi lasceranno solo. Sono fiducioso di andare in questa direzione e ripeto che per adesso è importante che qualcuno faccia questo passo. In seguito ci sarà tempo per far ulteriori passi, purchè ci ci sia armonia, accordo e si possa lavorare insieme per il successo della nuova società.

In passato ci furono contrasti con la Banca? Non voglio tornare sul passato, preferisco ricordar che fu un anno eccezionale, uno dei più belli della mia vita. Il ricordo è talmente bello, che quando ho messo poco a tornare. Ma adesso non c'è motivo di rivangare il passato e ciò che successe allora: c'è bisogno di portare entusiasmo, serenità, voglia di vincere e di fare qualcosa di concreto, anche pensando a quanto successo negli ultimi periodi. Basta con le polemiche, ma andiamo avanti con serenità, voglia di lavorare e di vincere sul campo

Papadopulo nuovo allenatore? Credo sia ingiusto, vista la situazione in cui sono adesso fare nomi. Dico che quel nome è illustre e parliamo di un personaggio che ha fatto benissimo a Siena e ha avuto un successo enorme. Ma credo che in generale sia fondamentale fare le cose sul serio. Datemi il tempo di prendere questa società e poi le cose le farò per bene, sperando di poter sorprendere pubblico senese”

Fonte: Fedelissimo Online  

Banca Cras
 
Bruno Valentini sulla Robur a margine del Consiglio comunale di oggi

A margine del Consiglio comunale di oggi il sindaco Bruno Valentini ha parlato anche della Robur e di come sta andando la costruzione del nuovo assetto sociale bianconero. “Siamo in una fase abbastanza avanzata della definizione della nuova compagine – le parole del primo cittadino - ma sto attentamente vagliando tutte le proposte che sono arrivate per vedere se ci sono progetti ancora migliori di quelli già pervenuti. La buona notizia, oltre all'iscrizione, è la presenza di una compagine sociale già affidabile che può essere integrata da altre risorse e che quindi potrebbe dare una prospettiva importante a livello sportivo e di riconsolidamento. Dobbiamo muoverci velocemente, per creare un giusto organigramma sportivo che possa anche pescare sulle tante professionalità che hanno caratterizzato Siena negli ultimi anni e un investimento serio sugli impianti sportivi dove allenarsi dopo il fallimento di Taverne D'Arbia. Voglio concludere entro la settimana il sondaggio che è abbastanza composito. Il progetto deve garantire ai tifosi il giusto entusiasmo, per ripartire dopo gli ultimi mesi che hanno defraudato gli sportivi e impedito l'agognata serie A a causa della penalizzazione e il raggiungimento dei play off per uno scoramento che aveva colpito i giocatori davanti all'evaporarsi della società. Una volta chiaro il quadro potremo iniziare a divertirci immaginando squadra e prospettive. Mi pare di capire che dopo la rabbia e le delusioni possa arrivare il momento di sperare in una bella galoppata, magari come quella della Fiorentina, che era diventata quasi un fenomeno sociale. Qualche nome? Non voglio decorrere i tempi, per non creare aspettative”. (a.go.)

Fonte: Fedelissimo on line  

Vuoto
 
Vergassola: "C'è tanto rammarico. Ritorno? Vorrei un progetto serio"

Simone Vergassola, il capitano, si sta allenando con i calciatori senza contratto nel ritiro AIC di Coverciano e ha parlato ai microfoni di Tuttomercatoweb.com. Tra i temi trattati il Siena e il suo futuro, con un possibile trasferimento al Pisa (sebbene smentito dal ds dei neroazzurri Pino Vitale). Ecco le sue parole:

La situazione del Siena la sto vivendo con grandissimo dispiacere e sono stato molto amareggiato per questa situazione. Ho vissuto a Siena dieci anni bellissimi: abbiamo fatto tante cose positive, ho giocato 300 partite, sono diventato capitano ed ero entrato in gran sintonia con l’ambiente. Inoltre avevo fatto casa a Siena, ci è nato uno dei miei figli ed entrambi frequentano lì le scuole. C’è rammarico, dispiacere ed incavolatura. Ma sono talmente tante le sensazioni tutte difficili da descrivere e raccontare.

