Banca Cras
CLEAN ACCCENT
Ricci Bus
Audio Life
CLEAN ACCCENT

Al mattino la squadra ha effettuato un lavoro atletico, nel pomeriggio invece si è sottoposta ad una seduta tecnico-tattica. Domani è in programma un allenamento pomeridiano sempre al Franchi.

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Con una rete di Perucchini al 16' il Padova vice a Lecce se si aggiudica la Supercoppa di serie C a punteggio pieno avento vinto anche la gara con il Livorno.

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

Al termine della doppia sfida play out retrocedono in serie D Gavorrano, Santarcangelo e Racing Fondi.

Girone A
Gavorrano - Cuneo 0-0

Girone B
Santarcangelo - Vicenza 1-1
Reti: 89' Giacomelli (V), 96' Piccioni (S)

Girone C 
Paganese - Racing Fondi 2-1
Reti: 49' Ciotola (RF), 57' Cesaretti (P), 84' Scarpa (P)


Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Stone Fly
 

Nonostante la mattinata molto calda, i granata hanno affrontato un’intensa seduta fatta di lavoro atletico, partitelle a tema con partitella finale. Allenamento differenziato per Marco Crocchianti, Erik Panizzi e Paolo Rozzio, e precauzionalmente per Aiman Napoli e Alessandro Bastrini. La Reggiana tornerà in campo domani mattina.

Fonte: Fol


 

 

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

E’ già attiva la partita Reggiana Siena, gara di andata dei quarti di finale dei play off, in programma mercoledì 30 maggio alle ore 20:30 al “Mapei Stadium di Reggio Emilia. Il circuito di vendita è listicket, è possibile acquistare i tagliandi per il settore ospiti fino alle ore 19 di martedì 29 maggio al costo di 11,50 compresi i diritti di prevendita. Ridotto per Donne, Over 65 e Under 16 al costo di 9,50 compresi i diritti di prevendita.
E’ possibile acquistare i biglietti online sul sito www.listicket.it e nei seguenti punti vendita della provincia di Siena:

- Tabaccheria “Il Chiasso Largo” - Via Rinaldini, 6 – 057740136.
- Tabaccheria “Scacciapensieri” - Via Nazareno Orlandi, 6 – 0577334040
- Tabaccheria “Panfili Claudio” – Via Fiorentina, 8 - 057741619

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Stone Fly
 

Girone A
Gavorrano - Cuneo (0-1) ore 18:00

Girone B
Santarcangelo - Vicenza (1-2) ore 18:00

Girone C 
Paganese - Racing Fondi (2-2) ore 17:00

A conclusione delle due gare in caso di parità di punteggio, dopo le gare di ritorno, per determinare la squadra vincente si terrà conto della differenza reti; in caso di ulteriore parità verrà considerata vincente la squadra in migliore posizione di classifica al termine del campionato.

Fonte: Fol



 

 

Tosoni Auto
Futuro Businnes
 

Dopo il pareggio con la Juve Stabia, che le ha permesso di passare il turno, la Reggiana ha ripreso ieri la preparazione. La squadra è stata divisa in due gruppi, con i giocatori più utilizzati che hanno fatto una seduta defaticante divisi tra massaggi e palestra, mentre il resto del gruppo si è allenato regolarmente sotto la guida dello staff tecnico. Differenziato per Erik Panizzi e Marco Crocchianti, terapie e palestra per Paolo Rozzio. I granata si ritroveranno questa mattina per un altra seduta.

Fonte. Fol


 

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Ripresa ieri la preparazione che proseguirà oggi con una doppia seduta allo stadio.
Solini è rientrato in gruppo mentre Brumat continua con il lavoro differenziato.

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 
Tosoni Auto
ESTRA
 
Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

La Carrarese ha ufficializzato l'ingaggio di Massimo Maccarone per la prossima stagione. “Carrarese calcio 1908 rende noto il tesseramento del calciatore Massimo Maccorone , classe 1979. Il bomber di Oleggio, da oltre 200 goal in carriera, si legherà alla società di Piazza Vittorio Veneto con un contratto annuale con decorrenza 1 luglio 2018”.

Le prime parole di Massimo Maccarone: "La Carrarese sarebbe potuta essere la mia squadra anche la scorsa stagione ma non mi sentivo pronto per essere un valore aggiunto. Oggi è tutto diverso e ho raggiunto Carrara con entusiasmo e conscio delle responsabilità che mi stimolano a dare sempre di più perchè ho capito, sin da subito, che gli obiettivi sono importanti e le ambizioni altissime in questa piazza. Superfluo è dire che Mister Baldini è stato il traino di questa scelta anche se voglio ringraziare la società per la sua accoglienza nei miei riguardi. A Carrara non manca nulla per puntare in alto e il passato campionato deve essere punto di partenza per arrivare veramente in alto la prossima stagione. Le sfide mi piacciono ed insieme ai miei compagni e allo staff non ci poniamo limiti perchè tutti dovranno temere la nostra fame e la voglia di vincere."

