Nuovo Centro tecnico Rossi
Auto Europa Siena
Ricci Bus
Immobiliare Brogi
Grassi
CLEAN ACCCENT
Grassi
Main Sponsor
  • (+39) 0577 236677
  • fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

NEWS

Gazzetta: Il mercato della serie B e Lega Pro

Colpo della Pro Vercelli, che prende Liviero dalla Juventus (era alla Juve Stabia). E’ fatta per Rozzi (Lazio) al Bari. Ligi, rilevato dal Parma a titolo definitivo, ha firmato un contratto triennale. Per la difesa continua la caccia a Bianchetti e al laterale sinistro Douglas (Udinese). Si stanno creando le premesse per una collaborazione tra il settore giovanili del Bari e quello del Guangzhou, club cinese dove allena Lippi. Dionisi è del Frosinone: l’attaccante, che la scorsa stagione era in prestito all’Olhanense (Portogallo) arriva a titolo definitivo, ha firmato un triennale a circa 150 mila euro netti a stagione più bonus. Il Crotone su Vinicius (Lazio, era al Padova). Si complica il passaggio di Petkovic dal Catania al Lanciano: sono emersi guai fisici durante le visite mediche. Il Bologna tiene in stand by Cacia (Verona) nell’attesa di sistemare Bianchi o Acquafresca all’estero. Se usciranno entrambe le punte, potrebbe arrivare un attaccante comunitario: Fusco tiene d’occhio il giovane Donis (Juve). Perez si avvicina al Penarol Montevideo. Il Perugia divorzia da Mazzeo. 

Lega Pro Il Lecce ha raggiunto l’accordo con l’attaccante Moscardelli, svincolato dal Bologna, e Carrozza, esterno di centrocampo dello Spezia la scorsa stagione. In giornata sarà formalizzato il rinnovo di Lopez. Il Pisa prende un difensore d’esperienza, Paci dal Brescia, e per oggi attende anche il sì di Lisuzzo (Spezia). Un rinforzo anche per la difesa del Sudtirol: preso il romeno Mladen dalla Roma (ma era all’Olhanense). Il Venezia acquista a titolo definitivo Cernuto dalla Reggina (ma era già in Laguna), il Melfi acquista l’attaccante Bernardino (Chieti). Marianini lascia il ritiro del Tuttocuoio e non firma il contratto. Balde k.o. si cercano un centrocampista e un difensore centrale. In arrivo Gargiulo dall’Empoli. L’Ascoli ha l’accordo con Pirrone (biennale) e risolve con De Iulis. 

Fonte: La Gazzetta dello Sport

CorsiFotografiaSiena
 
Gazzetta: Il mercato della serie A

Ultimi giorni di luglio e contatti continui a Milano tra gli operatori di mercato. Samp scatenata. Ieri blitz del presidente Ferrero a Milano per l’attaccante argentino Gonzalo Bergessio e accordo raggiunto: tre milioni più bonus e firma sul contratto tra due giorni. Decisivo il vertice col vicepresidente del Catania Pablo Cosentino. I blucerchiati ieri hanno chiuso anche l’accordo con l’entourage del colombiano Mario Yepes ora svincolato: contratto annuale a 400 mila euro più diversi bonus a obiettivi, tra i quali il raggiungimento dell’Europa League. Quindi il portiere: in attesa di chiudere la cessione di Romero (nelle ultime ore ci sarebbero state delle difficoltà per l’intera copertura dell’ingaggio da parte del Benfica e da qui un tentativo di inserimento del Monaco), il d.s. Osti ha in pugno il sostituto, si tratta di Viviano (Palermo), lo scorso anno all’Arsenal. Il portiere, tra l’altro, ieri non si è presentato in ritiro coi rosanero grazie ad un permesso. Non decolla invece lo scambio Costa-Mantovani con il Palermo. Sull’altra sponda ligure, colpo del Genoa che ha chiuso per Tomas Rincon , centrocampista venezuelano svincolato (lo scorso anno all’Amburgo). In difesa i nomi caldi sono quelli di Roncaglia (Fiorentina) e Bellusci (Catania) dopo le difficoltà per Campagnaro (Inter). 

Altri affari Lavori in corso anche al Verona . I gialloblù chiudono per il difensore Rodriguez (Torino) che ieri ha superato le visite mediche, insistono per Compper (Fiorentina) e non mollano la pista Luna (Aston Villa). E poi c’è sempre l’idea Marquez (sul quale c’è la Lazio). Il Cagliari ha definito uno scambio di difensori col Pescara: Capuano da Zeman e Del Fabro in Abruzzo. Trattativa avanzata per il portiere Almunia svincolato (era al Watford). I sardi riprendono a discutere col Chievo per l’attaccante Farias : i veneti in cambio però chiedono Dessena . Il Parma, che ieri ha ufficializzato Cassani dalla Fiorentina a titolo definitivo e contratto triennale, non molla Bellomo (Chievo) e insiste per Obinna (che piace anche all’Atalanta). L’Empoli sprinta per Bianchetti (Verona) e sogna il difficile ritorno di Saponara (Milan). Il Palermo per la difesa non molla la pista Felipe (Parma) e coi ducali discute anche di Rispoli . Il Sassuolo non molla Cigarini (Atalanta). Oggi previsti nuovi contatti, l’alternativa è Cofie . Per la difesa piace l’uruguaiano Carrera . L’Atalanta chiude per Estigarribia e Spinazzola e giovedì dovrebbe avere Rosseti che oggi firma con la Juventus. Cesena : ecco Bressan (svincolato). Il Toro , infine, insiste per Faraoni (Udinese). 

Fonte: La Gazzetta dello Sport

CorsiFotografiaSiena
 
Vuoto
 
Banca Cras
 
Le squadre che hanno chiesto il ripescaggio in Lega Pro

Scadeva oggi alle 19 il termine ultimo per presentare le domande di ripescaggio alla Lega Pro.
Secondo le ultime indiscrezioni queste le cinque squadre che hanno presentato domanda di ammissione alla nuova terza serie:

Correggese (giocherebbe a Carpi, ndr)
Akragas
Torres
Delta Porto Tolle
Martina.

Hanno rinunciato Arezzo, Taranto, Rimini.
Il prossimo 31 luglio, la comunicazione sulle tre squadre che saranno ammesse al campionato 2014-2015.


