Banca Cras
Pubblicità nostra
CLEAN ACCCENT
Ricci Bus
Pubblicità nostra

IL SONDAGGIO

Vota il miglior bianconero in Arzachena-Siena

Tra i circa 200 spettatori presenti al Nespoli di Olbia, sabato scorso, c’era anche Giorgio La Vista, una stagione alla Robur due anni fa (21 presenze e due reti, entrambe al Teramo), adesso al San Teodoro in serie D. “E’ un’esperienza gratificante perché lavori con i giovani e con gente seria, la Sardegna mi ha sempre affascinato”, commenta La Vista, intervenuto telefonicamente a Studio Robur, su Canale 3.

La partita – “Ho visto veramente una bella partita. Guberti è il giocatore in più, di un’altra categoria, mentre Curcio è una sorpresa, un bel giocatore, anche fisicamente regge il colpo”.

Portanova – “Non mi scorderò mai di Siena, che mi ha fatto ritrovare il professionismo dopo anni. Tutto grazie a Portanova, mi sento sempre con lui e gli sarò sempre grato. E’ l’unico che mi ha allungato la mano nel momento del declino della carriera, siamo cresciuti insieme. Quell’anno sono stato bene e penso di aver ripagato la fiducia con le prestazioni. Purtroppo la società era poco solida, mettiamola così. Adesso le cose sono cambiate e sono contento, Siena merita altri palcoscenici e speriamo ci arrivi il più presto”.

Il momento buio – “A 32 anni lasciai il professionismo. Il calcio in quegli anni era già cambiato con delle regole delle quali ancora pagano le conseguenze. Ho preferito far quella scelta per star vicino alla mia piccolina. Poi ho avuto l’occasione di tornare, in una piazza come Siena”.

Secondo al Fedelissimo d’Oro – “Dimostrare a 37 anni di essere uno dei migliori in Lega Pro, è una grande soddisfazione. Montipò è un giocatore straordinario, è giusto che un premio così importante sia andato ad un giovane che farà carriera”.

L’Aquila – “Eravamo la squadra più forte, eravamo secondi e la società decise di mollare. Da uomini abbiamo preso la strada che ha preso Morgia, e siamo andati via insieme a lui”.

Futuro – “Per il momento gioco, sto bene, mi diverto e sono apprezzato. Poi in futuro chissà. Sarebbe un piacere ritrovarsi con Siena, in qualsiasi veste, sarebbe fantastico”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 

Il Giudice Sportivo in merito alle gare della 22a giornata del girone A ha multato con 2.500 euro la società Arzachena perché propri sostenitori, durante la gara, indirizzavano numerosi sputi e schizzi di liquido in direzione di un assistente arbitrale che veniva raggiunto alla schiena.
Due giornate di squalifica all'allenatore del Lucchese Lopez.
Una giornata ai giocatori: Coralli (Carrarese), Arrigoni (Lucchese).
Dario D'Ambrosio con l'ammonizione rimediata nella partita con l'Arzachena entra in diffida.

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

La squadra ha effettuato oggi pomeriggio la seduta di rifinitura a Colle di Val d’Elsa prima della partenza per Piacenza. L’allenatore Michele Mignani ha convocato 23 giocatori.

Portieri:
12 CRISANTO Lorenzo 1998
22 PANE Pasquale 1991
1 ROSSI Alessio 2000

Difensori:
5 D'AMBROSIO Dario 1988
15 IAPICHINO Dennis 1990
13 MAHROUS Amir 1998
18 CLEUR Gabriel 1998
2 PANARIELLO Aniello 1988
4 RONDANINI Ivan 1995
26 SBRAGA Andrea 1992
3 TERIGI Leonardo 1991

Centrocampisti:
27 BULEVARDI Danilo 1995
17 CRISTIANI Alessio 1989
14 CRUCIANI Michel 1986
21 DAMIAN Filippo 1996
16 GERLI Fabio 1996
6 GUBERTI Stefano 1984
8 GUERRI Simone 1982
25 VASSALLO Francesco

Attaccanti:
7 EMMAUSSO Michele 1997
9 SANTINI Claudio 1992
10 MAROTTA Alessandro 1986
20 NEGLIA Samuele 1991

Fonte: Fol
 

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 

E’ pronta la Robur. Caricata dalla vittoria sull’Arzachena e desiderosa di dare continuità al risultato centrato in terra sarda. L’obiettivo, domani, “è fare punti, in tutti i modi”. Il mister bianconero Michele Mignani ha presentato la sfida.

IL SUCCESSO DI OLBIA. “Stiamo parlando di una partita che esula un po’ dal contesto, perché giocata dopo una pausa piuttosto lunga e in uno stadio ventoso: il vento è la peggior condizione climatica per giocare a calcio. Mi è piaciuta la personalità con cui i ragazzi hanno affrontato la sfida, riuscendo a ribaltare lo svantaggio iniziale. E se c’è una cosa che non mi è piaciuta è stato proprio il gol preso a freddo, come successo contro la Lucchese: non possiamo concedere certi errori. E’ vero che l’azione è partita da un errore individuale. Ma c’è una difesa schierata e un portiere. Certe cose non devono accadere. Sono comunque contento delle risposte date dai singoli e dal collettivo”.

LA TRASFERTA DI PIACENZA. “Non si tratta di una partita in più ma di una partita che dovevamo giocare: vogliamo portare a casa qualcosa. Loro hanno una classifica bugiarda: la rosa è composta da ottimi giocatori e probabilmente fino a questo momento non ha espresso il suo vero valore. In più nel mercato si è rinforzata facendo rientrare un giocatore che lo scorso anno aveva fatto la differenza come Taugourdeau, e acquistando giocatori come Pesenti, Corradi e Franchi. Da questo punto di vista era meglio incontrarla prima. Ma non possiamo farci niente. E’ una squadra che viene da una vittoria e ha preso autostima. Gioca in casa e avrà voglia di fare punti per dare continuità ai risultati, come noi. Voglio vedere nei miei un atteggiamento positivo, saranno fondamentali l’approccio e la concentrazione. Se sono gli episodi a fare la differenza dovremo essere bravi a portarli dalla nostra parte”.