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

I due giocatori sono stati intervistati dagli studenti dell’Istituto Professionale G.Caselli di Siena. Tante le domande a cui sono stati sottoposti i due bianconeri, dalla passione per il mondo del calcio e dello sport in generale, allo stile di vita a cui un giocatore è abituato sin dall’età dell’adolescenza, dall’importanza di vestire la maglia del Siena alle ambizioni e ai progetti futuri. Tre ore molto piacevoli per Marotta, Cruciani, gli studenti ed i professori dell’Istituto, con una promessa finale: tutti insieme allo stadio per tifare la Robur nella fase finale dei playoff.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 
Tosoni Auto
Il Mangione
 
Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Il direttore sportivo della Reggina, prossimo avversario del Siena, ha parlato della sfida ai bianconeri a tuttoC.com.
“Giocheremo in un bello stadio contro una realtà ben guidata che ha sfiorato la vittoria del campionato. Gioca bene, il mister è molto bravo e poi hanno gente come Guberti e Marotta che sanno come far male agli avversari. La Reggiana ha dei valori di un certo tipo ma non so fino a dove possiamo arrivare. Sono solo dispiaciuto nel non avere a disposizione certi giocatori importanti, questo potrebbe pesare alla lunga nel nostro cammino. Ma non dobbiamo accontentarci, dovremo fare il massimo”.

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

Ha segnato, per i tifosi, il gol più bello della stagione: il primo e l’unico in bianconero. Un gol atteso e confezionato alla perfezione, per tre punti, quelli contro il Cuneo, che hanno contribuito alla conquista del secondo posto. Oro colato nella giostra dei play off, ormai vicinissimi. Dennis Iapichino è stato premiato martedì sera nella sede dei Fedelissimi e oggi, diviso tra passato, presente e futuro, ha un sogno da realizzare: “Andare in serie B con la maglia del Siena”.

IL CAMMINO. “Siamo carichi, forti del bellissimo percorso che ci ha portato ai quarti di finale. Ancora più bello considerato come erano andate le cose l’anno passato. La scorsa estate siamo partiti senza porci degli obiettivi, senza pensare a niente. Abbiamo finito bene e vogliamo finire anche meglio. In questi giorni ci siamo preparati per essere pronti a quello che ci aspetta. Non vediamo l’ora di iniziare”.

LA PAUSA. “Non è mai bello stare fermo a guardare gli altri, aspettare che arrivi il tuo momento. Se non altro lo stop ci è servito per staccare un po’ la spina e riprendere più carchi che mai. Ci aspettano 17 giorni di fuoco…”.

I PROSSIMI AVVERSARI. “Sono tutte partite difficili a questo punto e si sono già viste delle sorprese. Per questo, indipendentemente da chi ci troveremo di fronte, dovremo scendere in campo determinati e con l’obiettivo di imporre le nostre qualità come abbiamo dimostrato di saper fare durante la stagione”.

LE SENSAZIONI. “Sono buone: vedo nella Robur un grande spirito. La nostra forza è sempre stata l’essere squadra. Abbiamo assorbito bene la delusione per la mancata promozione diretta e sappiamo bene di non doverci più pensare. Dobbiamo guardare avanti con convinzione: è il futuro che conta”.

LA CONDIZIONE FISICA DI IAPICHINO. “Durante la stagione ho avuto qualche problemino, ma adesso sto bene, ho il piede già sull’acceleratore. La mano è a posto: ho tolto il tutore e i ferri, sto facendo fisioterapia, tra 8-10 giorni dovrei finire e essere al top”.

IL SOGNO. “Sarebbe bellissimo, per me, conquistare la serie B con la maglia del Siena. Sono un ragazzo che si affeziona molto facilmente alle persone e ai luoghi in cui vive. Qua mi sono trovato benissimo fin da subito e in questa stagione il gruppo è fantastico e anche con lo staff ho un bel rapporto. A quello he sarà il mio futuro ci penseremo dopo i play off”. (Angela Gorellini)


Fonte: Fol

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Il Siena Club Fedelissimi organizza dei pulman per la trasferta a Reggio Emilia in programma mercoledì 30 maggio alle ore 20.30.
La partenza è fissata alle ore 16 dal posteggio del palasport in Viale Sclavo. La spesa è di 25€. Per i soci del club 20€.

Per le prenotazioni:
- Telefono: 0577236677 martedì e giovedì dalle 21.30 alle 24.
- Mail: fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it
- Cellulare: 3316019088 solo sms e whatsapp (Lorenzo)
 

Per problemi organizzativi, legati alla ricerca dei pulman, si invitano i tifosi bianconeri ha prenotarsi con largo anticipo.