Fonte: Fedelissimo online

Solar Calor
 
Papadopulo: "Chi vuole bene al Siena adesso non può tirarsi indietro"

Giuseppe Papadopulo ha parlato ai microfoni di Antena Radio Esse. L’ex mister bianconero (e chissà se prossimo) ha parlato proprio del futuro e di un suo possibile ritorno in bianconero. Ecco le sue parole:

“Dopo aver scritto tutti insieme pagine importanti, un epilogo del genere a così breve distanza nessuno se lo sarebbe aspettato. Gli eventi sono stati quelli noti e il Siena dovrà ricominciare da capo. Speriamo che possa essere protagonista in futuro, così come lo è stato fino a poco tempo fa.

Quando fai parte di un gruppo si vanno ad instaurare rapporti che nel tempo diventano sempre più consistenti, andando a creare quella familiarità che ti permette di ottener risultati anche talvolta insperati. E per arrivare a ciò, alla base ci sono proprio i rapporti importanti, che a Siena si possono instaurare e senza i quali difficilmente si può arrivare a qualcosa.

Un mio ritorno? È difficile non poter dare la disponibilità per, eventualmente, affrontare e portare avanti un progetto importante. Ma per adesso mi fermo qui perché non sarebbe corretto e giusto andare oltre. Credo che coloro che vogliono bene al Siena non possono rinunciare a dare una mano: io sono uno questi, avendo  dimostrato nel tempo di essere attaccato a questi colori, a questa città e a questa gente che sento tutt’ora molto vicino a me. E credo che non potrei fare meno di dare il mio contributo qualora dovessi esser interpellato. Se poi non sarà spero di essere in tribuna, sintomo che sarebbero rimasti intatti quei rapporti che sono nati e sono andati avanti nel tempo. Ma soprattutto ciò che resta al di là della categoria,

La D? Nella mia carriera sono rimasto legato a due società: la Lazio e il Siena, dove ho avuto la possibilità di scrivere pagine importanti e portare Siena e il Siena per la prima volta nell’elite del calcio. E, come detto prima, credo sia normale che si crei un rapporto che va al di là della categoria.

Se potevo tornare prima? Io lo avrei fatto volentieri, anche in situazioni difficili da affrontare. Però non si sono create mai le condizioni: non tanto da parte mia, quanto per una serie di situazioni che non hanno portato al concretizzarsi del tutto. Ma ripeto, il mio attaccamento e affetto per Siena, l’ambiente e i tifosi è rimasto intatto. E in questi anni, anche se da lontano, ho seguito e fatto il tifo perché rimanesse in alto, lassù dove qualcuno aveva contribuito a portarla.

Le parole di elogio di Ponte? Lo ringrazio per agli attestati di stima, ancor di più perché arrivano da qualcuno che opera nel mio ambiente e nel mio lavoro. Ma credo sia stato corretto il suo non inoltrarsi in previsione future. È chiaro che adesso chi ha voluto bene al Siena non può tirarsi indietro: ma ciò non riguarda solo me ma tutte quelle persone che hanno contribuito a portare la Robur alla ribalta del calcio , dalla C alla A.

De Luca? È stato uno dei maggiori artefici dell’escalation del Siena. È giusto ricordarlo perché ha dato sia il suo apporto presidenziale che quello umano, in un ambiente dove ciò è essenziale. Aveva trovato il posto giusto: Siena si è attaccata e affezionata a lui e questo connubio ha fatto sì che quell’idea divenisse realtà. E mi ricordo ancora le scritte sulle maglie della lucida follia che divenne una cosa concreta”.

Fonte: Fedelissimo Online 

Vuoto
 
Osti: "Ci vuole un vero progetto a lunga scadenza"

Stefano Osti ha parlato questa mattina ad Antenna Radio Esse. Ecco le sue parole:

"Il primo cittadino ha le sue buone ragione per chiedere qualche giorno in più per riflettere, perché si tratta di una decisione delicata e impegnativa che rappresenta la nuova partenza del calcio a Siena.  Allo stesso tempo ci sono delle scadenze da rispettare, prima fra tutte quella delle ore 12 del 4 agosto, quando in un lunedì tutto va consegnato a Roma. Spero che non si arrivi all’ultimo momento a fare cose così delicate, ma che penso che se viene rispettata, o magari anticipata, la tempistica della decisione, credo che si possa provvedere a fare tutto. È un momento delicato, che va fatto senza nervosismi e con molta attenzione.

Il progetto è fondamentale: deve essere un qualcosa di serio e consolidato ed è forse più importante della categoria. Questa sì è importante, ma ci vuole un’idea precisa di ciò che andremo a costruire, altrimenti c’è il rischio di rimanere 5-6 anni in D come successo a squadre come l’Arezzo.

Guardando indietro, credo che molte delle problematiche dell’Ac Siena sono dovute proprio alla mancanza di un vero progetto. In tal senso ho trovato molto discutibile che lo sponsor Mps che per anni ha erogato somme ingenti, non abbia mai preteso di inserire una figura in posti di comando con poteri decisionale e di controllo di propria fiducia. Ma anche che non abbia fatto in modo che molti di quei soldi non fossero destinati ad un progetto come poteva essere il settore giovanile, la costruzione di impianti, o il vivaio. Proprio relativo a quest’ultimo, vediamo che ora viene saccheggiato dalle altre società professionistiche che si stanno avvalendo del gran lavoro fatto dagli ottimi tecnici che aveva il Siena e che avevano prodotto ragazzi interessanti che adesso vanno via. Il progetto a lunga scadenza che deve essere fatto deve comprendere il vivaio, il settore giovanile, i rapporti con le altre società della città o del territorio vicino, l’impiantistica. Questo ritengo siano le cose fondamentali. Pensare che tutte le risorse devono essere impiegate per costruire una squadra per vincere il campionato non mi sembra a lunga scadenza. Poi è chiaro che tornare nei professionisti prima possibile sarebbe un importante veicolo per valorizzare il progetto detto prima.

Parlando del girone, continuo a sperare che l’Arezzo venga ripescato perché ci sarebbe una squadra importante in meno nel nostro campionato. Sarà un anno dove chi affronterà il Siena farà la gara della vita, anche perché verranno a giocare in uno stadio che fino a poco tempo fa ha ospitato la Serie A. Ho vissuto situazioni simili in altre piazza come Grosseto e Terni e questo è l’ostacolo maggiore: affronteremo tutte finali contro squadre che per vivranno la sfida col Siena come una cosa storica. Ci vorrà pazienza, dovrà esser costruita una squadra equilibrata, con la giusta dose di esperienza, con uomini abituati alla categoria e giovani motivati e recuperati e dalla scomparsa dell’Ac Siena. Il tutto guidato da un allenatore che non debba esser preso per mano ma che, vista la giovane età di molti componenti della rosa, abbia un’ala protettiva verso questi oltre che essere un tecnico di qualità, esperienza e carisma".