Quante le recriminazioni per come è finita?
Potremmo parlarne per ore e ore, anche se tante cose sono forse più grandi di noi. Di sicuro la Banca ha avuto i suoi problemi ed ha un po’ abbandonato la squadra  togliendo la sponsorizzazione. Ma anche la proprietà ha le sue colpe perché erano loro i presidenti della società. Parlando della stagione è stata sì complicata pensando al -8 e all’obbligo di dove rincorrere, ma credo che abbiamo fatto un buon campionato. Si era creato un gruppo unito, che sapeva lavorare in una certa direzione col mister e lo staff tecnico. Purtroppo per un soffio non siamo entrati nei playoff e resta il rammarico: se ce l’avessimo fatto, forse saremmo a parlare di altro.

Ripartiresti dalla D col Siena?
Appena si forma una società e si hanno notizie ufficiali ascolterò volentieri ciò che mi verrà proposto. Poi lo valuterò più che volentieri, anche perché  dopo aver vissuto tanti anni in una città con sui si è creato un legame simile, è giusto che ascolti cosa vogliono fare. Dico che ci vuole un minimo di progettazione, organizzazione. Anche perché dopo anni travagliati, voglio sicurezza e che le cose siano fatte per bene.

Cosa c’è nel tuo futuro? Si è parlato di un accostamento al Pisa.
C’è stato un interesse ma non siamo andati oltre. Pisa è una piazza prestigiosa con un blasone importante, dove quest’anno  mi sembra ci sia la voglia di creare una squadra competitiva. Da parte mia vorrei giocare ancora un anno a calcio, come avevo nel contratto nel Siena, me lo sento ancora nelle gambe. La categoria conta relativamente, l’importante, come detto, è avere alle spalle una società seria e un progetto vero. Non ho voglia di andare allo sbaraglio dopo gli ultimi periodi e, alla mia età, rischiare ulteriormente.

Fonte: Fedelissimo Online

Solar Calor
 
Tiribocchi: "Mi ritiro dal calcio. Siena? È stato un brutto colpo per tante persone

Presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano è in corso di svolgimento il ritiro AIC dei calciatori attualmente senza contratto. Ai microfoni diTuttomercatoweb.com parla Simone Tiribocchi:

In ritiro con gli ex giocatori nonostante la decisione di appendere le scarpette al chiodo. Ripensamenti?
"E' un rischio visto che la mia scelta è di dieci giorni fa. Sono convinto però di quella che è stata la mia scelta. Sto intraprendendo una strada che mi piace molto. Oggi sono qui insieme ai ragazzi in cerca di sistemazione, sono tutti molto preparati e la ripresa è l'attenzione con cui sono seguite le lezioni".

Cosa c'è stato alla base della scelta di smettere con il calcio giocato?
"Probabilmente potevo dare ancora qualcosa, ma dipende dagli stimoli e dalla voglia. Servono scelte importanti e voglio partire con i ragazzi per farli crescere nella maniera giusta"

Da ex giocatore del Siena che messaggio si sente di mandare ai tifosi della Robur?
"E' stato un brutto colpo per tante persone e anche per me perché ho vissuto bei momenti in quella realtà. Spero che i tifosi continuino a seguire la squadra con il suo calore e il suo affetto".

Siena è stato un punto alto della tua carriera. Il punto più alto però qual è stato?
"A Bergamo ho fatto bene, così come a Lecce. La mia è stata una bella carriera, con gol importanti. Forse manca di aver giocato in una squadra importante, ma rimango felice di quello che ho fatto".

Il gol più bello messo a segno?
"Contro il Milan con la maglia del Chievo perché rientravo dopo un infortunio ho saltato Nesta mettendo a segno il gol vittoria a Dida. Come fa a non essere questo il gol più importante..."

Fonte: tuttomercatoweb.com

Banca Cras
 
Coppola al Cesena

Come era prevedibile, Manuel Coppola è tornato al Cesena, squadra con cui ha conquistato la promozione. Ieri è arrivata anche l’ufficializzazione, sul sito dei romagnoli:

“L’A.C. Cesena comunica che il calciatore Manuel Coppola ha sottoscritto un contratto fino al 30 giugno 2015. Il centrocampista ha già collezionato 47 presenze in bianconero e ha esordito nella massima serie il 23/09/2007 nel derby Sampdoria-Genoa”. 

Fonte: Fedelissimo Online

Banca Cras
 
Il Pisa offre un contratto a Vergassola

La squadra nerazzurra ha offerto un contratto a Simone Vergassola che attualmente si sta alleando con i giocatori senza contratto a Coverciano e nello stesso tempo sta prendendo il patentino di allenatore.