Fonte: Siena Club Fedelissimi

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 

«Io in serie C non ci voglio rimanere»: non potevi essere più chiaro caro Stefano. E il pensiero di Guberti è lo stesso di tutti i tifosi della Robur che, ieri sera, in tanti, lo hanno festeggiato per la vittoria del 39° Fedelissimo d’Oro. Tutti insieme ad attendere, a sperare, a credere in una favola a lieto fine. A cantare, come faranno mercoledì ovunque la sorte deciderà di portarli. E si tiene stretto il Fedelissimo d’Oro, che gli ha appena consegnato il presidente dei Fedelissimi Lorenzo Mulinacci, Stefano Guberti (foto al centro): quella medaglia, già passata dalle mani di tanti uomini che hanno fatto grande il Siena, è il riconoscimento di una stagione partita in sordina, poi esplosa fino a trasformarsi, quasi, in un’impresa. Quella medaglia è lì a ricordare che sperare e credere, ancora, è lecito. «Sono onorato di ricevere questo premio – dice il bianconero –. Da quando sono arrivato a Siena ce l’ho messa tutta. Non siamo riusciti a centrare l’obiettivo, ma possiamo farlo adesso, daremo il massimo per passare dalla porta secondaria». E i tifosi intonano ‘Guberti facci un gol’. Che arrivino a grappoli i gol di Guberti! Ma no, ragazzi. Il premio per la rete più bella dell’anno, se l’è aggiudicato qualcun altro, passato in testa al fotofinish. Trattasi di Dennis Iapichino, seduto a cena al fianco del compagno. Un bolide strepitoso, quello che ha stracciato il Cuneo e lasciato a bocca aperta il Franchi. Ma cosa hai fatto Iapi? Sorride lui. «L’ho cercato tanto – ammette – sono contento che sia stato così bello e decisivo. Non me lo sarei aspettato… E’ stata una grande stagione, peccato per come sia finita, ma ci aspettano i play off: piede sull’acceleratore e via. Il mio sogno è andare in serie B con il Siena». Destinazione decisa insomma… «Mi piacerebbe vedere l’autostrada per l’Abruzzo piena di bandiere bianconere» il sogno, lo stesso, del diesse Giovanni Dolci, presente alla serata in rappresentanza della società insieme al segretario generale Stefano Osti e al capo ufficio stampa Tommaso Salomoni (la presidente Anna Durio è passata a salutare nel post-cena). ‘Giovanni portaci a Pescara’ quindi il coro partito in automatico. «Non è ancora finita» le parole di Nicola Natili: la Robur e i suoi tifosi ‘in serie C non ci vogliono rimanere’. (A.G.)

Fonte: La Nazione


 

 

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 

La Curva Guaspa organizza dei pullmans per la trasferta di Reggio Emilia, Mercoledì 30 Maggio.
Il tempo delle parole, del bel campionato, dei rimpianti è finito, chiunque abbia a cuore la Robur si unisca sotto i colori della Balzana ed aiuti la squadra a portarci a Pescara, sostenendola con la presenza e con la voce. Qualunque mezzo è valido per raggiungere Reggio Emilia, l'importante è esserci.
Per chi vuole venire con la Curva, rivolgersi:
Bar del 31, via Duccio di Boninsegna 31, tel 05771510303
Oppure sms con nome e cognome a
Checcone 3493145471
Pepo 3335390751
Per motivi organizzativi, cercate di essere il più celeri possibile.
Appena possibile comunicheremo orari e prezzi.
Oggi,domani e sempre, forza Robur

Curva Lorenzo Guasparri

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

L’ultima volta

Sono ben 18 anni che la Robur non incontra la Reggiana. L’ultima volta nella stagione 1999-2000, nel campionato di Serie C1 che vide il trionfale ritorno nel Siena in Serie B dopo ben 51 anni.

Nella partita giocata a Siena, ultima di andata, i bianconeri vinsero per  2-1 con reti di Pagano al 29’, pareggio di Citterio al 66’ e goal della vittoria bianconera al 91’ per un autorete di Finetti.

Fu una partita molto nervosa sia in campo che sulle tribune, con i tifosi della Reggiana che provarono più volte di venire a contatto con la parte bianconera. A fine partita alcuni tifosi bianconeri si riversarono in campo per raggiungere la curva ospite, fermati a stento dalle forze dell’ordine. Pesanti furono le conseguenza per molti delle parti contendenti.

Da allora tra la tifoseria del Siena e quella Reggiana non corre buon sangue.

Dal passato emergono due precedenti incoraggianti

Non sono quelle in programma mercoledì e domenica p.v. le prime esperienze nei playoff tra Siena e Reggiana, anche se le due società si sono sfidate in gironi finali e non nei playoff nella concezione attuale.

Il primo ricordo risale alla stagione 1934-35, Prima Divisione Toscana (attuale Serie C).

Il Siena fu ammesso al girone finale con Reggiana, Sanremese e Udinese e disputa la finalissima, a Pistoia, con la Reggiana. I bianconeri stravincono per  7-0 e vengono promossi per la prima volta in serie B. I marcatori della finalissima furono: Aut. Vighi, 2 Fenini, Renoldi, 2 Tedeschi e Cioni.

