Ricci Bus
Aleeste
CTS Sedie
CLEAN ACCCENT
Immobiliare Brogi
CTS Sedie
Main Sponsor
  • (+39) 0577 236677
  • fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

NEWS

AC Siena ancora un rinvio sul concordato

Doveva essere ieri il giorno decisivo per conoscere il futuro della vecchia AC Siena di Mezzaroma, ma invece ancora il giudice non ha potuto decidere.
L'agenzia delle entrate ancora non ha dato parere favorevole per l'accordo sul concordato e ieri ha inviato una lettera in cui ha espresso parere negativo alla proposta di transazione fiscale, pur senza esprimere ancora un voto. La normativa prevede che tutti coloro che ancora non hanno detto sì o no al concordato hanno ancora venti giorni di tempo per far conoscere la propria decisione. L'AC Siena ha quindi ancora venti giorni per evitare il fallimento alzando l'offerta verso l'agenzia delle entrate.

Fonte: Fedelissimo online

 

Banca Cras
 
Tavecchio: «Lega Pro a 54» Ma la protesta non si ferma

Sostituzioni, non ripescaggi. Attenzione alla scelta dei termini, perché ballano ricorsi al terzo grado della giustizia sportiva e possibili ulteriori strascichi legali. 
PRESSING Società sul piede di guerra contro la Lega Pro a 54 squadre. Sempre più numerose, dicono. Ieri è uscito allo scoperto il presidente del Forlì Stefano Fabbri, che annuncia una «battaglia legale perché il numero di partecipanti alla terza serie venga integrato a 60 squadre», e intanto comunica pure l’intenzione di ricorrere contro la sentenza della Corte d’appello che ha ricollocato il Teramo in Lega Pro. Poi, ci sarebbero decine di società in pressing sul commissario Tommaso Miele, perché ritardi di una settimana il via dei campionati, per tutte le partecipanti, non solo per le sostitute dell’ultima ora (che, come annunciato, usufruiranno di una finestra di mercato suppletiva di 20 giorni). Quante sono? Ce la faranno? Oggi potremmo avere indicazioni più chiare. Intanto, un po’ di maretta si è alzata, anche se al momento non ha portato a nulla. Tanto che, nel Consiglio federale che ieri ha ufficializzato le sostituzioni — di Catania con l’Entella e Teramo con l’Ascoli in Serie B; della Torres con la Pro Patria e della Vigor Lamezia con il Messina in Lega Pro (oltre all’ammissione del Monopoli in sostituzione del Castiglione) — nessuno ha provato a inserire nel dibattito, tantomeno a metterla ai voti, la questione format Lega Pro. Contrariamente a quanto avevano fatto intendere alla vigilia, non una parola dai rappresentanti di Lega Pro, allenatori e calciatori (all’uscita Tommasi ha detto: «Per noi la Lega Pro è a 60 squadre»), anche per l’intervento preventivo del presidente Tavecchio, che ha ricordato come le società oggi ricorse al Coni contro la delibera del 7 agosto, non abbiano impugnato invece quella che stabiliva la tassa di 500mila euro e il blocco dei ripescaggi l’anno prossimo. Un intervento che ha spento sul nascere qualsiasi dibattito. Ecco perché il presidente federale resta fiducioso, in attesa della decisione del Coni, convinto che alla Lega Pro parteciperanno 54 squadre, 18 per girone (a proposito, anche se manca l’ufficialità, la Pro Patria finirà nel girone A, il Savona nel B, Catania, Messina e Monopoli nel C). 
SE NON SI ISCRIVESSE? Sempre che le sostitute nominate dal Consiglio federale siano in grado di produrre entro dieci giorni gli adempimenti richiesti per partecipare al campionato. E se una delle tre non avesse le credenziali richieste? Cosa accadrebbe a quel punto? Intanto, per quanto riguarda il Brindisi, escluso dai campionati per illecito sportivo, Tavecchio ha concesso altre 24 ore al sindaco per presentare le garanzie necessarie all’iscrizione in Eccellenza. Altrimenti, è Terza categoria. 
TERAMO E SOCI Ad aumentare il caso di Lega Pro contribuiscono le società condannate dalla Corte d’appello – Teramo, Torres e Vigor Lamezia – che impugneranno il comunicato con la sentenza dinanzi al Collegio di garanzia del Coni, chiedendo intanto la sospensione dei campionati. Ma quando verranno calendarizzate? Giovedì è già tutto esaurito. 