Fonte: Fedelissimo online

Vuoto
 
Colpo del Prato, preso Rubino dal Novara

L'ex bianconero Raffaele Rubino, attualmente al Novara è passato a titolo definitivo al Prato in Lega pro.


Fonte: Fedelissimo online

Solar Calor
 
Cosa sono le "quote"

Parlando della serie D si sente parlare che in questa categoria ci saranno le quote da rispettare. Tra gli undici in campo le squadre hanno l’obbligo di schierare per tutti e novanta i minuti un classe 1994, due classe 1995 e un classe 1996. Una eventuale sostituzione per motivi tecnici o infortunio dovrà avvenire sempre rispettando questi limiti di età altrimenti ci sarà la perdita della partita a tavolino.

Fonte: Fedelissimo online

Solar Calor
 
Si cerca di non disperdere i ragazzi del settore giovanile

Ancora non sappiamo con quale società il nuovo Siena sarà iscritto al campionato di serie D ma si cerca comunque di non disperdere i ragazzi del settore giovanile cercando di bloccarli garantendo loro che se lo vorranno potranno continuare a giocare con la maglia bianconera.

Fonte: Fedelissimo online

Solar Calor
 
Respinto il ricorso del Viareggio

Il Collegio di Garanzia del Coni ha respinto il ricorso del Viareggio contro l’esclusione dalla Lega Pro per avere presentato una fideiussione non conforme. Adesso il Consiglio Federale dovrà effettuare 3 ripescaggi al posto di Padova, Nocerina e Viareggio, anche se la società della Versilia annuncia il ricorso al Tar del Lazio. Favorite per il ripescaggio Torres, Rimini e Correggese.
Alla Correggese, la prima nella classifica dei ripescaggi avendo vinto i play off di serie D, potrebbe essere preferito l'Arezzo perché non ha lo stadio a norma per la Lega pro.

Fonte: Fedelissimo online


 

Solar Calor
 
Gazzetta: Il mercato della serie B e Lega Pro

L’Entella mette fantasia in squadra prendendo il trequartista Mazzarani dal Modena. E’ in ritiro anche Lanini (Prato), mentre oggi è atteso un altro giovane attaccante: Malele dal Palermo. Il tecnico Beretta è riuscito a portare a Latina sia Angelo sia Dellafiore, che aveva avuto a Siena. Gatto resta a Lanciano: accordo con l’Atalanta. Il Bologna sta chiudendo per Giannone (Crotone) e stringe per Cacia (Verona). Al Modena manca un terzino sinistro: potrebbe essere Garofalo. Lo Spezia prende il giovane Schiattarella (Pordenone) e si fa sotto per Gagliolo: il Carpi interessato se nell’operazione entra Rivas. Il club emiliano fa un contratto di 5 anni a Mbakogu e prolunga con Bianco. Il Varese ha bisogno di due centrali per la difesa: si aspettano le risposte di Dos Santos (Chievo) e Pecorini (Cittadella). Niente Tamas per il Bari, che vira su Douglas dos Santos Jutino de Melo (Primavera Udinese). Oggi arriva in ritiro Donnarumma, accordo su tutto con il Genoa, manca soltanto la firma. Divorzio tra Perugia e Mazzeo: sul giocatore ci sono Entella, Avellino e Ternana, che prende il portiere Gava (Marano, ma di proprietà Vittoria Falmec). C’è Schenetti (Como) per il Cittadella. 

Lega Pro Gran colpo del Prato, che si assicura un bomber di razza: si tratta di Rubino, capitano e bandiera del Novara. Il Como acquista a titolo definitivo Simoneandrea Ganz (dal Milan) e cede Perna all’Aquila. La Pistoiese prende Frascatore dalla Roma (era alla Reggina) e il Venezia sistema la fascia sinistra con Giuliatto (Savona). Alfageme (Ternana) sta per firmare per il Benevento. Il Lecce ha l’accordo col Genoa per tenere Vinetot, attende una risposta da Moscardelli e conta di definire con la Samp la trattativa per Benassi in cambio dei prestiti di De Vitis (Carpi) e Sampietro (Pisa). Dal Brescia può arrivare Juan Antonio. Il Pisa ufficializza Misuraca (Nova Gorica) e offre un contratto a Vergassola (coi disoccupati dell’Aic dopo il fallimento del Siena). Il Pontedera prende Gori (Siena). Potenza (Torres) va al Pordenone, Pacciardi (San Marino) al Catanzaro, Stampa (Livorno) al Messina. Il Savoia prende Giordani (Pistoiese) e sta per chiudere con Corsetti (Sorrento) e Gragnaniello (Nocerina). Il Melfi tessera Spezzani (Pro Vercelli, via Verona), l’Ancona può avere Cruciani (ha risolto con la Casertana). Sbraga resta alla Carrarese. Tripla operazione sull’asse L’Aquila-Ischia: in rossoblù torna Pedrelli, mentre vanno a Ischia Ciotola (Torres) e D’Amico (Vigor Lamezia). La Pro Vercelli sta per dare Cancellotti alla Juve Stabia. Kosicky lascia il Novara e si accasa all’Asteras Tripolis, mentre Genevier è nel mirino dell’Ascoli. 