Il secondo precedente è della stagione 1955-56, IV Serie (attuale Serie D)

Il Siena vince il proprio girone e lo spareggio promozione con il Chinotto Neri guadagnandosi la Promosso in Serie C

Ammesso alle finali per il titolo di Campione  d’Italia di IV serie con Reggina e Reggiana, si qualifica alla finalissima con la Reggiana che batte per 3-1, con reti di Zaramella, Cappi (R), Fracassetti e Candiani conquistando il titolo di Campione d’Italia IV serie.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Stone Fly
 

L'allenatore bianconero Michele Mignani ha commentato al sito ufficiale della socieà il sorteggio della fase finale dei playoff.
“Entrando nei quarti di finale, la cosa più importante è la consapevolezza nei propri mezzi: siamo arrivati secondi in campionato grazie al nostro lavoro. Tutte le squadre che sono arrivate a questa fase sono forti, non è possibile trovare una squadra non all’altezza della situazione. Affrontiamo la Reggiana con tanto rispetto ma al tempo stesso con tantissima voglia di metterla sotto per provare a proseguire nel nostro cammino, che ovviamente, dopo tre settimane senza giocare, è pieno di insidie. In questo periodo pero’ abbiamo lavorato con coscienza e abbiamo recuperato energie, faremo di tutto per regalarci la semifinale e dare un’ulteriore soddisfazione ai nostri tifosi”.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

Tre sicuri assenti e un uomo in forse: ha perso pezzi, la Reggiana, in vista della gara di mercoledì con la Robur. Andrea Bovo e Luca Vignali, per la sfida al Mapei Stadium saranno infatti squalificati (il primo è stato espulso durante il match con la Juve Stabia, 'per comportamento gravemente scorretto verso un avversario', il secondo, diffidato, è stato ammonito), mentre Alessandro Cesarini ha subito la frattura del perone. Il ragazzo è stato sottoposto immediatamente a intervento chirurgico e l’operazione è perfettamente riuscita. Come comunicato dal club granata, non appena le condizioni dell’arto lo permetteranno Cesarini inizierà il percorso riabilitativo verso il ritorno in campo. C’è invece qualche speranza per la disponibilità, mercoledì, di Paolo Rozzio (che ha, tra l'altro, già un giallo all'attivo): gli esami cui è stato sottoposto dopo l’infortunio muscolare accusato durante il match con i campani hanno escluso lesioni. La Reggiana farà di tutto per recuperarlo.

Fonte: Fol
Ph: acreggiana

Tosoni Auto
Elettronorge
 
Tosoni Auto
Tosoni Auto
 

Questi sono i dati delle presenze negli stadi dove si sono giocate ieri le cinque partite della prima fase dei play off nazionali.
- Pisa-Viterbese 7.951
- Reggiana-Juve Stabia 6.439
- Sambenedettese-Piacenza 6.407
- Alessandria-Feralpi Salò 3.545
- Trapani-Cosenza 4.235

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Futuro Businnes
 

Le due società dopo il sorteggio si sono trovare d'accordo per giocare le due partite alle ore 20.30. Per il Siena erano presenti in lega  il segretario generale Stefano Osti e il segretario Alessio Butini.

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

Sorteggiati a Firenze anche gli accoppiamenti delle semifinali playoff che si giocheranno in gare di andata e ritorno, mercoledì 6 e domenica 10 giugno.

Reggiana-Robur Siena - FeralpiSalò-Catania
Viterbese-Sudtirol - Cosenza-Sambenedettese

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Nel sorteggio di questa mattina la Robur ha pescato la Reggiana che affronterà il 30 maggio al Mapei Stadium di Reggio Emiliaa e il 3 giugno a Siena.
Questi gli altri accoppiamenti per i quarti di finale:
- Viterbese-Sud Tirol
- Feralpi Salò-Catania
- Cosenza-Sambenedettese

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 
Tosoni Auto
Sartini Siena
 
Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Al termine del primo turno nazionale dei play off si sono qualificare ai quarti di finale Feralpi Salo, Reggiana, Cosenza, Sambenedettese e Viterbese. Dal prossimo turno entrano in gioco anche le seconde classificate nel campionato: Siena, Sud Tirol e Catania.
Domani alle ore 11 il sorteggio per gli accoppiamenti delle partite dei quarti di finale con Siena, Sud Tirol, Catania, Sambenedettese.

Fonte: Fol

 

 

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

Alessandria-Feralpisalò 1-3
Reti: 17' Raffaello (F), 43' Guerra (F), 55' Sesto (A), 73' Ferretti (F)
Sambenedettese-Piacenza 3-1
Reti: 51' Miracoli (S), Rapisarda (S), Miracoli (S)
Pisa-Viterbese 2-3
Reti: 9' Ingrosso (P), 32' Bladassin (V), 49' Rinaldi (V), 57' Cenciarelli (V), Mannini (P).
Reggiana-Juve Stabia 1-1
Rete: 68' Simeri, 81 Bastrini (R)
Trapani-Cosenza 0-2
Rete: Okereke (C)

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Queste le quattro squadre che passano alle semifinali della Poule scudetto Serie D: Albissola, Pro Patria, Vibonese e Gozzano, quest'ultima come migliore seconda, a pari punti col Rimini ma con una migliore differenza reti. 

Le squadre qualificate alla fase finale accederanno alle semifinali che, così come la finale, si disputeranno in campo neutro dal 31 maggio al 2 giugno. Per gli incontri della fase finale non sono previsti al termine dei 90' i tempi supplementari, ma in caso di parità si andrà direttamente ai calci di rigore.