Fonte: la gazzetta dello sport

Banca Cras
 
Gazzetta: il mercato della Lega Pro

A Milano Lecce e Pisa protagonisti del finale di mercato di Lega Pro, in attesa del Catania che, grazie alla proroga di 20 giorni (anche per Pro Patria, Teramo, Savona, Monopoli e Messina), potrà allestire uno squadrone. A Lecce con un blitz arriva Diop (ex Matera) dal Torino, già promesso al Bassano (costretto a virare su Germinale, ex Alessandria); nel Salento torna inoltre Camisa (Vicenza) e arriva anche Freddi (Novara). Il Pisa piazza una coppia d'attacco di tutto rispetto: con Lupoli (Frosinone) c’è Cani (Leeds), oltre a Lores (Palermo, era a Varese). Per il Catania (che con molte cessioni ha quasi azzerato la vecchia rosa) è pronta una comitiva dalla Salernitana: Caetano, Russotto e Liverani, oltre a Vacca (Reggiana) e Agazzi (Atalanta, ex Lanciano). 
ALTRE Colpo Soncin (Pavia) per l’AlbinoLeffe che anticipa il Renate e aggiunge anche Vinetot (Lecce); altre del girone A: Mogos (Teramo) alla Reggiana, Gorzelewski (Huracan) e Cucchiara (Trapani) al Padova, Bacio Terracino (Ischia) al Lumezzane. Girone B: botto Pistoiese con Sinigaglia (Giana) e il ritorno di Piscitella (Roma), mentre Spighi (Alessandria) va alla Spal, T. Arrigoni (Cesena) al Santarcangelo, Alimi (Chievo, era a Lumezzane) alla Maceratese, Di Mariano (Roma) e Lombardi (Lazio) all’Ancona, Fornito (Napoli) al Rimini, Milicevic (Pescara) a L’Aquila, Giannarelli (Pisa) e Bangal (Atalanta) al Tuttocuoio, Cavion (Juve, era alla Feralpi Salò) alla Carrarese, Corvesi (Pavia) torna al Prato che ha ufficializzato anche Capello (Cagliari). Nel girone C invece il Benevento prende Negro (Latina) e lo gira alla Casertana con Agyei, mentre D’Agostino (Teramo, via Bari) va al Matera, Kolawole (Casertana) al Catanzaro, Meduri (Lumezzane) all’Ischia, Salvemini (Ternana) al Messina e Palomeque (Bologna) torna alla Paganese che prende anche Grillo (Salernitana). 
ESONERO Nel frattempo, dopo la deludente Coppa Italia, è saltata una panchina: il Martina ha esonerato Pasquale Salerno. In arrivo Peppe Incocciati, favorito su Mario Russo. 

Fonte: la gazzetta dello sport

Banca Cras
 
Gazzetta: il mercato della serie B

Fino alle 14 c’era un certo disorientamento tra i club, dopo la richiesta della Lega B al Consiglio federale di dare a tutti una proproga per il mercato, non solo alle nuove arrivate Ascoli ed Entella. Quando i 20 giorni in più sono stati concessi solo a queste due (e alle 6 nuove squadre di Lega Pro), le trattative sono riprese. E non hanno deluso.