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Banca Cras
 
Gazzetta: Il mercato della serie A

Ancora un giorno di trattative negli hotel milanesi, ma succede molto sul filo dei contatti telefonici tra i ritiri delle squadre e gli operatori di mercato. Quasi del tutto sfumato Astori, la Lazio si tuffa come alternativa sul brasiliano del Marsiglia Lucas Mendes . Costa 5 milioni (i soldi stanziati per Astori), quindi l’operazione può essere chiusa piuttosto velocemente. Ma soprattutto il club di Lotito cercherà di serrare i tempi per arrivare all’olandese De Vrij , obiettivo per la difesa che era in aggiunta e non alternativa ad Astori. Probabile a questo punto che la società romana alzi in maniera consistente l’iniziale offerta fatta al Feyenoord (5,5 milioni) per evitare di perdere anche lui. Molto difficile l’idea Ogbonna. 

Mosse Verona e Palermo Oggi è il giorno di Nenè al Verona . L’attaccante brasiliano, svincolato dal Cagliari firmerà un contratto annuale coi gialloblù con opzione per il secondo. Poi i veneti passano alle mosse relative alla difesa: le piste più calde sono quelle di Rodriguez (Torino), Compper (Fiorentina) e Luna (Aston Villa). Ufficiale invece Cappelluzzo (Siena) mentre dal Pordenone arriva Bearzotti (1996). Si muove sotto traccia anche il mercato del Palermo col d.s. Ceravolo che sta stringe per regalare a Iachini un elemento per reparto. In difesa piace Rispoli (Parma, lo scorso anno alla Ternana); rimane in pista l’ipotesi di scambio con la Samp tra Mantovani (che piace anche al Chievo) e Costa . Per il centrocampo i rosanero insistono per Rigoni (Chievo): oggi un nuovo incontro per cercare di sbloccare la trattativa. Il Genoa aspetta. 

Altri affari Il Cesena ufficializza Zé Eduardo (Parma), riprende il centrocampista Coppola (svincolato dal Siena), stringe per Pulzetti (Bologna) e sonda Buchel (Spezia). I romagnoli hanno provato un affondo per Babacar (Fiorentina): al momento la fumata è nera. Il Parma lavora invece a fari spenti. I gialloblù hanno messo in cantiere una ipotesi di scambio Palladino-Santana col Genoa e tengono caldo l’interesse per Bellomo (Chievo). L’Udinese continua la corte a Kone (Bologna) e preleva in prestito Alessio Perin , difensore classe 1997 dal Pordenone. Chievo su Rubin. Alla Fiorentina , intanto, l’obiettivo primario rimane sfoltire la rosa. Si lavora anche per il trasferimento in prestito di Camporese al Cagliari . Timido tentativo del Rayo Vallecano per Iakovenko . Il Sunderland punta Alonso , ma il giocatore ha fatto un buon ritiro con i viola e non è detto che parta. Capitolo Atalanta . Con la Juventus è avviatissima la trattativa per Spinazzola : oggi incontro per chiudere. Pochi giorni e sarà ufficiale l’arrivo di Giovanni Sartori , scelto da Percassi per rafforzare l’aera tecnica del club bergamasco. Intanto in nerazzurro arriva Luka Susnjara , esterno sinistro ’97 del Domzale per la Primavera. Pista portoghese infine per il portiere della Sampdoria Romero : sono stati avviati contatti col Benfica : si tratta. 

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Vuoto
 
Media Partners
Ok Siena
SienaFree
Canale 3 Toscana
Radio Siena
Vuoto
Sport Siena
Simone Vergassola
Siena News
ARE
Siena TV
Il Cittadino Online
Vuoto