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Sapori di Toscana
 

Dopo una stagione lunga e faticosa, il Siena continua la preparazione in vista dei play off che si annunciano molto combattuti e incerti, tanto che le quote di Sky Bet risultano essere molto equilibrate. Dopo un bel campionato, concluso alle spalle del Livorno capolista e passato ad inseguire, i bianconeri andranno a giocarsi le fasi finali tra qualche settimana. Ora testa a tutti gli altri incontri prima della finalissima a Pescara del 16 giugno.

Intanto la società bianconera ha rinnovato il contratto all'allenatore Michele Mignani e al suo vice Simone Vergassola. Soddisfatta la dirigenza senese, con la presidentessa Anna Durio ed il vice Federico Trani che si sono detti molto soddisfatti di proseguire il lavoro intrapreso con le due ex bandiere della Robur.

La Robur Siena, intanto, aspetta i risultati del terzo turno di play off. Le tre terze, Pisa, Sambenedettese e Trapani, sono tutte uscite sconfitte e dovranno per forza vincere al ritorno per raggiungere i quarti di finale. Bene l’Alessandria alla quale basta una sconfitta di misura per passare, mentre la Reggiana ha due risultati su tre. Dopo il ritorno si terrà il sorteggio che assegnerà l’avversario al Siena che avrà sei giorni di tempo per organizzare la trasferta.

Come recita il regolamento, il sorteggio prevede quattro teste di serie che non si possono sfidare tra loro. Le prime tre sono Siena, Sudtirol e Catania. La Quarta sarà la meglio posizionata tra le cinque che hanno passato il turno precedente. Contando i punti e non la posizione in classifica, con un coefficiente da aggiungere nel girone B che ha due partite in meno dopo l’esclusione del Modena. Chi ha giocato nel B, quindi, vede i suoi punti moltiplicati per 1,0588. In questo modo il Siena potrà evitare una tra Trapani, Pisa e Viterbese. Il Trapani, se passa, lo evita in ogni caso. Se invece viene eliminato, eviterà una tra Pisa e Viterbese. Vista la situazione le probabilità maggiori al momento sono di trovare una tra le sei squadre che usciranno: Alessandria, FeralpiSalò, Reggiana – Juve Stabia e Sambenedettese – Piacenza. Considerati i risutlati dell’andata, è leggermente più probabile incontrare Alessandria, Reggiana e Piacenza.

Per quanto riguarda i play-off saranno gare di andata e ritorno, le cinque squadre che passeranno il turno accederanno ai quarti di finale a cui si aggiungeranno Siena, Sudtirol e Catania, la vincente dei play-off sarà la quarta squadra promossa in serie B, da ricordare che la finale si giocherà in campo neutro a Pescara in gara secca. Mister Mignani, dunque, è alle prese con una fase decisiva che potrebbe riportare il Siena in Serie B dopo anni di assenza dopo il fallimento. La squadra è molto concentrata e punta ad approdare alla Serie Cadetta per tentare la scalata alla Serie A e riportare la squadra toscana lì dove merita.


Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

Ha in mano il Fedelissimo d’Oro e nella testa la voglia di spiccare il volo. Verso quella serie B che ha lasciato per tornarci il prima possibile. Stefano Guberti si prende onori e oneri di questa stagione che ha visto la Robur protagonista e del mini campionato che sta per iniziare. E, con il Siena, spera di poter prolungare il rapporto...

LE CONDIZIONI DELLA SQUADRA E DI GUBERTI. “Stiamo bene. In questo periodo, mentre le altre hanno giocato, abbiamo seguito un programma di lavoro, ma con la possibilità, prima, di staccare dopo una stagione molto tirata. Vogliamo farci trovare pronti. Anche io sto bene. Da marzo ho avuto qualche acciacco che non mi ha permesso di esprimermi come avrei voluto. Ho forzato. Ora non vedo l’ora di scendere in campo”.

COMUNQUE DECISIVO. “Sono contento di esserlo stato anche in partite dove magari non ho brillato. Soprattutto perché è questo ciò che si aspettano la gente e gli addetti ai lavori da me. La giocata o l’episodio che decide la partita. Spero di potermi ripetere nelle prossime sfide”.

I PLAY OFF. “E’ difficile dire chi sia meglio incontrare: se trovi un avversario di un altro girone magari non ti conosce ma tu non conosci lui. E’ un po’ un’arma a doppio taglio. Io personalmente spero di affrontare subito subito una squadra forte, e tra queste metto Alessandria, Catania e Trapani, anche se ai quarti le teste di serie non le incroceremo: abbiamo due risultati su due sarebbe un vantaggio. Io i play off li ho già giocati con il Perugia e con la Torres: sono gare strane, che possono essere decise da un episodio. Fondamentale sarà l’approccio”.

LE SENSAZIONI. “Sono positivo: sappiamo che in ballo c’è qualcosa di importante e la squadra ha raggiunto la maturità che serve. Anche perché arriva un momento nella vita in cui devi dimostrare se vuoi crescere o no. Se vuoi fare questo mestiere o no. No, non è un messaggio rivolto ai giovani, ma a tutti: ognuno deve porsi un traguardo e trovare in sé le motivazioni per raggiungerlo. Dovremo dare fino all’ultima goccia di sudore”.