LE CONDIZIONI DEI BIANCONERI. “La squadra sta bene, quando vinci le energie si recuperano più velocemente, abbiamo fatto tre allenamenti dopo la gara con l’Arzachena, siamo pronti. I nuovi si stanno inserendo bene, sono bravi ragazzi e il gruppo è sano, gli ha dato una mano ad integrarsi, sta proseguendo tutto per il verso giusto. E’ normale, però, che siano un po’ indietro rispetto agli altri, sono arrivati da poco”.  

IL GIRONE DI RITORNO. “D’ora in poi i punti valgono doppio, sia per chi deve salvarsi, sia per chi deve provare a vincere, sia per chi deve sistemarsi in zone tranquille della classifica: è più difficile ma lo dice anche un po’ la storia dei campionati, è complicato ripetere i punti conquistati nel girone d’andata e chi li ha fatti pochi deve per forza cercare di farli di più. Noi andiamo avanti sulla stessa falsariga di quello che ci siamo sempre detti, ragioniamo di partita in partita e alla fine del campionato vedremo quanti punti avremo fatto. Il pareggio del Livorno può deconcentrarci? Assolutamente no”.
(Angela Gorellini)


Fonte: Fol

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Attiva la prevendita dei biglietti per la partita Siena-Gavorrano di domenica 28 gennaio alle ore 18.30.
Questi i prezzi:

Curva Lorenzo Guasparri:
12 € Intero 
8 € Ridotto over 65/under 18/donne
5 € Ridotto under 14

Gradinata Paolo De Luca:
17€ Intero 
13€ Ridotto over 65/under 18/donne 
8€ Ridotto under 14 
8€ Studenti universitari 

Tribuna Danilo Nannini Laterale:
24€ Intero 
19€ Ridotto over 65/under 18/donne 
12€ Ridotto under 14 

Tribuna Danilo Nannini Centrale:
31€ Intero 
23€ Ridotto over 65/under 18/donne 
15€ Ridotto under 14 

Tribuna Danino Nannini d’Onore:
50€ Intero
35€ Ridotto over 65/under 18/donne 
23€ Ridotto under 14 

Tribuna Danilo Nannini Excutive:
90€ Biglietto unico

Settore ospiti:
12€ Biglietto unico

Come acquistare il biglietto:

Online
https://www.ciaotickets.com/evento/robur-siena-gavorrano-0
Per questo evento è abilitato il PRINT@HOME: stamperai il biglietto PDF già fiscalizzato con la tua stampante di casa/ufficio (è sufficiente una stampa in bianco e nero), e non sarà necessaria alcuna spedizione con corriere espresso, nè ritiro presso la cassa dell'evento ----- Presenterai direttamente all'ingresso il biglietto stampato su foglio A4, esibendo all'operatore il codice a barre in maniera ben visibile perchè possa essere smarcato con il lettore ottico.

I punti vendita Ciaotickets a Siena:
- Tabaccheria Chiasso Largo, via Rinaldini, 7
- Siena Club Fedelissimi , via Mencattelli, 11 (martedì, giovedì e venerdì 21-24. Domenica 15.30-17.30)
- Mcm, Via Marzi, 6
- Tabaccheria Narghilè, via Aretina, 6
- Tabaccheria Scacciapensieri, via Orlandi, 65
- Tabaccheria Cartoleria 69, via Duccio di Boninsegna, 29
- Tabaccheria La Radica, via Simone Martini, 24

Il giorno partita dalle ore 17 saranno aperti i botteghini presso il sottopassaggio La Lizza (ingresso davanti all'NH Hotel e quello adiacente alla statua di S. Caterina.

 

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Antiche dimore
 

Gli ospiti della trasmissione “Studio Robur” in onda su Canale 3 e condotta da Giuseppe Ingrosso saranno il tifoso Federico Nucci ed in collegamento telefonico Giorgio La Vista presente allo stadio Nespoli per Arzachena-Siena.

A Siena Tv, nella trasmissione “Calcio Spettacolo” condotta da Giulio Valenti, saranno ospiti in studio Roberto Benincasa, Stefano Gallerini e Stefano Carignani.

L'ora di inizio delle trasmissioni è alle 21.

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Domenica 21 gennaio Romano Fogli ha compiuto 80 anni un traguardo importante per l'ex allenatore del Siena. Fogli è stato chiamato per due volte da Max Paganini per condurre in salvo la Robur.
Nel campionato 1987-1988 sostituì Lombardi, mentre nel campionato 1991-1992 subentro a Esposito, centrando sempre un tranquilla salvezza.
Buon compleanno Romano.

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Il Piacenza-effettuerà oggi pomeriggio la rifinitura nel pomeriggio. L'allenatore Franzini sembra intenzionato a schierare nella formazione iniziale in 4-3-1-2 corradi (ex Arezzo) dietro a Pesenti (ex Pontedera) e con Taugourdeau in regia.

Fonte; Fol

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 

La partita Siena-Gavorrano, in programma domenica 28 gennaio alle ore 18.30, sarà diretta da Federico Dionisi della sezione di L'Aquila. Asistenti saranno Daniele Colizzi di Albano Laziale e Pietro Guglielmi anche lui di Albano Laziale.
Dionisi ha già diretto il Siena nella trasferta di Arezzo dello scorso campionato.