I BOTTI FINALI Daniele Cacia ha preso tempo con il Pescara, dopo aver trovato l’accordo biennale, e alla fine ha scelto di restare a Bologna, così il club abruzzese ha virato deciso su Andrea Cocco del Vicenza, piazzando con 700mila euro il colpo del giorno. Lo stesso Vicenza, per sostituire Cocco, ha scelto Nicola Pozzi del Chievo. La chicca del Cagliari invece si chiama Salamon: il difensore polacco ex Pescara arriva dalla Samp a titolo definitivo con contratto di 5 anni; lo stesso Pescara fino all’ultimo ha sperato di riavere Salamon e poi ha virato su Campagnaro, svincolato dall’Inter (firma a giorni). La squadra più attiva dell’ultimo giorno è stata la Salernitana che, dopo Andrea Rossi (Pescara), ha preso il portiere Frison dal Catania (in cambio dovrebbe andare l’altro numero 1 Liverani), il difensore Empereur (Teramo), l’esterno Milinkovic (Ternana), gli attaccanti Coda (ex Parma) e Donnarumma ( Teramo), il centrocampista ghanese Odjer dal Catania e si continua a lavorare per Lodi, che ha rescisso il contratto proprio con il Catania dove andranno Caetano e Russotto. Tre arrivi per la difesa del Novara: Poli (Carpi) come centrale, Dell’Orco (Sassuolo, ex Ascoli) e Faraoni (Udinese, era a Perugia) per le fasce. Per completare l’attacco il Brescia ha scelto lo spagnolo Geijo più Marsura (ex Modena) dell’Udinese. Al Livorno, con Cazzola (Atalanta), arrivano dalla Juve sia Bunino (ex Pro Vercelli) che soprattutto Pasquato (ex Pescara), mentre in extremis è arrivata la firma di Luca Antonini (ex Genoa). LE ALTRE Il Cesena sistema la fascia destra con De Col (Spezia), la Ternana con Zanon (Frosinone). Cinque arrivi per il Lanciano, che nella vicina Teramo pesca Di Matteo e Rigione, ottiene Ferrari (Modena) e come giovani sceglie Bradley (Carpi) e Bagadur (Fiorentina). Per la Pro Vercelli c’è Mustacchio dell’Ascoli. Il Como la spunta per Sbaffo (Avellino) e aggiunge tre giovani: Benedidic (Milan), Bentivegna (Palermo) e Andrenacci (Brescia). Il Modena chiude con Sowe (ex Latina) dal Chievo. L’Avellino dall’Anderlecht ottiene il centrocampista Bastein e dall’Atalanta il giovane attaccante Napol. Per il Latina ci sono Acosty (Fiorentina, era a Modena), Mbaye (Chievo, era a Carpi) e Scicchitano (Tuttocuoio). A Crotone infine va Budimir (St. Pauli). Il Bari ha definito Maniero (titolo definitivo, triennale) e Rosina (prestito con diritto di riscatto) dal Catania, liberando Caputo per l’Entella.

LA FINESTRA Dopo Petkovic e Caputo, l’Entella è pronta a piazzare altri colpi. Come l’Ascoli, che intanto ha preso Milanovic dal Palermo e Caturano (ex Melfi) dal Bari.

Fonte: La gazzetta dello sport

 

Osteria del Buon Governo
 
Vassoi di Nello
 
Vassoi di Nello
 
Ex bianconeri che cambiano squadra: Rosina a Bari, De Ceglie a Marsiglia

Ultimo giorno di mercato e giorno che ha visto più di un ex bianconero cambiare squadra: Nicola Pozzi, svincolato dopo il fallimento del Parma, ha firmato un contratto biennale col Vicenza; dopo una lunga trattativa,Alessandro Rosina lascia il Catania e da oggi è un nuovo giocatore del Bari, dove ritrova anche Valiani e Del Grosso, arrivati in Puglia alcuni giorni fa, e Contini.

Due i bianconeri che arrivano alla Virtus Entella (dove già erano approdati Iacobucci e Sestu), appena ufficialmente ripescata: Luca Ceccarelli, nell'ultima stagione a Spezia e Catania, e Francesco Caputo, attaccante che arriva dopo una lunga militanza tra le fila dei Bari.

Va invece in A, dopo averla conquistata sul campo col Bologna, Marcel Buchel: il centrocampista austriaco (dopo un presunto caso di gossip riportato da Sportitalia) è andato in prestito all’Empoli.

Va invece all’estero Paolo De Ceglie: il calciatore ha sciolto le riserve e ha accettato il trasferimento all'Olympique Marsiglia, in prestito.

Fonte: Fedelissimo Online

Banca Cras
 
Conclusa la Coppa Italia, Giana Erminio qualificato

Si è chiusa oggi la terza giornata di Coppa Italia col posticipo del Girone A AlbinoLeffe-Giana Erminio 0-4.
Reti: 15', 33' e 46' Bruno (GE), 68' Rossini (GE).
Il Giana Eminio con 6 punti accede alla seconda fase insieme a
Lupa Castelli Romani, Akragas, Ischia Isolaverde, Pro Piacenza, Pistoiese, Mantova, Santarcangelo e Robur Siena.