IL CONTRATTO. “Quando sono arrivato a Siena non sapevo cosa avrei trovato. Ma ho capito subito che le basi per un grande campionato c’erano. Ho cercato fin da subito di dare il massimo, a volte riuscendoci, altre meno. Nel contratto (in scadenza nel 2019 ndr) ho una clausola per il rinnovo automatico in caso di promozione in serie B”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Antiche dimore
 

E’ stato il presidente del Siena Club Fedelissimi Lorenzo Mulinacci a consegnare a Stefano Guberti il 39° Fedelissimo d’Oro. Un riconoscimento nato per premiare, al termine di una stagione, il giocatore che ha avuto il miglior rendimento. Solo che stavolta, la stagione della Robur non è finita. Sta anzi per ricominciare. Con un grande obiettivo nel mirino. E anche nelle parole dei protagonisti, il passato, oggi, è solo la base per costruire un più radioso futuro. “Questo premio è una bella gratificazione – ha detto Guberti -: fin dal mio arrivo ho cercato di dare il massimo, a volte riuscendoci a volte meno. Ho scelto Siena non sapendo che squadra avrei trovato, se fosse stata all’altezza di un campionato di vertice. Dopo la trasferta di Pisa mi sono reso conto che lo eravamo, eccome. Potevamo fare meglio, anche noi più navigati chiamati a far crescere i giovani, che hanno bisogno di tempo, ma è stata comunque una grande stagione. E ora abbiamo un’altra strada da percorrere, per raggiungere lo stesso traguardo: io in C non ci voglio rimanere”.
Il giusto entusiasmo, la giusta consapevolezza: i tifosi bianconeri, a una settimana dall’esordio nei play off, attendono. Fanno ipotesi, chiedono cosa sperare. E cantano, spingono Guberti e Iapichino e tutta la squadra, che è sempre bello ‘Andare allo stadio per tifare la Robur’. “Il Fedelissimo d’Oro rispecchia in maniera piuttosto fedele quello che è successo nel corso dell’anno – ha spiegato il ‘padrone di casa’ Nicola Natili – perché viene assegnato in base alle pagelle dei principali quotidiani, dei voti espressi dalla redazione del Fedelissimo e del Fol. Quest’anno è stato Stefano ad aggiudicarsi il premio, dopo un testa a testa con Marotta. Benché fin dall’inizio sia sempre stato in testa. Un dato significativo è che in questo campionato non ci sia stata neanche un’insufficienza e non è ancora finita…”. Non solo Guberti, però, è stato applaudito ieri sera: Dennis Iapichino ha ricevuto il premio per il gol più bello firmato dalla Robur: a farlo salire sul gradino più alto del podio, la rete segnata al Cuneo. A consegnargli il premio il vice presidente dei Fedelissimi Alessandro Silvestri. “L’ho aspettata tanto e sono contento che sia stata così bella e da tre punti – ha affermato Iapichino -. E’ stato un percorso bellissimo: siamo partiti in sordina per arrivare a un passo dalla promozione diretta. Ora abbiamo un’altra chance: il mio sogno è andare in serie B con il Siena”. In rappresentanza della società il direttore sportivo Giovanni Dolci, il segretario generale Stefano Osti e il capo ufficio stampa Tommaso Salomoni. Dopo la cena è passata a fare un saluto anche la presidente Anna Durio. “Se penso all’anno scorso e a dove siamo oggi – ha sorriso Dolci -… E ancora siamo in corsa: mi auguro che il 16 giugno l’autostrada verso l’Abruzzo sia piena di auto e pullman con sciarpe bianconere…”. E allora via al coro: ‘O Giovanni portaci a Pescara’... (Angela Gorellini)


Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Questa sera alle 20.30 si giocheranno le gare di ritorno dei play off. Il regolamento prevede che in caso di parità di punti e gol al 90’ non ci sono i supplementari ma si qualifica la squadra meglio piazzata in campionato, ossia quella che gioca in casa. Domani mattin alle 11 ci sarà il sorteggio per gli accoppiamenti dei quarti di finale.

- Alessandria-Feralpisalò
- Sambenedettese-Piacenza
- Pisa-Viterbese
- Reggiana-Juve Stabia (diretta RaiSport)
- Trapani-Cosenza

Fonte: FOL
 

Tosoni Auto
Futuro Businnes
 
Tosoni Auto
Elettronorge
 

Dopo i due test amichevoli di ieri pomeriggio, con la squadra divisa in due gruppi che hanno affrontato prima la Berretti a Badesse e poi il Mazzola Valdarbia allo stadio, l'allenatore Miche Mignani ha concesso due giorni di riposo. La squadra riprenderà la preparazione venerdì alle ore 16 allo stadio Franchi.

Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Sartini Siena
 
Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 
Tosoni Auto
Tosoni Auto
 

Siena (4-3-1-2): Crisanto; Cleur, Panariello, D’Ambrosio, Iapichino; Bulevardi, Gerli, Guerri; Vassallo; Marotta, Neglia. A disposizione: Jashari, Nassi, Biancalani, Squarcia, Cecconi, Anselmi. Allenatore: Michele Mignani.