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Antiche dimore
 

Chi non ha chiesto il rimborso del biglietto per la partita Piacenza-Siena, rinviata per impraticabilità di campo e domani si recherà a Piacenza per la gara di recupero, può passare alla TABACCHERIA IL CHIASSO LARGO Via Rinaldini, 7/9 tel. 0577 282162 a ritirare un biglietto omaggio per il settore ospiti.
Si è arrivati a questa decisione grazie all'interessamento di Luca Giuggioli che ha fatto notare la cattiva informazione data dalla società sul rimborso dei vecchi biglietti.
Ricordiamo che la prevendita termina questa sera alle ore 19 e che domani la biglietteria dello stadio resterà chiusa

Fonte: Fol


 


 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Dopo tre settimane di pausa è ripartito il campionato di serie C: in testa alla classifica pareggia il Livorno, ma le inseguitrici Siena, Viterbese e Pisa non demordono. In coda si risolleva il Prato nello scontro salvezza contro il Cuneo, mentre prosegue la risalita dell’inarrestabile Alessandria. Il big match del  ventitreesimo turno è la sfida tra Viterbese e Pisa: i laziali sono reduci dall’affermazione di Carrara, così come i pisani dal successo a scapito del Monza. Gara insidiosa anche per il Livorno in casa contro l’Alessandria, mentre la Robur affronta tra le mura amiche il fanalino Gavorrano. L’Olbia cerca l’immediato riscatto con la Carrarese, l’Arezzo riceve il Piacenza. Sfida con punti importanti tra Pontedera ed Arzachena, tra due formazioni  appaiate a metà classifica. Rendimento altalenante per il Cuneo che cerca i tre punti con la Giana Erminio, attualmente quinta in graduatoria. Archiviata la vittoria di misura nel derby con l’Arezzo, per la Pistoiese esame Pro Piacenza, mentre il Monza incontra la Lucchese. Settimana di riposo per il Prato. Domani, mercoledì, invece ci sarà il recupero dell’incontro tra Piacenza e Siena, rinviato causa maltempo a dicembre. (Damiano Naldi)

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 

E' durata poco più di un mese, con tre partite giocate e tutte perse, l’avventura di Gianluca Atzori sulla panchina della Pro Vercelli, ultima in Serie B. Chiamato al posto di Gianluca Grassadonia dopo la sconfitta casalinga dei vercellesi contro lo Spezia, lo scorso 16 dicembre, l’allenatore laziale è stato esonerato ieri sera. Torna Grassadonia.


Fonte: Fol

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

SERIE B Il Perugia piazza tre colpi per risalire la classifica. Gli umbri stasera definiranno l’ingaggio di Leali in prestito dalla Juventus: ieri il via libera dei belgi dello Zulte Waregem dove il portiere ha militato nella prima parte di stagione. Per la difesa è in arrivo il centrale Gonzalez dal Verona. Ora gli umbri valutano il possibile scambio Stendardo-Rosati con il Pescara. In estate, invece, sbarcherà la punta Bianchimano, prelevato dalla Reggina per 300 mila euro e che resterà in Calabria fino a fine stagione.
Restyling a centrocampo per lo Spezia che, in attesa di Mora (Spal), ingaggia De Francesco dalla Reggina. I liguri, inoltre, blindano fino al 2019 il portiere Manfredini. Inizia a muoversi il Brescia che ha ingaggiato l’attaccante esterno Spalek dall’MSK Zilina per 1,5 milioni (contratto quadriennale). Casting in mezzo per la Cremonese: difficile per i costi elevati Schiattarella (Spal, c’è anche il Foggia interessato), spunta un’alternativa giovane per la mediana: Crecco (Lazio). Ingelsson (Udinese) va al Pescara in cambio del terzino Zampano che dovrebbe essere rimpiazzato da Fiamozzi (Bari). La Ternana pesca in D per l’attacco: preso Repossi (Varese). Il difensore mancino Casasola (Alessandria) firma con la Salernitana. Ore decisive per l’approdo del regista Memushaj (Benevento) al Bari per 500 mila euro: i pugliesi seguono anche l’esterno offensivo Buonaiuto (Perugia) e trattano le cessioni di Morleo al Parma e Capradossi alla Pro Vercelli.

SERIE C Domenica si sono sfidate in campionato e da mesi lottano per il primo posto del girone C. È Lecce-Catania anche per il centravanti Saraniti (Francavilla), con i siciliani che provano il sorpasso. Sempre nel girone C Salvemini (Akragas) e Barrios (Ferro Carril) nel mirino del Monopoli. Zommers (Pordenone) verso Cosenza. Nel girone A il Pisa ha l’accordo con Lisi (biennale da luglio), ma punta ad anticipare il suo arrivo dalla Juve Stabia. L’Alessandria vuole uno tra Romero (Piacenza) e Stanco (Cremonese). Paramatti (Gubbio) alla Pro Piacenza. Della Giovanna (Spal) verso l’Arezzo. La Viterbese prende Calderini (Foggia). Nel girone B attivissima la Samb che tessera Perina e aspetta Baclet dal Cosenza. E poi: Battaiola (Cremonese) va al Gubbio, Danza (Pordenone) al Fano che chiude il doppio scambio Favo-Udoh e Camilloni-Gasperi con la Fermana.

Fonte: La Gazzetta dello Sport


 

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 
Tosoni Auto
Tosoni Auto
 
Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

13 reti:
Vantaggiato (3, Livorno).

12 reti:
Tavano (2, Carrarese); Ragatzu (5, Olbia).

11 reti:
Bruno (2, Giana Erminio).

10 reti:
Moscardelli (1, Arezzo); Perna (Giana Erminio).

9 reti:
Curcio (3, Arzachena)

8 reti:
Gonzalez (1) e Marconi (3) (Alessandria); Ogunseye (1, Olbia); Pesenti (Piacenza; 8 nel Pontedera). 

7 reti:
Sanna (Arzachena); Dell'Agnello (Cuneo); Chiariello (Giana Erminio); Dounbia (Livorno); Giudici (Monza); Ferrari (3, Pistoiese); Alessandro (3, Pro Piacenza); Marotta (1, Siena).