Fonte: Fedelissimo Online

Solar Calor
 
Pisa, ufficiale l’arrivo di Paci. E si pensa a Giacomazzi…

Colpo in difesa per il Pisa di Piero Braglia. Il nuovo nome per la retroguardia è Massimo Paci. Lo ha comunicato la società toscana mediante un comunicato pubblicato sul proprio sito ufficiale. Ecco la nota del club: “Il Pisa 1909 comunica di aver ingaggiato per la prossima stagione agonistica il calciatore Massimo Paci. Il calciatore sta già raggiungendo i compagni nel ritiro di Fiumalbo”. Il calciatore arriva da svincolato, dopo la scadenza del suo precedente contratto con il Brescia. Ma il mercato, per i nerazzurri, non si ferma qui: si pensa, infatti, a un altro giocatore d’esperienza e di sicuro affidamento: Guillermo Giacomazzi, svincolato dal Siena, è il nome nuovo. Una trattativa importante che può andare in porto, per l’uruguayano ex Lecce svincolatosi dal Siena. Esperienza e ambizione, la ricetta del Pisa per tornare presto in alto.

Fonte: gianlucadimarzio.com

Banca Cras
 
Comunicato Siena Club Valdarbia

Abbiamo preso visione sul sito dei Fedelissimi del Comunicato di Lorenzo Mulinacci, in riposta a Pietro Poggi.

Vorremmo dire che, pur mantenendo la nostra identità di Club autonomo, ci sentiamo di condividere pienamente ciò che il presidente dei Fedelissimi ha espresso. Il Siena Club Valdarbia è nato e rimane un club volto a fare un tifo semplice e genuino senza voler interferire in maniera rilevante sulle decisioni che verranno prese in merito alla nuova gestione della nostra squadra. Con l'augurio che tutto ciò che verrà fatto abbia come unico obbiettivo il bene de Siena.

SIENACLUBVALDARBIA

Solar Calor
 
Orario apertura sede. Mercoledì cena

La sede del nostro club rimarrà aperta il martedì e giovedì dalle 21,30 alle 24 per seguire passo passo la rinascita della Robur. Mercoledì cenino di pesce in terrazza, tempo permettendo.

Siena Club Fedelissimi

 

Vuoto
 
Ex bianconeri in cerca di squadra

Continuano a trovar squadra gli ex bianconeri dopo la non iscrizione della Robur:

Secondo quanto riportato dal sito della Lega di Serie A, il Torino avrebbe depositato gli accordi per due giocatori svincolati: Rosario Rizzo e Simone Monni.

L'edizione odierna de L'Eco di Bergamo dice ormai prossimi ad approdare all’Atalanta due ex bianconeri. Il primo è Lorenzo Rosseti, attualmente svincolato che  a breve firmerà un contratto quinquennale con la Juventus e sarà girato in prestito ai nerazzurri. Oltre a lui arriverà anche Leonardo Spinazzola: sarebbe infatti stata definita l'operazione con la Vecchia Signora per il centrocampista reduce dall'esperienza a Siena.

Allo stesso tempo, il Genoa ha depistato il contratto di Eugenio Lamanna. Il giocatore era svincolato e adesso Lamanna, sebbene abbia alcune richieste, potrebbe restare anche al Genoa

Gonçalo Brandão è pronto ad iniziare una nuova avventura in patria: libero da ogni vincolo contrattuale, il calciatore è in procinto di firmare col Belenenses per due stagioni, secondo quanto riferisce A Bola.

Il Cesena ha messo gli occhi su alcuni ex bianconeri: il primo nome sulla lista è quello di Nico Pulzetti, centrocampista tornato al Bologna e che ormai da tempo è seguito dai romagnoli. Inoltre il Cesena, per il reparto offensivo, sembra esser interessato a Innocent Emeghara, attaccante nigeriano che bene aveva fatto a Siena due anni fa per poi oscillare e non poco a Livorno. Infine resta vivo l’interesse e la trattativa con l'Atalanta per Franco Brienza.

Infine l’Ascoli che per completare una squadra in grado di far bene in Lega Pro sarebbe interessato al mediano francese Geal Genevier svincolato dal Siena, e a Gianvito Plasmati, attualmente al lavoro con i disoccupati nel ritiro di Coverciano.

Fonte: Fedelissimo Online

Solar Calor
 
La Nazione - Ponte lavora già per la Robur

Inizia oggi la settimana che darà il via alla nuova era della Robur. Entro mercoledì alle 13 i soggetti interessati a investire sul club bianconero dovranno far pervenire sulla scrivania del sindaco Bruno Valentini tutto ciò che permetta al primo cittadino di compiere la decisione che riterrà più giusta per la rinascita dei colori bianconeri e come ha ripetuto più volte, «rivedere le maglie del Siena nel calcio che conta». Così, se questi sono giorni di grande attesa per i tifosi, che hanno seguito passo passo lo svolgersi delle operazioni che poi condurranno alla scelta finale, lo sono di grande lavoro per chi tra quarantotto ore dovrà presentarsi a Palazzo comunale con un incartamento pronto e una accertata liquidità economica, requisito fondamentale per dare alla Robur basi solide, a differenza di quelle logorate che hanno alla fine portato al crollo della vecchia società, adesso in liquidazione. Tra i nomi di coloro che potrebbero rappresentare la nuova proprietà del club bianconero, spicca quello di Antonio Ponte. La sua candidatura, fermamente appoggiata dalla tifoseria, ha preso ancora più quota dopo l’uscita dichiarata di scena di Siena 2019. Volendo, almeno all’inizio, essere l’amministratore unico della nuova società, l’imprenditore svizzero ha creato Robur Siena, che ha presentato a Valentini venerdì scorso alla presenza dell’avvocato Riccardo Sallustio. Anche grazie ai trascorsi senesi, in questi giorni ha stretto contatti con professionisti di sua fiducia (che potrebbero anche far parte poi del nuovo organigramma bianconero) che lo hanno aiutato a sistemare tutta la documentazione e gli allegati necessari da presentare al sindaco (fanno parte del business plan triennale le diverse voci proventi di sponsorizzazione, proventi dalla pubblicità e dal marketing, proventi dalla biglietteria, emolumenti a tesserati e dipendenti, spese organizzative...) - già pronti - in modo che, nel caso il suo progetto venga accettato, si possa procedere all’affiliazione presso il Comitato Regionale Toscana a Firenze e quindi all’iscrizione al campionato di serie D in tempi molto rapidi. In seguito arriverà la costruzione della nuova squadra e del nuovo staff tecnico: l’idea è quella di un diesse che conosce bene la categoria e un allenatore navigato. (Angela Gorellini)

Fonte: La Nazione

CorsiFotografiaSiena
 
Gazzetta: Il mercato della serie B e Lega Pro

Anche il Trapani ha scelto di giocare le partite casalinghe su un campo in erba artificiale e si è affidato a Limonta Sport, che dalla metà di luglio sta posando il nuovo manto con l’utilizzo del sistema Max S più Geo Plus. I lavori stanno procedendo secondo la tabella di marcia, campo pronto per la Coppa Italia. In questa stagione si giocherà sul sintetico anche a Chiavari e Vercelli. 
Oltre 12 mila iscritti su Facebook avevano dato la spinta iniziale. Lui ci ha messo la volontà. La società ha fatto il resto. Riprende la storia tra Diomansy Kamara e il Catanzaro (Lega Pro), un capitolo iniziato nel 2000 e che da ieri ricomincia. L’attaccante franco-senegalese ha firmato un quadriennale con il club calabrese. Due anni da giocatore e due da dirigente. Nato nel 1980, smetterà di giocare a 35 anni per iniziare la sua nuova carriera. Era svincolato dopo un triennio in Turchia con la maglia dell’Eskisehirspor. 

Serie B Il Bologna è in pressing su Cacia (Verona): l’attaccante potrebbe arrivare nelle prossime 48 ore; intanto su Acquafresca c’è l’interesse del Leeds mentre un paio di club cinesi sondano Friberg; nel ruolo di centrale piace Alejandro Rodriguez (Verona). Il Modena ha preso Schiavone (era a Siena, proprietà Juventus). Il Varese attende la risposta di Pecorini (Cittadella). Il Bari aspetta oggi in ritiro Ligi (Crotone). Il Lanciano è su Pinato (Milan) che piace anche al Latina. Nella lista del Livorno oltre a Fischnaller (Reggina, proprietà Sudtirol) entra anche Maniero (Pescara). Il Crotone ha preso Cane (Barletta) e sprinta per Dos Santos (Chievo, su di lui anche il Varese) e Bajza (Parma). 

Altre di Lega Pro Oggi potrebbe essere il giorno di Cocco (Beira Mar, proprietà Verona) al Vicenza. L’Ascoli è vicino a Pirrone (svincolato dopo Trapani). Guerriera (Messina) al Melfi. Capitolo Lecce: oggi Moscardelli (nel mirino anche della Ternana) incontra i dirigenti salentini che gli offrono un biennale; in ritiro a Saint Vincent arriverà il rinnovo di Lopez mentre nelle prossime ore il Genoa definirà il passaggio di Vinetot. Il Savoia ha acquistato Sanseverino (Perugia, proprietà Palermo). Traorè (Sudtirol, proprietà Cesena) va al Santarcangelo. 

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Vuoto
 
Gazzetta: Il mercato della serie A

Oggi sarà finalmente a Firenze Josè Maria Basanta . Il difensore argentino, che ha già conosciuto i propri nuovi compagni in Argentina, sosterrà le visite mediche prima di firmare il contratto con i viola. In Spagna intanto sono sicuri. Se la Fiorentina non dovesse abbassare le pretese per Cuadrado (almeno 40 milioni cash), l’operazione potrebbe essere rimandata di un anno. Facendo felici tutte le parti in causa con i viola che avrebbero per una stagione un tridente con il colombiano, Rossi e Gomez. In questo caso la Fiorentina avrebbe però poco potere di manovra sul mercato attuale. Difficile convincere lo Shakhtar a lasciar partire in prestito con diritto di riscatto Fernando . Formula che invece dovrebbe essere quella giusta per dare il via alla cessione di Camporese al Cagliari. Bernardeschi pare aver già convinto Montella: rimarrà in viola, almeno fino a gennaio. 

Difesa biancoceleste La Lazio, dopo aver perso Astori , è sempre alla ricerca di due difensori centrali. L’obiettivo numero uno è l’olandese De Vrij . Prossimi giorni decisivi, il d.s. Tare è già a Rotterdam per presentare una nuova offerta al Feyenoord (sui 7-8 milioni). Per il secondo centrale le piste più calde sono Paletta e il genoano De Maio . Difficili le piste Balanta (River Plate) e Mendes (Marsiglia). 

Altri affari Mercato del Torino bloccato in attesa di sviluppi su Cerci e Darmian . La Sampdoria ha preso Viviano (prestito con diritto di riscatto dal Palermo) e Yepes (svincolato, oggi l’incontro per chiudere), prima di affondare su Bergessio (Catania). Il Verona oggi vedrà il Torino per Guillermo Rodriguez : arriverà a titolo definitivo; poi i gialloblù si concentreanno su altri obiettivi per la difesa come Sorensen (Juve), Marquez e Luna (Aston Villa). Si muove anche l’Atalanta : in giornata incontro con la Juve per l’esterno Spinazzola e il prestito biennale di Rosseti , mentre per l’attacco è sempre in piedi l’idea Obinna . Infine oggi l’Empoli avrà Bianchetti . 

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Solar Calor
 
Solar Calor
 
Tabaccheria la radica
 
Cosa serve per l'iscrizione alla D

Il sindaco Valentini ha dichiarato che entro mercoledì coloro che sono interessati al Siena devono presentare tutta la documentazione necessaria per l’iscrizione alla D (prima fra tutti la fideussione da 300milaeuro che essendo il Siena una nuova società è chiamata a pagare). Ma quali sono questo documenti?.

Riprendiamo in merito i comunicati ufficiali 137 e 138 pubblicati il 26 Maggio 2014 a specificare parametri e modalità per l'ammissione di società alla D 2014-15.

Come primo punto, necessariamente, la domanda d’iscrizione al campionato

Oltre che della domanda, deve essere inviata la seguente documentazione:

1) Documentazione on-line (resoconto amministrativo, organigramma, Presidente e/o Amministratore delegati alla firma.

2) Copia del Verbale della Assemblea nel corso della quale sono state attribuite le cariche sociali per la stagione sportiva 2014/2015, firmato per conformità dal Presidente della Società; ovvero comunicazione di conferma delle cariche sociali nell’ipotesi di mancata variazione delle stesse.

3) Copia statuto sociale vigente (solo per le Società retrocesse dalla II Divisione, per quelle provenienti dall’Eccellenza Regionale e per quelle che hanno modificato la denominazione sociale già deliberata della F.I.G.C.).

4) Somma di € 19.000,00 a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato a F.I.G.C. – Lega Nazionale Dilettanti o tramite bonifico bancario.

Il versamento di tale importo è da ascriversi ai seguenti titoli:
Tassa associativa € 300,00
Assicurazione tesserati (salvo conguaglio +/- tesserati al 30/6/2014) € 2.500,00 (€ 2.320,00 tesserati; € 180,00 dirigenti)
Diritti d'iscrizione Campionato Nazionale di Serie D € 11.000,00
Diritti d’iscrizione Campionato Nazionale Juniores € 2.000,00 (con esclusione delle Società appartenenti alla Regione Sardegna e Sicilia)
Acconto spese € 3.200,00 (a garanzia di eventuali passività sportive)

Nell’ipotesi di versamento a mezzo bonifico bancario dovrà essere allegata la relativa ricevuta; nell’ipotesi di versamento a mezzo assegno circolare dovrà essere allegata copia dello stesso, con spedizione dell’originale a mezzo raccomandata 1 e/o corriere espresso, nei termini di cui al punto A).

5) Fideiussione bancaria a prima richiesta con scadenza all'11/07/2015 di importo pari a € 31.000,00 sarà possibile effettuare una delle seguenti scelte:

fideiussione esclusivamente bancaria di € 31.000,00 secondo il modello predisposto dal Dipartimento Interregionale, così come visualizzato on-line, ovvero assegno circolare non trasferibile di pari importo intestato a F.I.G.C. – Lega Nazionale Dilettanti, ovvero bonifico bancario di pari importo intestato come da coordinate indicate al punto 5);

proroga all’11 luglio 2015 della fideiussione giacente, secondo il modello predisposto dal Dipartimento Interregionale, così come visualizzato on-line (per Società già in organico nella stagione sportiva 2013/2014).

Nell’ipotesi di fideiussione bancaria ovvero di proroga della stessa dovrà essere allegata copia del documento rilasciato dall’istituto di credito con spedizione dell’originale a mezzo raccomandata 1 e/o corriere espresso, nei termini di cui al punto A).

Nell’ipotesi di versamento a mezzo bonifico bancario dovrà essere allegata la relativa ricevuta; nell’ipotesi di versamento a mezzo assegno circolare dovrà essere allegata copia dello stesso, con spedizione dell’originale a mezzo raccomandata 1 e/o corriere espresso, nei termini di cui al punto A).

* N.B. > non saranno accettati assegni bancari in sostituzione

6) Nel caso di Società iscritte nel registro delle imprese, la visura camerale aggiornata attestante la vigenza della Società.

7) Per le Società che presentassero alla data del 30/6/2014 debiti di carattere sportivo, un assegno circolare non trasferibile e/o bonifico bancario con valuta per il beneficiario entro l’11/7/2014 intestato a: F.I.G.C. – Lega Nazionale Dilettanti.

Nell’ipotesi di versamento a mezzo bonifico bancario dovrà essere allegata la relativa ricevuta; nell’ipotesi di versamento a mezzo assegno circolare dovrà essere allegata copia dello stesso, con spedizione dell’originale a mezzo raccomandata 1 e/o corriere espresso, nei termini di cui al punto A).

8) Per le Società del Dipartimento Interregionale, la documentazione attestante il pagamento di quanto dovuto ai tesserati in forza di decisioni assunte dalla Commissione Accordi Economici divenute definitive entro il 31 maggio 2014 e di lodi emessi entro il medesimo termine dal Collegio Arbitrale presso la L.N.D., nonché di decisioni rese in appello ed ultimo grado dalla Commissione Vertenze Economiche.

9) Dichiarazione di disponibilità del campo di gioco, secondo il modello predisposto dal Dipartimento medesimo, così come visualizzato on-line, rilasciata dall'Ente proprietario, secondo quanto previsto dall’art. 31 del Regolamento della L.N.D. per la disputa di tutte le gare del Campionato Nazionale di Serie D e di altre manifestazioni ufficiali; ovvero per le Società che hanno stipulato convenzione con gli Enti proprietari dell’impianto per la gestione dello stesso, allegare dichiarazione di disponibilità del campo di gioco sottoscritta dalla stessa, unitamente a copia della convenzione.

All’uopo si riporta quanto pubblicato su C.U. N. 98/A del 05/5/2008 della F.I.G.C. inerente la modifica dell’art. 19, punti 1) e 2) delle N.O.I.F. :

- Le Società devono svolgere la loro attività sportiva nell’impianto sportivo dichiarato disponibile all’atto dell’affiliazione.

- L’impianto sportivo di cui al precedente comma 1) art. 19 delle N.O.I.F deve insistere sul territorio del Comune ove le Società hanno la propria sede sociale. Su richiesta della Società, le Leghe, i Comitati e le Divisioni, in via eccezionale e per fondati motivi, possono autorizzare, secondo la rispettiva competenza, le medesime Società a svolgere le loro attività in impianti diversi.

L’impianto di gioco dovrà presentare le caratteristiche previste dal Regolamento Impianti Sportivi del Dipartimento Interregionale, con particolare riferimento all’attestazione di agibilità rilasciata dalle Commissioni Comunali e/o Provinciali di Vigilanza.

Si precisa che può essere concessa deroga alle Società per il tempo strettamente necessario all’ultimazione dei lavori, previa indicazione di unico campo alternativo provvisto di agibilità definitiva;

in caso contrario dovrà essere chiaramente disposta, da parte dell’Ente proprietario, la concessione della struttura per la disputa di gare “a porte chiuse”.

Nella dichiarazione di disponibilità deve essere indicato che la stessa non potrà essere revocata nel corso della stagione sportiva.

10) Per le Società provenienti dall’area professionistica, comunicazione della Lega Pro e della CO.VI.SOC, attestante la inesistenza di situazioni debitorie nei confronti della F.I.G.C., delle Leghe e di altre Società affiliate comprensive di vertenze da deliberare ovvero l’ammontare di eventuali situazioni debitorie esistenti. In tale ultimo caso la Società dovrà allegare ulteriore fideiussione bancaria con scadenza 31/12/2015, secondo il modello predisposto dal Dipartimento Interregionale, così come visualizzato on-line, a garanzia dell’assolvimento delle stesse, di importo pari alla quota debitoria come sopra certificato (così come disposto dall’art. 28 comma 2 lettera b) del Regolamento L.N.D.); dovrà essere allegata copia del documento rilasciato dall’istituto di credito con spedizione dell’originale a mezzo raccomandata 1 e/o corriere espresso, nei termini di cui al punto A).

11) Per le Società provenienti dai Campionati Regionali di Eccellenza, l'attestato sottoscritto dal Presidente del Comitato Regionale di provenienza di inesistenza di pendenze debitorie verso la F.I.G.C., le Leghe, le Società affiliate; gli eventuali saldi passivi dovranno essere, in ogni caso, versati al Comitato Regionale di competenza.

Nell’ipotesi di esistenza di pendenze debitorie verso la F.I.G.C., le Leghe, le Società affiliate, ivi comprese le vertenze divenute definitive entro il 31/5/2014, la Società dovrà garantire, all’atto dell’iscrizione, l’assolvimento della relativa passività.

L’inosservanza del termine perentorio dell’11 luglio 2014 ore 18.00, con riferimento all’adempimento previsto al punto A) (compilazione definitiva della richiesta di iscrizione secondo la modalità on-line a pena di decadenza) comporterà l’esclusione della Società dal Campionato di Serie D 2014/2015.

L’inosservanza del medesimo termine, per l’invio telematico della documentazione da allegare alla domanda di iscrizione, secondo modalità on-line, al Dipartimento Interregionale, anche con riferimento ad uno soltanto degli allegati previsti dai punti 1), 2), 3), 4), 5), 6), 7), 8), 9), 10) e 11), costituisce illecito disciplinare ed è sanzionata, a seguito di trasmissione degli atti da parte della Co.Vi.So.D, su deferimento della Procura Federale, dagli organi della giustizia sportiva con la ammenda di euro 1.000,00 per ciascun inadempimento.

La suindicata documentazione, dovrà inoltre essere integrata da:

- sottoscrizione di delega alla negoziazione dei diritti radiofonici e televisivi, pubblicitari e commerciali alla L.N.D., secondo il modello predisposto dalla stessa ed inviato alle Società, così come visualizzato on-line;

- modello con indicazione coordinate bancarie, così come visualizzato on-line;

- sottoscrizione di modello che prevede l’obbligo di partecipare alle gare trasmesse in anticipo televisivo insindacabilmente indicate e scelte dal Dipartimento Interregionale di concerto con la Redazione di Rai Sport, così come visualizzato on-line.

La domanda d'iscrizione di ciascuna Società avente diritto, con la documentazione ad essa allegata, dovrà essere trasmessa dalla segreteria del Dipartimento Interregionale alla Co.Vi.So.D, entro il 15 luglio 2014.

B) CAMPIONATO NAZIONALE JUNIORES 2014/2015

Alle Società che disputano il Campionato Nazionale di Serie D è fatto obbligo di partecipare con una propria squadra al Campionato Nazionale Juniores, con eccezione delle Società delle regioni Sardegna e Sicilia che hanno l’obbligo di partecipare con una propria squadra al Campionato Regionale Juniores. Le Società di Serie D migliori classificate nei Campionati Regionali Juniores organizzati dai Comitati Regionali Sardegna e Sicilia, conseguono il diritto a partecipare alla Fase Finale del Campionato Nazionale Juniores organizzato dal Dipartimento Interregionale.

A tal fine le Società di cui sopra dovranno allegare, secondo la modalità on-line, entro il giorno 11 luglio 2014 ore 18.00, la seguente documentazione:

dichiarazione di disponibilità di idoneo campo di gioco, rilasciata dall’Ente proprietario, per la disputa di tutte le gare del Campionato Nazionale Juniores 2014/2015, così come visualizzato on-line. In proposito si precisa che le dimensioni minime dei campi di gioco per il Campionato Nazionale Juniores, sono state fissate in mt. 60/65 x 100/105;

certificato di omologazione del campo, rilasciato dal Fiduciario campi del competente Comitato Regionale della L.N.D. (solo per gli impianti diversi da quelli utilizzati per il Campionato di Serie D).

La mancata partecipazione ovvero la rinuncia al Campionato Nazionale Juniores comporterà a carico della Società l’addebito della somma di € 15.000,00 a titolo di concorso spese.

Fonte: Fedelissimo Online

CorsiFotografiaSiena
 
Serie D, le regole per promozioni e retrocessioni

La serie D, quarto campionato nazionale, è composta da 162 squadre divise in 9 gironi da 18. Le squadre che arrivano prime in ogni girone vengono promosse in Lega Pro. Le squadre che si piazzano dalla seconda alla quinta posizione, si affrontano invece nei play-off, le cui 9 vincitrici, insieme alla migliore semifinalista e alle 2 finaliste della Coppa Italia Serie D, si scontrano tra loro per determinare una classifica utile per un eventuale ripescaggio, in caso di mancate iscrizioni. Le e squadre vincitrici di ogni girone si affrontano poi nella Poule Scudetto, da cui uscirà la squadra che vincerà lo scudetto diventando Campione d'Italia di categoria.

Poule Scudetto: le società classificate al primo posto in ciascuno dei singoli gironi vengono suddivise in tre gironi triangolari. Accedono alla fase successiva le prime classificate di ciascun girone nonché la migliore seconda. Le quattro squadre così ammesse, vengono accoppiate e danno vita alle semifinali (con partite di andata e ritorno), le vincitrici disputano poi la finale, valida per l'assegnazione del titolo di Campione d'Italia di Serie D, in un unico incontro da svolgersi in campo neutro. In caso di parità di punti valgono, nell'ordine, differenza reti, gol segnati, gol segnati in trasferta, sorteggio. Per la scelta della migliore seconda i criteri sono: punti totalizzati, differenza reti, gol segnati, gol segnati in trasferta, sorteggio. Per le semifinali (in caso di parità di gol nei 180'): gol segnati in trasferta; se sussiste la parità, si battono i calci di rigore. Per la finale, in caso di parità al 90', si battono direttamente i calci di rigore.

Play-off: la squadra classificata al 2º posto si scontra con la squadra classificata al 5º posto, quella arrivata al 3º con la squadra classificata al 4º posto. Si gioca in gara unica, in casa della meglio classificata in campionato. In caso di parità di punteggio al termine dei 90', si effettuano i tempi supplementari, e se sussiste la parità avanza la squadra meglio classificata nella stagione regolare, ossia quella che gioca in casa. Le vincenti delle due sfide si incontrano in una finale per accedere alla fase successiva con i criteri già esposti (si gioca in gara unica, in casa della meglio classificata in campionato, in caso di parità di punteggio al termine dei 90', si effettuano i tempi supplementari, e se sussiste la parità avanza la squadra meglio classificata nella stagione regolare, ossia quella che gioca in casa). Partecipano alla seconda fase della competizione le 9 società vincenti i play-off del rispettivo girone più la migliore semifinalista di Coppa Italia Serie D. La cinque squadre vincenti questi confronti (sempre in gara unica), unitamente alla finalista della Coppa, acquisiscono il diritto a disputare il turno successivo. Le tre vincenti più la squadra vincitrice della Coppa sono le quattro ammesse alle semifinali. La finale viene disputata in gara unica e in campo neutro. In caso di parità di punteggio al termine dei due tempi di gioco, si procede all'esecuzione dei calci di rigore.

Retrocessioni: Da ogni girone retrocedono in Eccellenza quattro squadre. Le ultime due classificate retrocedono direttamente insieme alle due perdenti nei play-out, che si disputano tra le squadre classificate dal 13º al 16º posto; nel caso in cui le squadre accoppiate hanno un distacco in classifica uguale o superiore a 10 punti, i play-out non vengono disputati e retrocedono quelle peggio piazzate.

Play-out: Le squadre classificate al 13º e 14º posto giocano in casa in sfida unica rispettivamente contro la 16ª e la 15ª. L'esito degli incontri determina la permanenza di due società in Serie D e, per contro, la ulteriore retrocessione di due società nel campionato di Eccellenza. In caso di parità dopo i tempi regolamentari si va ai supplementari e se dovesse persistere il risultato di pareggio a retrocedere è la squadra peggio classificata nel campionato.

Fonte: Fedelissimo online

Solar Calor
 
Ferretti rinuncia alla Lega Pro

Se Siena piange, Arezzo non ride. Il patron Mauro Ferretti ha emesso una nota ufficiale comunicando ai tifosi che non presenterà la domanda di ripescaggio in Lega Pro. Le motivazioni sono racchiuse nella frase finale del comunicato:

«Si ritiene unicamente di concentrare le energie nell’allestimento di una compagine che possa primeggiare e farsi valere nell’ imminente campionato di serie D, per l’ottenimento di quei risultati sportivi che la città di Arezzo da più tempo merita, conquistando sul rettangolo verde quanto impossibile sembra invece ottenere attraverso la tiepida formulazione di carte bollate».

Quello che potrebbe aver bloccato le velleità del patron amaranto potrebbero essere i maggiori oneri che la prima categoria del calcio professionistico comporta e la fideiussione di 600.000 euro che la Lega Pro richiede a tutte le società.

Mauro Ferretti è stato al centro di una trattativa, prima dichiarata e poi ritrattata, per tentare il salvataggio dell’AC Siena attraverso l’acquisizione delle azioni in mano alla famiglia Mezzaroma.

Fonte: Fedelissimo Online

Solar Calor
 
Gazzetta: Il mercato della serie B e Lega Pro

Dopo essersi svincolato dal Genoa, Seymour potrebbe tornare allo Spezia: contatti avviati, si approfondisce tutto da domani. Dionisi (Livorno, ex Olhanense) è del Frosinone: triennale a circa 300 mila euro a stagione. Il Catania accoglie Carillo (‘96, Juve Stabia). Il Varese oggi ufficializza Tamas e riaccoglie Galliani (entrambi del Milan). 

Lega Pro Alfageme (ex Ternana) firma con il Benevento che ha risolto con Vinicio Espinal. A Novara arriva Barlocco (Juve). Il Como a un passo da Casoli (Cremonese, proprietà Spezia). Baccolo (Gubbio, proprietà Parma) alla Paganese. Si allena con il Lecce Pandiani (Spal, proprietà Atalanta). Il Santarcangelo prende Guidone (Chieti). Djiby (Juve Stabia, proprietà Chievo), Capello (Torino ) e Magri (Chievo) vicini al Lumezzane. Messetti (Chievo Primavera) alla Cremonese. La Spal piazza due acquisti: Gentile (Savona) e Utzeri (Roma). Il Venezia insiste per Legati (svincolato dopo Padova). Savoia, ecco Corsetti (Aprilia, proprietà Parma). Lorenzo Marchionni (Chievo Primavera) al Gubbio. Il Teramo è vicino a Tonti (svincolato, ex Forlì), Pigini (San Marino) e Buonaiuto (Benevento). Pavia: fatti Angelotti (Seregno), Cesarini (Savona) e Abbate (Cremonese). Lupa Roma: c’è Prevete (Normanna). 
Brega-Cavatorta

Fonte: La Gazzetta dello Sprort

Vuoto
 
Gazzetta: Il mercato della serie A

Fine settimana con colpi e contatti tra i club e gli operatori di mercato. Le trattative sono proseguite senza soste, anche nelle località balneari prima di ritrovarsi nuovamente domani negli hotel milanesi. E’ il caso dell’Atalanta che si muove ad ampio raggio e giovedì dovrebbe avere l’attaccante Rosseti in prestito dalla Juventus (martedì la firma con i bianconeri), continua a corteggiare Spinazzola (che piace anche al Sassuolo), è forte su Obinna del Lokomotiv Mosca (sul quale c’è anche il Parma soprattutto se dovesse partire Biabiany sempre nel mirino dell’Inter, o comunque uno degli attaccanti in rosa) e Bianchi (Bologna). 

Mosse blucerchiate Sampdoria scatenata. Ceduto il portiere argentino Romero al Benfica, il d.s. Osti ha subito trovato il sostituto, il prescelto è Viviano (Palermo, lo scorso anno all’Arsenal): accordo coi rosanero con la formula del prestito con diritto di riscatto. I blucerchiati hanno poi piazzato un altro colpo, si tratta del difensore colombiano Mario Yepes svincolato dopo l’ultima stagione all’Atalanta: domani incontro per la firma. Ma non è finita. Osti ora accelera per un attaccante e punta forte sull’argentino Gonzalo Bergessio (Catania), contatti già avviati per trovare un accordo. 

Punto Sassuolo e Genoa Il Sassuolo deve sistemare il centrocampo e la prossima settimana proverà a riaprire la discussione per Cigarini (Atalanta), per il quale c’è sempre molta distanza tra richiesta (10 milioni) e offerta (6); se dovesse continuare l’empasse, potrebbe aprirsi uno spiraglio per il ritorno di Cofie (Genoa). I neroverdi seguono anche il difensore uruguaiano Santiago Carrera (Sud America Montevideo). Capitolo Pavoletti . L’attaccante è sempre al centro di diversi interessi. Su di lui ci sono i tedeschi dell’Hoffenheim , Palermo e Genoa . Proprio il club di Preziosi ha ufficializzato l’attaccante Marsura (Udinese) che arriva in prestito con diritto di riscatto, per la difesa, dopo l’accordo con Brivio (Atalanta), resta viva la pista Campagnaro (Inter) ma c’è il problema dell’ingaggio che i nerazzurri non vogliono contribuire a pagare. E spunta l’idea Roncaglia (Fiorentina). 

Mosse Lazio Fine settimana di riflessione, poi a partire da domani la Lazio proverà ad assicurarsi i due centrali difensivi di cui ha bisogno. L’obiettivo principale resta l’olandese De Vrij, per il quale sarà alzata a 8 milioni l’offerta da recapitare al Feyenoord. Per l’altro centrale si seguono sia piste interne (il parmense Paletta e il genoano De Maio) sia estere: il brasiliano del Marsiglia Mendes, l’argentino del Basilea Sauro e soprattutto il colombiano del River Plate Balanta. In uscita Cavanda (Amburgo). 

Altri affari Il Cesena medita una mossa per l’attacco e viste le difficoltà per arrivare a Babacar (Fiorentina), sta sondando anche altre piste. Sullo sfondo c’è sempre l’idea Ademilson (San Paolo). Mossa baby: il d.s. cesenate Foschi guarda al futuro ed è molto vicino al centrocampista Demetrio Scopelliti (Reggina), sul quale ci sono sirene dall’Inghilterra e dalla Germania. L’Empoli è sempre alla ricerca di un puntello in difesa e continua la corte a Bianchetti (Verona) mentre si torna a parlare anche dell’uruguaiano Laxalt (Inter). Il Palermo per la difesa tenta ancora per Rolin (Catania) ma al momento i rosazzurri fanno muro. Piace sempre Rispoli (Parma) e con gli emiliani potrebbe aprirsi una discussione anche per Felipe . Il Cagliari cerca un difensore: bloccato Camporese (Fiorentina), piacciono anche Ceppitelli (Parma) e Ceccherini (Livorno), mentre resta viva per il centrocampo l’idea Ricci (Roma). Continua il restyling del Verona che domani chiude per il difensore Rodriguez (Torino) e avanza anche per Marquez (Leon) . Nel mirino anche Compper (Fiorentina) e il terzino Luna (Aston Villa). Dalla Juventus nell’affare Romulo, potrebbe arrivare in gialloblù il danese Sorensen . Il Torino cerca una sistemazione per Vesovic , mette nel mirino Faraoni (Udinese), riprende Masiello e poi passerà alla ricerca di un attaccante: piace Zapata (Napoli). Infine Piovaccari può raggiungere Canini al Tokyo Fc.. 

Fonte: La Gazzetta dello Sprort

Banca Cras
 
Banca Cras
 
Banca Cras
 
La nota stampa di Bruno Valentini

"Giusta l'attenzione alla tempistica. Dobbiamo muoverci con velocità e trasparenza, ma i tempi tecnici per l'iscrizione ci sono. Voglio sottolineare, infatti, come già ricordato ieri nella nota che ho rilasciato alla stampa, che le realtà interessate dovranno presentare entro le 13 di mercoledì 30 luglio, oltre a un progetto credibile, tutta la documentazione e gli allegati necessari all'iscrizione al campionato. Da quel momento, basteranno pochi passaggi per rendere l'iscrizione effettiva ".

 

Bruno Valentini Sindaco di Siena

Banca Cras
 
Plasmati: "Siena una brutta botta. Sono rimasto spiazzato"

Gianvito Plasmati, ha parlato ai microfoni di Tuttomercatoweb.com, direttamente dal ritiro dei giocatori senza contratto di Coverciano. Ecco le sue parole: "Siena? C'erano delle problematiche ma ci avevano rassicurato. Io personalmente mi sono trovato spiazzato viste le premesse. Trovarsi davanti alla mancata iscrizione a livello personale mi ha veramente spiazzato. Penso che questo ritiro a me personalmente serva tanto perché trovarsi senza contratto da un momento all'altro è stato un brutto colpo. Responsabilità? Personalmente non voglio sapere di chi sono. Non saranno sicuramente da una sola parte, ma il problema è che il Siena calcio è sparito dal panorama calcistico. Non mi interessano le responsabilità perché non mi allieva la rabbia che ho. Io sono arrivato a Siena a gennaio ma mi avevano detto che i problemi si sarebbero risolti, ed invece è andata a finire come sappiamo. Umore? C'è fiducia, faccio leva sulla mia voglia di rivincita. Spero di raggiungere una condizione atletica importante e devo dire grazie allo staff che ci viene messo a disposizione. E' troppo importante per noi restare in forma in vista del futuro. Offerte? Non scarto nessuna ipotesi a priori. Ad oggi non sono arrivate richieste dall'estero. Comunque non escludo niente, sono aperto ad ogni tipo di confronto, anche se io cerco di lavorare. La Serie A? Sognare non costa nulla, ma bisogna anche capire quali sono le reali possibilità. La mia mente in questo momento è concentrata solo sul lavoro, poi valuteremo tutte le possibilità che si presenteranno".
Fonte: TMW

Solar Calor
 
Media Partners
Vuoto
Radio Siena
Sport Siena
Canale 3 Toscana
Vuoto
SienaFree
Simone Vergassola
ARE
Il Cittadino Online
Siena TV
Ok Siena
Siena News