Mazzola Valdarbia (4-3-1-2): Bormida; Cerbone, Massacci, Corsi, Barbucci; Sheganaku, De Gennaro, Palumbo; Nencini; De Iorio, Violetta. A disposizione: Gorelli, Alcidi, Machetti, Emsel, Lorenzetti, Baje, Meconcelli, Cerbone. Allenatore: Iuri Pezzatini.

Marcatore: 38' Bulevardi, 73' Vassallo.

80' fine partita

79' doppio legno del Siena, prima con Neglia (traversa) e poi con Marotta (palo)

73' Guerri alza un pallone in area per Vassallo che approfittando di una dormita ospite mette dentro e fa 2-0!

70' Bulevardi di prima da fuori, Gorelli (entrato a sostituire l'infortunato Bormida) si oppone alla potente conclusione dell'ex Teramo

68' Meconcelli col destro da fuori, palla alta ma applausi dalla tribuna coperta

67' Marotta spreca col sinistro da pochi passi, si salva il Mazzola Valdarbia

56' Marotta da fuori, il suo destro è strozzato sul fondo

44' Meconcelli in ripartenza, entra in area e calcia col destro, grande parata di Crisanto a salvare in angolo!

Iniziato il secondo tempo.

40' fine primo tempo

38' Bulevardi entra in area e spacca il palo con un bolide col mancino, poi la palla termina in rete!

23' non funziona uno schema di Neglia a liberare Marotta su punizione.

19' Iapichino per Marotta che restituisce palla col tacco, tiro col sinistro bloccato da Bormida

11' combinazione Neglia-Vassallo-Neglia che cerca il sette, vola Bormida a salvare in angolo!

9' angolo di Iapichino, D'Ambrosio è completamente solo ma di testa manda fuori

7' Panariello perde palla, Violetta si avvicina e scarica il destro che termina ampiamente a lato

4' lancio per Marotta, Bormida esce coi tempi giusti e sventa la minaccia

3' Marotta calcia di prima, palla alta. Poco prima ci aveva provato anche Neglia, murato dalla difesa

Partiti! E' cominciata la partita tra Siena e Mazzola Valdarbia

Spunta il sole sopra l'Artemio Franchi. L'amichevole è pronta a cominciare.

Seconda amichevole post-season per la Robur dopo il 5-0 col Poggibonsi. Al Franchi arriva il Mazzola Valdarbia, vincitore del Girone F di Prima Categoria e allenato da Iuri Pezzatini, alla seconda promozione di fila dopo quella con la Chiantigiana. Mignani, per concedere a tutti 90 minuti, ha schierato oggi pomeriggio metà squadra con la Berretti e l'altra metà è adesso sul manto erboso a riscaldarsi. Marotta e Neglia terminali offensivi, con Vassallo a raccordo col centrocampo. In porta Crisanto.

Giuseppe Ingrosso

Fonte: Fol


 

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

L’attesa inizia a farsi sentire, la Robur ora freme per scendere in campo. Giovedì mattina, intanto, saprà dove. Il difensore bianconero Dario D’Ambrosio, uno di quelli che i play off li ha già giocati, raggiungendo tra l’altro per due volte la finale, traccia la via da seguire “per centrare un’impresa appena sfiorata”.

LE CONDIZIONI DELLA SQUADRA. “Alla fine del campionato il mister ci ha lasciato qualche giorno libero e abbiamo potuto staccare la spina. Alla ripesa è iniziata una mini preparazione, per spingere atleticamente come era giusto che fosse. Oggi chiudiamo con un test per poi riprendere la settimana tipo: stiamo bene sia a livello fisico che mentale, anche se giocare è ben diverso che allenarci o giocare amichevoli. Consapevoli che ci aspettano sfide dure, in cui dovremo avere il giusto approccio fin dall’inizio: rincorrere non è mai facile. Sarà fondamentale avere la testa giusta”.
I PRIMI VERDETTI. “Io ho guardato Viterbese-Pisa: a parte che giocare al Rocchi non è mai facile, ma i nerazzurri non meritavano di perdere. Per quanto riguarda le altre, tutte le squadre che arrivano ai quarti hanno le stesse chance. Se devo fare dei nomi dico che le favorite sono Catania, Alessandria o lo stesso Pisa, ma come ho detto, agli spareggi l’aspetto mentale conta più della qualità, quindi il divario non è così ampio”.

QUALE STADIO EVITARE? “Quando ho fatto i play off con il Lecce una volta siamo usciti al primo turno con il Pontedera. Le altre due abbiamo perso in finale con Carpi e Frosinone. E ininfluente dove andare a giocare, io non ho né preferenze, né paura. E non ne ha la Robur: non abbiamo mai avuto timore di un avversario, durante il campionato siamo sempre scesi in campo per vincere. I play off creano tensione, ma più che altro prima di giocarli, non quando sei n campo. Dovremo semmai stare attenti a gestire la partita in 180 minuti, non in 90. Affrontare squadre di un altro girone sarebbe un vantaggio considerando che non ci conoscono, ma vale anche il rovescio della medaglia”.

I PLAY OFF PER D’AMBROSIO. “Una bellissima cosa: Siena merita palcoscenici migliori e non essere arrivati in B dalla porta principale non significa che non possiamo riuscirci dalla porta secondaria. Sarebbe un orgoglio, per me e per tutti. Daremo il massimo, pur certi che non sarà facile. Intanto non vediamo l’ora di esserci”.  