6 reti
Vano (Arzachena); Biasci (Carrarese); Brega (Gavorrano); Maiorino e Murilo (Livorno); Fanucchi (1, Lucchese); Esusepi (Pisa); Vrioni (1, Pistoiese); Ceccarelli (2, Prato); Jefferson (3, Viterbese); Vandeputte (Viterbese).

5 reti
Fischnaller (Alessandria); Coralli (Carrarese); Moscati (Gavorrano); De Vena (2, Lucchese ora nella Casertana); Cori (1) e D'Errico (1) (Monza); Guberti (1, Siena); Razzitti (2, Viterbese ora al Bassano).

4 reti
Cutolo (Arezzo) Bentivegna e Vassallo (Carrarese); Iovine (Giana Erminio); Arrigoni (Lucchese); Romero (Piacenza), Mannini (2, Pisa); Luperini (Pistoiese); Pinzauti (Pontedera); Cenciarelli e Celinto (Viterbese).

3 reti: 
D'Ursi e Rinaldi (Arezzo); Conti (1, Gavorrano); Corazza (1), Morosini (2) e Pederzoli (2) (Piacenza); De Vitis e Masucci (Pisa); Corsinelli e Risaliti (Pontedera); Barba (Pro Piacenza); Cristiani (Siena); Baladassin e Rinaldi (3 reti nell'Arezzo) (Viterbese)


Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 
Squadra PT G Totale
V N P GF GS
Livorno 50 21 15 5 1 46 18
Siena 40 20 12 4 4 27 18
Viterbese 40 21 12 4 5 35 23
Pisa 39 21 10 9 2 25 12
Giana 32 21 9 5 7 39 32
Monza 30 21 8 6 7 24 20
Olbia 30 21 9 3 9 26 28
Pistoiese 29 20 7 8 5 26 28
Arezzo (-1) 28 21 8 5 8 28 24
Carrarese 28 21 8 4 9 35 33
Alessandria 27 20 7 6 7 29 25
Piacenza 26 20 7 5 8 25 25
Lucchese 25 21 6 7 8 23 29
Arzachena 24 21 7 3 11 29 30
Pontedera 24 21 6 6 9 26 36
Pro Piacenza 21 21 5 6 10 15 24
Cuneo 20 21 5 5 11 14 29
Prato 14 21 3 5 13 15 37
Gavorrano 13 20 3 4 13 21 37

 

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

Oggi sono stati ufficializzati solo due operazioni di mercato. Il Livorno ha acquistato, a titolo definitivo, il centrocampista classe '94 Elvis Kabashi della Viterbese.
L'ex Siena Lorenzo Paramatti è un nuovo giocatore del Pro Piacenza. Il difensore classe '95 arriva dal Gubbio in prestito fino al termine della stagione. 

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

A Lucca le due squadre disputano una bella partita che termina con un punto a testa. Bortolussi porta in vantaggio i padroni di casa al 34' risponde . Al 41°, però, il Livorno usufruisce di un calcio di rigore. Fallo di mano di Arrigoni sul cross di Bruno anche se, dalle immagini televisive, il calciatore della Lucchese sembrerebbe trovarsi fuori dall’area di rigore. Il “dubbio” penalty viene trasformato in rete da Vantaggiato che firma il 13° gol in stagione. Con quattro minuti di recupero in questa prima frazione, lo stesso Vantaggiato sfiora un gran gol calciando al volo con il mancino dal limite e centrando la traversa.

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

La Robur Siena inizia una stretta collaborazione con uRadio, la radio dell’Università degli Studi di Siena. La società bianconera intende così aprirsi ulteriormente al mondo degli studenti senesi e non, dopo la promozione studiata sin dalla passata stagione che prevede l’ingresso in gradinata Paolo De Luca al costo di 8 euro per gli studenti universitari in occasione delle partite casalinghe dei bianconeri. La nuova iniziativa porterà negli studi di uRadio direttamente il mondo bianconero, con la presenza della dirigenza, dello staff tecnico, della squadra e degli sponsor, all’interno della trasmissione “L’Ora Robur”, in onda ogni giovedì dalle ore 18 in streaming su www.uradio.org. In particolare ci sarà un coinvolgimento maggiore dei calciatori-studenti della Robur, Samuele Neglia ed Aniello Panariello. All’interno della trasmissione saranno poi inseriti dei giochi e dei contest social che permetteranno una vera e propria interazione tra il mondo Robur e il mondo degli universitari.

Fonte: www.robursiena.it

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Allenamento pomeridiano per i bianconeri in preparazione alla partita di recupero di mercoledì contro il Piacenza (ore 14,30, diretta Rai Sport).
La squadra ha effettuato una seduta tecnico-tattica a Colle di val d’Elsa, dove domani pomeriggio effettuerà la seduta di rifinitura a porte chiuse prima della partenza per Piacenza.

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Antiche dimore
 

La partita Piacenza-Siena, recupero della 18a giornata e in programma mercoledì 24 gennaio alle ore 14.30 (diretta RaiSport), sarà diretta da Luigi Carella della sezione di Bari. Gli assistenti saranno Leonardo De Palma di Foggia e Lucia Abruzzese di Foggia.
Carella è lo stesso arbitro che decise di rinviare la partita per impraticabilità del campo.

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Futuro Businnes
 

Questa sera si chiude la 22a giornata con il posticipo Lucchese-Livorno. Il derby sarà trasmesso in diretta da RaiSport alle ore 20.45

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Antiche dimore
 

La partita che si è giocata ieri al Via del Mare tra il Lecce e il Catania, primi e secondi nel girone C, è stata una delle partite con più spettatori di tutta la storia della serie C.
16.838 spettatori, di cui 6.942 abbonati e 9.896 paganti, tutti di Lecce perché ai catanesi era stata vietata la trasferta. Incasso 157.205,67 euro.
Addirittura più spettatori delle partite di serie A Cagliari-Milna e Sassuolo-Torino

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Stone Fly
 

I Fedelissimi hanno già riempito un pulmino per la trasferta a Piacenza di mercoledì 24 gennaio e provano ad organizzarne un secondo. Chi fosse interessato può contattare Lorenzo al numero 3316019088.

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 

Attiva la prevendita per la partita Piacenza- Siena di mercoledì 24 Gennaio alle ore 14:30, valevole per il recupero della 18a giornata del girone di andata.
Il costo del biglietto per il settore ospiti è di 11.50 compreso il diritto di prevendita. Under 14: 2€ (in tutti i settori dello Stadio, accompagnato da parente entro il quarto grado maggiorenne).
Il giorno della gara la biglietteria non sarà abilitata la vendita dei biglietti per il settore ospiti. Il circuito di vendita è www.vivaticket.it abilitato anche alla vendita online.
A Siena il punto vendita autorizzato è:

TABACCHERIA IL CHIASSO LARGO Via Rinaldini, 7/9 tel. 0577 282162.
La vendita dei biglietti per i tifosi del Siena termina martedì23 gennaio alle ore 19.

Fol

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 
Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 
Tosoni Auto
Rete ivo
 

Ieri la Berretti ha battuto per 2-0 il Ravenna. Nelle partite giocate oggi doppio pareggio per gli Under 15 e Under 17 in trasferta in casa della Fermana e vittoria casalinga dei Giovanissimi Regionali.
Under 17
Fermana-Siena 2-2
Fermana:
Cucchiaroni, Pierdomenico, Fuglini, Emiliozzi, Filacaro, Rosettani (38’st Favelli), Omercevic (22’st Niane), Mazzieri (38’st Amabili), Piattella, Mejias (15’st Frinconi), Nasini (22′ st Alfonsi). All. Zazzetta. A disp. Raccio, Polini.
Siena: Comparini, Tortora (1’st Pecciarini), Seazzu, Pieri, Sersanti, Mbegue, Gambassi, Dami, Arigo’ (38’st Chiti), Discepolo (28’st Castellazzi), Mignani (23’st Costanzo). All. Voria. Petrucci, Arrigucci, Abbate, Cioni.
Arbitro: Rogani di Macerata. Assistenti: Silenzi di San Benedetto del Tronto e Gnatov di Fermo
Marcatori: 27' Discepolo (S), 35’ Mejias (F), 59' Mignani (S), 89 Alfonsi (F)
Espulso: Filacaro (F)
Ammoniti: Mazzieri (F), Pierdomenico (F)

Under 15
Fermana-Siena 1-1
Fermana:
Fatone, Diovane, Gironacci (47′ Dragusi), Marini, Tarulli, Accattapa’, Suarato (45′ Gualdesi), Ciucani, Vitali, Liberati (59′ Carminucci), Prosperi. All. Scoponi. A disp. Novelli, Antognozzi, Amatucci, Germani, Medonaro.
Siena: Boraschi, Basilicata, Rocchetti, Sisinni, La Rosa, Hoxhaj, Barontini M. (52′ Barontini P.), Perrella, Giordano (45′ Barucci), Sarno (52′ Cossa), Hodza. All. Argilli. A disp. Bacciottini, Tiberi, Mencacci, Velaj.
Arbitro: Testini di San Benedetto del Tronto.
Marcatori: 28′ Barontini M. (S), 39′ Tarulli (F)
Espulso: 69′ Vitali (F)

Giovanissimi Regionali:
Siena-Pistoiese B 2-0
Siena:
Trapassi, Ionescu, Batoni (Di Paola), Bianchi, Barbera, Casini C. (Mezzasoma), Dema, Casini V., Ricciotti (Lombardi), Hagbe Hagbe (Radi), Aiello (Pecci). All. Pericoli. A disp. Filippis, Simi.
Pistoiese B: Marini, Mitresi, Manfredi, Puccianti (Palaj D.), Comanducci, Bachechi (Biagini), Bistoni (Tissi), Accinno, Lomi (Palaj G.), Milani, Di Grazia (La Cava). All. Marraccini.
Arbitro: Giannetti di Siena
Marcatori: 9’st Hagbe Hagbe (S), 16’st Barbera (S)

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Elettronorge
 

PANE  6,5

Poco impegnato in generale, nulla può sul goal. Condizionato dal vento fortissimo riesce a controllare una pericolosa mischia sul finale, rimanendo in piedi e senza incorrere in tentazione di un probabile rigore -stile Olbia- portando sull’esterno l’attaccante sardo che non riesce a concludere.

RONDANINI 6

Parte male. Anzi malissimo e rischia di compromettere una partita. Poi ha il merito della spizzata sulla quale si avventa D’Ambrosio per il pari. Pari e patta ma quell’erroraccio……..

D’AMBROSIO 6

Gioca con autorità e con una zampata sotto porta riequilibra il match. Poi sul finale sbaglia maldestramente un controllo su un pallone alto e per poco dalla mischia ne nasce il pareggio immeritato. Peccato per questa indecisione comunque abbastanza grave.

SBRAGA 6,5

Sempre posizionato giusto svetta e si produce in belle aperture. Solita convincente prestazione.

IAPICHINO 6

Partita sufficiente anche se condita da un errore in disimpegno banale ma che poteva costarci carissimo come quello in fotocopia di Rondanini.

GERLI 7

Ottima prestazione. Sempre preciso, senza strafare ma posizionato bene e spesso con grandi recuperi a parare eventuali falle del reparto difensivo talvolta in affanno.

VASSALLO 6

Partita di sacrificio. Non emerge come di suo solito ma la prestazione è sufficiente. Peccato il tap in che si infrange sulle gambe di un avversario nel primo tempo su invito del solito Guberti.

CRISTIANI 6

Un po’ in ombra. Senza esaltarsi nei suoi consueti inserimenti ma piuttosto in retroguardia a centrocampo a battagliare

MAROTTA 6

Svaria tantissimo ma ormai è un controllato a vista. Potrebbe condire la sua prestazione con un goal dei suoi ma il portierino avversario è bravo ad opporsi.  

GUBERTI 7

Come già notato nell’amichevole di Entella è riposato e con la gamba giusta. Uomo un po’ ovunque: a destra, a sinistra, partendo da dietro… proponendosi davanti…Insomma determinante nell’economia del gioco. Quando esce infatti la squadra ne risente. Impeccabile il lancio di 50 metri per il vantaggio.

NEGLIA 7,5

Finalmente bagna la solita prestazione generosa con un goal dei suoi. Si era visto che già, pochi minuti prima aveva cercato con una mezza girata rapidissima la via della rete. Stavolta sul lancio calibrato di Guberti non c’ha pensato due volte come talvolta si è visto: Controllo veloce e tiro ad incrociare e tre punti per noi…. Il migliore. Forza Samuele ti vogliamo così!

SANTINI 6,5

Entra un po’ a sorpresa. Evidentemente risulta già abile e arruolato. Si fa notare per la capacità di difendere palla e per una bella incursione in contropiede dove semina avversari e invita Marotta a concludere. Buona presentazione.

DAMIAN

Si rivede dopo un po’ di tempo. Il centrocampista entra a far mucchio in mezzo al campo e dà il suo contributo alla vittoria.

BULEVARDI sv

PANARIELLO sv

Cosa va

Si era visto già in amichevole l’ottimo stato psico-fisico della squadra non rilassata dopo la lunga sosta ma pronta a dare battaglia. Parte ad handicap ma riesce a recuperare e portare a casa una preziosa vittoria. Bel segnale.

Cosa non va

Forse la giornata ventosa influisce ma, nel complesso, il reparto difensivo si lascia andare a pericolose amnesie che, per un niente, ci fanno male favorendo un avversario battagliero ma sinceramente inferiore che ha vissuto solamente sui nostri errori.

Fonte: Fedelissimo Online

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Venerdì 26 Gennaio, secondo appuntamento con il torneo gastronomico “Robur Chef”. Ai fornelli Barbara, Donella, Eymorfia e Stefano con un menù Italo-Greco.
Questo il menù:


Per iniziare
Crostini neri di milza (crostini senesi)
Crostini bianchi di tzatziki (crostini di Salonicco)
Crostone con caratella d’agnello


Aspettando il primo piatto
Assaggio di Zuppa di cipolle
Assaggio di Pappa con il pomodoro
Assaggio di Passato di ceci


Prima portata
Cannelloni ripieni alla siciliana

Seconda portata
Agnello al forno alla greca con patate al forno Polpette alla Toscana con contorno di dakos

Dolce
Profiteroles che piace sia in Grecia che in Italia
Torta barozzi


Per prenotarsi:
Sms o whatsapp: 3664053060
Telefono: 0577236677 (martedì e giovedì dalle ore 21.30 alle 24)
Mail: fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

Siena Club Fedelissimi


 

Tosoni Auto
Antiche dimore
 

Giocata venerdì
Carrarese - Viterbese 0-1
Rete: 34' Baldassin (V)

Giocate sabato
Arzachena - Siena 1-2
Reti: 2' Curcio (A), 31' D'Ambrosio (S), 43' Neglia (S)

Piacenza - Olbia 1-0
Rete: 60' Tougodeau (P)

Oggi
Alessandria - Pro Piacenza 1-0
Rete: 78' Fdischnaller (A)
Giana Erminio - Pontedera 3-1
Reti: 27' Bruno (GE), 32' Iovine (GE), 44' Bruno (GE), 74' Pinzauti (P)
Pisa – Monza 1-0
Rete: 18' Di Quinzio (P)
Pistoiese – Arezzo 1-0
Rete: 28' Regoli (P)
Prato – Cuneo 2-0
Reti: 21' Seminara (P), 69' Piscitella (P)

Lunedì 20.45 (RaiSport)
Lucchese - Livorno


Riposa: Gavorrano

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Futuro Businnes
 

La Robur riparte con il botto e conquista tre punti al termine di una partita che, per lunghi tratti, ha evidenziato la superiorità tecnica dei bianconeri limitata solo dal vento caratteristico della Sardegna.

Pronti via e l’Arzachena va in vantaggio: Rondanini si fa rubare la palla dai piedi da Curcio, questi avanza fino al limite dell’area senza che nessuno lo affronti e dopo essersi accentrato lascia partire una botta che si infila al sette. Errori a catena del reparto difensivo che regalano il vantaggio agli avversari come era già avvenuto a Lucca.

La Robur però comincia a giocare e, sebbene il vento condizioni le trame di gioco, chiude l’Arzachena nella propria metà campo affidando a Guberti la rifinitura delle azioni.

Neglia e Marotta si mettono a disposizione per aprire varchi ma il controllo della palla è difficile ed i tentativi di conclusione a rete impattano spesso con il corpo dei difensori che hanno eretto una barriera sul proprio limite dell’area.

Si cerca di tenere la palla bassa e da un’invenzione di Guberti nasce per Vassallo un’occasione d’oro che non si traduce in gol pe la gran parata del portiere locale; in verità i pericoli nascono spesso dalle palle alte ma la Robur non specula più di tanto su questo fattore, cerca invece di costruire azioni ragionate che portano a conquistare diversi calci d’angolo.

Da uno di questi arriva il pareggio di D’ambrosio che si fa trovare pronto a deviare nel sacco una palla “spizzata” in anticipo da Rondanini; pareggio più che meritato dato che per mezz’ora l’Arzachena ha solo badato a difendersi, tentando qualche uscita con i suoi uomini migliori, Curcio e Sanna, ben controllati dai bianconeri.

Lo schieramento senese è lo stesso delle ultime gare con particolare attenzione a limitare le proiezioni dei terzini per non sguarnire la difesa ma l’immediato svantaggio ha imposto la reazione bianconera che non avrebbe potuto fare a meno delle iniziative sulle fasce.

E così accade fino al pareggio poi, dopo alcuni minuti che vedono l’Arzachena tentare di risalire in attacco e la Robur chiudere bene nel mezzo al campo con il trio Vassallo, Gerli e Cristiani, Guberti arretra a ricevere palla nella nostra metà e pennella un invito profondo per Neglia che brucia in velocità la linea difensiva smeraldina e calcia sul palo più lontano. Goool!

Finalmente il piccolo attaccante raccoglie i frutti del suo grande impegno e siamo tutti contenti, ci voleva proprio un suo gol ma soprattutto la Robur ha ribaltato il risultato.

Finisce il tempo ed il risultato rispecchia i valori espressi dal campo, nella ripresa aspettiamoci la reazione biancoverde ed attenzione al fastidioso vento che modifica le traiettorie della palla.

La Robur rientra in campo occupando il terreno con estremo raziocinio: gli attaccanti ad infastidire l’inizio della manovra avversaria, i centrocampisti vicini tra loro a limitare il dialogo offensivo, soprattutto i palloni destinati a Curcio, ed i difensori a controllare i diretti avversari limitando al necessario le proiezioni in avanti.

L’Arzachena quando non può fornire palla al suo uomo migliore non ha alternative oltre al traversone in area ma i nostri difensori sono in palla e si fanno trovare sempre pronti, anche Pane è attento alle traiettorie della palla e limita le uscite, memore della partita con l’Olbia.

Qualche pericolo lo corriamo per l’eccessiva voglia di controllare la palla anche in area e talvolta non riusciamo a rinviare per il mucchio di giocatori avversari che si proiettano sul pallone: Iapichino poi rischia di fotocopiare l’errore di Rondanini insistendo sul dribbling appena fuori area, quando il diretto avversario gli soffia la palla e crossa al centro per la testa dell’accorrente Sanna, per fortuna Pane intuisce e mette in tasca la girata dell’attaccante.

La partita offre pochi spunti tecnici ma bisogna mantenere il risultato ed allora Mignani inserisce Santini al posto di Neglia, provato dal gran lavoro ma finalmente in gol; l’ultimo arrivato si impegna e combatte dal primo momento, il reparto d’attacco è così irrobustito ed anche il passo è discreto.

Gli spazi in avanti sono ampi e lui ci si butta con decisione, la squadra ne beneficia e può così riguadagnare terreno; da una ripartenza da metà campo si incunea nella trequarti e confeziona un invito per Marotta che non si traduce in gol per la gran parata di Ruzittu.

Altre sostituzioni: la partita richiede energie fresche ed ecco Damian al posto di Guberti poi Bulevardi e Panariello al posto di Vassallo e Cristiani, così é sistemata anche la linea difensiva dato che l’Arzachena non manovra più e butta in area tutte le proprie risorse.

La Robur tiene ed ottiene i tre punti che le consentono di tenere il passo di una Viterbese vincente a Carrara, successo meritato e buona prova collettiva, la squadra è apparsa solida anche sul piano caratteriale rimontando lo svantaggio attraverso il suo credo calcistico.

Anche questa volta è risultato determinante Guberti, le sue iniziative, gestite con acume tattico e con un piede che è vera delizia per gli amanti del calcio, hanno illuminato una partita povera sul piano tecnico soprattutto per i limiti degli avversari, a dimostrazione che la classe consente sempre soluzioni che altrimenti non arriverebbero.

Grande soddisfazione per Neglia; aspettavamo il suo gol ma credo che soprattutto lo aspettasse lui, l’augurio è che trovi continuità anche nelle realizzazioni così da rendere ancor più incisivo l’attacco.

Godiamoci questa vittoria, tra pochi giorni a Piacenza sarà dura ma lo sarà anche per i nostri avversari.

Fonte: Fedelissimo Online

Tosoni Auto
Elettronorge
 

Allenamento mattutino al Franchi per la squadra rientrata in nottata dalla Sardegna. Lavoro di scarico per i giocatori impiegati ieri dal primo minuto, seduta tecnico-tattica per il resto della rosa. Domani pomeriggio allenamento a porte chiuse a Colle Val d'Elsa.

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 
Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

La squadra sarda , che gioca dall'inizio della stagione allo stadio B. Nespoli di Olbia, è la società con il minor numero di spettatori del girone A. Ieri nella partita con il Siena sono stati staccati solo 192 biglietti di cui 18 giunti da Siena e che si sono fatti sentire per tutta la partita.

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
ESTRA
 

Niente riposo per la squadra che si ritroverà questa mattina allo stadio per iniziare a preparare la gara di mercoledì a Piacenza, recupero della 18ma giornata.

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Stone Fly
 

MARCATORI Curcio (A) al 2’, D’Ambrosio (S) al 21’, Neglia (S) al 42’ p.t.

ARZACHENA (4-3-2-1) Ruzittu 6; Arboleda 6,5, Sbardella 5, Peana 5,5, Trillò 6 (dal 31’ s.t. Cardore s.v.); Casini 6, La Rosa 5,5 (dal 18’ s.t. Bonacquisti 6), Nuvoli 6; Lisai 5,5 (dal 18’ s.t. Bertoldi 5,5), Curcio 6,5; Sanna 5,5. (Cancelli, Aiana, Taufer, Varricchio). All. Giorico 6.

SIENA (4-3-1-2) Pane 6,5; Rondanini 6, Sbraga 6,5, D’Ambrosio 6,5, Iapichino 6; Cristiani 6 (dal 42’ s.t. Panariello s.v.), Gerli 6, Vassallo 6 (dal 42’ s.t. Bulevardi s.v.); Guberti 6 (dal 33’ s.t. Damian s.v.); Neglia 6,5 (dall’8’ s.t. Santini 6,5), Marotta 6,5. (Rossi, Terigi, Emmausso, Guerri, Crisanto, Mahrous, Luciani, Cleur). All. Mignani 7.

ARBITRO Lorenzin di Castelfranco Veneto 6.

NOTE paganti 192, non ci sono abbonati, incasso non comunicato. Ammoniti D’Ambrosio, Curcio, Sanna, Peana e Sbardella. Angoli 2-4.

OLBIA Il cinismo del Siena alla lunga ha prevalso sulla generosità dell’Arzachena. Passata in vantaggio dopo nemmeno due minuti con la rete numero 9 di Curcio (bravo nell’approfittare di un errore di Rondanini), la squadra sarda ha cullato il sogno del colpaccio ai danni di una big del torneo, ma ha dovuto fare i conti con i ragazzi di Mignani (ex Olbia), un tecnico che ha violato per la seconda volta un campo che conosce bene. 

VENTO DECISIVO Decisivo il primo tempo, giocato a favore di vento dal Siena. Il pari è stato firmato da D’Ambrosio, su azione da angolo, ed è stato bravo Rondanini a metterci del suo, rimediando così alla leggerezza iniziale. Il gol partita invece è stato realizzato, su assist di Guberti, da Neglia, che era a digiuno da sei mesi (l’ultima rete l’aveva rifilata proprio al Siena, quando era alla Viterbese). Nella ripresa, gli ospiti hanno controllato, mentre l’Arzachena è andata vicino al pari con Nuvoli e Curcio.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Tosoni Auto
Antiche dimore
 
Tosoni Auto
Rete ivo
 
Tosoni Auto
Rete ivo
 

Tra i pochissimi spettatori di Arzachena-Siena anche 18 senesi unici a fare tifo nello stadio sardo.

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Elettronorge
 

Se Verdi rifiuta il Napoli per restare a Bologna c’è chi, con le dovute proporzioni, fa una scelta simile in Serie C. Alessio Curcio, in gol in entrambi gli incontri col Siena, ha segnato 9 reti, sta trascinando l’Arzachena ed è nel mirino delle big (Pisa, Livorno, Salernitana, ma la lista è lunga..). Eppure, ha fatto la sua scelta. “Io sto molto bene qua, l’ho sempre detto – spiega in conferenza stampa - l’anno scorso ho avuto una bellissima esperienza a Nuoro, la Sardegna mi piace tantissimo, ho tutto per poter stare bene. Non trovo una cosa negativa. È ovvio che a tutti piace fare un passo avanti, se dovesse arrivare una proposta irrinunciabile per me e per l’Arzachena i discorsi cambiano, ma è la società che mi deve dire di andarmene”.

Curcio ha commentato anche la partita, ma l’aspetto più importante dell’intervista è stato proprio questo. Ha parlato sciolto, sereno, libero da ogni condizionamento. “Il nostro futuro si chiama Pontedera (prossimo avversario, ndr), il mio futuro uguale. In passato ho ragionato in maniera errata e ho perso energie. Bisogna invece rimanere concentrati, sul presente. Il futuro è solo una proiezione nostra. Due anni fa ero senza squadra e non mi voleva nessuno, mi chiamavano a stento i miei genitori. Quello che ho passato ce l’ho bene in testa. Quest’estate non mi ha chiamato nessuno ugualmente, l’Arzachena a piccoli passi ha dimostrato interesse. Io sono grato a questa società, per avermi dato la possibilità di ritornare dove ero sempre stato”.

E arriviamo, quindi, alla partita. “Abbiamo perso il sorteggio del campo e abbiamo iniziato col vento a sfavore. Non è che si sia vista questa grande differenza in campo, ma bisogna stare molto più attenti su piccoli episodi che ti condannano. Vorrei fare i complimenti alla difesa, siamo stati puniti negli unici errori commessi”.

Il ruolo che predilige? “I primi cinque anni di C li ho fatti da prima punta, rimanevo sui 7-8 gol, quest’anno è il record. Ho sempre fatto tanti assist che però non rimangono scritti sul tabellino. La prima punta la posso fare ma non è lì che do il massimo. Il mio ruolo preferito è la seconda punta o il trequartista”.

Un commento sul Siena? “Secondo me è più bravo della Viterbese. E’ una gran bella squadra ma non lo scopro io. Nei piani alti comunque la differenza è sottile. Chi ho visto sul campo con un passo superiore è il Livorno. Tra Siena, Pisa e Viterbese, c’è chi prevale su una caratteristica e chi su un’altra, sono livellate”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol

Tosoni Auto
ESTRA
 

A rimettere in carreggiata la partita ci ha pensato Dario D’Ambrosio, che ha raccolto una girata di Rondanini e ha bruciato da due passi Ruzittu. “E’ uno schema che abbiamo riproviamo – commenta il vice capitano -con un giocatore che spizza e gli altri che attaccano il centro area o il secondo palo. Ho visto il movimento di Ivan ed è andata bene. E’ il primo gol personale, ovviamente fa piacere”.

La gara – “Si era messa male. Già venivamo dopo tre settimane che non giocavamo. Poi se prendi gol subito in un campo con un vento del genere, è difficile riprenderla. Siamo stati bravi a non perdere la testa”.

Santini – “L’ho visto in questi due e si notano già le sue qualità. Ci potrà dare una mano”.

Vano – “Sarebbe stato un brutto cliente. Me lo ricordo, all’andata entrò nel secondo tempo e passarono dal 3-5-2 al 4-3-1-2, andammo in difficoltà coi palloni lunghi”.

Piacenza – “Da domani ci ricarichiamo per preparare la gara col Piacenza, che sarà difficilissima perché hanno fatto un mercato in entrata importante e hanno vinto pure oggi”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Panificio san Prospero