Fonte: Fedelissimo online

Banca Cras
 
Ricorso al Coni, si aggiungono Forlì e San Marino. Tavecchio: “Dovevano farlo prima”

E’ ormai scontro totale tra la Lega e le pretendenti alla serie C, capitanate dal Seregno. Giovedi si vedrà chi sarà il vincitore. Tante squadre attendono il verdetto del Coni; Taranto, Viterbese, Fondi, Sanbenedettese e Grosseto tra le tante. Ad esse si sono aggiunte altre due scontente, San Marino e Forlì, che hanno annunciato di andare per vie legali. Tutto ruota attorno agli articoli 49 e 50 delle NOIF. L’art 49 indica gli organici da rispettare, e cioè tre gironi da 20 squadre, mentre l’art 50 è inequivocabile: “le modifiche dell’ordinamento dei campionati, nonché i criteri di promozione e retrocessione deliberate entro il 14 agosto 2015, andranno in vigore nella stagione sportiva 2016/2017”.

Tavecchio ha risposto dicendo che chi voleva opporsi doveva farlo per tempo, dal momento che i termini per le ammissioni erano state aperte il 7 agosto scorso. Ragionamento corretto, ma vanno tenuti in considerazione quei 500mila euro a fondo perduto che sapevano quasi di ricatto. 500mila euro che il presidente Figc ha ribadito dovranno esser pagati in caso di nuovo ripescaggio. Aggiunge ancora Tavecchio: “L'indirizzo strategico dato dalle Leghe è ridurre i campionati professionistici. Se al primo segno di riduzione ci mettiamo a fare opposizioni come faremo a fare la riforma da 20 a 18 in Serie A, da 22 a 20 in Serie B, quando gli interessi della Serie A sono mille volte superiori a quelli della Lega Pro?". (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fedelissimo Online

Osteria del Buon Governo
 
Coppa Italia Lega Pro, quattro bianconeri in diffida

Il giudice sportivo Pasquale Marino ha deliberato i provvedimenti disciplinari dopo il terzo turno di Coppa Italia Lega Pro. Russo della Pro Piacenza, Falasco della Pistoiese, Petermann e Romano del Santarcangelo sono i giocatori squalificati per la prossima partita. Nella lista dei diffidati Mendicino e Opiela vanno ad aggiungersi a Burrai e Portanova, ammoniti nella gara col Prato.

Fonte: Fedelissimo Online

Mages
 
Per l'attacco vicino Infantino

Un nuovo arrivo per il reparto offensivo della Robur: come scrive Tmw, “l'attaccante Saveriano Infantino (29 anni), secondo le ultime indiscrezioni ha scelto il Siena quale sua prossima squadra. A breve potrebbe esserci l'ufficialità”.

Infatino nella scorsa stagione aveva giocato prima nel Torres e poi nell'Ischia (dove da gennaio a maggio ha segnato 11 reti). 

Fonte: Fedelissimo Online

Osteria del Buon Governo
 
Iniziati i lavori di restyling della Tribuna Coperta Nannini

Sono iniziati oggi il lavori di restyling della Tribuna Coperta Nannini che prevedono la sostituzione dei seggiolini nella parte centrale (quelli già rimossi) e la trasformazione della vecchia tribuna stampa in moderni sky box, salotti climatizzati con divani e tv.
La tribuna sarà terminata per la partita con la Carrarese di domenica prossima, mentre i box saranno pronti per la seconda in casa con il Prato. La copertura economica di tutti i lavori sarà a carico della società.

Fonte: Fedelissimo online

Mages
 
Robur Siena-Lupa Roma 3-2: guarda i gol

Ecco le immagini, firmate sportutube.tv, della vittoria dei bianconeri nella gara con la Lupa Roma.

Guarda i gol: http://sportube.tv/index.php?id=14493

Fonte: Fedelissimo Online

Banca Cras
 
Il Messaggero-Lupa Roma, Tajarol gol d'antologia in uno stadio che è storia

Stefano è il suo nome, ma per tutti è semplicemente "Neno". Neno Tajarol, attaccante che domani pomeriggio, nello stadio Artemio Franchi di Siena, uno degli impianti storici (se non altro per età) del calcio italiano. Tutto il Franchi, dopo la sua prodezza, si è alzato per applaudirlo, come si fa per i grandi giocatori, per quelle bellezze artistiche che vale la pena di appezzare e godere.

Neno ha segnato un gol bellissimo, una rovesciata volante (con il difensore attaccato alle spalle) sul cross del compagno, realizzato al 14' minuto del primo tempo nella gara (poi persa, nonostante la doppietta di Tajarol) contro il Siena, nella gara di coppa Italia. L'attaccante ha consì confermato, dopo il suo primo anno tra i professionisti, che in questa categoria sa e può starci eccome. Lui, che ha segnato in I Categoria, Promozione, Eccellenza e serie D e che con le reti realizzate l'anno scorso in Lega Pro, sempre con la maglia della Lupa Roma, ha il primato di aver segnato in tutti i principali campionati dopo la serie A e la serie B, traguardi che avrebbe potuto toccare se solo gli osservatori del calcio avessero capito prima le sue qualità, anziché andare a cercare chimere e meteore estere.

Certo, Tajarol ci ha messo del suo nell'arrivare tardi tra i professionisti, avendo preferito, in alcune occasioni, restare a giocare nei dilettanti piuttosto che tentare il grande salto. Poi, però, a forza di segnare reti, restare troppo indietro non era più possibile ed ecco, quindi, la sua prepotente scalata verso il mondo del calcio come professione. Con l'arrivo di D'Agostino e di Quadri, il tasso tecnico della Lupa Roma quest'anno è cresciuto molto, e se gli assist diventano sempre più al bacio, anche le reti di Tajarol diventeranno (e da Siena ne è arrivato l'esempio) sempre più di qualità, oltre che di peso per l'obiettivo stagionale della Lupa Roma: la salvezza.

Fonte: Il Messaggero

Vassoi di Nello
 
Lega Pro, Teramo al nord o nel girone del Siena? Tavecchio è sicuro, ma se il Seregno vince la causa..

Gli ultimi verdetti dei tribunali e la riunione odierna della Federazione hanno ribaltato nuovamente le carte in tavola. A cinque giorni dall’inizio della stagione non si sa ancora se il campionato slitterà e quali sono con certezza i gironi. Tavecchio taglia corto e conferma le 54 squadre, ma in realtà l’ipotesi del recupero del vecchio format non è così azzardata.

Al momento sono sei le caselle in cerca di una loro collocazione. Il Consiglio Federale ci ha suggerito i nomi senza però darci la posizione. Mentre Catania e Messina appaiono certe del loro girone di riferimento, così come il Savona che si riprende il B, tutt’altro che scontati i casi di Teramo, Pro Patria e Monopoli. Il buon senso direbbe pugliesi nel Sud, anche se sono stati ripescati al posto del Castiglione, che ha vinto il proprio campionato nordico di serie D. La Pro Patria dovrebbe essere inserita al posto della Torres, ovvero nel gruppo del Siena, e rimarrebbe l’ultima casella libera destinata al Teramo, che ritroverebbe il campionato che vinse lo scorso anno.

Certo è che il condizionale è d’obbligo, in tutti i sensi. Perchè si sono già mosse le scontente, e cioè Teramo, Torres e Vigor Lamezia, che faranno ricorso d’urgenza contro la sentenza di appello. In più giovedi sapremo se il Coni darà ragione al Seregno e alle altre pretendenti alla Lega Pro. Dietro il piccolo Comune della Brianza c’è l’avvocato Cesare Di Cintio (nella foto in basso), che l’anno scorso sconfisse le istituzioni riportando il format della B a 22 squadre. Si ripetesse di nuovo adesso, i roburmatti potrebbero farsi altre due-tre settimane di vacanze al mare. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fedelissimo Online

Mages
 
Stasera chiude il mercato: accostati alla Robur Petricciuolo e Frabotta

Poche ore e il mercato chiuderà i battenti (salvo proroghe per le squadre riammesse). In casa Robur la squadra è praticamente fatta e gli arrivi di Ficagna e Avogadri hanno di fatto chiuso il cerchio. Nonostante ciò Tuttomercatoweb rilancia due calciatori che interesserebbero alla Robur.

Parliamo del terzino Simone Petricciuolo (20 anni), di proprietà dell’Avellino nella scorsa stagione all'Aversa Normanna, che piace a Robur, Melfi e Paganese; il secondo nome è quello di Daniele Frabotta (21 anni) terzino destro che ha raggiunto da poco tempo l'accordo per la rescissione consensuale del contratto (per questo potrà essere tesserato anche dopo la chiusura del mercato) con il Frosinone. Il giovane esterno, lo scorso anno alla Lupa Roma, è seguito anche da Lumezzane e Messina. 

Foto: Mondoprimavera.it

Fonte: Fedelissimo Online

Osteria del Buon Governo
 
Tavecchio: “Lega Pro a 54 squadre. Il campionato inizierà regolarmente”

A margine del Consiglio Federale ha parlato il numero 1 della FIGC Carlo Tavecchio.

“I campionati partiranno regolarmente e in Lega Pro il campionato sarà a 54 salvo decisioni che non competono alla Figc, ma che sarebbero in controtendenza con quello che pensiamo noi e contro il buon senso”.

“Il Consiglio federale di oggi è importante nella misura in cui ha assestato l’inizio del campionato. Siamo pronti per aprire la stagione. Devo ringraziare gli organi federali e i giudici sportivi di primo e secondo grado. In un momento così importante assolvere questi problemi nell’arco di 28 giorni è stato un record”.

Fonte: Fedelissimo Online

Osteria del Buon Governo
 
Adesso è ufficiale: Teramo, Catania, Pro Patria e Messina in Lega Pro

Il Consiglio Federale, riunitosi oggi all'EXPO di Milano, ha ufficializzato gli organici di Serie B e Lega Pro. Tutto come previsto: Ascoli e Entella sostituiscono Teramo e Catania in B, mentre Pro Patria e Messina rimpiazzano Torres e Vigor Lamezia.

Questo il comunicato ufficiale della FIGC:
"A seguito delle decisioni degli organi di giustizia sportiva, il Consiglio ha deliberato la sostituzione della società CATANIA con la Virtus Entella e della società TERAMO con l’Ascoli in Serie B e della società Torres con la PRO PATRIA e della società Vigor Lamezia con il MESSINA. A questi club è stato dato un termine di dieci giorni per gli adempimenti conseguenti.
A seguito della straordinarietà della situazione, il Consiglio ha concesso alle medesime società una finestra suppletiva di mercato fissata in venti giorni.
Infine, il Consiglio federale, relativamente alla situazione della società Brindisi, ha deciso di conferire delega al Presidente Tavecchio sulla individuazione del campionato da assegnare".

Fonte: Fedelissimo Online

Mages
 
Monopoli ripescato in Lega Pro

E' il Monopoli la 54° squadra del campionato di Lega Pro 2015/2016. Lo ha deciso il Consiglio Federale, riunitosi quest'oggi all'Expo di Milano. La società pugliese, prima in graduatoria dopo l'autoesclusione del Sestri Levante, sostituirà il Castiglione e verrà quasi sicuramente inserita nel girone C.

Fonte: Fedelissimo Online

Mages
 
Banca Cras
 
Mages
 
Precisazione Robur Siena in merito abbassamento della soglia

La Robur Siena comunica che in merito alla sottoscrizione per abbonamenti di invalidità, Robur Siena comunica di aver intrapreso verifiche tecnico-legali per considerare un potenziale abbassamento della soglia.

Fonte. Robur Siena

Mages
 
La Torres non ci sta: "Percorreremo tutte le strade possibili"

La Corte di Appello ha condannato la Torres alla retrocessione in serie D, ma la società sarda non ci sta. Sul sito ufficiale seftorrescalcio.it sono intervenuti il presidente Domenico Capitani e il legale del club De Renzi. Queste le loro dichiarazioni.

Capitani: "Per la mia onorabilità e per la Torres percorreremo tutte le strade della giustizia sportiva e, se servirà, di quella ordinaria".

De Renzi: "Questa sentenza credo che abbia alla base la totale illogicità. E’ una sentenza che afferma per la prima volta che si possa compiere un illecito senza che i giocatori o l’allenatore siano coinvolti. I giocatori non sono stati sentiti (..).
Spero veramente che davanti al Collegio di Garanzia si possano cambiare le cose e riformare questo sistema che fa acqua da tutte le parti. (..)
Se avessero anche solo ascoltato un giocatore avrei detto: "va bene, non l’hanno ritenuto credibile", ma Palazzi, la Procura, non ha ascoltato nessuno, e chi avrebbe compiuto l’illecito? Le persone per bene in Sardegna vogliono accettare questo? Questa cosa fa venire i brividi.
Se verrà deciso dalla Società, io metterò tutte le mie capacità e la mia forza per ribaltare questa sentenza (..)."

Fonte: Fedelissimo Online

Banca Cras
 
Abbonamenti invalidi, soglia di invalidità dal 100% al 75%

In merito alla sottoscrizione di abbonamenti da parte di disabili, la Robur Siena comunica ai tifosi interessati di aver abbassato la soglia di invalidità dal 100% al 75%; pertanto tutti coloro che, in possesso di certificato di invalidità pari o superiore al 75%, avessero sottoscritto l’abbonamento senza usufruire della prevista riduzione, potranno richiedere la restituzione della differenza tra il prezzo pagato e il nuovo prezzo dovuto, presentandosi presso la ricevitoria dove l’abbonamento è stato sottoscritto.

Fonte: Fedelissimo online

Vassoi di Nello
 
Robur Siena-Lupa Roma, le pagelle di Federico Castellani

Montipò 6,5
Senza colpe sui goal, svolge il compito senza particolari affanni. Si fa trovare pronto sugli insidiosi calci d’angolo di D'Agostino.

Silvestri 6
Partita sufficiente cerca di proporsi ma il modulo non consente troppe libertà e deve sempre presidiare l'area.

Portanova 6
Un po' sottotono rispetto ai suoi stardard anche se controlla la linea difensiva. Si fa anticipare nell'occasione del primo goal.

Celiento 6
La linea a tre lo sottopone a frequenti anticipi e chiusure lampo. In difficoltà quando ci prendono di infilata se il centrocampo non filtra a dovere.

Boron 7
Gara positiva si inserisce con facilita' di corsa e qualche bella incursione.

Burrai 7,5
Metronomo del centrocampo va a nozze specie nel primo tempo quando gli avversari non lo pressano. Sbaglia pochissimo e realizza il rigore con sicurezza. Il migliore.

Bastoni 6,5
Alterna grandi giocate a sbagli su palloni apparentemente semplici. Forse deve coprire un po' di più aiutando Burrai.

Opelia 6,5
In un ruolo non suo cerca di interpretarlo al meglio. Ma le cose migliori le fa vedere da centrocampista.

Piredda 6
Geniale e testardo. Come i giocatori del suo tipo. Grande traversa e poi finezze talvolta pero' un po' leziose.

Libertazzi 6,5
Buone sponde e si muove cercando di duettare con Mendicino. Peccato per una girata di testa che con più precisione avrebbe gonfiato la rete.

Mendicino 6,5
E' in crescita rispetto ad altre uscite. Gioca bene in fase di costruzione ma si perde nell'attimo fatale quando fallisce una clamorosa palla goal a tre metri dalla porta. Realizza con precisione il penalty.

Yamga 7
Grandissime doti atletiche. Dove non arriva la tecnica arriva con il fisico. Bene sul goal dove si getta come un falco e che non lascia scampo .

De Feo 7
Entra e in 20 minuti "spacca" la partita. Da una sua incursione nasce il rigore, e da una sua girata da posizione quasi impossibile il palo da cui poi il 3 goal. Elemento da tenere d'occhio.

Masullo Sv
Pochi minuti per l'ex Teramo. ingiudicabile.

COSA VA
Semplicemente spettacolosi i primi 20 minuti. Tutto ad uno massimo due tocchi. Bella reazione e molti giocatori in netta crescita.

COSA NON VA
Troppe occasioni sbagliate anche banalmente. Il modo di giocare, molto alti con una continua pressione, prevede di sfruttare al meglio tutte le occasioni. Quando ci infilano in velocità, il solo Burrai non poò contenere le folate e la linea difensiva va in chiaro affanno. E' opportuno che tutta la linea di centrocampo partecipi e che i reparti collaborino tenendo le giuste misure senza distrarsi o scoprirsi eccessivamente. Ci sono anche gli avversari e stasera non erano niente male.
Federico Castellani

Fonte: Fedelissimo online

 

Banca Cras
 
Media Partners
ARE
Siena TV
ok siena
Canale 3
Radio Cinque
Radio Siena