IL RINNOVO DI MIGNANI E VERGASSOLA. “Ci ha dato sicuramente una grande carica. Ma il lavoro che hanno fatto è sotto gli occhi di tutti: se non fosse arrivato adesso, sarebbe arrivato tra un po’”. (Angela Gorellini)


Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Come lui nessuno mai. E’ il recordman delle promozioni, Emanuele Calaiò: ne ha centrate sette, quattro dalla B alla A e tre dalla C alla B; con le maglie di Torino, Pescara, Napoli, Siena e Parma. E storica è l’ultima conquistata dalla squadra di D’Aversa (sì, perché tra le fila emiliane di ex Robur ci sono anche il mister e il ds Faggiano): tripla, dalla C alla A senza interruzioni. E’ felicissimo l’Arciere, legatissimo a Siena: giusto domenica è stato a trovare i vecchi amici, compreso Simone Vergassola. 

Contento eh?
«Tantissimo. Anche perché è stato un successo inaspettato: eravamo già in ottica play off. E invece all’ultima giornata il Frosinone non ha vinto… Una gioia incredibile. A un certo punto della stagione eravamo a -12 dai ciociari e dal Palermo. Loro hanno perso punti per strada, noi ci siamo fatti trovare pronti andando anche a vincere gli scontri diretti. Pass per la B».

Il Siena ha compiuto più o meno lo stesso cammino, ma alla fine…
«Lo so, ho seguito con attenzione il campionato dei bianconeri. Sapete che sono legato a questi colori. La squadra ha fatto un grandissimo campionato, rimontando uno svantaggio non indifferente. Ma credo che alla fine abbia vinto la squadra con la rosa più ampia e di qualità. La Robur avrà magari meno nomi, ma è molto compatta e subisce pochissimo: un fattore importante in ottica play off».

La passata stagione il Parma ha conquistato la B proprio tramite gli spareggi: come vede quest’anno la lotta?
«Stavolta sono più difficili perché ci sono più squadre forti. Oltre al Siena dico il Catania, il Trapani, il Pisa o l’Alessandria. Poter entrare ai quarti però è un bel vantaggio. Sono sicuro che la Robur può dire la sua».

Cosa serve per vincere?
«I risultati non sono mai scontati. Vince la squadra che sta meglio fisicamente e mentalmente. Quella a cui non tremano le gambe, quella brava a gestire la tensione di certe partite».

Tornare a Siena è sempre bello?
«Certamente. Mi ha fatto piacere rivedere tanti amici. Sono andato nell’Onda, ho salutato tutti, nella speranza che domenica vada bene. Anche se avendo vinto tre Palii in pochi anni non possiamo lamentarci…».

Vergassola come l’ha trovato?
«Benissimo e felice per il rinnovo suo e di Michele: si trovano alla perfezione quei due. Quando giochi ti rendi conto quali dei tuoi compagni hanno la stoffa per fare l’allenatore e Simone l’ha sempre avuta. Gli auguro il meglio. Come lo auguro alla Robur». (Angela Gorellini)

Fonte: La Nazione



 

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Gli ospiti di “Calcio Spettacolo”, trasmissione di Siena TV in onda questa sera alle ore 21 e condotta da Giulio Valenti, Roberto Benincasa e Roberto Rosa. Andrà poi in onda un servizio sulla partita amichevole con il Mazzola Valdarbia e la conferenza di Dario D’Ambrosio. Ed infine un’incursione al Siena Club Fedelissimi, dove Stefano Guberti riceverà il premio “Fedelissimo D’Oro”.

L’appuntamento con Studio Robur prevede la differita della partita Siena-Mazzola Valdarbia con la telecronaca di Giuseppe Ingrosso e il commento tecnico di Jacopo Fanetti. A seguire, l'intervista integrale a Dario D'Ambrosio.

Fonte: Fol


 

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

Sembra tutto fatto dopo il passaggio delle quote societarie della Lucchese, avvento nello studio del Notaio Mandarini con tanto di brindisi in Piazza del Campo, ma le cose si sono complicate come riporta Il Tirreno nell'edizione di oggi.

"Il bonifico non è arrivato. Forse non è nemmeno mai partito. E adesso è sceso il gelo tra le parti. Parafrasando il grande Ennio Flaiano, la situazione è grave, ma non è seria. Perché in fondo si parla di calcio e non di problemi di salute. È da marzo che va avanti la stucchevole tiritera e di soldi ad oggi nemmeno l’ombra. Da Singapore, dalla Tanzania o dalla Svizzera. Ieri pomeriggio nello studio legale a Borgo Giannotti c’è stato un lungo conciliabolo tra le parti. Dalle 14 alle 18,30. Da un lato il sor Arnaldo Moriconi, uno dei figli, e l’avvocato Marcantonio Gambardella, dall’altro Lorenzo Grassini, Fabrizio Lucchesi e l’avvocato senese Duccio Bari”.

Fonte: Fol 

 

Tosoni Auto
Futuro Businnes
 
Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi